Trenord: torna Discovery Train per l’estate in Lombardia

trenord
trenord

Per l’estate in Lombardia torna Discovery Train, il programma di Trenord che propone itinerari in treno e sconti per scoprire le località turistiche della Regione: da gite in battello sui laghi a visite alle città d’arte, da una giornata in un parco divertimenti a itinerari in bici su piste ciclabili o a piedi per le vie del trekking.

Le proposte, che per l’estate 2020 si sono arricchite di nuove destinazioni, sono presentate sul sito trenord.it e sull’App Trenord; al momento dell’acquisto, i clienti potranno controllare sul motore orario dell’applicazione la disponibilità di posti sulle corse su cui intendono viaggiare, per organizzare un itinerario nel rispetto delle norme di salvaguardia della salute pubblica.

Per gli itinerari sulle linee Milano-Lecco-Tirano e Milano-Brescia-Verona si ricorda che per alcuni treni, nel fine settimana, è attiva la sperimentazione della prenotazione della corsa, al fine di consentire un monitoraggio dei flussi di viaggiatori.

Oltre che sull’e-Store e sull’App di Trenord, i biglietti Discovery Train sono acquistabili presso le biglietterie, i punti vendita autorizzati e le emettitrici automatiche Trenord.

Discovery Train per i laghi della Lombardia
Una giornata sulle “spiagge della Lombardia”, tra una gita in battello, una visita a borghi e ville storiche, escursioni naturalistiche: Discovery Train porta i clienti sulle sponde di tutti i laghi lombardi, proponendo itinerari che abbinano al viaggio in treno sconti per la navigazione e per l’ingresso in punti di interesse.

Tour Primo Bacino – Lago di Como. Nuovo itinerario dedicato al Lario che esplora i borghi vicini a Como, il tour consente di raggiungere dal capoluogo le località di Cernobbio, Blevio, Montrasio e Torno. Il biglietto speciale, acquistabile fino al 31 dicembre 2020, comprende il viaggio in treno andata e ritorno da tutta la Lombardia a Como e la libera navigazione tra le località a un costo di 17,50 euro per gli adulti e 8,70 euro per i ragazzi fino a 13 anni.

Lago di Como Tour. L’itinerario attraversa il Lario, da Como a Lecco, con una sosta nella suggestiva Bellagio. Il biglietto speciale, acquistabile fino al 4 ottobre 2020, comprende il viaggio in treno andata e ritorno da tutta la Lombardia a Como o Lecco e la navigazione per gli itinerari Como-Bellagio-Lecco o Lecco-Bellagio-Como al costo di 19,70 euro per gli adulti e 10 euro per i ragazzi fino ai 13 anni.

Tesori del Lago di Como. Un tour che percorre tutto il lago, toccando i borghi più belli e i punti più suggestivi sulle sue sponde: il biglietto speciale, acquistabile fino al 4 ottobre 2020, comprende il viaggio in treno andata e ritorno da tutta la Lombardia fino a Varenna e da lì la libera navigazione tra Menaggio, Bellagio, Cadenabbia, Tremezzo/Villa Carlotta e Lenno al costo di 25 euro per gli adulti, 14 per i ragazzi fino ai 13 anni e 50 euro per le famiglie (2 adulti + 2 ragazzi fino ai 13 anni). Il biglietto offre sconti per la visita a Villa Carlotta.

Perle del Lago di Lugano – Porto Ceresio. L’itinerario che comprende il viaggio in treno andata e ritorno da tutta la Lombardia a Porto Ceresio e da lì la navigazione fino a Morcote o Melide, invita a scoprire i paesaggi del lago di Lugano. Il biglietto è utilizzabile solo nei giorni feriali ed è acquistabile fino al 16 novembre 2020 al costo di 19,50 euro. Il titolo di viaggio consente di usufruire di sconti dedicati sul Lunch Tour e per l’ingresso al parco Scherrer.

Lago Maggiore Tour. Raggiungere le sponde del lago Maggiore per scoprire perle nascoste come l’eremo di Santa Caterina del Sasso o Villa Taranto e visitare l’Isola Bella e l’Isola dei Pescatori: queste le opzioni offerte dal biglietto speciale, acquistabile fino all’11 ottobre 2020, che comprende il viaggio in treno andata e ritorno da tutta la Lombardia a Laveno o Arona e la navigazione tra le due località. Il biglietto, che ha un costo di 25,40 euro per gli adulti e di 14,30 euro per i ragazzi fino ai 13 anni, dà inoltre la possibilità di usufruire di uno sconto di 4,50 euro per l’ingresso a Villa Taranto.

