Fieramilanocity: quarantesima edizione di BIT

Bit - Fieramilanocity
Bit – Fieramilanocity

Domani, domenica 9 febbraio, alle ore 11 presso Fieramilanocity, l’Amministrazione comunale sarà presente con una sua rappresentante all’inaugurazione della quarantesima edizione di BIT – Borsa Internazionale del Turismo, la storica manifestazione organizzata da Fiera Milano che dal 1980 porta nel capoluogo lombardo operatori turistici e viaggiatori da tutto il mondo.

Il Comune di Milano sarà presente con un suo stand nel Padiglione 3 (B23-B29-C22-C28), 160 metri quadrati dedicati alla città, alla sua offerta turistico-culturale e ai grandi eventi che si svolgeranno quest’anno in città: World Routes 2020, che ogni anno riunisce aeroporti, compagnie aeree e i principali tourism authority del mondo con l’obiettivo di sviluppare nuove connessioni aeree a livello globale, e ILGTA, l’annuale convention internazionale dedicata al turismo LGBTQ+.

Lo stand del Comune, improntato al tema della sostenibilità e del riuso, sarà caratterizzato da una riproduzione in cartonato di un tram ATM che riprende i colori e le linee delle mitiche Carrelli, le vetture presenti con 125 esemplari che ancora oggi circolano per le strade di Milano.

All’interno di uno dei simboli nel mondo della città meneghina sarà proiettato un video istituzionale con immagini di Milano e il cortometraggio “I Supereroi del Servizio”, fatto realizzare da ATM dai ragazzi del CSC (Centro Sperimentale di Cinematografia) in occasione della presentazione della guida “Attraversare tutta Milano”, un libro che mette in risalto il rapporto tra la città, i suoi luoghi e i mezzi pubblici.

Bit dal 9 all’11 febbraio: Lombardia protagonista

Lara Magoni Assessore al Turismo
Lara Magoni Assessore al Turismo

Turismo, dal 9 all’11 febbraio Lombardia protagonista in Bit. Magoni: sempre più attrattivi a livello internazionale

Si apre domenica 9 febbraio (a Fieramilanocity fino a martedì 11 febbraio) l’edizione numero 40 della Bit (Borsa Internazionale del Turismo).

“Saranno 64 – spiega l’assessore regionale al Turismo, Marketing territoriale e Moda, Lara Magoni – gli operatori lombardi presenti. Professionisti del settore e visitatori saranno accolti dalla Regione in un’area espositiva di oltre 700 metri quadrati brandizzata #inLombardia. Dalle montagne ai laghi, dalla cultura all’arte, dai paesaggi mozzafiato sino ai percorsi enogastronomici: alla BIT 2020 la Lombardia si presenta con tutte le sue eccellenze, che ormai l’hanno fatta diventare una delle mete italiane più ambite a livello internazionale”.

Area espositiva – Lo stand è organizzato con un’Area ‘Accoglienza istituzionale’, compreso di corner per la distribuzione del Passaporto turistico inLombardia e per la promozione dell’App #inLombardia PASS. Cuore dell’area espositiva sarà l’Area Eventi, che ospiterà un ricco palinsesto di iniziative istituzionali e di promozione del territorio.

Inoltre, lo stand regionale ospita 48 postazioni riservate ai co-espositori del b2b per la commercializzazione dell’offerta turistica lombarda e 16 postazioni riservate ai territori lombardi per la promozione tematica ed esperienziale delle destinazioni.

