Mima 2018 – Prima Edizione

Marracash
Marracash

Arriva la prima edizione, in assoluto, del MIMA – Monza Italian Music Awards, il riconoscimento che celebra artisti e professionisti che hanno valorizzato con il loro contributo artistico la musica italiana nel 2017.
Una kermesse che vede sfidarsi 12 categorie per l’assegnazione della Luna Rossa, il nuovo Premio della musica italiana.

Tra le nomination di questa prima edizione ci sono:
GIANNA NANNINI, JOVANOTTI, ELISA, VASCO ROSSI, LOREDANA BERTE’,
GUE’ PEQUENO, GHALI, CALCUTTA, CRISTINA D’AVENA, THE KOLORS, RIKI, e tanti altri.

Il 20 luglio, si alterneranno sul palco dell’autodromo di Monza, in un concerto evento, i vincitori della Luna Rossa 2018. Un grande show presentato da Red Ronnie e Francesco Facchinetti, che vedrà le grandi stelle della musica riunite in un unico imperdibile appuntamento.

Oltre alle 12 categorie in gara verranno assegnati tre Premi Speciali: alla Carriera, Le abbiamo cantate a tutti e Correva l’anno.
Quest’ultimo è stato da poco attribuito a MARRACASH, un riconoscimento per l’anniversario dei dieci anni dall’uscita del suo album omonimo “Marracash”, pubblicato nel 2008. L’artista è uno dei primi confermati che salirà sul palco del MIMA il 20 luglio all’autodromo di Monza.

Il pubblico potrà votare per vedere i big sul palco del MIMA fino al 20 giugno sul sito http://www.brianzarockfestival.com/mima/ per le categorie: Artista Maschile dell’anno, Artista Femminile dell’anno e Miglior Concerto 2017.

Fiat Music ancora protagonista a Sanremo

_Fiat_Music_slider
_Fiat_Music_slider

Dopo il successo dello scorso anno, Fiat Music ritorna a Casa Sanremo con protagonista Red Ronnie e il road showche ha dato la possibilità a giovani talenti musicali di far conoscere la propria musica al grande pubblico.

E ogni sera sul palco di Fiat Music si esibiranno artisti affermati e giovani promesse rendendo imperdibile l’appuntamento quotidiano che sarà trasmesso dal 7 all’11 febbraio, dalle 20 alle 21, sulla pagina ufficiale www.facebook.com/FiatMusicTour.

In ciascuna serata, dunque, si alterneranno i gruppi che hanno preso parte alla scorsa edizione dello show – tra cui la vincitrice Roberta Finocchiaro, la band “I tre terzi” e Amanda Vitale – e i migliori talenti che avranno superato le selezioni presso il Fiat Music Studio, l’originale studio musicale itinerante presente a Casa Sanremo, luogo di aggregazione per eccellenza di tutti i giornalisti, artisti e addetti ai lavori che vi confluiscono per il Festival della Canzone Italiana. Le audizioni si svolgeranno dal 6 al 10 febbraio, con orario 11-13 e 15-17 e saranno trasmesse in diretta sui canali social del progetto.

Nella lounge di CasaSanremo in perfetta sintonia con le giovani promesse della musica italiana, sarà esposta l’auto ideale per i Millenials attenti alla tecnologia e sempre connessi: la nuova 500 Mirror, che offre di serie il sistema UconnectTM 7″ HD LIVE con predisposizione al Apple Apple CarPlayTM e compatibilità Android AutoTM.

Tutto è pronto quindi per vivere le emozioni di Fiat Music, il format che è stato fin da subito un successo. Nelle due precedenti edizioni si sono registrate oltre 3.000 candidature on line, quasi 800 audizioni presso gli show room Fiat sul territorio nazionale, più di 95 esibizioni dal vivo degli artisti selezionati e dirette da Sanremo, Venezia, Torino e da Collisioni, il famoso Festival Agri-Rock di Barolo (CN).

Morgan ospite di “Barone Rosso”, dirà la sua verità

RedRonnie_Morgan2
RedRonnie_Morgan2

Lunedì 15 gennaio, a partire dalle ore 21.00, Morgan sarà ospite della trasmissione online “Barone Rosso” condotta da Red Ronnie.
Tre ore di confronto in totale libertà, durante le quali l’artista si lascerà andare senza freni.

Come spiega Red Ronnie sulla sua pagina Facebook: «L’idea è nata dopo una lunga telefonata sabato notte nella mia consueta diretta di Let’s Spend Saturday Night Together, che ha raggiunto ben 200.000 persone. Lunedì sarà una totale immersione nella follia creativa della verità, fuori da ogni logica o schema…».

Giulio Wilson proclamato vincitore di Bma

BMA_finale_01_VincitoreAssoluto_GiulioWilson_ giuria_
BMA_finale_01_VincitoreAssoluto_GiulioWilson_ giuria_

Sabato 7 ottobre, presso il Teatro “Il Celebrazioni” di BOLOGNA, si è conclusa la finale di BMA – BOLOGNA MUSICA D’AUTORE, il festival italiano per giovani cantautori, ideato e promosso da FONOPRINT, con il patrocinio di SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori, del Comune di Bologna e di Regione Emilia Romagna.
Grandi emozioni con le esibizioni di Carlo Marrale, Fio Zanotti, Carmen Alessandrello e Maurizio Solieri, insieme a Ricky Portera, che hanno omaggiato Guido Elmi con un madley dei grandi successi da lui prodotti. Ospiti speciali i due big della musica italiana: Luca Carboni e Gaetano Curreri.

