Bando ‘Imprese storiche verso il futuro’

bando imprese storiche
bando imprese storiche

Bando Imprese storiche: 2,3 milioni per innovazione e valorizzazione
Assessore Sviluppo economico Mattinzoli: aziende come famiglie
E’ stato pubblicato il bando ‘Imprese storiche verso il futuro’ come deliberato dalla Giunta di Regione Lombardia nel settembre scorso su proposta dell’assessore allo Sviluppo Economico Alessandro Mattinzoli.

L’obiettivo è sostenere e cofinanziare interventi finalizzati al restauro e conservazione di beni immobiliari, insegne, attrezzature, macchinari, arredi, finiture e decori originali legati all’attività storica. Il Bando intende favorire sviluppo, innovazione e miglioramento della qualità dei servizi, una maggiore attrattività dei centri urbani e dei luoghi storici del commercio, la valorizzazione di vie storiche e itinerari turistici e commerciali, il passaggio generazionale e trasmissione di impresa.

Le risorse disponibili ammontano a 2,3 milioni di euro.

Chi può partecipare e aree di intervento
Le 2.011 attività storiche e di tradizione riconosciute e iscritte nell’elenco regionale, in forma singola o aggregata.

Con la misura si assegnano contributi a fondo perduto a progetti di ricambio generazionale e trasmissione di impresa, riqualificazione dell’unità locale di svolgimento dell’attività, restauro e conservazione, innovazione.

Un patrimonio straordinario
“Le attività storiche sono il patrimonio straordinario della nostra tradizione, patrimonio che non va solo tutelato, ma valorizzato e promosso”, ha detto l’assessore allo Sviluppo Economico Alessandro Mattinzoli. “Esse rappresentano le famiglie, le persone, i figli che si sono impegnati nel settore. Persone che hanno affrontato le difficoltà e lavorano quotidianamente per cercare di superarle sempre”, ha concluso lo stesso assessore.

L’assegnazione del contributo avviene sulla base di una procedura valutativa con graduatoria finale. L’impresa può presentare una sola domanda.

Contributi fino a 30.000 euro, con investimento minimo di 10.000
Il contributo a fondo perduto è, sia per le imprese in forma singola che per le imprese in forma aggregata, pari al 50% delle spese considerate ammissibili, nel limite massimo di 30 mila euro e l’investimento minimo è fissato in 10 mila euro. Le spese correnti sono riconosciute nel limite massimo del 15% del costo totale del progetto ammesso.

Presentazione domande e tempistica
La domanda di contributo deve essere presentata a Unioncamere Lombardia esclusivamente in modalità telematica su http://webtelemaco.infocamere.it a partire dalle ore 10 del 28 febbraio 2020 ed entro le ore 15 del 29 aprile 2020. Per tutte le informazioni:

Elenco 2.011 imprese iscritte nell’elenco regionale delle attività storiche e di tradizione che possono partecipare al bando:
https://www.regione.lombardia.it/wps/wcm/connect/16e3046a-05fb-499a-aaec-2fdb731261ec/Elenco+n+2011+attivita+storiche+al+20+feb++2020.pdf?MOD=AJPERES&CACHEID=ROOTWORKSPACE-16e3046a-05fb-499a-aaec-2fdb731261ec-n1U7kak

Bando “Imprese storiche verso il futuro”, portale di Regione Lombardia:
https://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/DettaglioBando/servizi-e-informazioni/imprese/imprese-commerciali/bando-imprese-storiche/bando-imprese-storiche

Bando “Imprese storiche verso il futuro”, sito di Unioncamere Lombardia:
http://www.unioncamerelombardia.it/?/menu-di-sinistra/Bandi—contributi-alle-imprese/Bandi-aperti/Bando-imprese-storiche-verso-il-futuro.

Festival Gaber 2018

Festival Gaber 2018
Festival Gaber 2018

Partirà il 1 luglio, da Camaiore, il tanto atteso Festival Gaber, la kermesse itinerante tra i comuni della Toscana, giunta ormai alla sua quindicesima edizione, con lo scopo di diffondere e mantenere vivo il grande messaggio di Giorgio Gaber, soprattutto fra il pubblico più giovane. Il festival è ricco di appuntamenti: incontri, teatro, comicità, musica, tutti a ingresso gratuito fino a esaurimento posti.

