Idroscalo: Albero di Natale simbolico contro la pandemia

Albero Natale
Albero Natale

Il prossimo sabato 12 dicembre, alle ore 16.45, presso il Piazzale di Porta Maggiore del Parco Idroscalo, la Città metropolitana di Milano e la Protezione Civile accenderanno le luci di un simbolico albero di Natale realizzato con i mezzi della Protezione Civile a formare l’albero, e un gruppo di volontari che lo illumineranno reggendo delle torce . Saranno presenti la vicesindaca metropolitana Arianna Censi, una rappresentanza delle organizzazioni di volontariato territoriali e una dei concessionari del Parco Idroscalo.

Questo segno natalizio si inserisce nell’articolato progetto Ci siAMO che Città metropolitana di Milano, con il Coordinamento dei volontari della Protezione Civile, ha elaborato per affrontare il protrarsi dell’emergenza sanitaria, con tutte le sue implicazioni economiche e sociali. Rispetto alla prima esperienza primaverile, dai territori sorgono nuove domande a cui si vogliono dare risposte concrete e immediate, trasformando un’azione emergenziale in un intervento inclusivo e virtuoso. Si va dalla collaborazione istituzionale per la distribuzione di DPI, kit per i medici e derrate alimentari, al sostegno per bambini e ragazzi, al servizio di ascolto per cittadini e volontari, restando aperti e flessibili a nuove sollecitazioni e richieste.

Idroscalo: chiusura per 15 giorni

Idroscalo
Idroscalo

Nello spirito delle nuove misure anti-contagio previste dalle ultime disposizioni nazionali e regionali, a partire da  venerdì 6 novembre e per i prossimi quindici giorni, il Parco Idroscalo resterà chiuso al pubblico per limitare al massimo gli spostamenti delle persone. Nel frattempo verrà intensificata l’attività di manutenzione già in corso per restituire ai cittadini, alla riapertura, un Parco ancora più bello e più fruibile.

Sarà comunque garantito l’accesso:
– al Centro Ricerche del Gruppo CAP situato in Riviera Est, in quanto servizio pubblico essenziale;
– al personale volontario di Protezione Civile delle organizzazioni appartenenti al CCV-MI e ai servizi di reperibilità ed emergenza;
– ai concessionari limitatamente alla tutela e alla manutenzione del luogo in cui svolgono la propria attività, o per lo svolgimento di attività non soggette a sospensione;
– all’associazione Giacche Verdi onlus per l’accudimento degli animali presenti nel maneggio;
– alle imprese di manutenzione e ai professionisti (progettisti, direttori lavori, responsabili della sicurezza).

Idroscalo: riapre il BlueLab

Idroscalo
Parco Idroscalo

Finalmente il parco Idroscalo ha riaperto, permettendo a famiglie, ragazzi e sportivi di trascorrere le giornate estive immersi nella natura; e ripartono anche i fine settimana delBlueLab,lo spazio di Gruppo CAPdedicato ai laboratori gratuiti per bambini, che dopo il successo dello scorso anno torna, per offrire ai più piccini una serie di attività creative ed educative da svolgersi alla scoperta… delmagico mondo dell’acqua.

La riapertura è prevista persabato 20 giugno, in tutta sicurezza e nel rispetto delle norme sul distanziamento sociale. Il sabato e la domenica, la cooperativa Sociale Alboran propone un calendario ricco di appuntamenti interamente dedicati all’educazione ambientale, senza dimenticare l’intrattenimento: dalle 15:00 alle 18:00, bambini e ragazzi potranno scoprire il proprio talento di piccoli costruttori, artisti, ingegneri e creativie divertirsi in compagnia. I turni saranno due – uno alle 15 e uno alle 16.30 – della durata di circa un’ora.

Il programma del mese, che vedrà i partecipanti affrontare tematiche diverse ogni weekend, comprende 4 date e ben 8 appuntamenti:
• Il 20 e 21 giugno ci si dedicherà agli animali con Galleggiando sul lago: il laboratorio prevede lo studio delle diverse specie di fauna acquatica dei laghi. I ragazzi potranno scoprire da vicino anche chi abita le acque dell’Idroscalo.
• Il 27 e 28 giugnosaranno appuntamenti dedicati al laboratorioDa qui non si passa, alla scoperta di dighe e levate, per capire come la forza dell’acqua possa generare energia elettrica.

BlueLab è uno spazio interattivo dedicato a bambini e ragazzi dai 4 agli 11 anni, con l’obiettivo di educarli al corretto utilizzo dell’acqua e al rispetto dell’ambiente. Le attività spaziano dai laboratori artistici a quelli dedicati alla scoperta della distribuzione dell’acqua, dall’osservazione degli animali a quelli per scoprire il funzionamento dell’energia elettrica. Una grande opportunità, quella offerta da Gruppo CAP alle famiglie del Milanese, di far vivere ai più piccoli un’esperienza didattica creata su misura per loro in uno dei primi laboratori della città aperti ai ragazzi.

