“Ti porterò con me”, video dei Santamarya

Santamarya ph.-Dario-Ianiro
Santamarya ph.-Dario-Ianiro

È online da oggi su YouTube il video di “Ti porterò con me”, scritto e diretto da Valerio Desirò. Proprio con questo singolo, uscito pochi giorni fa, i Santamarya si sono aggiudicati il premio MEI SUPERSTAGE 2020 che li porterà a suonare il 3 ottobre al MEI di Faenza. La regia è ancora una volta di Valerio Desirò, che ha permesso loro di arrivare in finale a Cortinametraggio con il video di “Fantasmi” e in finale al PIVI 2020 con il video di “Cooper”.

“Ti porterò con me” (Mistress/distr.Goodfellas) è un brano pop-rock intrigante ed estremamente ballabile. Batteria, basso e chitarra, che omaggiano brillantemente gli anni ’80, offrono il tappeto sonoro per articolare un invito: dopo la paura, la distanza e il dubbio, possiamo riappropriarci di un presente fatto di piccole cose. Basta abbandonarsi gli uni nelle braccia degli altri.

Il brano è stato registrato e mixato da Giovanni Istroni, e prodotto da Giorgio Maria Condemi (Motta, Marina Rei), presso lo StraStudio di Roma.

Link al video di “Ti porterò con me”: https://youtu.be/fnOfhaNcpmk

“Italo by numbers”, il nuovo album di Gazebo

GAZEBO
GAZEBO

Oggi, venerdì 16 marzo, esce “ITALO BY NUMBERS” (Softworks / SELF Distribution), il nuovo album di GAZEBO, l’artista, cantante e coautore di “I Like Chopin” (uno dei brani simbolo degli anni ‘80), che torna dopo 8 album in studio, un doppio live e innumerevoli compilation. “Italo By Numbers” è disponibile nei negozi tradizionali, in digitale e in una special edition in vinile.

In “ITALO BY NUMBERS” GAZEBO ripropone alcuni classici della famosissima ondata di musica dance made in Italy, che ha spopolato in tutto il mondo a metà degli anni ‘80, arricchiti dal brano inedito “La Divina”, singolo da oggi in rotazione radiofonica.

“La Divina”, in cui per la prima volta GAZEBO si cimenta con la lingua italiana, è un brano nato da un incontro speciale, ma del tutto casuale. Così, infatti, GAZEBO presenta il singolo: «Passeggio, mi chiamano, mi giro ma non c’è nessuno, anzi, c’è il vecchio barbone Alberto seduto sul predellino di una roulotte, abbandonata come lui. Guardo meglio e mentre mi avvicino la mia mente viaggia nel tempo quando quell’uomo era un brillante tenore e io uno qualsiasi alla ricerca del segreto del bel canto… nell’aria risuonavano le note di Madame Butterfly con il timbro inconfondibile della Divina, La Diva… La Dea».

Questa la tracklist: “Passion”, “Give me one day”, “Self control”, “Wait”, “I like Chopin”, “Tarzan boy”, “Another life”, “Survivor”, “Happy children”, “Lunatic”, “Untouchable”, “People from Ibiza”, “Masterpiece”, “Easy lady”, “Dolce vita”, “Rainfall memories”, “La Divina”.

«Il ricordo degli anni ‘80 è sempre vivo in coloro che li hanno vissuti e oggi più che mai c’è la voglia di lasciarsi andare alla leggerezza ed al divertimento della musica di quel decennio che è stata se vogliamo l’ultima del pre-digitale – così Gazebo presenta l’album – Questo disco di ben 17 brani è una perfetta macchina del tempo che vi permetterà come nel film di Zemeckis di ritornare al futuro dove la musica era musica e le persone si incontravano dal vero».

Impazza su YouTube il video di “CHE FICO”

http://www.youtube.com/watch?v=q8xsSaNXQ5M

Impazza su internet il video di “Che Fico”, brano del 1982 di Pippo Franco riportato in auge dall’artista pugliese Fabio Milella (il cui disco “ElettrOttanta” esce il 26 giugno).

“Che Fico” è il quinto video più visto della settimana su YouTube (considerando tutte le categorie), con 261.455 visualizzazioni in appena 5 giorni!

