Italiani in astinenza da sport

Italia campione del mondo 2006
Italia campione del mondo 2006

Gli italiani sono in astinenza da sport, in particolare da calcio. Questo è quanto emerge dall’ultimo studio di SEMrush, piattaforma SaaS per la gestione della visibilità online, che ha analizzato la media mensile delle digitazioni sui motori di ricerca nel nostro paese durante la quarantena.

Il lockdown ha imposto la sospensione di tutte le competizioni sportive, lasciando un vuoto nel cuore di moltissimi italiani, che, non volendo rinunciare alla propria passione, hanno optato per una ricerca online di quelle vecchie partite che fecero la storia del calcio italiano.

Ai primi posti della classifica delle partite più cercate in questi giorni, non sorprende trovare i campionati mondiali vinti dalla Nazionale Italiana, quelli del 1982 e del 2006. La partita che in assoluto sta suscitando maggior interesse è Italia-Francia del 2006, che a marzo 2020 è stata digitata sui motori di ricerca ben 40.500 volte, il 2.032% in più rispetto al mese precedente. Posto d’onore per la storica Italia-Argentina del 1982 (18.100 ricerche a marzo, + 4.541%), mentre sul terzo gradino del podio troviamo Germania-Italia 2006 (18.100 ricerche a marzo, + 2.968%), la finale del mondiale che vide la vittoria della nostra nazionale contro i padroni di casa.

Quarta posizione, invece, per un altro storico match, quello della finale che fece vincere all’Italia i mondiali del 1982 contro la Germania Ovest, consegnando alla nostra nazionale la coppa più ambita dopo 44 lunghissimi anni senza riuscire a vincerne, dopo 2 vittorie consecutive (l’Italia vinse nei campionati del 1934 e del 1938). La partita è stata rivista nel mese di marzo 14.800 volte, il 1.380% in più rispetto al mese precedente.

Lo scontro che, invece, ha visto le sue ricerche in rete crescere con il maggior tasso percentuale è Italia-Argentina 1978, campionato del Mondo vinto proprio dall’Argentina, che segna un incremento di interesse del 7.018% (12.100 ricerche). Un mondiale controverso, nel quale la nostra nazionale dovette accontentarsi del quarto posto, che è tornato a destare interesse un paio di anni fa, con alcune affermazioni di giocatori, che dichiararono fosse stato truccato.

Crescono del 4.789% le ricerche della partita Bayern-Inter 2010 (4.400 in totale), finale di Champions League disputata a Madrid tra i tedeschi del Bayern Monaco e il club neroazzurro nostrano, che si aggiudicò il primo posto. Questa partita si piazza al secondo gradino del podio per crescita percentuale, ed è l’unico scontro non legato ai mondiali che riesce ad entrare nella top 5 delle partite più cercate online. Per trovare un’altra voce extra Mondiali, dobbiamo scendere fino alla decima posizione, con il match Milan-Liverpool 2007, altra finale di Champions League, che si tenne ad Atene, cercata online 12.100 volte (+1.110% rispetto a febbraio).

Nazionale A e Nazionale Sperimentale.

Sacchetti
Sacchetti

Due mesi dopo la doppia vittoria su Paesi Bassi e Romania, si torna a parlare d’Azzurro. Il CT Meo Sacchetti e il suo staff tecnico hanno deciso il programma che accompagnerà la Nazionale nell’estate 2018, passaggio decisivo per centrare la qualificazione al Mondiale del 2019 in Cina.

Si comincia a maggio e giugno con due mini raduni al Centro di Preparazione Olimpica di Roma, dove verranno convocati gli atleti che non saranno coinvolti nei playoff dei vari campionati.

Il 20 giugno la squadra sarà a Trieste per preparare la delicata gara interna contro la Croazia (28 giugno), attualmente ultima nel raggruppamento ma con l’unico obiettivo della vittoria per rimanere aggrappata al sogno mondiale.

Il giorno seguente il volo verso Groningen, dove l’Italia chiuderà la prima fase di qualificazione al Mondiale FIBA contro i padroni di casa dei Paesi Bassi (1 luglio). Vincere entrambe le gare sarà determinante poiché tutti i punti accumulati nella prima fase faranno bottino per la seconda, che si aprirà a metà settembre e che vedrà gli Azzurri impegnati contro tre delle quattro squadre che formano il girone C (Lituania, Polonia, Ungheria, Kosovo).