Gestito dalla Cooperativa Sociale Alboran, che da vent’anni si occupa di educazione ambientale, lo spazio si pone l’obiettivo di far conoscere ai più piccoli l’importanza dell’acqua e dell’ambiente attraverso letture teatralizzate, narrazioni animate, percorsi di esplorazione e approccio sensoriale.

La sua posizione, immersa nel verde del grande parco Idroscalo, lo rende il luogo perfetto per trascorrere i pomeriggi estivi:i bambini e le loro famiglie potranno sostare in tutta sicurezza nelle aree verdi, rispettando il distanziamento sociale e godendosi gli spazi aperti e gli intrattenimenti del parco, che con i suoi 1,6 milioni di metri quadrati è una vera e propria oasi di benessere ricca di aree giochi, spazi per lo sport, arte e natura.

IlBlueLab si trova in via Circonvallazione Idroscalo – Riva Ovest – Segrate (MI). Per partecipare ai laboratori è obbligatoria l’iscrizione, da effettuarsi entro il giovedì precedente scrivendo a bluelab@alboran-coop.it,specificando nome ed età dei partecipanti e lasciando un recapito telefonico.

“Valori in Campo”: secondo anno, 3a edizione

Idroscalo_Mini Rugby 8
Idroscalo_Mini Rugby 

Gruppo CAP, gestore del servizio idrico integrato della Città metropolitana di Milano, dà il via al secondo anno della terza edizione del progetto biennaleValori in Campo. L’attività ha assegnato 150mila euro a 22 tra società e associazioni sportive  protagoniste del territorio milanese per promuovere la cultura dell’attenzione all’ambienteei principi e gli obiettivi di sviluppo sostenibile (Sustainable Development Goals) dell’Agenda 2030, con particolare attenzione al diritto di accesso all’acqua per tuttie alla gestione della risorsa secondo un modello sostenibile.

“Lo scorso anno abbiamo scelto diampliare la portata di Valori in Campo aumentando il numero di società sportive coinvolte, commenta Alessandro Russo, presidente e amministratore delegato di Gruppo CAP,così da offrire a tutto il territorio della Città metropolitana di Milano nuove opportunità di crescita nel segno dello sport e dell’inclusione.Una sfida vincente che ha permesso di puntare sui giovani, sull’attenzione all’ambiente e sulla forza dei valori educativi che lo sport riesce a trasmettere,costituendo una potente spinta verso una società di cittadini consapevoli e attenti a ciò che li circonda”.

Oggi Valori in Campo coinvolge ben 22 società e associazioni sportive tra basket, calcio, rugby, pallavolo, atletica, subacquea, kayak, danza moderna, corsa podistica, per altrettanti progetti da sviluppare. Un progetto biennale con più di 4.000 atleti coinvolti, dall’infanzia fino alla maggiore età,880 incontri nelle scuole delterritorio per diffondere una cultura sportiva responsabile,55 Borse per lo Sport e un programma di attività educational sul tema dell’acqua. Si aggiungono 4 progetti destinati ai ragazzi diversamente abili e30 eventi previsti al Parco Idroscalo, oltre a un calendario fitto di manifestazioni sportive, tornei, camp e feste nei 22 comuni interessati.

“Sono questi i numeri che ci permetteranno, anche quest’anno, di giocare la sfida della sostenibilità ambientale e della responsabilità sociale, continua Alessandro Russo. Per il 2019/2020 abbiamo rafforzato l’attenzione all’ambiente, distribuendoa tutti i giovani atleti delle società sportiveborracce in alluminiocosì da diminuire l’uso della platicausa e getta.Un’azione che sottolinea l’obiettivo ambizioso che Gruppo CAP intende raggiungere conil Piano di Sostenibilità volto a promuovere la cultura dell’ambiente tra i più giovani anticipando i cambiamenti climatici, culturali e sociali della Città metropolitana di Milano.”

Rispetto, passione, fiducia, comunità, partecipazione, coraggio e vicinanzasono le parole chiave della “Carta dei Valori” che CAP ha redatto per condividere con le squadre i valori di gioco, condivisione, cura dell’ambiente, rispetto delle risorse che sono gli stessi“valori in campo” che ispirano quotidianamente le attività dell’azienda nel suo rapporto con il territorio e con le comunità che lo abitano.

Le società sportive scelte già un anno fa da Gruppo CAP durante il bando di gara, hanno mostrato di avere progetti utili per dare risalto allo sport di squadrae per promuovere l’inclusione e l’accesso all’attività sportiva intesacome diritto di tutti i giovani, con particolare attenzione a bambini e ragazzi economicamente svantaggiati, malati, disabili. In questo senso, sono stati numerosi i progetti mirati all’integrazione e alla lotta alle discriminazioni, con molteplici gli incontri formativi organizzati per sostenere una sana e corretta alimentazione el’uso responsabile delle risorse naturali.

Un progetto che coinvolge non solo le società sportive, ma anche le scuole: il programma prevede infatti una serie di azioni di responsabilità sociale, tra cui progetti scolastici che mirano a diffondere la cultura sportiva nelle scuole del territorio, camp estivi e iniziative a favore di ragazzi diversamenteabili.