Violenza sessuale sulla figlia della propria compagna

polizia-locale Milano
polizia-locale Milano

Il Nucleo Tutela Donne e Minori della Polizia Locale di Milano, coordinato dal comandante Marco Ciacci, ha proceduto lunedì 2 luglio al fermo di un cittadino egiziano di 28 anni per violenza sessuale ai danni della figlia minorenne della compagna.

Ieri il fermo è stato convalidato e nei confronti dell’uomo è stata emessa un’ordinanza di custodia cautelare in carcere.

L’uomo, A. G., regolare in Italia, ha approfittato dell’assenza della compagna di origine asiatica con cui conviveva da circa un anno, partita per lavoro, per usare violenza nei confronti della figlia.

La giovane, fuggita da casa, si è presentata con un’amica della madre al comando di zona 4 che ha subito contattato l’unità della Polizia Locale che si occupa di Tutela donne e minori.

La stessa Unità, dopo aver sentito la giovane e dopo averla accompagnata al centro antiviolenza della clinica Mangiagalli, verificando la sussistenza di gravi indizi di colpevolezza e la possibilità di fuga, ha deciso di procedere al fermo dell’indiziato.

“Sono 168 i casi trattati nel 2018 dell’Unità Tutela Donne e Minori – ha spiegato il Comandante della Polizia Locale Marco Ciacci -. La loro alta specializzazione permette di affrontare con competenza casi delicati come questo. Una violenza brutale, compiuta da chi aveva la fiducia della giovane ragazza e avrebbe dovuto prendersi cura di lei. Posso solo ribadire l’importanza dei presidi territoriali della Polizia locale, che hanno accolto la giovane e hanno saputo accompagnarla nel percorso di denuncia”.

20 Novembre 2017: Giornata Mondiale dell’Infanzia

Associazione CAF - impatto sociale
Associazione CAF – impatto sociale

Si stima che in Italia siano oltre 91.000 i minori vittime di maltrattamento in carico ai Servizi Sociali dei Comuni, di questi oltre 30.000 vengono allontanati dalla famiglia (fonte: ricerca condotta dall’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza in collaborazione con CISMAI e Terre des Hommes). Tale dato, secondo l’OMS, rappresenterebbe soltanto la punta di un iceberg, poiché in realtà i casi emersi di maltrattamento all’infanzia nel mondo sarebbero 1 ogni 9 effettivi.

A prendersi cura di questi minori a Milano da quasi 40 anni c’è L’ASSOCIAZIONE CAF ONLUS – Centro Aiuto ai Minori e alla Famiglia in Crisi che, dalla sua fondazione nel 1979 a oggi, ha accolto e curato nelle proprie strutture oltre 1.000 minori allontanati dalla famiglia d’origine con un provvedimento del Tribunale per i Minorenni, e offerto un importante sostegno alle loro famiglie in crisi.

Ma se dal punto di vista della loro cura si comprende facilmente l’importanza che il lavoro dell’Associazione riveste per i beneficiari, è possibile invece misurare in modo concreto il cambiamento che l’agire dell’Associazione CAF produce nel contesto sociale, economico e culturale della comunità in cui opera?

Grazie alla collaborazione con la Fondazione Lang Italia, l’Associazione è la prima in Italia in grado di calcolare il valore monetario dell’impatto sociale prodotto dai Servizi che eroga al territorio. Per farlo ha utilizzato l’indicatore SROI – Social Return On Investment arrivando a determinare che, in media, ad ogni euro investito dall’Associazione CAF nei suoi principali servizi, corrisponde un valore di 3,1 euro generati in termini di risparmio per la collettività.

“Da quasi quarant’anni l’Associazione CAF offre al territorio servizi importantissimi di protezione e cura dei minori in grave difficoltà come partner qualificato delle Istituzioni Territoriali – dichiara LUISA PAVIA, Amministratore Delegato dell’Associazione CAF – Poter esprimere attraverso un indicatore sintetico e riconosciuto il valore del nostro lavoro e l’impatto positivo che questo produce sulla Società, è per la nostra Associazione una straordinaria opportunità di accreditamento e rilancio della propria mission”.