La Fondazione Gaber, con il sostegno della Regione Toscana e soprattutto in collaborazione con le Amministrazioni Comunali, propone il Festival Gaber 2018 nei Comuni di Follonica, Marciana Marina, Marina di Vecchiano, Montecatini Terme, Pistoia e Prato, oltre all’esclusiva sezione con 13 rappresentazioni in programma a Camaiore, dove Gaber aveva scelto di vivere fin dagli anni 80, e che nelle ultime edizioni ha conquistato la centralità del Festival.

In occasione della quindicesima edizione il Festival vedrà un programma unico: alla tradizionale kermesse in Piazza San Bernardino e all’immancabile appuntamento con Le strade di notte, l’apertura del Festival è quest’anno affidata a tre eventi speciali. Nell’ottica di proseguire nel progetto di valorizzazione estiva del centro storico di Camaiore, e di contribuire ulteriormente a rafforzare l’indotto economico delle attività commerciali cittadine, d’accordo con l’amministrazione comunale quest’anno il Festival Gaber approderà anche al Teatro dell’Olivo e al nuovissimo Cinema Borsalino.

Ivano Fossati, produttore dell’album Giorgio Gaber – Le donne di ora, intervistato da Massimo Bernardini, sarà protagonista dell’apertura del Festival il 1 luglio al Teatro dell’Olivo.

A seguire ci sarà l’incontro con Giuseppe Fiorello (2 luglio, Cinema Borsalino), e il 5 luglio sarà la volta di Lo Stallo (Teatro dell’Olivo), lo spettacolo su testo inedito di Sandro Luporini con David e Chiara Riondino. Il Comune di Camaiore ha previsto la presenza di un maxischermo in piazza A. Diaz per seguire in diretta gli eventi del 1 e 2 luglio.

Il 3 luglio, negli spazi della mostra Sandro Luporini Pittore Scrittore allestita fino a settembre alla Pinacoteca Civica di Follonica, si terrà l’incontro con Sandro Luporini condotto da Massimo Bernardini dal titolo Vi racconto Giorgio Gaber.

Il 6 luglio ci sarà la sesta edizione di Le strade di notte, l’evento popolare ideato e diretto dal drammaturgo-cantautore Gian Piero Alloisio, che come da tradizione animerà il centro storico di Camaiore a partire dalla storica Piazza San Bernardino da Siena.

Durante tutto il mese di luglio nella splendida piazza di Camaiore si alterneranno grandi artisti della musica e dello spettacolo, tra i quali Lorenzo Fragola (16 luglio), Giacomo Poretti (18 luglio), Lo Stato Sociale (19 luglio), Enrico Nigiotti (20 luglio), Diodato (21 luglio), Brunori Sas (23 luglio), Morgan (27 luglio), Le Vibrazioni (30 luglio) e Giorgio Panariello (31 luglio)

La rassegna continua con tre speciali appuntamenti che per il terzo anno animeranno la splendida Piazza della Chiesa di Marciana Marina: l’11 luglio e 12 luglio spazio alla grande comicità con Debora Villa e Paolo Hendel, mentre il 13 luglio sarà la volta della Banda Gaber, con i musicisti storici che hanno accompagnato il grande Gaber durante la sua carriera.

Il 16 luglio torna l’appuntamento a Marina di Vecchiano, nella suggestiva location di Piazzale Montioni Silvano Ambrogi. Quest’anno il protagonista sarà Giobbe Covatta, che racconterà la sua carriera e il suo Signor G, intervistato da Paolo Dal Bon, presidente della Fondazione Gaber.

Il Festival sarà presente per il terzo anno anche a Montecatini Terme, dove alle Terme Tamerici sono previsti tre appuntamenti legati al ’68: il 17 luglio ci sarà Montecatini e il ’68 con Ombretta Colli e Bruno Ialuna, il 24 luglio Noi tutti. 1968 – 2018 con Mario Capanna mentre il 1° agosto sarà la volta di Il ’68 e la canzone con Giulio Casale.

