Cap: sistema di bioessicamento dei fanghi

Bioessicatore_Robecco
Bioessicatore_Robecco

Un innovativo sistema per ridurre in maniera sostenibile del 70% i volumi dei fanghi di depurazione. È il nuovo primato conquistato da Gruppo CAP, gestore del servizio idrico integrato della Città metropolitana di Milano, che per primo in Europa ha installato presso il depuratore di Robecco sul Naviglio un moderno e tecnologicosistema di bioessicamento dei fanghi prodotti dal ciclo di depurazione, ideato da un team di giovani ingegneri italiani.

“Il riutilizzo in ottica di economia circolare della materia di scarto della depurazione rappresenta un elemento importante nel perseguire la transizione energetica dettata dalle linee guida nazionaliper lo sviluppo sostenibile delle nostre città,commenta Alessandro Russo, presidente e amministratore delegato di Gruppo CAP. Il progetto di bioessicamentodei fanghi consente di eliminare il più possibile la parte liquida, riducendone drasticamente il volume e quindi i costi di trasporto e smaltimento in discarica. Un evidente beneficio per l’ambiente, perché riduce i mezzi pesanti in circolazione, e per i cittadini, perché diminuire i costi produce positive ricadute sulle bollette”.

I fanghi di depurazione rappresentano uno dei grandi temi al centro della gestione sostenibile del sistema idrico integrato:da una parte costituiscono infatti un’importante risorsa in termini di economia circolareperché sono una fonte di estrazione di materiali come cellulosa, biogas e biometano, eco-fertilizzanti, fosforo e azoto, da reimpiegare nei settori industriali più avanzati e in agricoltura;ma dall’altra sono un ingente costo in termini di smaltimento, che viene per lo più effettuato in discarica e spesso anche all’estero.

Per invertire la tendenza,Gruppo CAP nel gennaio 2020 ha dato avvio a un processo sperimentale brevettato da una startup californiana, la Bioforcetech Corporation, creata da un team di giovani ingegneri italiani. Il bioessiccamento dei fanghi di depurazione è un progetto in linea con gli obiettivitracciati nel Piano di Sostenibilitàdi Gruppo CAP, che mira a recuperare dalle attività produttive la maggior quantità possibile di energia e materie da riconvertire, e a ridurre il volume dei fanghi dell’87% entro il 2033.

 

“Il Confine” – Sergio Bonelli Editore

Il_confine__la_neve_rossa
Il_confine__la_neve_rossa

Ideato e scritto da Mauro Uzzeo e Giovanni Masi e realizzato da un cast di disegnatori stellare, IL CONFINE è un nuovo universo narrativo firmato dalla Casa editrice di via Buonarroti e pensato per diventare una serie televisiva, un gioco di ruolo, un romanzo.

Thriller dalle atmosfere oniriche e morbose, in cui nulla è quello che sembra e la linea sottile tra bene e male si fa sempre più labile fino a svanire del tutto, IL CONFINE ci conduce in un piccolo villaggio al confine tra Italia e Francia, dove il pulmino che trasporta una classe di adolescenti in gita scolastica sparisce all’improvviso senza mai arrivare a destinazione.

Sulle tracce dei ragazzi, due detective: Laura Denti, un’agente dell’Interpol specializzata nel ritrovare persone scomparse, e Antoine Jacob, il massimo conoscitore di quelle montagne, ritira¬tosi fra i boschi per non avere più a che fare con gli esseri umani. Una donna e un uomo che, oltrepassato il confine che nessuno dovrebbe mai superare, saranno costretti a unire le loro forze e affrontare le conseguenze di tutti i loro errori passati.

Dentro a IL CONFINE, il cui primo volume è disegnato da Giuseppe Palumbo, sono racchiuse tutte le passioni che accomunano Uzzeo e Masi: la coralità bizzarra e post-moderna di Twin Peaks, la stratificazione labirintica di Lost, l’inquietudine visionaria della letteratura lovecraftiana, combinati per creare un prodotto dalla forte identità.

Tutti i personaggi della storia mostrano la propria essenza a poco a poco e anche quelle che sembrano comparse di poco conto inizieranno presto a rivelarsi fondamentali per il racconto. I due assoluti protagonisti sulle tracce dei ragazzi scomparsi sono comunque Laura Denti e Antoine Jacob. Due character poco avvezzi a rispettare regole e imposizioni.

