Teatro delle Arti – Lastra a Signa

Claudio Morganti
Teatro delle Arti – Lastra a Signa

STAGIONE TEATRALE 2014 | 2015

 

AL BUON TEATRO! VISIONI DI TEATRO POPOLARE URBANO

PAOLO ROSSI, CARLO CECCHI, NICOLA PIOVANI tra i protagonisti della nuova stagione del Teatro delle Arti di Lastra a Signa


Prende il via la nuova stagione del Teatro delle Arti, ancora una volta ricca di rassegne di spettacoli e di occasioni formative, in un progetto globale e variegato di Teatro di Residenza della Regione Toscana 2013/2015
La stagione in abbonamento, realizzata in collaborazione con la Fondazione Toscana Spettacolo e con la Compagnia Simona Bucci per la sezione Danza, inizia il 14 novembre con la nuova produzione di Maria Cassi, OBLADIOBLADA’

 

Venerdì 7 novembre inaugura la rassegna Il Posto delle Arti, dedicata alla scena contemporanea, con “Una serata con Claudio Morganti”

 

 

IL TEATRO DELLE ARTI – In cinque anni di attività il Teatro delle Arti è diventato una realtà conosciuta e apprezzata nel panorama teatrale dell’area metropolitana fiorentina. Molte  le sue attività: la STAGIONE TEATRALE in abbonamento (in collaborazione con la Fondazione Toscana Spettacolo), il progetto/rassegna di danza RESI-DANCE, la rassegna INCROCI CON LE ARTI DELLA SCENA, il teatro contemporaneo de IL POSTO DELLE ARTI, le proposte per bambini e famiglie di FABULA, spettacoli in MATINÉE per le scuole, la rassegna CINEMATOGRAFICA.

La stagione 2013-14 ha registrato 16.724 paganti (8.958 al teatro e 7.766 al cinema). E se aggiungiamo le proposte ad ingresso libero (serate di beneficenza, concerti, mostre, dibattiti e saggi scolastici) possiamo tranquillamente ipotizzare che 20.000 siano le persone che hanno frequentato il teatro nell’arco di nove mesi. Oltre a queste attività Il teatro ha realizzato attività di formazione: laboratori nelle scuole dell’infanzia e primarie tenuti da operatori professionisti; corsi di teatro per bambini e adulti; workshop di canto e danza: tutte queste attività hanno coinvolto circa 900 persone (di cui 650 circa sono i bambini delle scuole dell’infanzia e primarie).

Un buon teatro, che ha praticato un modello europeo di proposta originale dello spettacolo dal vivo. Un teatro che propone varie forme di  teatro popolare urbano e che anche per la stagione 2014 -15 – mantiene queste caratteristiche primarie : incrocio dei vari linguaggi (teatro, cinema, danza, arte, fotografia); proposte per tutte le generazioni di spettatori; sviluppo di varie funzioni: ospitalità, formazione a vari livelli, produzione; sostegno delle Istituzioni (Comune di Lastra a Signa,  Regione Toscana, Ministero dei Beni e Attività Culturali). Perciò vi invitiamo a venire Al BUON TEATRO!

 

 

 

 

  • Stagione in abbonamento con Fondazione Toscana Spettacolo

Otto gli spettacoli di prosa in programma da novembre a marzo, a cui si aggiungono tre appuntamenti di danza a cura della Compagnia Simona Bucci. Tra gli ospiti Paolo Rossi con “L’importante è non cadere dal palco” (ven 6/3), il “Duo” di Carlo Cecchi e Nicola Piovani (ven 16/1), Maria Cassi con il suo best “Obladìobladà” (ven 14/11), Arca Azzurra e Ugo Chiti alle prese con “Il malato immaginario” (ven 5/12), il drammaturgo Michele Santeramo con l’apprezzatissimo spettacolo “La prima cena” (ven 20/2), i contastorie Massimo Schuster e Fabio Monti con “Il re di Girgenti”, Gianfranco Quero e Marco Natalucci, diretti da Gianfranco Pedullà, con “Pupi siamo – viaggio buffo in cerca di Pirandello”.

