Coronavirus, riaprono biblioteche, musei e mostre

Museo Castello Sforzesco
Museo Castello Sforzesco

Coronavirus, riaprono biblioteche, musei e mostre

Ingressi contingentati a mostre e musei per garantire il rispetto delle misure precauzionali previste dal Governo. Nelle biblioteche riapre il servizio di prestito online e restituzione

Milano, 2 marzo 2020 – Come previsto dal Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri emanato domenica 1° marzo d’intesa con il Ministero della Salute in materia di contenimento del contagio da coronavirus, il Comune di Milano ha deciso la riapertura delle biblioteche, delle sedi espositive e dei musei civici, nelle modalità indicate di seguito.

Biblioteche
Nelle biblioteche del Sistema Bibliotecario è attivo a partire da domani, martedì 3 marzo, alle ore 14.30 il servizio di prestito dei libri prenotati online e di restituzione, mentre restano chiuse al pubblico le sale di lettura e consultazione.
Chiuse al pubblico – ma con archivi consultabili online – la Biblioteca d’Arte, Archeologica ed Emeroteca, la Biblioteca Trivulziana e Archivio storico civico, l’Archivio Fotografico, il Gabinetto dei Disegni e la Raccolta Bertarelli al Castello Sforzesco.
Chiusa anche la Biblioteca del Museo del Risorgimento, del Museo di Storia Naturale e dell’Acquario.

Musei
Domani riaprono con il consueto orario tutti i musei civici: Musei del Castello Sforzesco, Museo del Novecento, GAM | Galleria d’Arte Moderna, Museo Archeologico, MUDEC|Museo delle Culture – Collezione Permanente, Palazzo Moriggia|Museo del Risorgimento, Museo di Storia Naturale, Acquario civico, Palazzo Morando|Costume Moda Immagine, Casa Museo Boschi di Stefano, Casa della Memoria.

Lo Studio Museo Francesco Messina è chiuso per allestimento.
Il Planetario resta chiuso al pubblico.

Mostre
Ha riaperto regolarmente oggi, alle 14.30, a Palazzo Reale la mostra “Georges de la Tour. L’Europa della Luce”.

La mostra “Guggenheim. La collezione Thannhauser da Van Gogh a Picasso”, chiusa durante tutta la scorsa settimana in applicazione dell’ordinanza regionale emessa lo scorso 23 febbraio, sarà prorogata fino a domenica 8 marzo.

La mostra “Viaggio oltre le tenebre. Tutankhamon. RealExperience”, in programma a Palazzo Reale dal 5 marzo al 14 giugno 2020, aprirà regolarmente al pubblico questo giovedì alle ore 9.30.

La mostra “Roberto Cotroneo. Nel teatro dell’arte”, come programmato, sarà aperta al pubblico nell’Appartamento dei Principi di Palazzo Reale dal 6 marzo al 29 marzo 2020, con ingresso libero.

Al MUDEC riapre domani la mostra “Elliott Erwitt. Family”, in programma a MudecPhoto fino al 29 marzo; mentre l’apertura della mostra “Robot. The Human Project” è stata rimandata e la nuova data sarà comunicata quanto prima.

La mostra “Ri-Scatti”, in programma al PAC | Padiglione d’Arte Contemporanea, è stata posticipata a ottobre, dal 16 al 25.

Tutti i visitatori di mostre e musei sono invitati a rispettare le indicazioni previste dal Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri emanato ieri d’intesa con il Ministero della Salute in materia di contenimento del contagio da coronavirus, e in particolare a tenere una distanza di sicurezza e cortesia di almeno un metro, sia davanti alla biglietteria che durante tutto il percorso di visita e nel bookshop.

L’accesso alle sale è contingentato in base alla capienza delle sale stesse.
Il personale è incaricato di facilitare e tutelare il corretto svolgimento delle visite.

Pratiche ecologiche in mostra

Copia di Canapa Sfera
Copia di Canapa Sfera

Canapa Mundi, la grande festa della Canapa in Italia che nel 2020 aderisce anche a M’illumino di meno, torna a Roma per la sesta edizione dal 21 al 23 febbraio a Fiera di Roma, moltiplicando quei numeri che già dal 2015 l’hanno eletta punto di riferimento in Europa, ampliando ulteriormente il focus Green sulla sostenibilità e presentando le ultime frontiere in materia di innovazione ambientale, tra coltivazione Biologica e idroponica, e un nuovo albero per ogni ospite.

