Sospeso il decimo Trofeo città di Milano

10-trofeo.original
10-trofeo.original

Considerata la situazione “coronavirus”, l’evoluzione del problema, e soprattutto le misure temporanee indicate dalle Autorità, il Comitato Organizzatore del Trofeo Città di Milano ha stabilito di sospendere la manifestazione in programma per i prossimi 28, 29 Febbraio e 1 Marzo.

Si invitano tutti coloro che hanno preso un impegno con la società (fornitori, atleti, squadre, pubblico) ad attendere di ricevere comunicazioni, senza cercare di contattare lo staff, in quanto si andrebbe a congestionare una situazione già impegnativa di per sé.
Stiamo parlando di 1500 atleti, altrettanto pubblico, prenotazioni alberghiere, viaggi, allestimenti, fornitori e tante altre risorse.

L’idea è di spostare l’evento di qualche mese, ma attualmente non è il momento di concentrarsi sul dopo, quanto quello di attenerci alle indicazioni degli organi competenti, di tamponare la situazione, che anche economicamente metterà non poco in difficoltà la società.

Informazioni e aggiornamenti verranno dati tempestivamente attraverso il sito www.trofeocittadimilano.it e sulle pagine www.facebook.com/trofeocittadimilano www.instagram.com/trofeocittadimilano

United for the heart

"United for the Heart" -
“United for the Heart” –

110mila euro in favore della Fondazione IEO-CCM per sostenere il progetto di Ricerca del Centro Cardiologico Monzino sulla morte improvvisa dei giovani atleti. È questo il risultato ottenuto da “United for the heart”, l’evento solidale che si è tenuto lunedì 3 febbraio all’Hotel Principe di Savoia di Milano, e promosso dalla “United Onlus” di Riccardo Calleri, Chiara Geronzi e Alessandro Moggi.

Dopo il successo dello scorso anno, che ha visto il mondo dello sport mobilitarsi intorno all’iniziativa d’esordio dell’associazione per una raccolta fondi in favore della popolazione colpita dal crollo del ponte Morandi di Genova, i fondatori della United Onlus hanno deciso di trasformare l’evento in un appuntamento fisso da tenersi ogni anno.

Presentata da Massimo Giletti e Roberta Morise, alla serata di quest’anno hanno partecipato numerosi ospiti, tra cui il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana, il sindaco di Milano Giuseppe Sala, la presidente della Fondazione IEO-CCM, Patrizia Sandretto Re Rebaudengo e il gotha del giornalismo sportivo e dello sport nazionale: dal presidente del Coni Giovanni Malagò a Gabriele Gravina, presidente della Figc; dall’ad della Lega Serie A, Luigi De Siervo, a presidenti e dirigenti di Club, dall’impreditore e manager Flavio Briatore al presidente del Credito Sportivo Andrea Abodi, dalla giornalista e conduttrice televisiva Paola Ferrari a tanti altri protagonisti del mondo dello sport, della medicina, della politica, dello spettacolo e della cultura.

I numerosi ospiti sono stati allietati dalla musica di Alessandro Ristori & the Portofinos e dal simpatico intrattenimento di Cristiano Militello.
Al centro della serata l’asta di beneficenza, animata da due “battitori” d’eccezione: i comici Pio e Amedeo. Fra i cimeli sportivi battuti all’asta e oggetto di “accanite” quanto divertenti contese a colpi di rilanci, le maglie autografate di Puyol del Barcellona, di Totti della Roma, di Lukaku dell’Inter, la maglia della Nazionale di Ciro Immobile, la maglietta e la racchetta del campione del tennis italiano Matteo Berrettini.

I fondi sosterranno il progetto di Ricerca del Centro Cardiologico Monzino dedicato alla Cardiomiopatia Aritmogena, grave disfunzione cardiaca che colpisce anche in giovane età e che costituisce una delle prime cause di morte improvvisa nei giovani e negli atleti. Il responsabile del progetto è il Prof. Giulio Pompilio – Vicedirettore Scientifico e responsabile dell’Unità di Biologia vascolare e Medicina rigenerativa del Centro Cardiologico Monzino – in collaborazione con il suo team di lavoro.