Monte Isola – Lago d’Iseo. L’itinerario propone la visita ai borghi che si affacciano sul lago e a Monte Isola, l’isola lacustre più grande d’Italia, che ammalia i turisti per il suo fascino senza tempo e per tesori artistici e storici quali la medievale Rocca Martinengo e il Santuario della Madonna di Ceriola. Il biglietto speciale, acquistabile fino al 31 dicembre 2020, comprende il viaggio in treno andata e ritorno da tutta la Lombardia a Sulzano, Sale Marasino o Iseo (raggiungibile in treno fino al 31 agosto 2020 per un’ordinanza di Regione Lombardia) al costo di 15 euro.

Lago di Garda Tour. Un itinerario che permette di godere dei paesaggi suggestivi e dei borghi che si affacciano sulle sponde del lago più grande d’Italia: dagli scorci di Peschiera, all’antico porto di Desenzano, passando per i complessi archeologici romani di Sirmione e il parco termale di Lazise. Il biglietto, acquistabile fino al 4 ottobre 2020, comprende il viaggio andata e ritorno da tutta la Lombardia fino a Desenzano o Peschiera del Garda e la libera navigazione sul basso Garda a un costo di 25,40 euro per gli adulti e 18,90 euro per i ragazzi fino ai 13 anni.

Discovery Train per il divertimento
Una giornata a Gardaland Park, senza problemi di traffico o di parcheggio: il biglietto speciale Trenord comprende il viaggio in treno andata e ritorno da tutta la Lombardia a Peschiera del Garda e l’ingresso giornaliero al parco divertimenti a soli 44 euro. Dalla stazione Gardaland Park è disponibile una navetta gratuita. Il biglietto speciale è acquistabile fino al 1 novembre 2020.

Discovery Train alla scoperta di montagne e parchi
Trenord offre due nuovi modi per scoprire la Lombardia legando il treno alla bicicletta o a suggestive passeggiate. La nostra regione è ricca di piste ciclabili e di percorsi di trekking, con tanti itinerari e paesaggi sempre diversi, per tutti i gusti e per tutti i livelli di allenamento.

Con Train&Bike, il biglietto ferroviario di Trenord consente di usufruire di sconti per il noleggio biciclette e per visite guidate “su due ruote”. Grazie a convenzioni con punti noleggio biciclette locali, Trenord porta i viaggiatori a Mantova e nel parco del Mincio, in Valtellina e Valmalenco e sui laghi di Iseo e di Garda.

Con Train&Trek Trenord propone sconti sul biglietto ferroviario per le tratte lungo le storiche Via Francisca e Via Francigena e un biglietto speciale (Lecco Open Rail) che consente il viaggio in treno di andata e ritorno da tutta la Lombardia a Lecco e la libera circolazione tra Lecco e Colico e garantisce sconti per la visita siti di interesse naturalistico e storico-artistico.

Discovery Train per le città d’arte
In treno alla scoperta dei tesori d’arte, storia e cultura delle principali città della Lombardia, per riscoprire la bellezza di centri storici ricchi di tradizione e vitalità. Il biglietto ferroviario consente di usufruire di tariffe agevolate anche sull’ingresso a numerose mostre, musei e monumenti.

In più, per gli abbonati Trenord è possibile acquistare, a un prezzo speciale, l’Abbonamento Musei Lombardia, che permette di visitare oltre 100 musei in tutta la Regione.

COVID-19 E LA CRISI DEL SETTORE MUSICALE

covid-19_10propostepersalvarelamusicainitalia_
covid-19_10propostepersalvarelamusicainitalia_

Le principali associazioni che rappresentano l’intera filiera imprenditoriale della musica, dal live alle case discografiche, e gli editori musicali, hanno trasmesso  al Presidente del Consiglio Conte e ai Ministri dei beni Culturali e dell’Economia, Franceschini e Gualtieri, una serie di interventi evidenziando lo stato di crisi dell’intero comparto e la necessità di misure urgenti. Un settore che, secondo i dati di Italia Creativa raccolti da EY, vale quasi cinque miliardi di euro, occupando oltre 169 mila persone.

Le associazioni firmatarie, AFI, Anem, Assomusica, FEM, FIMI e PMI hanno descritto una situazione drammatica che potrebbe protrarsi per lunghi mesi, soprattutto con riferimento al blocco degli eventi.

