Premio Carla Fendi

Fabiola Gianotti
Fabiola Gianotti

Si concludono domenica 15 luglio con il Premio Carla Fendi (ore 12, Teatro Caio Melisso Spazio Carla Fendi) gli eventi che la Fondazione Carla Fendi ha organizzato al Festival dei 2 Mondi di Spoleto.

A ricevere il premio da Maria Teresa Venturini Fendi, presidente della Fondazione, saranno: Peter Higgs, François Englert Premi Nobel per la Fisica 2013 per la teorizzazione del bosone di Higgs e Fabiola Gianotti, attuale Direttore del CERN.

Nella motivazione del premio viene sottolineato il grande contributo dato da Higgs e Englert “per la scoperta di un meccanismo che genera massa per le particelle elementari” e, per la direttrice del CERN, il suo importante ruolo e il “suo contributo alla fisica sperimentale delle particelle”.

Il premio si inserisce nel percorso della Fondazione dedicato alla scienza e alla filantropia iniziato da quest’anno sotto la guida di Maria Teresa Venturini Fendi.

Inoltre, fino a domenica 15 luglio si potrà visitare gratuitamente la mostra IL MISTERO DELL’ORIGINE. MITI, TRASFIGURAZIONI E SCIENZA: due installazioni che intendono esplorare l’anelito dell’uomo tra razionalità e spiritualità.

Cesare Cremonini ospite de “Gli incontri di Paolo Mieli”

cesare-cremonini
cesare-cremonini

Cesare Cremonini  sarà ospite domani  25 giugno,  de “Gli incontri di Paolo Mieli”, la rassegna di conversazioni condotte da uno dei più autorevoli e influenti giornalisti e storici contemporanei.

«Saper leggere nella nostra contemporaneità i segni del futuro che ci attende, capire dove ci stanno portando le trasformazioni che attraversano il nostro tempo e avere il coraggio di affrontarle cercando di interpretare cosa accadrà domani» saranno solo alcuni dei temi affrontati durante l’incontro di sabato 25 giugno tra Cesare Cremonini e Paolo Mieli.

L’incontro si terrà alle ore 16,00 nella Sala dei Vescovi del Museo Diocesano presso la chiesa di Sant’Eufemia a Spoleto.

Attualmente Cesare Cremonini è impegnato alla realizzazione del nuovo disco di inediti la cui pubblicazione è prevista per il prossimo anno.

Umbria – Arte e storia

Perugia S  Francesco
Perugia S Francesco

L’Umbria è una regione dell’Italia centrale di circa 900.000 abitanti collocata nel cuore della penisola con una superficie di 8.456 km² e capoluogo Perugia e la provincia  di Terni. E’  l’unica  non situata ai confini politici o marittimi e altrettanto l’unica dell’Italia peninsulare non bagnata dal mare ma offre il quarto lago naturale più esteso d’Italia con il Trasimeno nonché il lago di Piediluco (condiviso col Lazio) e il bacino artificiale di Corbara.

Numerosi sono i  torrenti di piccole dimensioni e i  fiumi,  tra questi il Tevere che raccoglie quasi tutte le acque degli altri fiumi umbri come il Nera (116 km), il Paglia (86 km) il Chiascio (82 km), il Topino (77 km) ed il Nestore (64 km);  tra i “minori” per la loro storia citiamo il Corno, il Fersinone, il Clitunno e vari torrenti.

Oltre a  Perugia e Terni i centri maggiori sono Foligno, Città di Castello, Spoleto, Gubbio, Assisi, Bastia Umbra, Orvieto, Marsciano e Todi. L’Umbria con 92 comuni è la regione d’Italia, a statuto ordinario, con meno comuni su tutto il territorio nazionale ed è caratterizzata da dolci e verdi colline e da città con insediamenti ricchi di storia e tradizioni sin da quando era abitata  in epoca protostorica dagli Umbri e dagli Etruschi e in seguito dall’Impero romano. Successivamente è stata ricompresa anche nel territorio dello Stato Pontificio.

