David Anzalone nel Teatro del Carcere di Opera

anzalone
anzalone

Opera Liquida, che incontra ogni giorno gli uomini reclusi nel carcere di Opera, con i quali lavora anche presso lo spazio in Idroscalo e agisce, attraverso la prassi teatrale, in assenza di giudizio, vuole con questo Festival affermare un manifesto che ha a che fare con il profondo valore dell’essere umano, anche se ristretto o in fase di reinserimento.

“Continuare a condividere un evento culturale con la popolazione reclusa ha il sapore di un atto di inclusione volto a modificare il sentire della comunità” (Ivana Trettel, direttore artistico Opera Liquida).

Giovedì 19 ottobre 2017 – ore 21
Teatro Stabile in Opera – Casa di Reclusione
Via Camporgnago 40 – Milano

DAVID ANZALONE in
TARGATO H – contro-mono-logo
testo di David Anzalone e Alessandro Castriota – regia e musiche Alessandro Castriota

TARGATO H è uno spettacolo comico in cui si tratta il tema dell’handicap. Il filo conduttore è il costante ribaltamento in chiave ironica delle concezioni comuni che si hanno nei confronti dell’handicap e dell’handicappato. Contro-mono-logo quindi, ovvero il rifiuto di ogni strumento di omologazione e di qualsiasi pretesa di “targare” il diverso.

All’interno del monologo teatrale, oltre al tema centrale, si può trovare molto altro: nascita, amore, ricerca delle proprie origini, affermazione della propria dignità. Targato H contro-mono-logo è la rappresentazione della consapevolezza di chi guarda in faccia alla realtà, la chiama con il proprio nome e per questo ne esce vincente, contro quella cultura caritatevole che genera il pregiudizio. Dalla narrazione del quotidiano, rielaborato in chiave comica, scaturisce la risata che demolisce la classificazione castrante tra normalità e anormalità e fa riflettere sulle iniquità che albergano nella vita di tutti i giorni.

Lo spettacolo è per pubblico misto di detenuti e civili. Possono entrare anche i minori, se accompagnati.

3 dicembre – Teatro Carcere Opera

Compagnia Opera Liquida 2
Giovedì 3 dicembre 2015 – ore 21
Teatro Stabile in Opera, Via Camporgnago 40, Milano

14 attori,  detenuti ed ex detenuti della compagnia  Opera Liquida, saranno sul palco del teatro del carcere di Opera, per la prima volta in un progetto artistico congiunto, in occasione dell’ultimo appuntamento di questa edizione del Festival, per presentare il loro ultimo spettacolo.

Per i controlli di polizia, il pubblico esterno deve prenotare entro il 30 novembre, inviando il modulo scaricabile dal sito operaliquida.org.

NON PIU’ I LUOGHI DELL’ALTRO
Compagnia Opera Liquida con detenuti ed ex detenuti della I Casa di Reclusione Milano Opera
Montaggio drammaturgico e regia Ivana Trettel
Con Carlo Bussetti, Omar Calcano, Alfonso Carlino, Marian Cristescu, Davide De Lucci, Flavio Grugnetti,
Orazio Guagliardo, Vittorio Mantovani, Davide Mesfun, Kevin Mideros, Gentian Ndoya,
Mario Reyes, Alfredo Vatalaro e Maria Chiara Signorini.
Tecnica: Ivano Frau, Francesco Fusano, Andrea Rinaldi – Scenografie e costumi  Naba – Nuova Accademia di Belle Arti

E’ la nostra storia, quella di uno dei nostri attori, uno qualunque, una narrazione che dal crash emotivo de “Le meccaniche dell’anima”, attraversa  l’“Istituto semplificatore” che mette in coma vegetativo i detenuti, per risparmiare sulle attività tratta mentali, arriva alle “Anime cosmetiche”, il carcere con tutti i suoi servizi. Racconta l’esigenza della messa in guardia delle categorie fragili, con una scena tratta da “Undicesimo comandamento – uccidi chi non ti ama”, la nuova produzione, dal libro di Elena Mearini, dove gli attori danno voce e corpo, alle donne maltrattate, affinché si difendano, attraverso la legge.

Prenotazioni entro lunedì 30 novembre su www.operaliquida.org

Infoline
organizzazione.operaliquida@gmail.com – 333.7369977 – www.operaliquida.org

COSTO BIGLIETTO
Intero     € 15,00
Ridotto*    € 10,00
*Hanno diritto alla tariffa ridotta i ragazzi sino a 14, gli studenti fino ai 24, gli over 60.
I biglietti sono in vendita presso la biglietteria della sala teatrale, prima dello spettacolo

PRENOTAZIONI E INGRESSO
E’ POSSIBILE ACCEDERE ESCLUSIVAMENTE COMPILANDO IL FORM DI PRENOTAZIONE SCARICABILE SUL SITO www.operaliquida.org
Il form va completato con i dati anagrafici e con i dati relativi al documento di identità e va inviato, alla mail: prenotazionistabileinopera@gmail.com

L’ingresso è previsto alle ore 20.15 e l’inizio degli spettacoli alle ore 21.00
Le prenotazioni per gli spettacoli in carcere possono essere accolte sino a tre giorni prima della data dello spettacolo cui si intenda partecipare.

Preghiamo gli spettatori di presentarsi almeno 30 minuti prima all’ingresso principale del carcere per la verifica dell’autorizzazione all’entrata, la consegna del documento di identità ed il ritiro del pass per l’ingresso al teatro del carcere. Il biglietto verrà acquistato direttamente a teatro.

Ricordiamo che all’ingresso verrà ritirato un documento di identità  ed è obbligatorio lasciare in macchina cellulari e borse prima di entrare nell’Istituto. E’ consentito portarsi esclusivamente il documento di identità e i contanti per l’acquisto del biglietto. Il parcheggio dei propri automezzi potrà avvenire nelle aree interne preposte.

Non più i luoghi dell’altro

Opera Liquida

Giovedì 30 luglio 2015 – ore 20.30  – TEATRO ELFO PUCCINI – SALA BAUSCH

 

Opera Liquida presenta “NON PIU’ I LUOGHI DELL’ALTRO”

con detenuti ed ex detenuti della I Casa di Reclusione Milano Opera

Montaggio drammaturgico e regia Ivana Trettel

Testi dei reclusi, di Akim

e da “Undicesimo comandamento – Uccidi chi non ti ama” di Elena Mearini.

Con Carlo Bussetti, Alfonso Carlino,  Orazio Guagliardo, Vittorio Mantovani,

Maria Chiara Signorini, Alfredo Vatalaro

Scenografie e costumi Naba – Nuova Accademia di Belle Arti

Produzione Opera Liquida

Un montaggio degli spettacoli visionari di Opera Liquida.

E’ la nostra storia, quella di uno dei nostri attori, uno qualunque, una narrazione che, dal crash emotivo de “Le meccaniche dell’anima”, attraversa  l’“Istituto semplificatore” che mette in coma vegetativo i detenuti, arriva alle “Anime cosmetiche”, il carcere con tutti i suoi servizi. Racconta l’esigenza della messa in guardia delle categorie fragili, con una scena tratta da “Undicesimo comandamento – uccidi chi non ti ama”, la nuova produzione, dal libro di Elena Mearini, dove gli attori danno voce e corpo, suono e spessore, alle donne maltrattate, affinché si difendano, attraverso la legge. (Ivana Trettel, direttore artistico Opera Liquida)

Durata: 60 minuti

Ingresso: 10 euro

Teatro Elfo Puccini – corso Buenos Ayres 33 – tel. 02.00660606

biglietteria@elfo.org

www.elfo.org