Al 2°appuntamento del Manzoni Cultura: Ambra Angiolini e Matteo Cremon

Angiolini_Cremon
Angiolini_Cremon

La poliedrica artista Ambra Angiolini si racconterà, incalzata dalle domande di Edoardo Sylos Labini, nel secondo appuntamento della stagione Manzoni Cultura a fianco dell’attore vicentino Matteo Cremon, con cui dividerà il palcoscenico del Teatro Manzoni nel coinvolgente spettacolo “La guerra dei Roses”

Il terzo piano del Mondadori Megastore di Piazza Duomo si prepara ad accogliere le rivelazioni inedite di Ambra Angiolini e Matteo Cremon, protagonisti del secondo appuntamento della rassegna Manzoni Cultura, mercoledì 22 novembre alle 17.45.

Una nuova location per il pubblico della stagione ideata da Edoardo Sylos Labini che, grazie alla partnership con Mondadori Store, accoglierà i racconti dei grandi personaggi in un luogo suggestivo nel cuore della città meneghina.

Seguiranno altri tre appuntamenti al terzo piano del Mondadori Megastore di Piazza Duomo, intervallati dai consueti incontri al Teatro Manzoni che si prepara ad accogliere il prossimo grande ospite, Vincenzo Salemme, il 18 dicembre.

MANZONI CULTURA
Mercoledì 22 novembre, ore 17.45 | Mondadori Megastore, Piazza Duomo Milano
AMBRA ANGIOLINI e MATTEO CREMON
conduce l’intervista Edoardo Sylos Labini
dj set Alice Viglioglia
Ingresso libero

Van De Sfroos al Manzoni Cultura

Davide Van De Sfroos
Davide Van De Sfroos

L’apertura della quarta edizione della rassegna “Manzoni Cultura” ha visto protagonista sul palcoscenico del Teatro Manzoni il cantautore comasco Van De Sfroos che si è raccontato, rivelando il suo lato più umano, nell’intervista con Sylos Labini, ideatore della rassegna.

Le storie che racconta Van De Sfroos non sono fatte solo di musica ma di un insieme vorticoso di elementi: la passione per la scrittura, l’attaccamento alle origini laghèe, l’amore per il dialetto. Grazie alle domande incalzanti dell’attore e regista Edoardo Sylos Labini, il pubblico del Teatro Manzoni ha scoperto, ieri sera, gli aneddoti di una delle voci più originali della scena musical-letteraria italiana. Dopo il successo del concerto-evento a San Siro dello scorso giugno, il cantastorie vincitore di due Premi Tenco, celebre per i testi in dialetto comasco, ha rivelato il suo lato più umano, più oscuro e sconosciuto al grande pubblico.

“Il dialetto non è uno slang, tantomeno uno slang di “minore” importanza. Il dialetto è di fondamentale importanza, perché noi viviamo in quella lingua. È un “esserci” d’ordine antropologico, non si elimina un’identità: cancellare i dialetti sarebbe come voler piallare gli Appennini o raddrizzare la Torre di Pisa”, afferma Davide Van De Sfroos, come riportato da ilgiornaleOFF.it. Parlando di musica, aggiunge: “Le canzoni ti possiedono, sono una luce che va accontentata: la devi portare su carta, prima, e al pubblico, poi. Questa luce, La canzone, è un fantasma, ma anche un amico, sei tu. È il fondo dell’inconscio: un linguaggio da decodificare”.