Esaltiamo attrattività territori – “L’obiettivo – spiega Lara Magoni – è promuovere la Lombardia come sistema turistico integrato, valorizzando le peculiarità dei suoi territori. È questa la nostra vera ricchezza: proporre ai visitatori un’offerta davvero variegata, dalle città d’arte ai borghi segreti, dalla maestosità delle sue montagne ai laghi, dai sapori unici al mondo alla riscoperta delle tradizioni. Il tutto, condito da un’offerta ricettiva all’avanguardia. Voglio ricordare che il turismo è uno dei pilastri dell’economia mondiale: in Italia realizza il 13,2% del PIL e dà lavoro a quasi il 15% degli occupati. Non è un caso che la Lombardia abbia individuato in questo comparto un ambito strategico sul quale puntare per lo sviluppo economico. È una delle nostre priorità favorire in tutti i modi il nostro potenziale turistico, un settore che cresce al ritmo del 3,2%, ovvero 3,6 volte in più della crescita dell’economia italiana”.

“Il mio impegno – aggiunge Lara Magoni – sarà promuovere una visione di medio lungo periodo con particolare attenzione all’accessibilità, alla sostenibilità e all’innovazione”.

I punti di forza della Lombardia – Saranno 3 i macro-temi che Regione Lombardia ha scelto per promuovere le sue destinazioni: ‘Lombardia Active’, all’insegna di un turismo attivo, anche in vista delle Olimpiadi del 2026, vero fiore all’occhiello di una regione in grado di abbinare al meglio sport e turismo; ‘Lombardia Segreta’, alla scoperta di una Lombardia più inedita, dai borghi ai cammini storici, su destinazioni eccellenti ma al di fuori degli itinerari maggiormente conosciuti; infine, ‘Sapore inLombardia’, un viaggio tra le eccellenze enogastronomiche del territorio per riscoprire gusti, prodotti locali, ricette tradizionali che tutto il mondo ci invidia.

Numeri da record – D’altronde, i numeri stanno premiando sempre di più la Lombardia come destinazione turistica attrattiva a livello internazionale. I dati dei flussi turistici da gennaio a settembre 2019 (elaborazione Polis su dati provvisori in merito a rilevazione Istat) sono davvero positivi: gli arrivi sono stati 14.271.798, le presenze hanno toccato quota 35.928.599.

Numeri che certificano un vero e proprio boom del turismo lombardo, visto che rispetto allo stesso periodo del 2018 gli arrivi sono cresciuti del 5,8% e le presenze addirittura del 7,5%.

“La Lombardia – continua Magoni – è la prima regione italiana per spesa turistica da parte dei turisti internazionali. Con 813 milioni di euro, la nostra regione raccoglie più del 55% della spesa turistica totale degli stranieri nel Bel Paese per acquisti e shopping. Possiamo fare ancora di più: ecco perché come assessore alla partita lavorerò per sostenere ancora di più la competitività delle strutture ricettive, supportando lo spirito innovativo degli operatori turistici”.

Il turismo digitale – BIT è anche la vetrina per presentare la strategia di promozione di inLombardia, che trova la sua massima espressione nel costante aggiornamento dei canali digitali del brand. Anche quest’anno sarà possibile, attraverso un totem multimediale, vedere e toccare con mano le potenzialità di EDT (Ecosistema Digitale Turistico). Si tratta di una piattaforma digitale per la gestione e la condivisione di contenuti informativi dell’offerta turistica lombarda che raccoglie, armonizza e distribuisce contenuti digitali alimentando canali diversi (il portale in-lombardia.it, totem, infopoint, siti verticali territoriali).

Lombardia-Ryanair – Tra le partnership strategiche, invece, spicca quella con Ryanair attivata nel 2019, i cui esiti della collaborazione saranno presentati proprio in occasione di BIT, lunedì 10 febbraio alle ore 15 presso l’Area Eventi dello stand regionale (Padiglione 3, piano terra, stand n. C17-C25-G16-G24).

“Franciacorta Stage”

Brindisi
Brindisi

Si è svolta questa mattina, presso lo Stand Franciacorta a Vinitaly, la presentazione ufficiale della tappa del giro d’Italia, Franciacorta Stage, che il 23 Maggio prossimo attraverserà il rinomato territorio vinicolo.

