Paolo Cognetti.Sogni di grande Nord, al cinema

Paolo Cognetti Sogni di grande nord Poster
Paolo Cognetti Sogni di grande nord Poster

E alla fine eccomi lì. La vita a volte è incredibile, dopo lunghissimi giri ti porta al centro esatto della tua storia. Il Magic Bus se ne sta su quella collinetta a ricordare la sua, a testimoniare ciò che è stato, credo, e a veder scorrere due torrenti e le stagioni, senz’altra compagnia che quella degli orsi e gli alci di passaggio
Paolo Cognetti

Lo scrittore Paolo Cognetti, vincitore del Premio Strega 2017 con oltre 1.000.000 di copie vendute in oltre 40 paesi (450.000 solo in Italia), arriva per la prima volta al cinema con PAOLO COGNETTI. SOGNI DI GRANDE NORD, diretto da Dario Acocella.

In uscita nelle sale italiane solo per tre giorni, il 30 novembre, 1 e 2 dicembre (elenco sale a breve su www.nexodigital.it), PAOLO COGNETTI. SOGNI DI GRANDE NORD propone un percorso originale e dal potente impatto visivo, sulle orme di Ernest Hemingway, Raymond Carver, H.D. Thoreau, Jack London, Herman Melville e Chris McCandless di Into the Wild, in un viaggio letterario ed emozionante dalle Alpi all’Alaska. Lo scrittore italiano – accompagnato dall’ amico Nicola Magrin, viaggiatore ed illustratore – ci guiderà nel suo viaggio tra uomo e natura ripercorrendo le parole e attraversando i luoghi di alcuni dei grandi maestri della Letteratura americana, alla ricerca di una nuova frontiera esistenziale per l’uomo e per la sua convivenza con l’Ambiente.

Il documentario racconta un viaggio che ne contiene molti altri. C’è il viaggio di Paolo lo scrittore e Nicola l’illustratore, che prendono un aereo a Milano, atterrano a Vancouver e da là, con un camper preso in affitto, si dirigono a nord, fino in Alaska. Attraverso le immagini girate durante il tragitto e i frammenti di dialogo tra i due amici, emerge anche il viaggio personale che Cognetti compie a ritroso, per scoprire le sue radici di scrittore e di uomo. Perché i luoghi sulla strada richiamano alla memoria i grandi maestri che hanno avuto nella sua vita un valore ben più ampio di quello meramente letterario.

La sepoltura di Raymond Carver; il Klondike di Jack London; i laghi pescosi di trote di Ernest Hemingway; la natura selvaggia di Thoreau: sono questi gli autori e i luoghi di cui Cognetti raccoglie il frutto, lasciandosi aiutare dalla parabola di Chris McCandless di Into The Wild, una figura che lo ha sempre ispirato nel suo percorso personale e che lo ha portato a essere tra gli ultimi viaggiatori a raggiungere il Magic Bus, rimosso solo pochi mesi fa dal luogo in cui giaceva abbandonato dal 1961, nel Parco Nazionale di Denali, in Alaska.

Scritto da Paolo Cognetti, Dario Acocella, Francesco Favale, e diretto da Dario Acocella, PAOLO COGNETTI. SOGNI DI GRANDE NORD, è una produzione Samarcanda Film con Feltrinelli Real Cinema e con Rai Cinema, con il sostegno della Regione Valle d’Aosta e del MIBACT. Sarà distribuito nei cinema italiani da Nexo Digital in collaborazione con i media partner Radio Deejay e MYmovies.it.

Tex. Nei territori di NordOvest

Tex
Tex

Alaska: l’ultima grande frontiera della storia americana, l’estremo nord degli Stati Uniti, acquistata dalla Russia nel 1867. All’epoca, quell’acquisto sembrava essere stato un affare solo per i Russi, che avevano incamerato valuta preziosa in cambio di una terra fredda e arida le cui uniche ricchezze, selvaggina e pellicce, a causa delle enormi distanze erano quasi impossibili da vendere a prezzi accettabili. Ma le cose sarebbero drasticamente cambiate negli anni Novanta del diciannovesimo secolo con la scoperta dell’oro e il diffondersi della Gold Rush…

È proprio in questo contesto che si svolge, quasi un decennio prima, TEX. NEI TERRITORI DEL NORDOVEST, un’epica avventura tra le nevi del Grande Nord firmata da Mauro Boselli, disegnata da Alfonso Font e con la copertina di Claudio Villa, in arrivo in libreria e fumetteria dal 25 luglio.

Dalle aride terre americane battute dal sole, ci spostiamo così a Skagway, che rappresenta una prefigurazione, sia pure meno affollata e convulsa, di tutto quello che la cittadina dell’Alaska sarebbe stata durante la Corsa all’Oro. Ma chi è il divoratore di anime dall’occhio d’oro? E perché Jim Brandon, dopo aver letto l’enigmatico messaggio che ne fa menzione, abbandona i suoi uomini e si allontana, da solo e in borghese, nei territori canadesi del Nordovest? Tex e Carson, chiamati da Gros-Jean, si gettano subito sulle tracce dell’amico scomparso, su cui grava, oltretutto, l’infamante sospetto della diserzione, ma dovranno fare molta attenzione… Ai pericoli dell’inverno che arriva si aggiunge, infatti, una minaccia misteriosa e sinistra: quella dello Spirito del Vento, il terribile Wendigo!

Il volume è arricchito da un’introduzione intitolata Nel gelido Nord di Mauro Boselli, che è anche il curatore di Tex, e da una postfazione firmata da Graziano Frediani e Giorgio Giusfredi.