Striscia la Notizia: le rivelazioni di Samantha De Grenet

DE GRENET
DE GRENET

Stasera a Striscia la notizia Samantha De Grenet, concorrente dell’Isola dei Famosi nel 2017, conferma che, come rivelato a Striscia da Giulia Calcaterra e Massimo Ceccherini  anche nella scorsa edizione del reality alcuni naufraghi avrebbero fumato le canne durante il soggiorno in albergo, prima del trasferimento sull’isola.

La De Grenet, intervistata da Valerio Staffelli, dichiara: «Ho visto droga e alcool quando eravamo reclusi dentro un albergo. La situazione ha creato moltissimi problemi non solo ad alcuni naufraghi, ma anche alle ragazze della produzione che erano lì a tutelare noi e la nostra sicurezza».

Continua poi sostenendo che alcuni concorrenti non avrebbero seguito le regole, uscendo dall’hotel nonostante fosse vietato dalla produzione del programma.

Isola Dei Famosi: Comunicato della Produzione

isola-dei-famosi
isola-dei-famosi

In merito alla puntata di ieri sera dell’«Isola dei Famosi» e alle dichiarazioni della concorrente Eva Henger, Canale 5 precisa quanto segue.

– La concorrente ha iniziato ad accusare un collega chiedendone la squalifica solo nel corso delle “nomination”.

– La conduttrice ha immediatamente chiesto alla concorrente di chiarire bene ciò che stava dicendo, pur se il tema non aveva niente a che fare con la fase di gioco in atto.

Nessuna volontà quindi da parte del programma di distogliere l’attenzione dall’accaduto ma esattamente il contrario, compatibilmente con la tutela del pubblico televisivo in una fascia oraria (le 21.55 circa) caratterizzata dalla presenza di famiglie davanti al teleschermo.

– Fino a questo momento le accuse sono semplicemente frutto del punto di vista di una persona non suffragato da alcuna concretezza.

– La produzione dell’Isola sta esaminando il materiale video disponibile per verificare i fatti. Tenendo ben presente che Canale 5 e la conduttrice Alessia Marcuzzi sono assolutamente contrari all’uso di qualsiasi sostanza illecita, vale il principio secondo cui tutti i concorrenti del programma hanno gli stessi diritti e gli stessi doveri di ogni altro individuo.

– Qualora emergessero comportamenti contrari alla sensibilità del pubblico, Canale 5, come ha sempre fatto, prenderà gli opportuni provvedimenti.

Kinky Boots – La nuova produzione Teatro Nuovo di Milano

logo kinky boots
logo kinky boots

Teatro Nuovo di Milano è orgoglioso di annunciare la nuova produzione: KINKY BOOTS, il favoloso musical che ha debuttato a Broadway nel 2013 aggiudicandosi sei premi alla 67ª edizione dei Tony Awards, tra cui miglior musical e miglior colonna sonora.

La musica e i testi sono di Cyndi Lauper e libretto è firmato da Harvey Fierstein. Il musical, nel 2015 ha debuttato a Londra ed è pronto a conquistare Milano a partire dal prossimo autunno.

Kinky Boots, vincitore di tutti i maggiori premi Best Musical, tra gli spettacoli più apprezzati di Broadway e del West End di Londra, è una favolosa celebrazione musicale dell’amicizia e della convinzione che può cambiare il mondo quando, si cambia idea, quando si riesce a vedere tutto con altri occhi.

Kinky Boots ci trascinerà dagli angusti spazi della fabbrica, alle sfilate glamour di Milano. Charlie Price eredita dal padre la fabbrica di scarpe di famiglia, ormai ridotta al lastrico. È costretto a licenziare alcuni dipendenti e, per risollevare le sorti dell’azienda, capisce che deve assolutamente diversificare la sua produzione.

Serve un’idea straordinaria che arriverà proprio assistendo allo spettacolo di Lola, una favolosa drag queen che, per esigenze sceniche, ha bisogno di nuovi stivali, forti e robusti.

La produzione italiana, diretta da Claudio Insegno, debutterà al Teatro Nuovo di Milano il prossimo autunno.

“Indictus: La Terra è di Nessuno”

INDICTUS_locandina
INDICTUS_locandina

“Indictus | La Terra è di Nessuno” è la prima web serie interattiva sul Medioevo arabo normanno alla corte di Ruggero I d’Altavilla in Sicilia, girato nei borghi dell’altopiano delle Madonie, opera prima del regista under30 Francesco Dinolfo, realizzata con il sostegno di Sicilia Film Commission nell’ambito del programma “Sensi Contemporanei” – primo bando pubblicato in Italia da una amministrazione pubblica dedicato alla produzione di web serie per under35.

La tecnologia al servizio della Storia, “Indictus” è una rielaborazione contemporanea della conquista dei Normanni della Sicilia nel 1063 che ha come protagonista Serlon, archetipo dell’uomo moderno alla ricerca della libertà: amore fraterno, dubbi amletici e tradimenti, oltre a un messaggio di integrazione tra popoli diversi e rispetto per la Terra.

L’Impressionismo arriva al Cinema con Renoir: “Oltraggio e seduzione”

Renoir cinema
Il 22 e 23 marzo la pittura e la vita di Renoir arriveranno nei cinema italiani (elenco a breve disponibile su www.nexodigital.it) con Renoir. Oltraggio e seduzione, il tour cinematografico che consentirà agli spettatori di visitare la Barnes Foundation di Philadelphia, dove è ospitata la più grande collezione al mondo di Renoir. Il dottor Albert C. Barnes (1872-1951) ammirava infatti Renoir più di qualsiasi altro artista, tanto da raccoglierne oltre 180 opere, risalenti soprattutto all’ultima fase della sua produzione. Il film offrirà così un accesso illimitato a questa straordinaria collezione, che permette di comprendere perché la figura Renoir abbia diviso l’opinione pubblica per oltre 100 anni.

Nell’inverno del 1881-1882 il pittore visitò l’Italia: Venezia, forse Firenze, Roma, Napoli, la Calabria, Capri e Palermo. Questo viaggio lasciò una traccia profonda sulla sua arte: da allora Renoir rivolse la propria attenzione a soggetti più atemporali, un’anticipazione delle ricerche che avrebbe portato avanti sino alla morte.

In quest’ultimo periodo, dominato da monumentali nudi femminili, lo stile del pittore si arricchì di riferimenti all’arte classica e l’uso del colore si fece via via più tratteggiato, come nei suoi lavori giovanili. Renoir. Oltraggio e Seduzione racconta proprio la reinvenzione artistica di Renoir, esplorandone le profonde implicazioni per due grandi artisti del 20° secolo: Picasso e Matisse.

Renoir visse sempre all’insegna della semplicità. Fu un artista alla perenne ricerca di rinnovamento, un impressionista capace di sconvolgere le regole della rappresentazione, pur rimanendo un estimatore del classico e della tradizione. Era Renoir un artista decadente?

O aveva ragione Matisse quando spiegava che i suoi voluttuosi ritratti femminili sono “i nudi più belli mai dipinti”? Gli spettatori potranno decidere in autonomia, guidati dai principali critici d’arte del New York Times e del Washington Post, da studiosi di fama internazionale e da diversi artisti.

Renoir. Oltraggio e seduzione è diretto da Phil Grabsky ed è distribuito in Italia da Nexo Digital in collaborazione con MYmovies.it.