A Milano la Torre Velasca si illumina di blu per le festività

torre-velasca-5-200x300
Anche la Torre Velasca si illumina in occasione delle festività natalizie. La facciata esterna dello storico edificio si è accesa questa sera alla presenza dell’assessore al commercio e attività produttive Franco D’Alfonso e di Gian Luca Santi, direttore generare immobiliare Unipol.  Torre Velasca fa parte di Urban Up, il progetto di riqualificazione immobiliare del Gruppo Unipol volto a valorizzare alcuni tra i più importanti edifici milanesi del gruppo.

“Inauguriamo questa interessante iniziativa natalizia del Gruppo Unipol patrocinata dal Comune di Milano – ha dichiarato l’assessore al commercio e attività produttive Franco D’Alfonso – che si inserisce all’interno dell’opera di valorizzazione della Torre Velasca cominciata durante Expo 2015. Grazie al gioco di luci esterno e all’installazione multimediale interna milanesi e turisti avranno un’occasione in più per riscoprire e ammirare uno dei luoghi simbolo della città”.

Da ora fino al mese di aprile, infatti, la Velasca sarà protagonista del progetto “Luci e Musica alla Torre Velasca”, che si svilupperà sia all’interno che all’esterno della struttura.

All’esterno proiezioni di effetti luminosi e disegni illumineranno i due contrafforti d’angolo e la parte superiore della facciata di ingresso della Torre. Verrà poi illuminata anche la vetrata rettangolare posta sopra  l’ingresso principale della Torre e il suolo antistante l’ingresso principale e lo stesso soffitto dell’ingresso. La facciata della Torre si accenderà ogni giorno dalle ore 17:30 alle ore 23:00.

Nella parte interna, al piano terra, verranno proiettate immagini che riproducono in tempo reale gli effetti luminosi esterni. Inoltre, una sequenza di schermi a forma di vele proietteranno immagini che raccontano la Torre e il contesto sociale e culturale del periodo nella quale è stata costruita (il decennio 1950 – 1959). Lo spazio espositivo è aperto al pubblico gratuitamente dal lunedì al venerdì dalle ore 17:00 alle ore 21:00.

Natale. Torna la Babbo Running

bhabbo running

Torna la Babbo Running, la corsa non competitiva “in costume” che sabato 12 dicembre attraverserà le vie del centro cittadino.

Una marcia a ritmo libero di 5 km, patrocinata dall’Amministrazione, nella quale i partecipanti sfideranno il clima rigido di dicembre, correndo con indosso la divisa ufficiale di Santa Claus: barba bianca, giubba e cappello rosso.

La Babbo Running, presentata oggi a Palazzo Marino, non è solo una gara amatoriale aperta a tutti, ma l’occasione per portare una ventata di allegria per le strade della città e anche per aiutare chi ne ha bisogno.

“La Babbo Running è uno degli appuntamenti più festosi del Biancoinverno milanese – afferma l’assessora al Tempo Libero e Benessere Chiara Bisconti – e sa coniugare in un unico appuntamento allegria, fitness e solidarietà. Grazie alla collaborazione con i City Angels, che ringrazio, chi partecipa potrà donare una coperta o un indumento caldo che verrà destinato a chi si trova in difficoltà”.

L’appuntamento è per le 10.30 di sabato 12 dicembre in via Palestro (fronte PAC) dove fin dal mattino sarà allestito il Babbolandia Village, un’area attrezzata dove si svolgeranno show, dj set a cura di Disco Radio, balli, intrattenimenti ludico-sportivi per tutte le età e dove avranno spazio varie associazioni di volontariato che riceveranno in beneficenza una parte del ricavato.

 

Milano – ricostruzione scuola via Brocchi

scuola via brocchi

La Giunta comunale ha approvato la demolizione, bonifica e ricostruzione della scuola di via Brocchi 5 per un importo complessivo di 17.800.000 euro, di cui 12.800.000 stanziati dal Comune e 5 milioni finanziati dal Governo. L’istituto sarà ricostruito con il legno.

“Prosegue l’impegno dell’Amministrazione comunale per il rinnovamento dell’edilizia scolastica grazie anche al contributo del Governo che ha stanziato per Milano 42,5 milioni. Ricordo che su 27 scuole da chiudere abbiamo 13 edifici abbattuti e 7 riscostruiti, è il più grande intervento per le scuole mai realizzato in città che portiamo avanti anche sotto il profilo della qualità e della sperimentazione: via Brocchi, infatti, assieme a via Strozzi e via Viscontini saranno realizzati con il legno.”, lo dichiara l’assessore ai Lavori pubblici e Arredo urbano Carmela Rozza.

Nella scuola primaria di via Brocchi fu rilevato l’amianto nel 2013: in accordo con la Asl il Comune realizzò interventi di messi in sicurezza che hanno consentito il proseguimento delle attività didattiche. L’istituto, che fa parte dei 27 cittadini arrivati a fine vita, sarà demolito dopo la bonifica e poi ricostruito con criteri di bioedilizia che garantiscono, in modo particolare, risparmio energetico e maggiore funzionalità nelle attività didattiche.

