Milano 2030: collaborazione Comune – cittadini su temi di urbanistica

Il Pgt Milano 2030
Il Pgt Milano 2030

Online l’avviso pubblico per la composizione di Gruppi di Lavoro. Maran: “Le indicazioni ci aiuteranno a definire le linee guida per bandi e concorsi per lo sviluppo della città”.
La rigenerazione di Piazzale Loreto e del sistema Corso Venezia–via Padova–viale Monza, lo sviluppo di aree destinate a nuova Edilizia Residenziale Sociale, il ripensamento degli ambiti relativi ai nodi di interscambio come la Bovisa: sono alcuni dei principali obiettivi di Milano 2030 contenuti nel Piano di Governo del Territorio.
Per definire le linee guida dei bandi e dei concorsi, tra cui la nuova edizione del bando internazionale promosso da C40 Reinventing Cities, che il Comune indirà per la progettazione dei masterplan delle nuove aree, è aperto un avviso pubblico rivolto ad accademici ed esperti con specifica conoscenza della realtà locale milanese, cittadini singoli o riuniti in associazioni e comitati che potranno portare contributi e suggerimenti attraverso appositi Gruppi di lavoro.
“La città ha già dato un grande contributo alla definizione di Milano 2030 attraverso le osservazioni al PGT – dichiara l’assessore all’Urbanistica Pierfrancesco Maran – “Ora entriamo nella fase operativa e le indicazioni del territorio e di esperti nelle varie tematiche saranno fondamentali per aiutarci a definire le basi dei concorsi di progettazione che porteranno a ridisegnare aree strategiche della città. L’asse Loreto è uno dei temi su cui vogliamo partire prima”.
La manifestazione di interesse dovrà pervenire all’Amministrazione entro le ore 16 del 22 novembre tramite posta elettronica alla casella PEC PianificazioneUrbanistica@postacert.comune.milano.it

Urbanistica. PGT, approvata la proposta di delibera di Consiglio Comunale, al via mercoledì la discussione in aula

PGT per Milano più sostenibile
PGT per Milano più sostenibile

La discussione sul Piano di Governo del Territorio è pronta a entrare nella sua fase finale. Dopo la presa d’atto del parere dei nove Municipi, la Giunta ha approvato oggi la proposta di delibera di Consiglio Comunale relativa all’approvazione definitiva del nuovo Piano di Governo del Territorio, comprendente il Documento di Piano, della variante del Piano dei Servizi, comprensivo del Piano per le Attrezzature Religiose, e della variante del Piano delle Regole, costituenti il Piano di Governo del Territorio. La trattazione in aula partirà mercoledì 3 ottobre.
“Attraverso le osservazioni di cittadini e associazioni – dichiara l’assessore all’Urbanistica Pierfrancesco Maran – abbiamo incrementato il verde, soprattutto in Piazza d’Armi dove il parco passerà da un’estensione di 212.000 mq a 297.000 mq, pari al 70% dell’area, e introdotto nuovi standard energetici che incentivino la realizzazione di tetti e pareti verdi. Ora la discussione passa al Consiglio Comunale, che potrà dare un ulteriore importante contributo verso una Milano 2030 più sostenibile, con più case in affitto per i giovani e qualità dello spazio pubblico”.

Milano: riapre area verde di Via Chiarelli

chiarelli
chiarelli

Ha un lieto fine la lunga storia dell’area verde di 10mila mq di via Chiarelli, zona Gallaratese. Da oggi, dopo 28 anni, è di nuovo aperta alla fruizione pubblica, pronta per essere riqualificata e resa più bella.

La vicenda risale alla metà degli anni ‘80, quando l’area, di proprietà privata, fu resa edificabile con destinazione terziario. Da quel momento cominciò la battaglia dei cittadini per evitarne la cementificazione.

Una battaglia durata fino all’approvazione del PGT del 2010 e al suo aggiornamento nel 2012, che ridussero drasticamente le volumetrie previste traslandole in un’area già edificata vicino alla metropolitana di Lampugnano.

Parallelamente i diritti volumetrici furono rilevati da Visconti Immobiliare, che, alla luce dell’attaccamento del quartiere all’area verde, si è resa disponibile, attraverso lo strumento urbanistico di pianificazione, a formalizzarne la cessione al Comune.

“Ringraziamo Visconti Immobiliare per averci consentito di restituire quest’area alla fruizione dei cittadini e per i successivi interventi di manutenzione che effettuerà – dichiara l’assessore all’Urbanistica, verde e agricoltura Pierfrancesco Maran – . Questa battaglia decennale dimostra come il verde sia sempre più percepito come un elemento fondamentale per la qualità della vita nei quartieri. È un risultato ottenuto principalmente grazie alla determinazione del consiglio di Municipio”.

Dopo la rimozione delle cesate di lamiera, sarà avviata un’attività di pulizia dell’area, potatura degli alberi, sistemazione dell’erba e saranno posate alcune panchine. L’obiettivo, una volta che l’area diventerà formalmente del Comune, di procedere con una progettazione partecipata per rendere il parco che completa la spina verde del Gallaratese ancora più bello e vivibile.

“Una bellissima giornata per il Municipio 8 e la città di Milano – commenta Simone Zambelli, Presidente del Municipio 8 -. Viene restituita ai cittadini una bellissima area verde di grande valore, si conclude una lunga battaglia a difesa dell’ambiente e dei beni comuni”.

“Sono diventato anziano seguendo questa vicenda – aggiunge Federico Fedrighini, Assessore al Verde del Municipio 8 – e sono molto contento perché dimostra un attaccamento straordinario degli abitanti al territorio e come dal basso possono nascere risultati importanti per tutta la città”.