Con il decreto del 4 marzo 2020 il Governo ha sospeso le manifestazioni, gli eventi e gli spettacoli di qualsiasi natura. In seguito sono state chiuse, prima a livello locale poi a livello nazionale, tutte le attività commerciali inclusi ovviamente anche gli esercizi attivi nel commercio di musica registrata.

L’impatto di tali interventi è subito emerso nella sua magnitudine. Secondo le stime di Assomusica, a fine stagione estiva ammonteranno a circa 350 milioni di euro le perdite per il solo settore del live. A questo danno vanno aggiunte poi anche le perdite legate all’indotto, che l’Associazione stima in circa 600 milioni di euro.

A livello di economia del lavoro, solo per gli eventi di musica popolare contemporanea lavorano circa 60 mila persone: famiglie e imprese che necessitano di uno sforzo e un supporto finanziario straordinario e duraturo da parte delle Istituzioni.

A questo si sono ben presto aggiunti i danni relativi al mancato versamento dei diritti d’autore e connessi, in relazione alla mancata attività dal vivo e alla chiusura degli esercizi commerciali, discoteche, palestre ed altri luoghi di aggregazione.

Il potenziale danno, per gli autori e per gli editori musicali, è stimato da Siae in termini di mancati incassi per diritto d’autore, per il 2020, a causa del lockdown e delle sue conseguenze in circa 200 milioni di euro, una cifra destinata a crescere esponenzialmente in base alla durata dell’emergenza sanitaria e in base alle tempistiche di graduale riapertura delle diverse attività.

Le vendite di prodotto fisico (CD e vinili) sono crollate di oltre il 70% tra marzo e aprile (dati FIMI) e anche il digitale, a causa della contrazione di novità in uscita (per l’impossibilità di presentare novità e per la chiusura delle sale di registrazione) non è in grado di compensare il declino generale.

Si prevede un durissimo contraccolpo con oltre 100 milioni di mancati ricavi solo nel 2020. Drammatici anche gli effetti sul lavoro. Il fermo delle attività ha prodotto in poche settimane effetti catastrofici sull’occupazione del settore con centinaia di migliaia di musicisti, tecnici, ecc. di fatto senza attività e con prospettive potenzialmente tragiche dal punto di vista economico.

Air Italy: tutela dei lavoratori e continuità dei voli

air italy
air italy

Nel corso dell’incontro di oggi 12 febbraio, convocato dalla ministra Paola De Micheli con i liquidatori della società, Enrico Laghi e Franco Maurizio Lagro, la sottosegretaria allo Sviluppo Economico, Alessandra Todde e il presidente di Enac, Nicola Zaccheo, il Governo ha ribadito ai commissari della compagnia Air Italy la sua forte irritazione per le modalità di gestione della vicenda e il mancato coinvolgimento delle istituzioni.

Oggi ai rappresentanti dell’azienda è stata avanzata la richiesta di esplorare percorsi alternativi alla liquidazione in bonis in grado di garantire le maggiori tutele possibili ai lavoratori, oltre alla continuità dei voli.

Sono state formulate proposte volte a evitare ulteriori difficoltà ai passeggeri e in particolar modo al traffico aereo sulla Sardegna, considerate anche le vigenti garanzie di continuità territoriale.

Obiettivo prioritario del Governo, ribadito oggi, è la tutela dell’occupazione, motivo per cui la prossima settimana è stato fissato un nuovo incontro con i liquidatori, i sindacati e i rappresentanti delle due Regioni coinvolte, Sardegna e Lombardia, per un ulteriore approfondimento delle proposte oggi avanzate.

I commissari dal canto loro hanno confermato l’intenzione dei soci di Air Italy di rispettare gli impegni assunti con tutti i fornitori.
Al termine dell’incontro la ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli ha confermato l’intenzione, più volte manifestata, di avviare nel mese di febbraio, in collaborazione con Enac, la definizione di un nuovo Piano Aeroporti nonché di procedere alla revisione delle regole del trasporto aereo, anche alla luce dell’evidente contraddizione tra la crescita del mercato e le difficoltà delle aziende del settore.

Arpa Lombardia: Contest AmbientiAMOci

AmbientiAMOci
AmbientiAMOci

Sarà un videoproiettore il primo premio che le scuole primarie potranno vincere partecipando al Contest AmbientiAMOci. Il concorso, realizzato da ARPA Lombardia, in collaborazione con Fondazione Pubblicità Progresso, è rivolto a tutti gli alunni delle scuole primarie lombarde che dovranno iscriversi, per partecipare, entro il prossimo 8 ottobre. L’iscrizione dovrà essere fatta esclusivamente attraverso l’apposito modulo on line.

