Piccolo Teatro Studio Melato: “Alice nel paese delle meraviglie”

ALICE_DeMariadeLucaMarinsaltaMasiarPasquali-
Alice. Foto ©Masiar Pasquali

Scatola Magica, dal 13 al 25 marzo, Stefano de Luca e la sua Alice, curiosa e decisa

La Scatola Magica del Teatro Strehler si trasforma, grazie alla visione di Stefano de Luca, nel paese delle meraviglie in cui, insieme con i piccoli spettatori, si troverà improvvisamente proiettata Alice.

E insieme agli spettatori, a volte proprio grazie al loro aiuto e consiglio, Alice affronterà le avventure, gli incontri e i paradossi di un mondo in cui non valgono le leggi della fisica, si può cadere all’infinito restando fermi allo stesso tempo, si possono assaggiare pozioni e funghi magici che provocano curiose trasformazioni, si possono scoprire giochi di parole e mettere in dubbio tutte le regole predefinite.

Alice vivrà dunque insieme al pubblico un incredibile sogno teatrale, giocoso ed emozionante, pieno di immagini sorprendenti in continua trasformazione. Lucia Marinsalta sarà una Alice curiosa e molto decisa mentre Lorenzo Demaria narrerà la storia nei panni del Bianconiglio e, in rapide trasformazioni, darà voce anche agli altri protagonisti: il Blubruco, il Cappellaio, il Gattomatto.

Lo spazio scenico di Linda Riccardi metterà i bambini al centro della storia, avvolti dagli sfondi coloratissimi e dalle shilouettes di Ester Castelnuovo che moltiplicheranno luoghi e personaggi, sommandosi e confondendosi con le figure e con le ombre degli attori, dando vita a quella feconda confusione tra realtà e fantasia, sonno e veglia, infanzia e mondo degli adulti che costituisce il nucleo pulsante della storia.

Una losca congiura ovvero Barbariccia contro Bonaventura – Teatro Arsenale

MARCO PEPE
MARCO PEPE

Una losca congiura
ovvero Barbariccia contro Bonaventura
di Sergio Tofano
28, 29, 30 dicembre e dal 2 al 5 gennaio ore 18.00
31 dicembre e 6 gennaio, ore 16.30

A un secolo dalla sua nascita, torna in scena il celebre personaggio di Sergio Tofano, animando, da protagonista, la commedia “Una losca congiura, ovvero Barbariccia contro Bonaventura”.
Sul palcoscenico si incrociano gli attori e l’elettronica digitale, creando un’inedita scatola magica multimediale fatta di testo, immagini e musica.

Il Signor Bonaventura appare sulle pagine del Corriere dei Piccoli il 28 ottobre del 1917, raggiungendo una vastissima popolarità. Nasce dalla penna di uno dei più grandi attori italiani, Sergio Tofano, in arte Sto, anche scrittore, disegnatore, caricaturista, creatore di immagini per la moda e la pubblicità.

Sto si impone per la sua versatilità culturale, ma soprattutto per l’ironia e il carattere umano che lo caratterizzano: Bonaventura, dinamico più per forza di eventi che per forza propria, è un uomo che riflette la garbata filosofia del suo creatore, mentre rimbalza di avventura in avventura in un racconto tutto a rime.

Alternando avventure e sventure, il personaggio di Tofano trova sempre una via d’uscita: catastrofi, furti, prigioni, non hanno niente di definitivo, alla fine c’è il famoso milione – così come nei giorni di burrasca, dopo il temporale, arriva il sole.
Utilizzando i suoi versi accurati, disseminati con discrezione di qualche parola inconsueta e di qualche rima acrobatica, la compagnia del Teatro Alkaest si reimmerge nell’immaginario di quell’ometto dal cappello rosso e dai pantaloni bianchi, per farne uno spettacolo contemporaneo per bambini e adulti.