Per la danza, ormai colonna portante della programmazione, saranno in scena la Compagnia Simona Bucci, Sosta Palmizi e Naturalis Labor nell’ambito di  Resi_Dance, progetto di residenza sulla danza contemporanea diretto dalla Compagnia Simona Bucci, sostenuto dalla Regione Toscana e che prevede altri appuntamenti con la danza fra novembre 2014 e maggio 2015.

 

La stagione apre venerdì 14 novembre Maria Cassi con “Obladìobladà”, viaggio nel lavoro di una straordinaria attrice e carrellata delle sue esilaranti creazioni da clown. Uno show con tanta improvvisazione, basato sull’interazione con il pubblico e la sua complicità. Per ridere con leggerezza di noi stessi e degli altri.

 

Venerdì 21 novembre primo appuntamento della rassegna Resi_Dance a cura della Compagnia Simona Bucci: “Enter Lady Macbeth”, con coreografie e scenografie della stessa Simona Bucci, è uno spettacolo ispirato a “Macbeth” di Shakespeare. Il tema è l’indagine della condizione e della natura umana, sia pure in rapporto al potere e del suo esercizio. Con Eleonora Chiocchini, Sara Orselli, Françoise Parlanti, Maru Rivas, Isabella Giustina, Frida Vannini.

 

Dopo più di trent’anni di sodalizio, Arca Azzurra e Ugo Chiti si confrontano venerdì 5 dicembre con un classico del teatro occidentale, “Il malato immaginario” di Molière. Il progetto restituisce il testo nella sua integrità, giocando con i suoi personaggi e avvicinandoli al mondo del teatro toscano di cui Ugo Chiti è stato, in questi anni, guida e maestro.

 

Venerdì 19 dicembre ancora spazio alla danza: Sosta Palmizi presenta “Sulla felicità”, lavoro di gruppo della compagnia toscana attorno a temi quali piacere, partecipazione e gratificazione. Con l’obiettivo di dare a se stessi e agli altri qualcosa che si avvicini il più possibile alla felicità.

 

Due pesi massimi dello spettacolo, l’attore e regista Carlo Cecchi ed il compositore Premio Oscar Nicola Piovani rinnovano una collaborazione di vecchia data nello spettacolo “Duo”, brillante mix di musica, poesia e prosa. Grande spazio all’improvvisazione, tra le musiche di Piovani e le parole da Pasolini a Elsa Morante. Venerdì 16 gennaio sempre al Teatro delle Arti di Lastra a Signa.

 

Due commedianti in attesa di un treno. Tra storie, personaggi e tranche-de-vie, il discorso vira presto sull’arte di Luigi Pirandello. E’ l’incipit dello spettacolo “Pupi siamo – viaggio buffo in cerca di Pirandello” in programma venerdì 23 gennaio, nato da un progetto di Gianfranco Quero per la regia Gianfranco Pedullà.

 

Tratto dall’omonimo romanzo di Andrea Camilleri, “Il re di Girgenti” approda venerdì 6 febbraio al Teatro delle Arti. Sul palco i contastorie Massimo Schuster e Fabio Monti e i loro i pupi: racconto ironico e sorprendente, in cui leggerezza e densità di contenuto si incontrano emozionando e divertendo.

 

Dedicato al tango il terzo appuntamento di Resi_Dance, venerdì 13 febbraio. “Tangos” è un gioco di seduzione velato di nostalgia, tra languidi abbandoni e scatti repentini. Che il regista e coreografo Luciano Padovani della compagnia Naturalis Labor porta in scena con musiche dal vivo.

 

Premio Hystrio per la drammaturgia, Michele Santeramo e tra gli autori di spicco del nuovo teatro italiano. Grande l’attesa per il suo osannato “La prima cena” in programma venerdì 20 febbraio, con la regia di Michele Sinisi. Un’eredità contesa e un passato logorato, che ritorna tra confessioni intime, desideri non espressi e coraggio scomparso.

