Hikobusha

Hikobusha

“Disordini”(Seahorse Recordings/ MFA prod / Audioglobe), il terzo della band legnanese HIKOBUSHA che torna alla ribalta della scena nazionale con un nuovo lavoro frutto delle continue sperimentazioni dei quattro musicisti lombardi.

A due anni dall’uscita dell’ultimo lavoro, la band new wave legnanese torna con la sua terza fatica “Disordini”: undici tracce inedite (compresa la cover “Baby Play Dead” del combo australiano The Wreckery), che frullano spezzoni di pellicole italiane d’antan e brani di interviste a Italo Calvino e Alberto Manzi, sovrapposti ai versi del poeta statunitense Gil Scott Heron. Un calderone di suggestioni senza apparente logica, attraversate dal cantato/recitato di Gammon e di cantautrici emergenti, come Cinzia Mai e Monica Postiglione.

Questa la tracklist dell’album: “Obliquità”, “La Ferita Perfetta”, “Spazi Vuoti”, “Magica Nera Preghiera (Linoleum)”, “Rivoluzione Televisione”, “Carnaval!”, “Il Meraviglioso Ragazzo Invisibile”, “Vieni Mio Mostro”, “Diventare Deserto”, “Disordine”, “Baby Play Dead” (bonus track)

Obliquità, opening-track del disco, è stato scelto come primo singolo che meglio rappresenta l’evoluzione della band, prossima a tagliare il traguardo del decennio di attività.

Link al singolo “Obliquità”: https://www.youtube.com/watch?v=j9aPZRJ-9v0

HIKOBUSHA è una “italian – trip rock – electro wave band” (come amano definirsi i 4 membri del gruppo).  Il progetto nasce nel 2005 da due binari paralleli: Davide Gammon, autore di ballate elettroniche che mischiano il cantautorato “italian-style” di Tenco e Gaber con il “blues” di Joe Henry, Tom Waits e Mark Lanegan, e Paolo Zangara che può contare su un’esperienza pluriennale nell’ambito della musica alternativa. Nel 2009 Hikobusha realizza il suo primo Lp, dal titolo “Dinosauri” con la produzione artistica di Giovanni Cleis(sound engeneer e fondatore dello storico gruppo elettro-noise svizzero Table) e la collaborazione Jean Marc Tigani (Fabrizio DeAndrè, Antonella Ruggero, Soerba). Il video del singolo “Libero Arbitrio” verrà premiato al “Venice Airport Festival”, in occassione del quale la band darà inizio al tour promozionale del disco, durante il quale Hikobusha affiancherà e aprirà i concerti di artisti di riferimento della scena indipendente come Giorgio Canali & RossoFuoco, Alessandro Raina (AmorFou), Amaury Cambuzat (Ulan Bator), Hugo Race, LaCrus.

Nel 2012, sotto la produzione artistica di Paolo Nuas, chitarrista della storica formazione punk rock milanese Punkreas, esce “Discoregime”: undici brani che inscenano un affresco sociale convulso e tragi-comico. Nel corso del 2013 il trip-rock di Hikobusha va verso sonorità “vintage”, cinematiche e vagamente anni ’70. É l’ennesima metamorfosi di questo progetto sonoro e narrativo, che cerca nuovi linguaggi e atmosfere psichedeliche, retro-futuriste che porteranno a fine 2014, alla produzione del il terzo album ufficiale della band, “Disordini”.

www.motherfuckart.it/hikobushawww.facebook.com/hikobusha 

www.twitter.com/hikobusha