Il 19 luglio nella Corte delle Sculture di Prato andrà in scena Polli di allevamento, lo spettacolo scritto da Gaber e Luporini interpretato da Giulio Casale, che ha riscosso un grande successo anche la scorsa primavera al Piccolo Teatro di Milano nell’ambito della rassegna Milano per Gaber.

Il Festival sarà presente anche a Pistoia (Fortezza Santa Barbara), dove il 26 luglio vi sarà Per fortuna c’è Giorgio Gaber, l’evento itinerante ideato e diretto dal drammaturgo-cantautore Gian Piero Alloisio. All’interno della suggestiva fortezza, cantanti, musicisti e attori omaggeranno Giorgio Gaber rivisitando i brani più importanti della sua produzione.

Radio Italia Solomusicaitaliana è la radio ufficiale del Festival Gaber.

Mobilità sostenibile: Livigno con Repower

epowerlivignocopy-fabio-borga
repowerlivignocopy-fabio-borga

Livigno, grazie alla partnership con Repower, cerca sempre di più di
muoversi verso il “green”. Grazie al supporto e alla volontà dell’Amministrazione Comunale, il Piccolo Tibet metterà in funzione cinque PALINA Repower, le colonnine per la ricarica simultanea di veicoli elettrici, in aggiunta a quelle già esistenti su tutto il territorio, e per questa estate si prevede l’installazione anche di diverse BITTA, sempre Repower, per la ricarica veloce e semplice delle e-bike.

La distribuzione delle “colonnine” è strategica e pensata per servire tutto il territorio, saranno infatti posizionate presso: il parcheggio del centro Aquagranda, in Via Isola – zona centro, Plaza Placheda, Parcheggio zona San Giovanni, Parcheggio zona Passo Eira.

PALINA di Repower è la soluzione che unisce design e tecnologia avanzata per l’ambiente: permette la ricarica simultanea di due veicoli elettrici, fungendo anche da arredo urbano per la mobilità intelligente.

Non solo, l’essenza sostenibile di Livigno si vede anche nel mondo delle bicilette a pedalata assistita, con le istallazioni delle BITTA, posizionate strategicamente sul territorio (Malga Federia, Passo della Forcola, Passo Eira, Zona Ponte delle Capre, Parco Giochi Mottolino e Latteria), per permettere agli appassionati di e-Bike di essere sempre carichi e
di percorrere distanze sempre più prolungate. Livigno è sempre attenta alla valorizzazione del territorio, ed è orgogliosa di compiere un passo importante nella mobilità sostenibile

“Immaginando” – rassegna fotografica online

Immaginando
Immaginando

La Banca di Credito Cooperativo di Barlassina, in occasione del suo Sessantacinquesimo di fondazione, presenta “IMMAGINANDO” una rassegna fotografica online rivolta a tutti coloro che sono interessati a valorizzare, attraverso l’immagine, gli aspetti interessanti e singolari della realtà quotidiana delle Persone e dei luoghi in cui la BCC opera.

Il tema dell’edizione 2018 è “Il quotidiano che meraviglia”.
Gli appassionati di fotografia hanno l’opportunità di partecipare con un singolo scatto o con un progetto fotografico.

Le foto, che una giuria valuterà più consone al tema, verranno pubblicate sul sito dedicato per diventare oggetto a loro volta di una “votazione on line” da parte degli utenti della rete.

Destinatari dell’iniziativa sono tutti i maggiorenni residenti nelle province di Monza e Brianza, Como, Varese e Milano città metropolitana.
I termini per l’invio delle foto scadono il 30 giugno 2018, mentre la votazione on line sarà attiva da luglio a settembre.

www.immaginando.info

Milano Green Week – Prima edizione

MilanoGreenWeek-
MilanoGreenWeek-

Si terrà dal 27 al 30 settembre la prima edizione di Milano Green Week, l’evento all’interno del Palinsesto Yes Milano organizzato dal Comune di Milano insieme a tutti coloro, soggetti pubblici e privati, che collaborano alla cura e gestione del verde in città.

La prima edizione della manifestazione, ideata sulla scia del successo delle tre edizioni di Green City Milano, sarà presentata stasera 14 maggio alle ore 18, presso l’Acquario Civico in viale Gadio 2.