 

Irriverente, pirotecnico e incontenibile, Paolo Rossi ci conduce venerdì 6 marzo nel mondo del teatro con “L’importante è non cadere dal palco”. Da Molière a Cecchelin, da Gaber a Shakespeare una lezioni in pillole per giovani artisti, e non solo. Accompagnato dalle musiche di Emanuele Dell’Aquila.

 

La stagione si chiude venerdì 20 marzo con “La famiglia Campione” degli Omini: una concentrato delle periferie, delle storie e dei personaggi incontrati nel loro progetto itinerante con cui, nei mesi scorsi, hanno indagato e messo in scena cinque valli della provincia fiorentina.

Teatro di residenza della Regione Toscana triennio 2013-2015

Per il triennio 2013-15 la compagnia Teatro popolare d’arte con il Teatro delle Arti è stato riconosciuto Teatro di Residenza dalla Regione Toscana per il suo progetto triennale PER UN TEATRO POPOLARE URBANO, un luogo di incrocio e incontro del teatro (in tutte le sue forme) con la danza, il cinema, la musica, la fotografia di scena, le arti figurative. Il progetto di residenza prevede IL POSTO DELLE ARTI, rassegna di teatro contemporaneo; RESI_DANCE programmazione di spettacoli e workshop di danza in collaborazione con la compagnia Simona Bucci; rassegna INCROCI con i linguaggi della scena; FABULA, rassegna di spettacoli per bambini e famiglie in pomeridiana; CANTIERE TEATRO SCUOLA, programma di spettacoli in matinee e laboratori all’interno delle scuole; SCUOLA POPOLARE DI ARTI SCENICHE, che riguarda tutta la parte dedicata alla formazione, dai corsi per bambini e adulti a programmi  e approfondimenti per professionisti.

 

FOCUS_Rassegna IL POSTO DELLE ARTI. La scena contemporanea.

Venerdì 7 novembre: una serata dedicata al teatro di Claudio Morganti, tra i  massimi attori e registi contemporanei. Apre alle 18,30 l’incontro tra l’artista e il direttore del Teatro delle Arti, Gianfranco Pedullà. Segue alle ore 21 lo spettacolo “La vita ha un dente d’oro” di cui Morganti firma la regia, con Francesco Pennacchia e Gianluca Stetur: il titolo prende spunto da una espressione bulgara che allude al fatto che in tutto ciò che è vero c’è sempre un artifizio, una menzogna, un’alterazione dʼorgani. Ma è anche vero che le cose, a volte, sono proprio come sembrano.

Alle 22.30 la presentazione della ristampa e letture dai “Canti Orfici” di Dino Campana, nel centenario dalla pubblicazione; un progetto a cura di Dino Castrovilli e Claudio Morganti.

 

La rassegna IL POSTO DELLE ARTI continua con altri appuntamenti di teatro e danza, fra cui MI CHIAMO DINO..SONO ELETTRICO di Giardino Chiuso, spettacolo dedicato a Dino Campana (25 novembre), Nell’ambito di CANTI ORFICI – UN LIBRO TRA DUE SECOLI nel centenario della pubblicazione del Libro Unico di Dino Campana,  un progetto integrato fra Teatro Studio Krypton, Biblioteca Marucelliana di Firenze e Fondazione Primo Conti di Fiesole,  su iniziativa di Regione Toscana, Comune di Firenze, Comune di Lastra a Signa, Comune di Marradi e Comune di Scandicci; MACH E BETH presentato dalla compagnia indipendente milanese Astorritintinelli (4 dicembre); il 12 dicembre una serata di teatro e danza con RETROATTIVA MAJAKOVSKIJ, omaggio al grande poeta e drammaturgo sovietico a cura di Alessio Montagnani e TRISOMIA, coreografato e interpretato da Carlomauro Maggiore.
E ancora, nel 2015, l’anteprima nazionale del nuovo spettacolo di Nicola Rignanese, prodotto dal Teatro popolare d’arte, CHI E’ DENTRO E’ DENTRO, CHI E’ FUORI E’ FUORI (9-13-15 gennaio).
Oltre ad altre proposte in via di definizione (Capuano, Krypton ecc), fra febbraio e aprile.