Tra i molteplici aspetti che accostano il settore della Canapa all’ambiente ci sono diversi utilizzi, da quelli più tradizionali e antichi a quelli più moderni: è un super alimento ricco di proteine, si utilizza per fare plastiche e materiali completamente biodegradabili, la carta più pregiata al mondo, biocarburanti, tessuti naturali molto resistenti, corde e accessori di tutti i tipi, uno degli utilizzi più recenti è come materiale per le moderne batterie e molto altro.

Tutti utilizzi che Canapa Mundi metterà in mostra al Museo della Canapa, insieme agli oggetti utilizzati dai nostri nonni.
E non solo. C’è un aspetto verde a Canapa Mundi di cui si parla meno ed è la presenza dei più innovativi sistemi di coltivazione verticale e idroponica, per la coltivazione urbana di qualità, tra le nuove tendenze nel segno del green e dell’ambiente, per le straordinarie potenzialità che rappresenta, per la razionalizzazione delle risorse e, di conseguenza, per spreco ridotto al minimo.

La parola “idroponica” deriva direttamente da greco “hydro” (acqua) e “ponos” (lavorare): “lavorare senza acqua” e intende una delle tecniche di coltivazione fuori suolo: la terra è sostituita da un substrato inerte (argilla espansa, perlite, vermiculite, fibra di cocco, lana di roccia, zeolite, ecc.).

La pianta viene irrigata con una soluzione nutritiva composta dall’acqua e dai composti (per lo più inorganici) necessari ad apportare tutti gli elementi indispensabili alla normale nutrizione minerale.
La coltura idroponica consente produzioni controllate sia dal punto di vista qualitativo sia da quello igienico-sanitario durante tutto l’anno e già i popoli antichi come Aztechi e Babilonesi se ne servivano nei loro giardini pensili.

A oggi è impiegata con successo in paesi che soffrono di mancanza cronica di acqua, ma anche nelle produzioni di ortaggi in serra in paesi industrializzati per preservare le risorse idriche e ottimizzare i tempi.

La coltivazione fuori suolo, infatti, presenta degli evidenti vantaggi in situazioni ambientali dove il substrato non è in condizione di far crescere la coltura in modo ottimale, come ad esempio roccia o terreni eccessivamente sabbiosi.

Canapa Mundi rafforza ancora di più la sua attenzione all’ambiente e all’ecologia. Oltre alla raccolta differenziata, all’ottimizzazione dei propri materiali pubblicitari stampati e alla scelta di gadget, interamente ecologici, per questa edizione promuove il progetto di compensazione CO2, ovvero la realizzazione del bosco di Canapa Mundi.

CanapaMundi pianterà gli alberi è donerà un albero del bosco ad ogni espositore, che potrà seguire tramite un codice univoco la sua vita.

Prezzi ingresso: venerdì 5 euro, sabato e domenica 8 euro, abbonamento 3 giorni 15 euro.

A r t e e c u l t u r a c o n t r o l a v i o l e n z a di genere

Guido-Scarabottolo-indifesa-medium-res.j
Guido-Scarabottolo-indifesa-medium-res.j

Dopo il successo della prima edizione di indifesa 2019 – “Stand for Girls” , Terre des Hommes assieme a Le Belle Arti APS – Progetto Artepassante ha rinnovato l’impegno contro la violenza e gli stereotipi di genere, organizzando una kermesse artistica che rifletta su questi temi, a partire dalla poetica mostra Noli Me Tangere degli artisti illustratori Guido Scarabottolo e Arianna Vairo.