Davanti al pubblico di operatori e curiosi, Pier Bergonzi, Vice Direttore della Gazzetta dello Sport, ha introdotto la 17° tappa, unica dedicata al vino, che partendo da Riva del Garda si concluderà ad Iseo passando attraverso i comuni della Franciacorta: Ome, Rodengo Saiano, Paderno Franciacorta, Bornato, Cazzago San Martino, Erbusco, Corte Franca, Iseo, Provaglio d’Iseo, Monticelli Brusati e Passirano.

“Non sarà una tappa affatto scontata. – dice Mauro Vegni, Direttore del Giro d’Italia – Subito dopo la cronometro e prima delle tappe di montagna la corsa rosa attraverserà alcuni tra i paesaggi più belli della Franciacorta, e ci regalerà un finale ad alta tensione”.

Il Presidente del Consorzio Franciacorta, Vittorio Moretti, è quindi intervenuto parlando della grande sintonia che lega il mondo del ciclismo a quello del vino: “Il ciclismo è uno sport che ha alla sua radice la passione, il sacrificio, la tenacia, la determinazione. Sono caratteristiche simili a quelle che ogni produttore vitivinicolo di Franciacorta ha in questi anni saputo metter in campo per riuscire ad ottenere risultati di eccellenza riconosciuti in tutto il mondo”.

Martina Cambiaghi, Assessore allo Sport di Regione Lombardia, partecipando alla presentazione nella sua prima uscita istituzionale, ha sottolineato l’importanza delle wine stage come strumento di valorizzazione del territorio e delle eccellenze italiane, di cui Franciacorta è uno dei maggiori esempi: “lo sport non è mai solo sport, ma un’occasione per unire e arricchire. Nel caso del Giro d’Italia, a questo grande valore si aggiunge la riscoperta del territorio”.

Proprio in rappresentanza del meraviglioso territorio che farà da cornice alla manifestazione è intervenuta infine Camilla Alberti, Vice Presidente Strada del Vino Franciacorta: “E’ con orgoglio e soddisfazione che ci stiamo preparando ad accogliere questo evento nella nostra terra che non è solo un luogo in cui si producono grandi vini, ma anche luogo di grandi emozioni. Emozioni che ci accompagneranno per tutto il mese, grazie ai tanti eventi del calendario di Aspettando il Giro”.

Tutta la Franciacorta, infatti, si tingerà di rosa e sarà animata nei giorni precedenti la tappa dai tanti imperdibili eventi – tra food & wine, arte e cultura, sport e natura – che coinvolgerà tutti anche al di fuori del territorio. Già a partire da domani i più curiosi potranno lanciarsi nelle prime attività organizzate in occasione del Salone del Mobile, facendo un giro su Tram Corallo, ad esempio.

Un salotto viaggiante all’interno dello storico tram 1928 riletto in chiave contemporanea, che circolerà nel distretto di Brera. Sempre in occasione del Salone, l’eleganza di Franciacorta incontra la creatività di Studio Pepe, in un progetto inedito ed esclusivo: Club Unseen.

Uno spazio segreto nel cuore di Milano in cui godere di prodotti simbolo dell’eccellenza unici nel loro genere, avvolti da un contesto contemporaneo, rilassante ed informale. La Notte Rosa di Iseo del 18 maggio aprirà poi il weekend più atteso del mese, quello in cui Aspettando il Giro coinciderà con Aspettando il Festival, in cui cantine e ristoranti organizzeranno eventi e menù a tema.

In giugno tornerà infatti, in una veste più glamour e internazionale, anche il Franciacorta Summer Festival. Il via dall’1 al 3 giugno con un weekend dedicato al food, che avrà il suo momento culmine nel bellissimo parco della settecentesca Villa Fassati Barba di Passirano.