Tra gli obiettivi della Fondazione IEO-CCM c’è la volontà di riportare l’attenzione sull’importanza della prevenzione e del sostegno alla ricerca scientifica. Supportare la ricerca in prevenzione e cura di un’eccellenza italiana come il Centro Cardiologico Monzino è un investimento per il futuro di tutti.

9° Trofeo Città di Milano

trofeocitta
trofeocitta

Meno di dieci giorni al Trofeo Città di Milano 2019, quello che ormai è un appuntamento atteso da tutti. Nona edizione per l’evento organizzato dalla Nuotatori Milanesi presso la Piscina “D. Samuele” di Milano nelle giornate di Venerdì 1, Sabato 2 e Domenica 3 Marzo.

Come di consueto l’evento vedrà impegnati i “BIG” nelle prime due giornate, mentre la Domenica le corsie vedranno impegnati i giovani.
La novità per il 2019 è il ritorno alla formula originaria, con la classifica per serie, che permetterà agli atleti di testare subito la miglior prestazione possibile. Uno strumento utile in vista dei campionati Italiani di Aprile.

Accanto al nome dell’atleta di casa Andrea Vergani, a cui è anche dedicata l’immagine dell’evento, è confermata la presenza di grandi atleti azzurri e stranieri.
Tra i tanti campioni, l’edizione 2019 vedrà il ritorno della “Divina” Federica Pellegrini, di Gregorio Paltrinieri, di Gabriele Detti, del sudafricano Energy Standard Chad Le Clos (presente all’ottava edizione), nonché di László Cseh (fu a Milano nel 2013). Grande sorpresa per quest’anno è la presenza della campionessa ungherese Katinka Hosszù, soprannominata “Iron Lady” per le numerose gare e manifestazioni a cui è solita partecipare.

Sei nomi, tra i tanti, che rappresentano ben 19 medaglie olimpiche della storia del nuoto: grande spettacolo garantito.

Grande interesse per il meeting anche dall’estero, con la partecipazione di squadre dalla Svezia, dalla Romania, dalla Spagna, dalle Isole Faroe e dalla Svizzera,
Si preannuncia dunque un’edizione senza precedenti per partecipazione di atleti e certamente anche per il valore sportivo che potranno esprimere.

Il Trofeo Città di Milano ha ottenuto il Patrocinio di Federazione Italiana Nuoto, Regione Lombardia, Città Metropolitana di Milano, Comune di Milano, Università degli Studi di Pavia, CONI Lombardia, Comitato Italiano Paralimpico Lombardia, Federazione Italiana Nuoto Paralimpico.

La nascita di una nuova radio: Rmc Sport Network

RMC_Sport
RMC_Sport

29 gennaio 2018, ore 7.00: sbarca in Fm una nuova radio, la radio dello sport: RMC SPORT NETWORK.

C’è chi lo guarda in TV sprofondato sul divano, chi va allo stadio con gli amici della curva, chi lo segue alla radio mentre sogna di essere nei box a due passi dai campioni e poi c’è chi lo pratica sul serio.

Qualunque sia il modo di vivere lo sport, gli italiani lo amano alla follia e da oggi avranno una radio dedicata a loro, fatta da sportivi, giornalisti di settore, atleti e grandi campioni, che li seguirà dappertutto, in auto, in casa, al lavoro, su smartphone, tablet e su pc, con notizie in tempo reale, approfondimenti e curiosità.

Nasce RMC SPORT NETWORK la radio che mira a diventare il punto di riferimento di tutti gli amanti dello sport, non solo quelli che lo seguono sul campo, negli stadi, nei palazzetti, ma soprattutto di quelli che sono sportivi nell’animo, nello stile di vita, che sanno soffrire, combattere e sacrificarsi per raggiungere i loro obiettivi, proprio come fanno i migliori atleti.