L’analisi condotta sul triennio 2014-2016, che ha preso in considerazione gli effetti sociali prodotti dai 5 principali Servizi erogati dall’Associazione al territorio (Servizio di prevenzione “Diventare Genitori”, Servizio Affido, Servizi di accoglienza e cura residenziale per bambini da 3 a 12 anni e per ragazzi da 13 a 18 anni; Servizio di accoglienza e cura semi-residenziale per ragazzi da 13 a 18 anni.) , è in grado di dimostrare quanto queste specifiche attività di accoglienza e cura dei minori in condizioni di disagio incidano positivamente sulla spesa pubblica.

Il risparmio stimato è stato calcolato tenendo in considerazione diverse voci di spesa che, grazie all’operato dell’Associazione, non graveranno più sulle casse dello Stato e dei Comuni. Tra queste, ad esempio, i costi per le cure sanitarie dovute a maltrattamenti (farmaci, ricoveri ospedalieri, cure psicologiche), i costi scolastici straordinari (insegnanti di sostegno) e di accoglienza in Comunità e quelli per gli interventi dell’Autorità di Pubblica Sicurezza e per l’attivazione dei Tribunali.

Per una maggiore consapevolezza e in occasione della GIORNATA MONDIALE DEI DIRITTI DELL’INFANZIA, l’Associazione CAF lancia una campagna di sensibilizzazione che interessa vari canali, dalle radio al web, dallo sport al food.
“Le violenze sui minori spesso non si vedono ma si possono sentire: basta saper ascoltare”. Questo lo slogan degli spot diffusi sul web e in radio. Tre spot realizzati pro bono dall’Agenzia creativa Y&R e da Eccetera Produzioni Audio con un unico concept: i bambini vittime di abuso e maltrattamento raccontano quello che vivono a casa tramite delle fiabe distorte, abitate più da orchi e da draghi che da principi valorosi e dove le fate non usano la bacchetta per fare incantesimi.

Grazie alla partnership con B SOLIDALE, la Onlus nata dalla Lega calcio della serie B, la campagna interessa anche gli STADI DI CALCIO DELLA SERIE B, attraverso i canali web e social della Lega B e delle 22 squadre associate, e con uno spot TV da 30” inserito nel palinsesto SKY.

Accanto all’attività di sensibilizzazione è inoltre prevista un’iniziativa di raccolta fondi che nasce dalla partnership con Spontini, storica azienda della ristorazione milanese. Il 20 novembre, infatti, le 23 PIZZERIE SPONTINI di Milano ed hinterland aderiranno alla campagna destinando alle attività di accoglienza e cura dei minori ospiti dell’Associazione CAF parte del ricavato delle pizze vendute durante la giornata.

***

ASSOCIAZIONE CAF (Centro di aiuto ai minori e alla famiglia in crisi) – Onlus che dal 1979 si prende cura dei minori che hanno subito gravi maltrattamenti e abusi. È una casa temporanea protetta, un luogo sereno in cui i bambini e i ragazzi sono accolti e aiutati a crescere, riacquistando la fiducia in se stessi e nel mondo degli adulti. Sul territorio milanese l’Associazione ha attualmente 3 Comunità Residenziali per minori da 3 a 12 anni, 2 Comunità Residenziali e un Centro Diurno per minori dai 13 ai 18 anni. L’Associazione CAF offre, inoltre, un servizio di prevenzione del maltrattamento sui minori svolto attraverso un intervento domiciliare rivolto a neo-mamme con bambini tra 0 e 2 anni. Sul fronte del sostegno alla famiglia, assicura un supporto psico-educativo ai genitori dei minori accolti in Comunità, e grazie ad una equipe specialistica dedicata, promuove e sostiene percorsi di affido familiare. Dalla sua fondazione ad oggi, l’Associazione CAF ha aiutato oltre 1000 minori in grave difficoltà e sostenuto tante famiglie in crisi.

Minorenni scommettono sulle gare sportive

ABETE_SCOMMESSE
ABETE_SCOMMESSE

Questa sera a Striscia la notizia (Canale 5, ore 20.40), Luca Abete documenta la facilità con cui alcuni minorenni di Ercolano (Napoli) possono fare delle scommesse sportive.

I giovani, impossibilitati a entrare nel centro scommesse perché minori di 18 anni, si rivolgono ad adulti compiacenti per presentare le giocate al loro posto. Tra le diverse dichiarazioni raccolte, l’inviato del Tg satirico ha chiesto a un ragazzo tredicenne: «Tu dai la giocata agli adulti, gli dai i soldi tuoi e loro scommettono per te?» e il minorenne ha risposto: «Sì, i grandi fanno la giocata».