Per preparare la prima finestra della seconda fase, la Nazionale affronterà il training camp dal 25 agosto al 5 settembre e giocherà due amichevoli (7 e 8 settembre) ad Amburgo in Germania nell’ambito della Supercup (torneo con i padroni di casa, Turchia e Repubblica Ceca).

Il 14 settembre in casa e il 17 settembre in trasferta le prime gare degli Azzurri nella seconda fase di qualificazione al Mondiale con avversarie, sedi e orari da definire in base alle classifiche finali del primo round. La Nazionale Sperimentale sarà in attività, sotto la guida del CT Sacchetti, dal 23 luglio al 5 agosto (torneo amichevole dal 3 al 5 agosto).

Il programma

22/26 maggio
Raduno presso il Centro di Preparazione Olimpica “Giulio Onesti” a Roma

10/14 giugno
Raduno presso il Centro di Preparazione Olimpica “Giulio Onesti” a Roma

20/27 giugno
Raduno a Trieste e allenamenti presso “PalaRubini”

World Cup 2019 European Qualifiers (ultimo turno prima fase)
28 giugno
Italia-Croazia (Trieste, PalaRubini, 20.45 diretta Sky Sport HD)

1 luglio
Paesi Bassi-Italia (Groningen, MartiniPlaza, 20.00 diretta SkySportHD)

23 luglio/2 agosto
Raduno Nazionale Sperimentale

3/5 agosto
Torneo Amichevole Nazionale Sperimentale

25 agosto/5 settembre
Training camp

7/8 settembre
Torneo Supercup ad Amburgo (Germania)
Germania, Italia, Rep. Ceca, Turchia

World Cup 2019 European Qualifiers (primo turno seconda fase)
14 settembre
Italia-?* (sede e orario da definire)

17 settembre
?*-Italia (sede e orario da definire)

*Le avversarie e il calendario degli Azzurri nella seconda fase delle qualificazioni al Mondiale usciranno dal girone C composto da Lituania, Ungheria, Polonia e Kosovo. A un turno dalla fine, questa è la classifica: Lituania 4/0, Polonia 2/2, Ungheria 2/2, Kosovo 0/4. Si qualificano alla seconda fase le prime tre del girone.

Il secondo turno della seconda fase delle qualificazioni al Mondiale si svolgerà tra il 26 novembre e il 3 dicembre 2018.

Il terzo e ultimo turno della seconda fase delle qualificazioni al Mondiale si svolgerà tra il 18 e il 26 febbraio 2019.

La formula di qualificazione al FIBA World Cup 2019
Otto gruppi da quattro squadre con la formula del girone all’italiana. Le migliori tre squadre di ogni gruppo si qualificano alla seconda fase, dove verranno inserite in quattro gironi da sei squadre.

Le prime tre qualificate di ogni gruppo staccheranno il pass per il Mondiale 2019 (31 agosto/15 settembre). Nella seconda fase non potranno affrontarsi nuovamente le squadre che nella prima fase facevano parte dello stesso girone. Il gruppo degli Azzurri sarà “accoppiato” con il gruppo C (Polonia, Kosovo, Lituania, Ungheria).