Nel corso dell’incontro pubblico, gli uffici dell’assessorato al Verde e di MIAMI Scarl (gestore del servizio per la manutenzione del verde pubblico), illustreranno le modalità di partecipazione ai soggetti che vorranno proporre iniziative ed eventi che abbiano al centro la valorizzazione del verde.

La call è aperta a cittadini, associazioni, comitati e aziende: l’obiettivo è trasformare spazi aperti e aree verdi, giardini e parchi, grandi o piccoli, pubblici o privati, in luoghi di condivisione, di progetti, di laboratori, di incontro, di inclusione e di festa.

“Dalla Biblioteca degli Alberi, ai parchi di City Life e al Quartiere Adriano, a Milano il verde continua a crescere – sottolinea l’assessore all’Urbanistica, Verde e Agricoltura Pierfrancesco Maran – Ma lo farà ancor più nei prossimi anni; pensiamo ai parchi che nasceranno grazie alla riqualificazione degli scali ferroviari o a quelli previsti all’interno di interventi urbanistici come quello in programma a Bisceglie.
Per questo abbiamo bisogno che i cittadini siano sempre più coinvolti nella cura delle aree verdi, anche degli alberi. Quest’anno ne abbiamo piantati quasi 14.500 e nelle prossime stagioni prevediamo di continuare a incrementare il numero, per rendere più belli non solo i parchi ma anche le strade e le piazze, in centro come in periferia”.

Per la precisione, sono 14.891 i nuovi alberi messi a dimora a Milano tra novembre e aprile, quasi 3.700 in più degli 11.211 bambini nati nel 2017. È il bilancio del piano piantumazioni della stagione agronomica 2017/2018, che va ad arricchire il patrimonio di circa 465mila esemplari tra alberi (circa 243mila) e piante nelle aree boscate.

In particolare sono 8.739 quelli messi a dimora da Miami scarl nell’ambito del servizio Global Service. Tra le località che hanno visto crescere il numero di alberature – soprattutto aceri, querce, frassini e platani – ci sono il Parco Galli, il Parco Sieroterapico, il Parco Forlanini, via Senigallia, via Stratico-Rospigliosi, lo svincolo Cascina Gobba, via Bentivoglio, via Viterbo.

Al parco della Vettabbia è nata una nuova area boscata, in località Bosco dell’Assunta, di circa cinquemila esemplari (di cui 3.374 alberi e 1.686 arbusti), che si aggiungono ai 2.029 che entro la fine di aprile saranno piantati dagli agricoltori in località S. Dionigi.

Tanti alberi anche nei nuovi parchi della città: a Porta Nuova, dove entro l’estate verranno ultimati i lavori della Biblioteca degli Alberi, ne sono stati piantati 350; a City Life, dove è in corso il completamento del parco di 170mila mq, ne sono arrivati 338; a Cascina Merlata 220, mentre nel nuovo parco da circa 50mila mq realizzato in via Tremelloni al quartiere Adriano ne sono stati messi a dimora 117.

Anche al nuovo parco della Torre (ex parco delle Magnolie) al quartiere Bicocca è in via di ultimazione la piantumazione di 175 nuovi esemplari. In totale gli alberi piantati nell’ambito di interventi privati sono 1.588.

E ancora, Zack Goodman, attraverso l’iniziativa SeMIniAmo che coniuga la cura del verde e l’integrazione sociale, stanno completando la piantumazione di 40 alberi nelle aiuole di piazza Duca D’Aosta.

Nell’ambito del Contratto di Fiume Lambro, WWF ha messo a dimora 890 alberi, oltre a 560 piante arbustive, nell’area Monluè/Ponte Lambro, mentre le associazioni Benè Berith e Waliking Angels hanno piantato 50 ulivi tra Cascina Bianca e i giardini condivisi della città.

Infine al Parco nord sono stati piantati altri 390 alberi, mentre sono 965 quelli messi da Italia Nostra al Bosco in Città.

E l’Amministrazione è già al lavoro sul Piano Piantumazioni 2018/19. I cittadini possono contribuire alla sua definizione segnalando aree verdi con scarsa presenza di alberature o aree verdi confinanti con strade scrivendo a segreteria.assessoremaran@comune.milano.it