Inoltre, altre persone sono intervenute dicendo: «Non sono questi i problemi di Ercolano, per voi è grave, per noi è normale».

Sport agonistico: Garantita gratuità visite mediche per minori e disabili

Antonio_Rossi
“Un’altra promessa mantenuta: aver trovato 2 milioni di euro per garantire la gratuita’ delle visite mediche ai minori e ai disabili per le certificazioni di idoneita’ alla pratica sportiva agonistica ci rende estremamente soddisfatti”. Lo ha detto l’assessore regionale allo Sport e alle Politiche per i giovani Antonio Rossi, commentando l’approvazione in giunta del ‘Terzo provvedimento relativo ad ulteriori determinazioni in ordine alla gestione del Welfare per l’esercizio 2015′.
“Meno di due settimane fa – ha ricordato Rossi – avevamo avuto un incontro con il presidente del Coni Lombardia Oreste Perri, con il presidente della Federazione medico sportiva italiana Maurizio Casasco e con il presidente
della Regione Lombardia Roberto Maroni e avevamo dato garanzie sulla disponibilita’ economica della Regione finalizzata a  garantire a tutti la doverosa prevenzione e gratuita'”.

“Oggi – conclude Rossi – possiamo dire che ci siamo riusciti e che, per il nostro Assessorato e per la Regione, la salute dei giovani atleti lombardi e’ una priorita’ che sappiamo tutelare concretamente”. (Lnews)

Campagna informativa a tutela dei minori

Facciamo-girare-la-voce-No-al-gioco-minorile-b-300x200
Riparte da Roma e da Trieste il tour promosso da Lottomatica, Moige e Fit per informare e sensibilizzare l’opinione pubblica sulla prevenzione del gioco per i minori Dopo aver coinvolto più di 100mila adulti e aver contattato oltre 200mila genitori con le campagne di sensibilizzazione delle passate edizioni, riparte da Roma e da Trieste il tour informativo per la prevenzione del gioco minorile che per l’edizione 2015/2016 si trasforma nel progetto “Facciamo girare la voce”.

A certificare il successo fin qui riscosso dall’iniziativa è soprattutto la percentuale di coloro che, in visita agli stand, ha dichiarato di conoscere la Legge 111/2011 che vieta il gioco ai minori di 18 anni, passata dal 50% del 2014 al 53% del 2015. Il tour, realizzato da Lottomatica attraverso la partnership consolidata con Moige (Movimento Italiano Genitori) e Fit (Federazione Italiana Tabaccai), vuole illustrare gli interventi realizzati negli anni attraverso il

Programma di Gioco Responsabile di Lottomatica: tutte azioni mirate a prevenire le problematiche legate al gioco dei minorenni incentivando altresì la tutela dei giocatori contro i rischi connessi ad un approccio scorretto al gioco. Una “voce” che si alzerà sabato 21 e domenica 22 novembre dal Centro Commerciale Parco Leonardo di Roma e dal Centro Commerciale Montedoro di Trieste. La novità di questa edizione, infatti, oltre ad una veste grafica completamente rinnovata ed una campagna pubblicitaria di supporto, è che ogni tappa del tour toccherà due città diverse nello stesso fine settimana.

Da novembre 2015 a febbraio 2016, per 12 weekend, il tour “Facciamo girare la voce”, attraverserà tutta Italia raggiungendo 24 città con l’obiettivo di diffondere l’esistenza del divieto in modo sempre più capillare grazie ad attività di informazione e sensibilizzazione organizzate all’interno di centri commerciali. La “voce” che deve girare non restando inascoltata, vuole informare le famiglie sul tema del divieto di accesso ai giochi con vincita in denaro per i minori di 18 anni, invitare i genitori ad un dialogo costruttivo con i propri figli sulla normativa esistente e sensibilizzare tabaccai e rivenditori al rispetto di tale divieto.

All’interno di ogni centro commerciale interessato dall’iniziativa, sarà distribuito del materiale informativo e si avrà la possibilità di effettuare un corso di e-learning con specifiche sessioni dedicate alla legge, ai campanelli d’allarme e ai consigli pratici per i genitori. L’eventuale propensione al gioco patologico verrà poi valutata tramite un apposito test. Per restare sempre aggiornati sul progetto è possibile consultare le pagine social dedicate all’iniziativa (Facebook – facciamogirarelavoce, Twitter – @18tourmoige2015, Instagram – 18tourmoige2015). ***