Il meglio del calcio raccontato nel modo più appassionato, immediato e competente: il palinsesto radiofonico garantirà la copertura dei campionati di Serie A e B, di quelli minori, attraverso le ultime notizie in tempo reale per ogni categoria, gli approfondimenti sulle partite, le curiosità sulle diverse squadre, gli speciali sulle League europee e, ovviamente, sarà presente con i suoi inviati ai Mondiali di Russia 2018. Il calcio sarà sempre protagonista su RMC SPORT NETWORK, prima durante e dopo le gare con il racconto in diretta, le analisi tecniche, i commenti delle firme più autorevoli e le opinioni degli ascoltatori. E poi riflettori costantemente puntati sul calcio mercato.

Non solo calcio. RMC SPORT NETWORK è anche grande tennis, con tutti i protagonisti e i match più importanti, è l’energia esplosiva dei Gran Premi di Formula 1, che seguirà con interviste e commenti dei piloti, notizie e analisi, risultati e classifica, e ancora Moto GP, cronache, interviste e approfondimenti per raccontare le news, i retroscena, la competizione e la passione che animano i protagonisti delle due ruote. E ancora golf, basket, pallavolo, ciclismo, raccontati dalla voce degli appassionati e dai campioni in campo.

Su RMC SPORT NETWORK l’emozione non va mai in panchina: giorno per giorno la nuova radio racconterà tutte le sfide e le vittorie delle migliori squadre italiane e dei top player nel mondo.

RMC SPORT NETWORK nasce da una collaborazione tra Triboo, gruppo quotato sul mercato AIM, attivo nel settore dell’eCommerce, dell’Advertising e della comunicazione on line, TUTTOmercatoWEB.com, primo sito per audience raggiunta, esclusivamente dedicato al calcio, nel panorama digitale italiano con 1.909.000 utenti unici (Fonte: Audiweb View- giugno 2017), oltre 1,8 milioni di download dell’app e oltre 2 Milioni di fan su Facebook ed RMC Italia, , che porterà in dote oltre all’expertise pluriennale nel mondo del Fm, l’awareness ed il prestigio del brand Radio Monte Carlo.

TUTTOmercatoWEB si occuperà della direzione editoriale ed ospiterà all’interno delle sue piattaforme RMC SPORT NETWORK, mentre RMC si occuperà delle attività di marketing legate all’emittente, della Direzione artistica, con particolare riferimento alla selezione musicale, e dell’informazione giornalistica affidata alla redazione di RMC NEWS diretta da Claudio Micalizio.

17 ore di diretta per 365 giorni l’anno. Una copertura nazionale in fm oltre che in digitale. 3 sedi operative Roma, Milano e Firenze. Oltre 50 professionisti, tra conduttori e opinionisti, più di 100 inviati sui campi ed esperti di tutti gli sport.

RMC SPORT NETWORK si avvarrà di volti noti del panorama giornalistico e radiofonico sportivo come Niccolò Ceccarini (direttore responsabile), Marco Piccari (Mediaset), Mario Sconcerti (Rai Sport), Xavier Jacobelli (Corriere dello Sport) Alberto Cerruti (Gazzetta dello Sport), Fabrizio Biasin (Corriere dello Sport), Fulvio Collovati, Mino Taveri (Mediaset), solo per citarne alcuni; oltre a conduttori e opinionisti di rilievo tra cui: Marco Baldini, Lapo De Carlo, Fabiana Paolini, Mauro Suma, Alberto Di Chiara, Claudio Pasqualin, Enzo Bucchioni e Antonio Di Gennaro.

RMC SPORT NETWORK sarà presente in tutta Italia con una copertura iniziale che supera i 18 milioni di ascoltatori. Le frequenze su www.rmcsport.net e sull’applicazione RMCSPORT.