Per la cronaca, il video segue di due posizioni quello con Lady Gaga che prende la bastonata in testa…

Per quest’estate sale la voglia di anni ’80… Tom Cruise docet (con riferimento al suo ultimo film), nel campo musicale in Italia sta salendo alla ribalta Fabio Milella, da tenere d’occhio….

“C’ERA UNA VOLTA…UN JEANS E UNA MAGLIETTA”

“C’era una Volta…Un Jeans e Una Maglietta” è il grande “one man show” autobiografico di Nino D’Angelo, legato proprio a “’Nu Jeans e ‘Na Maglietta”, la canzone che, agli inizi degli anni ’80, lo lanciò facendo letteralmente scoppiare il “fenomeno Nino D’Angelo”.

 

Tutta la vita di uno degli artisti più importanti dell’entertainment (canzone+teatro+cinema) in una serata, sui palcoscenici dei teatri italiani: dagli anni del “caschetto” ad oggi, una carriera raccontata in terza persona, con il “garbato distacco” dell’artista nei confronti del personaggio ma con la dovizia di aneddoti di chi vive sulla sua pelle la vita dell’artista.

 

“Sono nato doppio”, dice lo stesso Nino D’Angelo, “in me convivono il Nino del caschetto degli anni ’80 e quello di oggi. Finalmente i due saranno contemporaneamente in scena e parleranno l’uno dell’altro. “C’era una Volta…Un Jeans e Una Maglietta” sarà una camminata nei ricordi più belli della mia storia di artista: l’ho scritto ricordando la mia prima esperienza di musical con “Core Pazzo” e il teatro-canzone de “Il Signor G” di Gaber”…

 

Un “one man show” giocato sulla semplicità della scena e sulla “vis” della parola, in cui Nino D’Angelo è un grande maestro: tutti sanno quanto l’artista ami raccontare e lo farà durante tutto lo spettacolo, attraverso storie che ha vissuto lungo la sua carriera, aiutato anche dalle immagini e dagli spezzoni dei suoi film, dai “flashback visivi”, come ama definirli: dal mondo dei “neomelodici” proprio alle sue pellicole di grande successo (tra gli aneddoti, ad esempio, quando il film “Nu Jeans e ‘Na Maglietta” sparigliò negli incassi con la pellicola americana “Flashdance”) ai Premi vinti, di recente, con il Cinema d’autore di Pupi Avati e con le musiche scritte per il film “Tano da Morire” di Roberta Torre. I Festival di Sanremo, i successi internazionali e i vertici delle hit-parade.

 

Momento clou sarà l’omaggio all’alter ego, del “Nino di oggi” al “Nino con il caschetto”. Nello show, infatti, accompagnato da un’orchestra sul palco, eseguirà gran parte delle sue canzoni di ieri e di oggi: dal grande autore alla canzone “di giacca”, a quella della sceneggiata e dei neomelodici.

 

Sarà un Nino D’Angelo “a tutto tondo”, quello della passione per il Teatro di Raffaele Viviani e dell’ammirazione per Sergio Bruni; sarà soprattutto un viaggi nei ricordi e nei sogni di intere generazioni che hanno vissuto un vero e proprio fenomeno culturale e di costume, insomma uno show da non perdere.

 

Biglietti

 

Platea:                                                   € 25,00 + € 3,50 prev.

Balconata:                                              € 15,00 + € 2,00 prev

 

Riduzioni speciali per anziani over 65 – studenti under 25 –  bambini under 14

 

Teatro Smeraldo

P.zza XXV Aprile – 20121  Milano – Tel. 02.29.00.67.67 – Fax 02.29.01.72.70
www.teatrosmeraldo.it

 

Casse/biglietterie teatri:

 

Teatro Smeraldo

Piazza XXV Aprile 10 – Milano – Tel. 02.29.00.67.67

Orario: dal lunedì al sabato dalle 10.00 alle 18.15. Domenica dalle 10.00 alle 16.30

 

Per info, Prenotazione e Vendita:

 

  • 700 punti vendita  TicketOne in tutta Italia (per conoscere il più vicino puoi chiamare il numero 892.101 o consultare il sito www.ticketone.it nell’area punti vendita)