Pier Bergonzi ha concluso la presentazione mostrando al pubblico il rinomato Trofeo senza fine, simbolo della Gara e la maglia ufficiale della tappa che, di un intenso colore blu, propone un soggetto grafico “optical” dove l’incrocio delle linee richiama i filari ed i vigneti del paesaggio della Franciacorta.

La maglia, in tessuto tecnico traspirante, garantisce una vestibilità impeccabile ed un confort ottimale, grazie anche al tessuto in compressione lieve e alle finiture a taglio vivo, tipiche del tocco di “Castelli”, che da anni è sinonimo di eccellenza nel mondo dell’abbigliamento per ciclismo.

Al termine, l’immancabile brindisi tra i partecipanti, che hanno stappato una bottiglia di Franciacorta molto speciale, realizzata con un’etichetta dedicata a Franciacorta Stage.

Per maggiori informazioni visita il sito: stage.franciacorta.net

“Realizza il tuo presepe” a G!come Giocare 2017

Presepe 2
Presepe 2

Tradizione e fantasia caratterizzano i lavori che hanno coinvolto circa 1.000 bambini nell’iniziativa “Realizza il tuo presepe” voluta da Assogiocattoli per valorizzare la produzione del settore. Presso lo stand di Assogiocattoli una mostra dedicata ai presepi più belli e originali sarà aperta a tutti i partecipanti alla manifestazione.
Stand Assogiocattoli – Padiglione 3
G!come Giocare | 17 – 19 novembre 2017 | 9.30 – 19.30 | FieraMilanocity
www.gcomegiocare.it

“Realizza il tuo presepe”, iniziativa organizzata da Assogiocattoli, che da settembre a oggi ha coinvolto circa 1.000 bambini delle scuole materne e primarie e i bambini degenti presso alcuni ospedali milanesi, approda a G!come Giocare.

Partendo dal materiale messo a disposizione da alcune aziende del settore (Euromarchi, Euro Natale, Flora, Il Mastro Presepaio, L’Arte del Presepe, New Nicla, Rossi Rosa), i piccoli si sono divertiti e creare il loro presepe, inserendo elementi e ambientazioni a piacere e dando così sfogo a fantasia e creatività nella realizzazione di pezzi unici.

33 sono i progetti giunti in Associazione e tutti i partecipanti – tra scuole e ospedali – riceveranno un kit di materiale didattico, offerto da Assogiocattoli in collaborazione con Borgione Centro Didattico.
I presepi saranno esposti presso lo stand di Assogiocattoli a G!come Giocare, in programma a Milano dal 17 al 19 novembre prossimo, e una giuria di esperti, tra cui il Presidente dell’Associazione Italiana Amici del Presepio, premierà le 5 migliori proposte che si saranno contraddistinte per originalità, cura del dettaglio ed estetica.

Le aziende del presepe costituiscono uno dei settori rappresentato da Assogiocattoli e, con questa iniziativa, si è inteso valorizzarne la straordinaria produzione.
“Il presepe – afferma Paolo Taverna, direttore di Assogiocattoli – rappresenta il concetto di “fatto in Italia”, poiché rimane uno dei prodotti tipici dell’artigianato e della piccola industria del nostro paese”. “Inoltre – prosegue Taverna – vogliamo salvaguardare le tradizioni – perché il presepe ha una valenza importante nella riaffermazione di valori fondanti la cultura italiana cattolica e richiama immediatamente il concetto di Natale e delle festività, con tutti gli aspetti valoriali che ne discendono”.

”Realizza il tuo presepe” ha ottenuto il patrocinio della Regione Lombardia.
Cristina Cappellini, Assessore regionale alle Culture, Identità e Autonomie, commenta così: “Far conoscere la bellezza e il significato del presepe ai bambini, fin dalla più tenera età, significa donare loro un messaggio di felicità e di speranza che ci auguriamo li possa accompagnare per tutta la vita. Unendo creatività e spiritualità il bambino che si appassiona all’arte del presepe mantiene viva la tradizione, la storia e le radici della sua comunità”.