L’impianto scenografico di Oliviero Fiorenzi, tutto vivacemente disegnato in un rigoroso stile infantile, accoglie anche la proiezione di cartoni animati o di figure in carne e ossa -che somigliano a loro volta a cartoni animati – mentre un allegro gioco cromatico caratterizza i costumi (ideati e realizzati da Giovanni Motta) e gli oggetti di scena.

Biglietteria
Intero euro 15
Bambini euro 8
Adulti accompagnatori e Under 26 euro 10
Riduzione euro 10 (gruppi e scuole di teatro)

Per info e prenotazioni
02/8321999 – teatro@teatroarsenale.it

“Alla caccia del Teatro – Benvenuti al Piccolo”

CacciaTesoro_ScatolaMagica_PhNormanRinaldi
ScatolaMagica_PhNormanRinaldi

Dal 9 gennaio all’ 11 febbraio al Teatro Strehler

Torna ‘Alla caccia del Teatro’
Benvenuti al Piccolo 2018

Una produzione del Piccolo Teatro di Milano per i più giovani
in una nuova edizione, a cura di Davide Gasparro

Due esploratori, interpretati da Marica Mastromarino e Claudio Pellerito, arrivati da chissà dove, sono alle prese con un mistero da risolvere e un ricco tesoro da scoprire. I giovani spettatori di Alla caccia del Teatro – Benvenuti al Piccolo scoprono i vari spazi del Teatro Strehler attraverso una caccia al tesoro, tra indizi, prove da superare e nuove cose da imparare.

Qual è il tesoro più prezioso che si può trovare all’interno di un teatro? Un copione, un costume, un oggetto di scena o un intero spettacolo? E se il tesoro non ci fosse? O meglio, se il tesoro non fosse visibile? Forse il tesoro più grande che si può trovare al Piccolo è l’elemento che tiene insieme tutto: la scelta di fare teatro in un modo tutto speciale, con attenzione e amore per ogni dettaglio, facendo Arte, senza dimenticare il pubblico.

Piccolo Teatro Strehler/Scatola Magica (Largo Greppi – M2 Lanza)
dal 9 gennaio all’ 11 febbraio 2018
Alla caccia del Teatro – Benvenuti al Piccolo
a cura di Davide Gasparro
con Marica Mastromarino e Claudio Pellerito
produzione Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa

Orari: dal martedì al venerdì, ore 9.45 e 11.15;
sabato, ore 15 e 16.30;
domenica, ore 11;
lunedì riposo.

Durata: 60 minuti

Prezzi: pubblico organizzato da Ufficio Promozione Pubblico
Informazioni e prenotazioni 0242411889 – www.piccoloteatro.org
News, trailer, interviste ai protagonisti su www.piccoloteatro.tv

“Alla caccia del Teatro – Benvenuti al Piccolo”

CacciaTesoro_costumi PhNormanRinaldi
CacciaTesoro_costumi_PhNormanRinaldi

Due esploratori, interpretati da Marica Mastromarino e Claudio Pellerito, arrivati da chissà dove, sono alle prese con un mistero da risolvere e un ricco tesoro da scoprire. I giovani spettatori di Alla caccia del Teatro – Benvenuti al Piccolo scoprono i vari spazi del Teatro Strehler attraverso una caccia al tesoro, tra indizi, prove da superare e nuove cose da imparare.

Qual è il tesoro più prezioso che si può trovare all’interno di un teatro? Un copione, un costume, un oggetto di scena o un intero spettacolo? E se il tesoro non ci fosse? O meglio, se il tesoro non fosse visibile?

Forse il tesoro più grande che si può trovare al Piccolo è l’elemento che tiene insieme tutto: la scelta di fare teatro in un modo tutto speciale, con attenzione e amore per ogni dettaglio, facendo Arte, senza dimenticare il pubblico.

