5.7 C
Milano
mercoledì, Novembre 30, 2022

Videogiochi, come migliorare negli sparatutto: ecco alcuni consigli per diventare un pro gamer

Con il termine ‘sparatutto’ si indica una particolare categoria di videogiochi in cui l’azione predominante è proprio quella di sparare ai nemici attraverso armi da fuoco. Diventati famosi tra la metà degli anni ’80 e la fine dei ’90, questi videogiochi incontrano il gusto di un pubblico molto vasto, e sono in tanti a voler diventare dei veri e propri professionisti del genere; ecco che allora sarà fondamentale seguire alcuni consigli per affinare al meglio le proprie abilità di coordinazione e velocità.

Trucchi per migliorare la mira
Affinare la mira nei giochi sparatutto richiede molto tempo e allenamento: per diventare dei veri e propri professionisti il primo step è quindi quello di usufruire di programmi online che aiutano a migliorare riflessi, velocità e precisione attraverso simulazioni. I videogiochi aiutano a migliorare tantissime aree del nostro cervello, ma la mira è un aspetto puramente tecnico. Un consiglio è quindi quello di utilizzare, almeno per i primi tempi, mouse e tastiera al posto del controller: i mouse da gaming hanno difatti una maggiore sensibilità e consentono di personalizzare i parametri di gioco a proprio piacimento, risultando così maggiormente funzionali ed efficaci. La pratica vi farà capire come individuare la configurazione più adatta alle vostre esigenze ed impostare differenti sensibilità di mira e di movimento. Inoltre, sempre dal menù delle impostazioni, è possibile disattivare le ombre e gli effetti, in modo da ottenere una grafica più nitida.

Possedere un buon headset
È sicuramente fondamentale utilizzare delle ottime cuffie: la qualità del vostro headset ha difatti un ruolo principale nella performance di gioco, permettendovi di isolarvi al meglio da rumori esterni, e favorire quindi una maggiore concentrazione. Per scegliere le migliori potete dare un’occhiata online, dove troverete tantissimi consigli e recensioni per scegliere le migliori cuffie da gaming in base alle vostre necessità: così facendo, avrete la possibilità di ricreare un’ambientazione ideale, lontana dal brusio di persone che parlano, o da musica e tv accese in stanze vicine. In questo modo, reagirete molto più velocemente alle sollecitazioni dei nemici, sarete maggiormente scattanti e condurrete il gioco in modo del tutto diverso rispetto a ciò che potreste fare con un semplice altoparlante tv. Oggi poi, quasi tutte le cuffie da gaming sono anche equipaggiate di un microfono interno, che vi consente di comunicare con i compagni di team se giocate online, così da coordinare le vostre azioni e accerchiare il nemico in tempi record.

Come allenare i riflessi
Per affinare la vostra mira nei giochi sparatutto dovrete certamente tenere anche i riflessi sempre in allenamento: potete farlo attraverso esercizi o test, in modo da migliorare la visione periferica, concentrandovi per esempio sui particolari di un paesaggio o di un disegno. Un approccio potrebbe essere anche quello di adottare metodi legati all’ipnosi o di dedicarsi alla mindfullness: quest’ultima vi permetterà di concentrarvi sul presente e di ottenere una piena consapevolezza di voi stessi e su ciò che accade intorno a voi. Anche gli esercizi fisici sono molto utili: giocare a dodgeball, a jacks o a ping pong per esempio, vi aiuterà molto a coordinare occhi e mani.

Altri articoli di tecnologia su Dietro la Notizia

Articoli

Ordine dei Medici di Caserta: Carlo Manzi il nuovo presidente

È Carlo Manzi il nuovo presidente dell’Ordine dei Medici di Caserta. L’elezione al termine del consiglio direttivo convocato dopo le dimissioni di Maria Erminia...

“Il marito invisibile” al Giuditta Pasta: quando la videocall diventa commedia

Nel fine settimana ritorna la prosa al Teatro Giuditta Pasta. Doppio appuntamento sabato 3 dicembre (ore 21.00) e domenica 4 dicembre (ore 15.30) con...

Esposta all’Università degli Studi di Milano la scultura di Diadji Diop

L’installazione artistica di Diadji Diop È esposta all’Università degli Studi di Milano, nel Cortile d’onore, la scultura realizzata dall’artista senegalese Diadji Diop per conto dell’Unione Europea e...
- Advertisement -

Ultimi Articoli

Ordine dei Medici di Caserta: Carlo Manzi il nuovo presidente

È Carlo Manzi il nuovo presidente dell’Ordine dei Medici di Caserta. L’elezione al termine del consiglio direttivo convocato dopo le dimissioni di Maria Erminia...

“Il marito invisibile” al Giuditta Pasta: quando la videocall diventa commedia

Nel fine settimana ritorna la prosa al Teatro Giuditta Pasta. Doppio appuntamento sabato 3 dicembre (ore 21.00) e domenica 4 dicembre (ore 15.30) con...

Esposta all’Università degli Studi di Milano la scultura di Diadji Diop

L’installazione artistica di Diadji Diop È esposta all’Università degli Studi di Milano, nel Cortile d’onore, la scultura realizzata dall’artista senegalese Diadji Diop per conto dell’Unione Europea e...

#BiennaledelMosaico: Ravenna ospita il primo TikTok Day

I social network hanno cambiato il modo di relazionarsi e comunicare con gli altri, non solo nella vita quotidiana, ma anche nel mondo dell’arte....

A Palazzo Lombardia tornano i Presepi etnici dei Frati Cappuccini Missionari

Il tema della Natività interpretato da maestri artigiani di diversi Continenti per portare un messaggio universale di pace e fraternità. A Milano, a Palazzo...