Al termine della serata condotta in diretta streaming da Red Ronnie, tra i 9 finali in gara, il giovane cantautore GIULIO WILSON è stato decretato vincitore assoluto del BMA con il brano “Mia bella ciao”. L’artista toscano si è aggiudicato un contratto discografico ed editoriale con Fonoprint per la realizzazione di un EP e di un videoclip (con un valore commerciale complessivo di oltre 20.000 Euro). Giulio Wilson ha ricevuto anche il “Premio Speciale MEI”, come miglior cantautore da loro individuato fra i partecipanti al BMA.

«Bologna dimostra di essere ancora una volta punto di riferimento per i cantautori italiani – ha commentato Giulio Wilson, vincitore di BMA – Sono onorato di aver vinto in quello che ritengo uno dei concorsi più prestigiosi d’Italia. Ringrazio il mio produttore artistico Valter Sacripanti, musicisti come Tiziano Pellegrino e tutte le persone “buone” che fanno questo mestiere con passione».

Sono stati assegnati anche un “Premio della Critica per il Miglior Testo” a Irene Scarpato di San Sebastiano di Vesuvio (NA), un “Premio per la Miglior Musica” e un “Premio Radio Bruno” alla band Freschi Lazzi e Spilli di Potenza.

A giudicare gli artisti presente una giuria d’eccezione composta da illustri esperti dell’ambito musicale: Alessia Angellotti, Radio Bruno; Vittorio Corbisiero, Fonoprint; Claudio Ferrante, Presidente Artist First; Antonello Giorgi, Musicista; Marco Mangiarotti, Giornalista e Critico Musicale; Carlo Marrale, Musicista; Roberto Razzini, AD Warner Chappell; Stefano Senardi, Discografico e Consulente Artistico; Antonio Vandoni, Radio Italia; Riccardo Vitanza, Parole e Dintorni; Andrea Vittori, MA9 Promotion; Fio Zanotti, Produttore.

«Ho cercato di trasferire in questo progetto un mio sogno e una mia passione: la musica e le canzoni autorali, un percorso di emozioni che non ha eguali e che ti arricchisce sempre – ha affermato Leopoldo Cavalli imprenditore bolognese, oggi proprietario di Fonoprint – Credo inoltre che Bologna, culla di molti cantautori, sia la città ideale per scoprire e coltivare quelli che saranno gli artisti di domani. Il BMA è un’eccellente opportunità unica nel panorama italiano per tutti gli aspiranti cantautori al fine di ottenere, già dalle prime fasi, una grande visibilità fra gli addetti del settore. Per la prima edizione abbiamo l’onore di ospitare una giuria di eccellenza composta da grandi professionisti della musica. Oggi le canzoni d’autore di qualità scarseggiano, la figura del cantautore è da proteggere, salvaguardare e promuovere in tutti i modi, affinché non vada disperso il patrimonio artistico musicale italiano. Fonoprint, attraverso il BMA, vuole rimettere il cantautorato al centro dell’attenzione di Bologna e del mercato musicale».

Pace tra Emma Marrone e Red Ronnie grazie a Nicolò De Devitiis

red_ronnie_emma_
red_ronnie_emma_

Ieri sera, nella puntata de “Le Iene Show” in prima serata su Italia 1, l’inviato Nicolò De Devitiis ha ristabilito la pace tra Emma Marrone e Red Ronnie. La mission era quella di calmare le acque dopo uno scambio burrascoso sui social dove le due parti si sono attaccate a vicenda sul tema dei talent show. Ma cosa è successo?

All’inizio del servizio la Iena De Devitiis raggiunge il guru della musica Red Ronnie nel suo studio, dove confessa che secondo lui i talent non creano veri cantanti. Interrogato sul recente dibattito sui social, scaturito da un suo post in cui citava la stessa Emma, rimane convinto della sua posizione e per questo motivo la Iena gli propone di spiegarsi attraverso una lettera firmata.

Questa viene puntualmente consegnata dalla Iena alla cantante che ascolta il messaggio e afferma che c’è stato un malinteso. Emma firma a sua volta la lettera, e la pace, ribattendo che in fondo i talent “non stanno togliendo niente a nessuno, stanno solo dando una mano a dei ragazzi che hanno voglia di fare qualcosa”.

Per risalire all’inizio di questa storia dobbiamo tornare a mercoledì scorso quando Michele Monina, critico musicale del Fatto Quotidiano, ha pubblicato un articolo che puntava fortemente il dito contro i talent show e i cantanti provenienti da quel mondo televisivo. Il titolo era categorico: “I talent show sono morti: dal concerto annullato di Elodie alle non pervenute Gaia, Eva e Roshelle”. Di conseguenza non è certo passato inosservato.

Il giorno dopo Red Ronnie si è espresso sui social tirando in ballo Emma Marrone ed Elodie Di Patrizi (entrambe uscite da Amici) affermando di provare “tristezza per tanti ragazzi ingannati da un meccanismo teso solo a sfruttarli in nome dell’audience e del potere televisivo”.

Emma non ha esitato a ribattere con un lungo post in cui dichiarava di sentirsi “in dovere di difendere la mia dignità, la mia posizione ed il contesto”. Con la faccia tosta che l’ha sempre contraddistinta, punzecchiava Red Ronnie inserendolo tra “i primi a nutrirsi dei Talenti dei Talent a proprio uso e consumo e quando meglio conviene”. A questo punto il critico musicale e conduttore televisivo decideva di rispondere nuovamente con una diretta Facebook della durata di quasi due ore.