Presentati in anteprima a Lucca Comics & Games 2019, i primi tre volumi de IL CONFINE usciranno poi in libreria e fumetteria a partire da novembre con cadenza regolare ogni due mesi (il primo a fine novembre, il secondo a fine gennaio, il terzo a fine marzo).

Uzzeo e Masi presenteranno il progetto multimediale giovedì 31 ottobre alle ore 14:00 presso l’Auditorium Agorà nel panel pubblico dal titolo “Il grande mosaico crossmediale di Il Confine”, con Michele Masiero, Mauro Uzzeo e Giovanni Masi, special guest Dario Moccia.

In libreria, Tex – l’Idolo di Smeraldo e Cassidy Omnibus Vol.1

tex__l_idolo_di_smeraldo
tex__l_idolo_di_smeraldo

Arrivano sugli scaffali delle fumetterie (il 17 maggio) e delle librerie italiane (il 19 maggio) altre due chicche del catalogo Sergio Bonelli Editore: TEX. L’IDOLO DI SMERALDO, una coppia di celebri storie di Tex disegnate da Fernando Fusco nel 1974, e CASSIDY OMNIBUS, il primo di tre volumi che raccoglieranno l’intera miniserie di Cassidy, il personaggio creato da Pasquale Ruju.

Tex. L’idolo di Smeraldo, con la preziosa introduzione di Graziano Frediani, è il volume dedicato a uno tra i più rappresentativi e prolifici disegnatori di Tex, Fernando Fusco, che diventerà negli anni uno degli autori più apprezzati tra i tanti che hanno prestato la loro arte alle pagine del celebre Ranger. Questa è la storia che segna il suo esordio su Tex e che rende omaggio alla grande capacità grafica di Fusco per il suo segno elegante e raffinato e per la forte caratterizzazione delle sue figure femminili. Tex.

L’idolo di Smeraldo racconta infatti lo scontro tra Tex e Tiger Jack e una banda di guerrieri Hualpai che rapiscono giovani donne indiane per immolarle durante arcani riti sacrificali.
A completare il volume, interamente scritto da Gianluigi Bonelli e con la cover di Aurelio Galleppini, anche la lunga saga del Clan dei cubani, che rappresenta una delle vette della produzione di Fusco, e che ci conduce in una New Orleans stretta nella morsa di un racket malavitoso guidato dalla misteriosa Maschera di Ferro e dal suo servo sudanese Hanubi.

Cassidy Omnibus è invece il primo di tre volumi, con una copertina esclusiva firmata da Gigi Cavenago, che raccolgono l’intera miniserie gangster dai toni scuri e con risvolti soprannaturali ambientata nell’Arizona degli anni ’70 e creata da Pasquale Ruju, mitico sceneggiatore di Dylan Dog e Tex. Raymond “Ray” Cassidy, 42 anni, un fisico allenato e pronto all’azione, è infatti un professionista che si dedica al furto e alla rapina con abilità e mestiere, adottando un personale “codice d’onore” che segue con forte determinazione.

Uomo duro e risoluto con un passato da militare, Cassidy è un leader, una figura carismatica che non manca di attirare invidie da parte degli altri colleghi fuorilegge che decidono di tradirlo nella triste notte del 16 agosto 1977. E proprio mentre il mondo piange il Re del Rock Elvis Presley, il moribondo Ray, a bordo della sua Dodge Aspen 360 V8 coupé nera e sovralimentata a NOS (protossido di azoto), incontra il misterioso Bluesman…

Dallo scorso settembre Sergio Bonelli Editore ha fatto il suo debutto nelle librerie italiane (oltre che nelle fumetterie naturalmente) proprio con il suo marchio, anziché su licenza come era accaduto in passato.

L’obiettivo è quello di creare mese dopo mese un catalogo che resti sempre disponibile e che proponga sugli scaffali di librerie e fumetterie volumi di diverso formato dedicati agli eroi Bonelli del passato e del presente. Sia per il pubblico di sempre, sia per lettori nuovi, esattamente come accade per i grandi classici che, di generazione in generazione, passano di mano in mano rivelandosi, ad ogni lettura, sempre più moderni.

 Tutti i titoli disponibili sono indicati a questo link:

http://www.sergiobonelli.it/sezioni/3460/in-libreria

 Le prossime uscite in libreria sono costantemente aggiornate qui:

http://www.sergiobonelli.it/sezioni/3461/prossimamente-in-libreria