FOCUS_RESI_DANCE Progetto di danza contemporanea a cura della Compagnia Simona Bucci
Continua il progetto RESI_DANCE a cura della Compagnia Simona Bucci presso il Teatro delle Arti di Lastra a Signa (FI).  Il progetto, iniziato nel 2013, prevede la programmazione di spettacoli di danza di compagnie nazionali e internazionali, oltre a spettacoli in matinée dedicati alle scuole. Anche nella programmazione 2014/15, oltre gli spettacoli, è prevista un’intensa attività di formazione, attraverso laboratori, prove aperte, incontri con gli artisti.

Oltre gli spettacoli in abbonamento, la programmazione di RESI_DANCE vedrà l’ospitalità di importanti compagnie del panorama nazionale della danza contemporanea. Tra queste ricordiamo la Compagnia Abbondanza/Bertoni, con lo spettacolo Le fumatrici di pecore, un lavoro di Antonella Bertoni in collaborazione con un’interprete diversamente abile, definita dalla compagnia “extra-ordinaria”. Lo spettacolo è previsto il 13 marzo 2015; per questa occasione sarà organizzato un seminario condotto da Michele Abbondanza.

Il 10 aprile 2015 la compagnia Zerogrammi presenterà lo spettacolo Inri: i due danzatori porteranno in scena in maniera ironica e originale credenze e superstizioni che ruotano attorno alla religione cattolica.

Particolare attenzione verrà data ai giovani artisti, i quali presenteranno i propri lavori nell’ambito della rassegna Il posto delle Arti.

Il 12 dicembre 2014 Carlo Maggiore, danzatore storico della Compagnia Simona Bucci, porterà in scena Trisòmia, presentato qui a Lastra a Signa in forma di studio.

Il 30 gennaio 2015 sarà ospitato il progetto coreografico di Marta Bellu, How to do things with words, vincitore del progetto 2014_Sostegno a una nuova produzione, promossa dalla rete delle residenze artistiche della Regione Toscana, in collaborazione con Adac Toscana.  I soggetti coinvolti e promotori del progetto sono i seguenti: ALDES _SPAM! rete per le arti contemporanee | Lucca e Porcari. Company Blu _Sesto TRAM | Sesto Fiorentino. Kinkaleri _spazioK | Prato. Compagnia Simona Bucci/Teatro popolare d’arte _Teatro delle Arti | Lastra a Signa, Fi. Sosta Palmizi _Teatro Mecenate | Arezzo. Versiliadanza_Teatro Cantiere Florida | Firenze. Compagnia Giardino Chiuso_Teatro dei Leggieri.
E ancora lo spettacolo coreografato e interpretato da Eleonora Chiocchini, Frane, andrà in scena il 17 aprile 2015. Lo spettacolo, prodotto dalla Compagnia Simona Bucci, è vincitore del premio Toscana Factory Dance 2011 promosso dal Festival Fabbrica Europa.
La programmazione si chiuderà il 7 maggio 2015 con la UC Santa Barbara Dance Company, che torna al Teatro delle Arti per il secondo anno consecutivo. La compagnia, formata da 11 giovani danzatori dell’università californiana di Santa Barbara, presenterà lavori di repertorio di famosi coreografi, tra questi José Limon.

 

ATTIVITA’ DI FORMAZIONE

 

Nel corso della stagione sarà attivato un LABORATORIO Di ARTI SCENICHE a cura di Gianfranco Pedullà e Simona Bucci, dedicato nello specifico ai professionisti  delle varie discipline che vorranno fare un percorso approfondito in discipline diverse da quelle praticate abitualmente.
Si organizzeranno quindi workshop di approfondimento nel settore del teatro e della danza, oltre che laboratori di Commedia dell’arte (Francesco Gigliotti), canto e uso della voce (Francesca della Monica, Edy Bodecchi), musica (Jonathan Faralli).

