Canoa: Europei di Belgrado

Europei di Belgrado

E’ quella azzurra, forte di 23 elementi, una delle più numerose tra le 36 squadre che da domani a domenica, sul lago formato dalla Sava praticamente nel centro di Belgrado, daranno vita ai campionati europei di canoa velocità. La delegazione più numerosa in assoluta è quella ungherese con 31 atleti, mentre 26 ne ha la Russia , 24 l’Ucraina, 22 la
Polonia, 21 la Bielorussia e 20 la Germania. Per gli azzurri, che poi trascorreranno anche un periodo di allenamento in Val Senales, gli Europei costituiscono l’ultimo appuntamento agonistico della stagione prima dei mondiali di Szeged in Ungheria a metà agosto che varranno anche come qualificazione per i Giochi olimpici di Londra. Per gli uomini, domani il programma prevede batterie ed eventuali semifinali per K1 1000 (Maximilian
Benassi), K2 1000 (Matteo Galligani-Nicola Ripamonti), C2 1000 Sergiu Craciun-Luca Incollingo), K4 1000 (Andrea Facchin-Maximilian Benassi-Alberto Ricchetti-Antonio Scaduto), C1 500 (Paolo Buccione), K1 500 (Andrea Ramella), K2 500 (Mattia Colombi-Riccardo Gualazzi). Per le donne batterie ed eventuali semifinali di K1 500 (Josefa Idem), K2 500 (Alice Fagioli-Stefania Cicali), K4 500 (Norma Murabito-Sofia Campama-Fabiana Sgroi-Alessandra Galiotto) e K2 1000 (Fagioli-Cicali). Sabato giornata dedicata a batterie e semifinali dei 200 metri, alle finali dei 1000 e alla paracanoa. Domenica la conclusione con le finali di 500 e 200 e le due gare, maschile e femminile, sui 5000 metri a
cui sono iscritti Benassi e Cicali.

Otto le nazioni in gara per gli Europei di paracanoa. ‘’L’anno scorso a Vichy erano 4-5 – sottolinea il vicepresidente della Fick Ruggero De Gregori che a Belgrado è a capo della delegazione azzurra – E’ un segnale di un
movimento in crescita che premia il lavoro della federazione internazionale e a cui l’Italia ha largamente contribuito. Lavoro che ha portato all’ inserimento della paracanoa nel programma dei Giochi paralimpici a partire
dal 2016 a Rio de Janeiro’’. Sette gli azzurri di paracanoa a Belgrado: Andrea Testa, Denis Veronese, Marco Re Calegari, Graziella De Toffol, Anna Pani, Riccardo Marchesini, Tania Bettiol.  

La squadra italiana ha raggiunto ieri pomeriggio Belgrado, preceduta da Sefi Idem che ha voluto anticipare di un giorno e già ieri ha approfittato delle ottime condizioni meteo e del campo di regata per allenarsi.