La situazione attuale del girone D

Prima giornata
Italia – Romania 75-70
Paesi Bassi – Croazia 68-61

Seconda giornata
Croazia – Italia 64-80
Romania – Paesi Bassi 75-68

Terza giornata
Italia – Paesi Passi 80-62
Croazia – Romania 56-58

Quarta giornata
Romania – Italia 50-101
Croazia – Paesi Bassi 82-78

Classifica
Italia 4/0
Romania 2/2
Paesi Bassi 1/3
Croazia 1/3

“Ragazzeintiro”, nuovo progetto del Settore Femminile

Petrucci-Crespi
Petrucci-Crespi

La sede del Comitato Regionale Lombardia di Milano ha ospitato la conferenza stampa di presentazione di #ragazzeintiro, il nuovo progetto tecnico del Settore Squadre Nazionali Femminile. Ha aperto la conferenza stampa il presidente della FIP Giovanni Petrucci:
“Sono contento di essere qui per presentare questo progetto ideato da Marco Crespi, che è davvero un moto perpetuo e ci sollecita continuamente con nuove idee. Con la Nazionale sta facendo un ottimo lavoro, la vittoria sulla Svezia ci ha rimesso in corsa per la qualificazione all’Europeo. Un successo importante per tutto il movimento perché se la Nazionale vince il vantaggio è per tutti. Colgo l’occasione per ringraziare pubblicamente il presidente della Lega Femminile Massimo Protani e tutte le società affiliate per il supporto straordinario che ci stanno assicurando. Se questi progetti possono partire, è anche merito loro. E complimenti alla Reyer Venezia, che ha compiuto un’impresa qualificandosi per la finale di Eurocup dopo aver recuperato 20 punti. Da parte nostra posso dire che la Federazione continua a investire e a credere nel Settore Femminile, come sapete la qualità dello Staff che segue la Nazionale di Marco Crespi è identica a quella della Maschile”.

Così coach Crespi: “#ragazzeintiro nasce da una sensazione che ha trovato conferma nell’analisi statistica. Le nostre ragazze tirano meno o poco. Il progetto tecnico ha come obiettivo quello di far sentire il piacere di tirare, il piacere che crea dipendenza al miglioramento per poter gioire dopo un canestro. Un percorso tecnico e non solo. Un lavoro di squadra, un servizio per la splendida passione delle nostre ragazze. Una visione non solo per chi sarà coinvolto, ma per tutto il nostro movimento. Non è vero che la FIP non cambia mai: se si portano idee buone il Presidente le sostiene”.

Il primo appuntamento con #ragazzeintiro è previsto per il 9 aprile a Crema. Inizialmente il progetto prevede 28 ragazze divise in due gruppi: le atlete. comprese in un range di età dai 16 ai 21 anni, trascorreranno una giornata in palestra focalizzando la propria attenzione sul fondamentale del tiro. Lo staff di Marco Crespi, oltre a Giovanni Lucchesi, comprende Matteo Panichi (preparatore fisico), Dimitri Lauwers (allenatore del tiro), Cristiana Conti (psicologa dello Sport) e Beatrice Dal Degan (nutrizionista). La palestra sarà un laboratorio dove lo staff lavorerà come squadra, avendo come obiettivo quello di trasmettere il piacere di fare un tiro.

In coda alla conferenza stampa, il presidente Petrucci ha invitato Massimo Protani e i presidenti di A1 e A2 Femminile presenti ad avviare una tavola rotonda in modo da far emergere criticità e opportunità del movimento. Diversi sono stati gli interventi e gli argomenti toccati: Protani ha ringraziato la FIP per la collaborazione e il supporto, invitando il presidente Petrucci a proseguire su questa via che assicura ai Club considerazione, visibilità e presenza costante nei processi decisionali.

Atm: informazioni per Sciopero Generale Nazionale 8 marzo

sciopero
sciopero

Per giovedì 8 marzo la Unione Sindacale di Base (USB) ha proclamato uno sciopero Generale Nazionale di 24 ore. USB Lavoro Privato, in adesione allo sciopero, ha indicato le modalità che variano da città a città.

A Milano l’agitazione del personale viaggiante e di esercizio sia di superficie sia della metropolitana è prevista dalle 8,45 alle 15,00 e dalle 18,00 al termine del servizio.

Basket. Nazionale A: World Cup 2019

fiba world cup 2019
fiba world cup 2019

Cluj-Napoca. Il giorno dopo la bella vittoria contro i Paesi Bassi, gli Azzurri sono volati in Romania. A meno di due ore di volo da Treviso, Cluj-Napoca ha accolto la Nazionale con una giornata assolata ma a zero gradi. Terza città del Paese e polo universitario, Cluj è una delle sedici contee della Transilvania.

Il morale in casa Azzurra è alto. Dopo un breve riposo post volo, il CT ha diretto un allenamento leggero di poco più di un’ora nel pomeriggio. Tra i più felici Diego Flaccadori e Raphael Gaspardo, entrambi al debutto ieri sera contro i Paesi Bassi. Per il giocatore di Trento ben 10 punti e una prestazione maiuscola che difficilmente dimenticherà:

“All’inizio ero un po’ teso – ha detto Flaccadori – lo ammetto. Però poi il primo canestro è servito a sciogliermi. La tripla dall’angolo l’ho sentita: appena ho avuto la palla in mano ho avvertito una sensazione di pesantezza positiva ma poi è andata bene. E’ stato un esordio con i fiocchi: il Palaverde ci ha spinto verso una vittoria bella e importante per il nostro cammino. L’antisportivo potevo evitarlo ma ero bello carico”.