Accanto a loro altre 5 mostre, 5 spettacoli teatrali, 6 spettacoli per ragazzi, 4 concerti, 7 incontri/workshop che coinvolgono realtà autorevoli nel campo della cultura, dell’arte e dell’educazione, come la Cooperativa Sociale Fosforo, Museo Farfalla, Civica Scuola di Musica Claudio Abbado, Centro Antiviolenza Cerchi D’Acqua, Casa Walden, ITSOS Albe Steiner, Compagnia Teatrale La Dual Band, Compagnia Teatrale Alma Rosè, Collettivo Clown, Milano Printmakers, Timarete.

indifesa #Liberaè fa parte del Palinsesto del Comune di Milano “Creativa 2020. I talenti delle donne” e della Civil Week ‐ La Società in movimento: la prima settimana italiana della cittadinanza attiva.

Lunedì 17 febbraio, ore 18.30
Fabbrica del Vapore c/o Spazio Ex Cisterne
Inaugurazione delle mostre:

Apertura mostre dal 18 febbraio all’8 marzo

Orari: martedì-domenica 10-13.30, 15-18 (lunedì chiuso). Ingresso libero.

FABBRICA DEL VAPORE C/O SPAZIO EX CISTERNE
Via Procaccini, 4 – Milano

La Città dei Gatti

LOCANDINA di FRANTZ GAUVINIERE_CITTAdeiGATTI2020
LOCANDINA di FRANTZ GAUVINIERE_CITTAdeiGATTI2020

Una mostra dedicata ai gatti e ai topi per l’80esimo di Tom&Gerry,
premio Urban Cat a Tuono Pettinato, Maria Vittoria Brambilla e Carla Rocchi un Concerto in Miao da Rossini, Mozart e Ravel agli Aristogatti, una proiezione speciale per il 50esimo degli Aristogatti,
la prima edizione del Milano Animal Film Fest  e tanti altri incontri dedicati al miglior aMICIO dell’Uomo

Per decisione delle più importanti associazioni feline il 17 febbraio è stata istituita la Giornata Nazionale del Gatto, una giornata ufficiale dedicata a tutti gli amanti del magnifico mondo felino.

Per l’edizione 2020 torna per il terzo anno consecutivo La Città dei Gatti, la grande rassegna dedicata alla cultura felina con mostre, concerti e incontri letterari a tema organizzata a Milano e Roma da UrbanPet in collaborazione con Feliway®, Municipio 4 del Comune di Milano la Fondazione Franco Fossati, Youpet.it, Radio Bau, Medicinema e il Crazy Cat Cafè. La manifestazione ha il patrocinio della Federazione Nazionale Ordini Veterinari Italiani.

 

Wildlife Photographer of The Year 54

Locandina WPY 2019
Locandina WPY 2019

Il Wildlife Photographer of the Year, la mostra di fotografie naturalistiche più prestigiosa al mondo, va in scena anche quest’anno a Milano nei suggestivi spazi della Fondazione Luciana Matalon in Foro Buonaparte 67, dal 4 ottobre al 22 dicembre 2019.
Organizzato dall’Associazione culturale Radicediunopercento di Roberto Di Leo, con il patrocinio del Comune di Milano, l’evento è sempre attesissimo e presenta le 100 immagini premiate alla 54a edizione del concorso di fotografia indetto dal Natural History Museum di Londra.

Arrivati da 95 paesi, in competizione 45.000 scatti realizzati da fotografi professionisti e non, che sono stati selezionati, alla fine dello scorso anno, da una giuria internazionale di esperti, in base a creatività, valore artistico e complessità tecnica.

Da ammirare le foto finaliste e vincitrici delle 19 categorie del premio che ritraggono animali rari nel loro habitat, comportamenti insoliti e immagini di sorprendente introspezione psicologica; un’incredibile esperienza visiva, composizioni e colori che trafiggono gli occhi da un remoto angolo del deserto, dagli abissi del mare o dall’intricato verde della giungla.

Sei i fotografi italiani premiati a partire dal lombardo Marco Colombo che ha conquistato la vittoria nella categoria Natura urbana con lo scatto Crossing Paths: protagonista è un orso marsicano avventuratosi nottetempo nelle strade di un paesino del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise.

Novità di questa edizione sono il premio Stella nascente, assegnato a un fotografo di età tra i 18 ei 26 anni per capacità e qualità costanti, vinto da Michel d’Oultremont, e il Lifetime Achievement Award assegnato al reporter Frans Lanting uno dei fotografi naturalisti più importanti di sempre, per il trentennale contributo alla conservazione della fauna selvatica.