E’ prevista la realizzazione di una struttura provvisoria, in una zona attigua a via Brocchi, per lo svolgimento delle attività didattiche in attesa della costruzione della nuova scuola.

Ambiente da oggi mercoledì 9, attive le misure anti smog

misure antismog milano

A partire da oggi, mercoledì 9 dicembre saranno applicate le misure anti-smog disposte nel 2012 dall’allora Provincia, cui il Comune di Milano aveva aderito con l’ordinanza 6/2012, previste in caso di superamento per dieci giorni consecutivi della soglia media giornaliera di 50 microgrammi per metro cubo di PM10.

Le misure applicate saranno le seguenti: divieto di circolazione in tutto il territorio cittadino per i veicoli diesel Euro 3 senza filtro anti-particolato dalle ore 8.30 alle 18 se privati, dalle 7.30 alle 10 se commerciali. Sono previsti anche interventi sui riscaldamenti con la diminuzione di 1 grado centigrado, da 20 a 19 gradi (la legge prevede 2 gradi di tolleranza) delle temperature dell’aria degli edifici e della durata di accensione degli impianti, con una riduzione di due ore (da 14 a 12).

Sempre sul fronte temperature sarà chiesto agli esercizi commerciali di non fare uso di dispositivi che, al fine di favorire l’ingresso del pubblico, consentano di tenere aperte le porte di accesso ai locali. Infine saranno potenziati i controlli sui veicoli in circolazione, anche attraverso l’utilizzo di opacimetri che verificheranno i gas di scarico.

Da oggi a venerdì 11, inoltre, saranno gratuiti i mezzi di superficie Atm per gli adulti che li utilizzeranno per accompagnare a scuola i bambini fino a 10 anni compiuti (per i quali già normalmente il biglietto è gratuito).

La seconda misura straordinaria voluta dal Comune di Milano per incentivare ancora di più la mobilità sostenibile in queste giornate è la gratuità, sempre da mercoledì 9 a venerdì 11, degli abbonamenti giornalieri BikeMi.
Per utilizzare il servizio sarà necessario sottoscrivere l’abbonamento con carta di credito (come per l’abbonamento standard), ma non verrà addebitato alcun importo.

Corsi gratuiti per i mestieri del futuro

migeneration16-3-12-723x1024

Imparare a creare e a gestire una radio  o una tv sul web, ideare e sviluppare una applicazione per dispositivi mobili, immaginare nuovi servizi che possano migliorare la qualità della vita della città dall’ambito culturale al food.

Il Comune di Milano, in collaborazione  con 18 partner,  propone per la prima volta, attraverso il progetto “MI-Generation Lab”, dei percorsi formativi sulle nuove tecnologie ma non solo, finalizzati allo sviluppo di nuove competenze e di idee imprenditoriali in ambiti innovativi. I corsi sono dedicati ai giovani dai 18 ai 35 anni, studenti e non, senza occupazione o lavoratori precari.

I percorsi formativi sono 21 per 320 posti complessivi. A questi si accompagneranno  3  attività trasversali di supporto alla partecipazione ai corsi: un corso d’italiano per stranieri, un servizio di baby-sitting per giovani mamme e papà, incontri ed eventi per rimotivare e riattivare i giovani che ne abbiano maggiore necessità, fornendo loro informazioni utili per l’accesso al mercato del lavoro.

Tutti i corsi sono gratuiti.

Il progetto è co-finanziato dal Comune di Milano, da Regione Lombardia, dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri e dai 18 partner che lo realizzano:  3 fablab e makerspace, 10 enti del privato sociale, 2 associazioni giovanili e 3 Università.

Tra le proposte:  acquisire gli elementi base per la ripresa video e lo sviluppo di story-telling; esplorare le nuove frontiere dell’arte manifatturiera digitale, dalla costruzione di droni all’auto-costruzione di macchine CNC e stampanti tridimensionali;  entrare da protagonisti nel mondo dei fab-lab e viverne tutte le fasi, da quella creativa a quella realizzativa; apprendere le tecniche di grafica e web design; scoprire nuove opportunità di lavoro in settori quali il catering e l’organizzazione di eventi dal vivo.

Ancora: conoscere il mondo del terzo settore e le opportunità di lavoro correlate quali l’utilizzo dei nuovi spazi urbani o come costruire una impresa sociale.

E’ possibile fare richiesta di iscrizione (e verificare tutti i requisiti necessari) collegandosi al sito www.migeneration.it. Dopo la pre-iscrizione i ragazzi dovranno sostenere un colloquio presso gli enti che organizzano i corsi. Una settimana prima dell’inizio di ciascun corso verranno pubblicate le graduatorie sul sito.

“Diamo la possibilità ai giovani della nostra città di affacciarsi a mestieri del futuro – dichiara l’assessora con delega alla Qualità della Vita Chiara Bisconti – e ancora una volta il Comune di Milano si fa promotore di formazione professionale di alta qualità, guardando alle realtà emergenti. È una splendida opportunità per chi vuole orientare le proprie scelte lavorative e per tutti coloro che si immaginano un futuro come imprenditori di se stessi”.