Più di cinque minuti in campo per Gaspardo, cresciuto cestisticamente nelle giovanili della Benetton. Per lui un debutto su un campo particolarmente caro:

“E’ stata un’emozione bellissima – ha ammesso Raphael – perché Treviso è stata la mia casa per tanti anni. Un’atmosfera fantastica che con la vittoria ha reso la serata perfetta. Siamo un gruppo di ragazzi che stanno bene e lavorano bene insieme. Non nascondo che se sono qui è anche per le assenze ma sono contento lo stesso. Il Palaverde me lo ricordavo molto caldo ma a dire la verità ieri è stato incredibile. Davvero una bellissima esperienza”.

Questa la lista dei 15 giocatori a disposizione del CT:

Awudu Abass (1993, 200, A, EA7 Emporio Armani Milano)
Paul Stephane Lionel Biligha (1990, 200, C, Umana Reyer Venezia)
Christian Charles Burns (1985, 203, A/C, Red October Cantù)
Amedeo Della Valle (1993, 194, P/G, Grissin Bon Reggio Emilia)
Ariel Filloy (1987, 190, P, Sidigas Avellino)
Diego Flaccadori (1996, 193, G, Dolomiti Energia Trentino)
Simone Fontecchio (1995, 203, A, Vanoli Cremona)
Raphael Gaspardo (1993, 207, A, The Flexx Pistoia)
Antonio Iannuzzi (1991, 208, C, Happy Casa Brindisi)
Davide Pascolo (1990, 203, A, EA7 Emporio Armani Milano)
Achille Polonara (1991, 205, A, Banco di Sardegna Sassari)
Michele Ruzzier (1993, 185, P, Vanoli Cremona)
Brian Sacchetti (1986, 200, A, Germani Basket Brescia)
Luca Vitali (1986, 201, P, Germani Basket Brescia)
Michele Vitali (1991, 196, G, Germani Basket Brescia)

Programma

25 febbraio
Ore 11:00/12:30 – Allenamenti a Cluj Polyivalent Hall
Ore 18:30/20:00 – Allenamenti a Cluj Polyivalent Hall

26 febbraio
Ore 11:00/12:00 – Allenamento
Ore 19:00 (18:00 in Italia) Incontro di Qualificazione Mondiale a Cluj-Napoca presso “Cluj Polyivalent Hall” Arena ROMANIA – ITALIA (diretta SkySport 2 HD)

27 febbraio
Ore 10:00 – Volo di rientro in Italia

FIBA World Cup 2019 Qualifiers

Girone D
Italia, Paesi Bassi, Croazia, Romania

Prima giornata
Italia – Romania 75-70
Paesi Bassi – Croazia 68-61

Seconda giornata
Croazia – Italia 64-80
Romania – Paesi Bassi 75-68

Terza giornata
Italia – Paesi Passi 80-62
Croazia – Romania 56-58

Classifica
Italia 3/0
Romania 2/1
Paesi Bassi 1/2
Croazia 0/3

Quarta giornata – 26 febbraio 2018
Romania – Italia (Cluj-Napoca, ore 18.00 italiane diretta Sky Sport 2 HD)
Croazia – Paesi Bassi (Zara, ore 20.00)

Quinta giornata – 28 giugno 2018
Paesi Bassi – Romania
Italia – Croazia

Sesta giornata – 1 luglio 2018
Paesi Bassi – Italia
Romania – Croazia

La formula delle qualificazioni
Otto gruppi da quattro squadre con la formula del girone all’italiana. Le migliori tre squadre di ogni gruppo si qualificano alla seconda fase, dove verranno inserite in quattro gironi da sei squadre. Le prime tre qualificate di ogni gruppo staccheranno il pass per il Mondiale 2019.

Nella seconda fase non potranno affrontarsi nuovamente le squadre che nella prima fase facevano parte dello stesso girone. Il gruppo degli Azzurri si incrocerà con il gruppo C (Polonia, Kosovo, Lituania, Ungheria).