Di particolare importanza sono sei i parchi regionali dei quali cinque in provincia di Perugia ed uno in provincia di Terni. Nella fattispecie sono:

 – Parco del monte Cucco,

 – Parco del monte Subasio,

–  Parco del Lago Trasimeno,

 – Parco di Colfiorito,

 – Parco fluviale del Tevere

 – Parco fluviale del Nera

A questi va aggiunto il Parco nazionale dei Monti Sibillini che è condiviso con la regione delle Marche dove ha sede l’ente parco.

Inoltre l’Umbria è una regione dove abbondano monasteri benedettini e francescani di arte mistica e in particolare quelli di Assisi con San Francesco e santa Chiara che presentano splendidi affreschi di Giotto, Cimabue, Pietro Lorenzetti e Simone Martini. Opere di alto valore artistico che fanno  comprendere la potenza della religiosità medioevale e il fervore mistico del tempo. A Todi, nella cripta della chiesa di San Fortunato, riposa Jacopone da Todi, seguace di san Francesco.

Dal punto di vista turistico la regione Umbria è al secondo posto per il maggior numero di visitatori provenienti da tutta Italia e sempre in aumento quelli dall’estero. Per propagandare ulteriormente il territorio si è recentemente svolto a Milano un  incontro dei dirigenti della Regione con gli operatori del settore turistico per annunciare le iniziative in programma nell’imminente estate.

Di  notevole rilevanza è l’istituzione di un autobus, sino al mese di settembre, che toccherà le città di Milano, Bologna, Roma, Napoli, Bari con distribuzione di materiale pubblicitario, località per  fare conoscere meglio il mercato del settore vacanze. Analoga operazione verrà effettuata anche all’estero (Germania, Londra, Olanda, Belgio…) . L’iniziativa, mirata ad offrire ai turisti un soggiorno nel cuore verde dell’Italia con relax,  sport, arte, cultura, musica e gastronomia è quello di pubblicizzare anche i numerosi eventi che  ogni località offre di particolare interesse.

Fra i  grandi appuntamenti citiamo il Festival di Spoleto dal 26 giugno al 12 luglio; Umbria Jazz a Perugia dall’8 al 17 luglio; Todi Festival dal 27 agosto al 4 settembre giunto quest’anno alla  trentesima edizione; Perugia, prima edizione di “Perugia 1416” – 11-12 giugno dove la città farà un salto indietro nel tempo tra Medioevo e Rinascimento;   Terni il 3-4 giugno dedicati alle discipline sportive; Spello assegna finestre , balconi fioriti sino al 31 ; Giostra della Quintana a Foligno fino al 18 giugno.
Per il calendario completo degli altri eventi estivi che riguardano varie categorie consultare il sito www.umbriatourism.it

(Carlo Torriani)

La scuola di Spoleto – Immagini dipinte e scolpite nel trecento tra Valle Umbra e Valnerina

Maestro di Cesi, Madonna con il Bambino e Santi, Cesi, Parrocchia di Santa Maria Assunta

Venerdì 18 dicembre 2015, a Trevi (PG), alle ore 18, presso la Chiesa di San Francesco, si terrà la presentazione del volume “LA SCUOLA DI SPOLETO. IMMAGINI DIPINTE E SCOLPITE NEL TRECENTO TRA VALLE UMBRA E VALNERINA” di Alessandro Delpriori,  Editore QUATTROEMME.

L’evento, organizzato in collaborazione con il Comune di Trevi, vedrà dialogare due storici dell’arte: l’autore del volume e Vittoria Garibaldi.

 La pubblicazione, oltre i contenuti di Alessandro Delpriori, comprende un saggio iniziale di Andrea De Marchi,  gli apparati, la bibliografia e le referenze fotografiche.

Formato cm. 30 x 24  cartonato – pagine 292 – cartine e piante 6 – foto a colori 295 – foto in b/n 72 – prezzo di copertina in libreria 75,00 euro.