Obiettivo dell’iniziativa è quello di promuovere nelle nuove generazioni comportamenti e stili di vita sostenibili. Attraverso il coinvolgimento dei bambini in modo creativo e divertente, con l’aiuto degli insegnanti, gli alunni potranno scegliere una delle quattro tematiche proposte: alimentazione, aria, acqua, rifiuti e realizzare un elaborato a scelta.

Potranno essere proposte, per esempio, ricette innovative attraverso alimenti di recupero, la cosiddetta “cucina del riuso”, o creazioni ad hoc con la tecnica del riciclo ma anche disegni e cartelloni che abbiano come protagonisti le mascotte di ambientiamoci: Max la volpe e Flo la bambina.

I due personaggi, interpreti animati dei quattro numeri della collana Ambientiamoci: nutriAMO il pianeta, cambiAMO l’aria, esploriAMO l’acqua, ricicliAMO i rifiuti, realizzata da ARPA Lombardia in collaborazione con FLA – Fondazione Lombardia per l’Ambiente, Ufficio scolastico Regionale e Regione Lombardia, mostrano l’uso consapevole e sostenibile delle risorse del nostro pianeta.

A ogni libretto è associata una App gratuita, disponibile per Android e iOS, che in modo divertente permette di apprendere le conoscenze scientifiche attraverso contenuti digitali innovativi e interattivi. Un esempio è la realtà aumentata che consente, attraverso l’inquadratura di un’immagine, di far partire un’animazione interattiva ricca di dettagli e spiegazioni.

L’applicazione può essere scaricata gratuitamente dagli insegnanti e dalle famiglie. Oltre alla realtà aumentata, l’App contiene un pdf sfogliabile del libretto, un cartoon di presentazione dei contenuti, giochi interattivi, approfondimenti testuali, fotografici e un quiz finale.

La giuria del concorso è formata da alcuni rappresentanti di ARPA Lombardia, Fondazione Pubblicità Progresso e Ufficio Scolastico Regionale. I giurati avranno il compito di valutare i lavori in base a creatività e originalità, attinenza al tema e qualità dell’elaborato prodotto.

Per ulteriori informazioni, iscrizioni e regolamento:
https://www.ciriesco.it/it/contenuti/iniziative/contest-ambientiamoci
http://www.progettoambientiamoci.it/

“Vuoi scommettere?” – ultimo appuntamento

michelle_hunziker_e_aurora_ramazzotti_vuoi_scommettere
michelle_hunziker_e_aurora_ramazzotti_vuoi_scommettere

Giovedì 14 giugno, in prima serata su Canale 5, quinto e ultimo appuntamento con “Vuoi scommettere?”, il game show condotto da Michelle Hunziker, con la partecipazione dell’inviata speciale Aurora Ramazzotti.

Sette nuovi ospiti saranno accolti in studio per scommettere sulla riuscita di altrettante sfide nella gara conclusiva di questa stagione: Alvin, Bianca Atzei, Katia Follesa, Nino Formicola, Il Mago Forest, Simona Ventura e Iva Zanicchi. Vittorio Brumotti, inoltre, è protagonista di un’esibizione mozzafiato.

Tra le performance al centro di questa puntata, c’è chi scommette che riuscirà a mangiare fragole mentre fa delle trazioni su una scala a pioli orizzontale, chi, su un monopattino, cercherà di colpire al volo alcune palline da tennis in bilico su una bottiglia senza farla cadere.

E ancora, un concorrente si cimenterà con decine di smalti per riconoscere impercettibili sfumature di colore tra le centinaia di proposte. Un gruppo di atleti, evocando “Romeo e Giulietta”, scommette che realizzerà una fune fatta di carta assorbente con la quale uno di loro scalerà un balcone per portare un omaggio alla sua amata.

Gli ospiti che perdono la scommessa dovranno sottoporsi alla consueta penitenza, mentre alla miglior sfida della serata, votata tra tutte dal pubblico del Teatro 5 di Cinecittà, andranno 10.000 euro in gettoni d’oro.

Infine, Michelle Hunziker nella puntata conclusiva di questa stagione di “Vuoi Scommettere?” annuncia di aver vinto la sua scommessa. Silvio Berlusconi, Matteo Salvini, Maurizio Martina e Luigi Di Maio si sono infatti impegnati pubblicamente a sostenere in Parlamento la proposta di legge “Codice Rosso”, affinché le denunce di violenza sulle donne abbiano priorità assoluta.