Piccolo Teatro Strehler/Scatola Magica (Largo Greppi – M2 Lanza)
dal 2 novembre 2017 all’ 11 febbraio 2018
Alla caccia del Teatro – Benvenuti al Piccolo
a cura di Davide Gasparro
con Marica Mastromarino e Claudio Pellerito
produzione Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa

“Il Piccolo. Giants in Milan”

Giants-in-Milan-
Giants-in-Milan-

Sabato 10 dicembre, alle ore 18, nella Scatola Magica del Teatro Strehler, verrà proiettato il film “IL PICCOLO. Giants in Milan” diretto da Andrea Bellati. La presentazione dell’ottavo volume del percorso tra passato e presente, ideato da Pino Farinotti, che ha questa volta al centro il Piccolo Teatro di Milano e la sua storia, è organizzato in collaborazione con l’Associazione Ethicando, presieduta da Marco Eugenio Di Giandomenico.

Claudio Abbado affermava: “La cultura è un bene primario come l’acqua; i teatri, le biblioteche, i cinema sono come tanti acquedotti.” Pino Farinotti ha deciso in questa occasione di porre al centro della sua ricerca un poderoso ‘acquedotto’ che ha fatto conoscere Milano anche in Paesi in cui non la si era mai sentita nominare. Basta pensare a uno spettacolo su tutti, l’Arlecchino servitore di due padroni, per averne la prova.

Il testo è di Goldoni, come è noto. Ma è altrettanto noto che è diventato nel corso del tempo di Strehler e Soleri nonché del Piccolo. Allo stesso modo, tante produzioni del Teatro milanese per antonomasia sono entrate nella storia della cultura teatrale. Farinotti lascia ampio spazio alle voci più diverse.

Ecco allora che Giorgio Strehler e Luca Ronconi occupano il proscenio con interventi che ci ricordano come il passato dei Grandi non sia mai alle spalle ma continui ad alimentare il presente. Accanto alle loro, le testimonianze di chi li ha conosciuti calcando le assi del palcoscenico e di chi ha goduto i frutti di quelle collaborazioni “sentendosi venire la pelle d’oca”, come ricorda Maurizio Porro.

Con la nomina a direttore di Sergio Escobar nel 1998 il Piccolo rafforza la sua identità di Teatro d’Europa. E’ lo stesso Escobar a raccontare l’evoluzione artistica-culturale e la sua lunga collaborazione con Luca Ronconi.

Farinotti non dimentica che l’Arte ha bisogno di mecenati e di organizzatori e quindi rievoca la figura del sindaco Greppi, che volle fortissimamente il Piccolo Teatro (anche contro chi già allora pensava che la cultura non sfamasse e quindi avesse un valore secondario) facendolo ricordare da chi si è seduto al suo posto, Giuliano Pisapia.

Aleggia poi su tutti la figura di quel grande manager culturale (anche se allora questo termine non era d’uso comune) che è stato Paolo Grassi, capace di grandi liti con l’amico Giorgio Strehler, accesi confronti da cui scaturivano spettacoli indimenticabili.

Farinotti ricorda due volte la canzone di Strehler/Carpi “Ma mi” che si conclude con “Mi parli no! (Io non parlo)”. È il modo giusto per riaffermare valori di coerenza e coraggio onorando un’istituzione in cui invece la parola si è fatta vita e proposta di riflessione.Al volume partecipano Stefano Massini (autore e consulente artistico del Piccolo Teatro), Giulia Lazzarini (attrice), Ornella Vanoni (attrice e cantante), Marco Eugenio Di Giandomenico (economista dell’arte),  Ferruccio De Bortoli ( giornalista) e Andrea Camilleri (scrittore).

Scatola Magica – Piccolo Teatro Strehler (Largo Greppi – M2 Lanza),sabato 10 dicembre, ore 18

IL PICCOLO. Giants in Milan /Vol. VIII

un film di Pino Farinotti, regia Andrea Bellati

in collaborazione con Associazione ETHICANDO di Milano.

Ingresso gratuito con prenotazione del posto all’indirizzocomunicazione@piccoloteatromilano.it