 

Proseguono poi, come di consueto, i corsi di teatro per bambini e per adulti

Corso di teatro per adulti
condotto da Gianfranco Pedullà e Rosanna Gentili
Il lavoro si concentrerà sui codici primari dell’attore (voce, corpo, movimento, dizione, azione, improvvisazione, respiro) e sull’approfondimento del senso originario del teatro. Al centro del corso sarà il tema dell’avarizia (economica, sentimentale, morale) presente in molti personaggi di Molière, Brecht e Beckett, con l’obiettivo di provocare l’incontro del gruppo col pubblico attraverso un evento finale previsto nel corso della stagione teatrale.

NOVITA’
LA COMMEDIA DELL’ARTE tra tradizione e innovazione
a cura di Francesco Gigliotti

Le maschere della Commedia dell’arte ripercorrono i momenti più importanti e affascinanti del Teatro comico popolare italiano. La bravura espressiva, le singolari invenzioni sceniche e l’alta professionalità dei comici del 600 rappresentano uno straordinario modello indicativo nella formazione dell’attore e della sua arte. Il laboratorio si concentra sull’utilizzo della maschera, legandolo a un percorso di training pisco-fisico incentrato sul movimento. Si faranno esercitazioni pratiche sulla interpretazione di antichi canovacci/scenari di Casamarciano del 1600.


CORSO DI TEATRO PER BAMBINI
a cura di Giulia Comper
Basato sul gioco e sull’improvvisazione, il corso rappresenta un’occasione formativa e ricreativa volta a stimolare l’immaginazione creativa e la fantasia attraverso la scoperta delle tecniche teatrali di base e dei diversi linguaggi espressivi. I bambini vivranno l’esperienza teatrale come arricchimento personale, potenziando le singole abilità e accrescendo l’autostima e la motivazione. A conclusione del corso è prevista la realizzazione di uno spettacolo come sigillo finale del percorso condotto.

CANTIERE DELLO SPETTATORE, approfondimenti per il pubblico

–        incontro con  Giorgio Rossi a cura di Simona Bucci (19 dicembre)

–        incontro con Carlo Cecchi e Nicola Piovani a cura di Gianfranco Capitta (16 gennaio)

–        una notte con i filmati del teatro e del cinema di Carlo Cecchi (16 gennaio)

–        incontro con Paolo Rossi (6 marzo)

–        incontro sul tema della Famiglia  con gli Omini e esperti del settore (20 marzo)

INFO

 

Biglietti stagione in abbonamento

Posto unico intero 15 euro – ridotto 13 euro (ridotto under 21 € 10)

Riduzioni: under 21, over 65, soci Coop, soci Biblioteca Comunale e Amici del Museo Caruso, abbonati stagione teatrale 2013/2014

 

Abbonamenti

Previste tre tipologie di abbonamento

9 spettacoli (8 di prosa + 1 danza Enter Lady Macbeth): intero 120 euro; ridotto 95 euro

11 spettacoli (8 di prosa + 3 di danza): intero 130 euro; ridotto 105 euro

3 spettacoli di danza (Enter Lady Macbeth, La felicità, Tangos): 24 euro

Posto delle Arti
Serata spettacolo unico 10 euro
Serata due spettacoli teatro 10 euro; danza 5 euro; teatro+danza 12 euro

Resi_dance
Biglietti 5/15 euro

 

Info e vendita abbonamenti e biglietti

Teatro delle Arti

viale Matteotti 5/8, Lastra a Signa (FI)

tel. 055 8720058 – 331 9002510 Ilaria Baldo/Federica Spazzoni

teatrodellearti.lastraasigna.fi@gmail.com promozione@tparte.it

www.tparte.it

 

Prevendite

Ufficio turistico, via Cadorna 1 – Lastra a Signa – tel. 055 8725770

Punti vendita circuito Boxoffice (compreso Ipercoop Lastra a Signa)

ON LINE: www.boxol.it