Coppa del mondo di sci – Peak your challenge

peak-your-challenge
peak-your-challenge

LEVISSIMA LANCIA LA CAMPAGNA SOCIALE “PER RAGGIUNGERE LA VETTA DEVI SAPER AFFRONTARE LA SALITA” IN OCCASIONE DELLE DUE TAPPE DI COPPA DEL MONDO DI SCI ALPINO A BORMIO

La Campagna vede protagonisti i campioni della Valanga azzurra e invita tutti a dare fondo a determinazione e tenacia per affrontare e vincere i percorsi più ardui che si trovano nella vita come nello sport. Gli atleti hanno sfidato se stessi e altri climbers su un terreno diverso da quello nel quale competono normalmente, mettendosi alla prova in una sfida tutta in salita

Affrontare con coraggio le salite che si incontrano per raggiungere la vetta nella vita come nello sport, sensibilizzare sull’importanza di essere perseveranti e determinati nel vincere le piccole e grandi sfide quotidiane, spingere le persone nel credere in se stessi per realizzare i propri sogni. È con queste finalità che Levissima, l’acqua minerale di tutti coloro che hanno una vetta da conquistare, ambasciatrice di valori positivi rivolti a tutti gli Everyday Climbers, ovvero gli scalatori delle vette nella vita quotidiana, lancia la campagna sociale “Per raggiungere la vetta devi saper affrontare la salita”.

I protagonisti sono gli atleti della Valanga azzurra, che giovedì 28 dicembre, nella suggestiva cornice di Bormio, scaleranno virtualmente una vera ‘parete’ ispirata all’incontaminato ghiacciaio Dosdé – Cima Piazzi in un evento realizzato in collaborazione con La Gazzetta dello Sport nell’ambito dell’Audi FIS Ski World Cup. I jet delle nevi, abituati da sempre a competere in discesa, per l’occasione affronteranno un percorso tutto ‘in salita’ lanciando un importante monito: per raggiungere la propria vetta occorre sostenere un percorso di salita fatto di sacrifici e capacità nel sapersi mettere, costantemente, in discussione.

“Levissima è orgogliosa di essere l’acqua ufficiale della F.I.S.I e Partner Ufficiale delle Squadre di Sci Alpino e premiare l’Everyday Climber che c’è in tutti coloro che hanno fatto dello sport una passione e una ragione di vita – afferma Stefano Marini, Business Unit Director Italia del Gruppo Sanpellegrino – Gli atleti della Nazionale italiana di Sci sono per noi emblema di chi non si arrende mai, di chi ha il coraggio di rialzarsi dopo una caduta e di ricominciare a camminare con lo sguardo fisso verso la loro vetta.

Grazie a questa attività abbiamo voluto trasmettere un monito a tutti i giovani campioni di domani dandogli un messaggio importante, proprio qui tra le montagne che tanto amano e che tanto sono care a Levissima: “ tutti hanno una vetta da conquistare. Per raggiungerla ci voglio passione, determinazione e spirito di sacrificio.”

Levissima invita dunque Dominik Paris, Peter Fill, Christof Innerhofer, Werner Heel, Guglielmo Bosca, Matteo Marsaglia, Henri Battilani, Emanuele Buzzi, Matti Casse, i jet delle nevi a sfidare se stessi, i soci dello Sci Club Bormio oltre ad alcuni dei più famosi ed esperti climbers, a misurarsi in una challenge completamente diversa dal contesto a cui sono abituati, dove non sono previsti né paletti né discese, ma l’esatto contrario: il free climbing.

Alla base del concetto di attivazione del messaggio sociale c’è l’assunto che ogni vetta, premio, gratificazione e ricompensa si raggiunge sempre attraverso un percorso in salita. E così proprio i nostri campioni, per antonomasia abituati a vivere, faticare e sfidarsi nelle discese in pista, si cimentano questa volta in salita, diventando il simbolo vivente della campagna.

I campioni, da perfetti Everyday Climbers, lanciano dunque un monito a tutti i giovani sportivi: per raggiungere la propria vetta occorre affrontare un percorso di salita fatto di sacrifici e abilità nel sapersi mettere, costantemente, in discussione per raggiungere obiettivi, inseguirli e conquistarli.