Cantautore, chitarrista, scrittore comasco, sono molti i termini per descrivere l’artista e Edoardo Sylos Labini, nei panni di intervistatore, ha saputo oltrepassare le barriere più intimi dell’ospite e tenere il pubblico appeso alle dichiarazioni rivelate spontaneamente nel corso dell’intervista. “Gli spettatori del Teatro Manzoni hanno partecipato calorosamente alla serata, tenendo gli occhi fissi sull’ospite che ha catalizzato l’attenzione del pubblico meneghino, e non solo – afferma Edoardo Sylos Labini, attore, regista e curatore del Manzoni Cultura – L’emozione che si percepiva in sala era qualcosa di speciale che spero potrà ripetersi negli incontri successivi della rassegna”.
Il prossimo appuntamento è fissato per mercoledì 22 novembre con Ambra Angiolini e Matteo Cremon al Mondadori Megastore di piazza Duomo, grazie alla partnership con Mondadori Store; mentre l’ultimo incontro dell’anno sarà il 18 dicembre con il regista napoletano Vincenzo Salemme, presso il Teatro Manzoni di Milano.
Oltre a Mondadori Store, main sponsor, si rinnova per il quarto anno consecutivo la collaborazione con Elior e, da quest’anno, anche con Unibell, partner ufficiali della rassegna.

Rassegna Manzoni Cultura: Davide Van Sfroos

Davide Van De Sfroos
Davide Van De Sfroos

Dopo il successo delle passate edizioni, ritorna per il quarto anno consecutivo la rassegna Manzoni Cultura, ideata da Edoardo Sylos Labini,con un cartellone inedito capace di appassionare un pubblico in costante crescita, curioso ed eterogeneo. Ad aprire il ciclo di interviste con personaggi noti del mondo della cultura sarà Davide Van De Sfroos, lunedì 2 ottobre, che incontrerà il pubblico al Teatro Manzoni di Milano.

Ospite d’eccezione, reduce dal grande successo al Meazza che ha entusiasmato oltre 20mila fan accorsi per ascoltare le ballate blues in dialetto comasco, Davide Bernasconi, in arte Van De Sfroos, è una delle voci più originali della scena musical-letteraria italiana. “Cantastorie”, chitarrista e scrittore con forti radici culturali ha vinto due Premi Tenco e si è classificato quarto a Sanremo 2011. Tra gli album che hanno ottenuto più successo si ricordano: Brèva e Tivàn, E sémmpartìi, Akuaduulzae Yanez; tra i libri: Le parole sognate dai pesci e Il mio nome è Herbert Fanucci.

Incalzato dalle domande dell’artista Edoardo Sylos Labini, Davide Van De Sfroos si racconterà al pubblico in un avvincente faccia a faccia accompagnato da immagini, video inediti e musiche live di Alice Viglioglia. Non mancheranno le incursioni OFF del direttore de IlGiornaleOFF.it Giovanni Terzi, media partner della rassegna, e la partecipazione attiva del pubblico chiamato ad interfacciarsi con il cantante.

È solo il primo dei quattro appuntamenti che si terranno al Teatro Manzoni di Milano, ai quali si aggiungeranno altri quattro incontri al terzo piano del Mondadori Megastore di Piazza Duomo, grazie alla nuova partnership del format Manzoni Cultura con Mondadori Store. Oltre al network di librerie del Gruppo Mondadori, main sponsor, partner ufficiali della rassegna sono Elior,per il quarto anno consecutivo e, da quest’anno, Unibell.

BIGLIETTO: posto unico € 10,00

Manzoni Cultura: Gabriele Lavia

Gabriele Lavia
Gabriele Lavia

Ritornano i lunedì di Manzoni Cultura, ormai alla sua terza edizione, con le interviste curate da Edoardo Sylos Labini a noti personaggi del mondo della Cultura e dello Spettacolo.
Da questa edizione, insieme a Sylos Labini ed al Djset Alice Viglioglia, ci saranno le domande OFF fatte dai lettori de ilgiornaleOFF.it media partner della rassegna.
Gli incontri saranno sempre accompagnati dalla proiezione di immagini di repertorio, spesso inedite, che raccontano la vita del personaggio intervistato.
Elior insieme a UNIC LineaPelle sono partner ufficiali della rassegna.

Lunedì 13 marzo appuntamento dedicato al Teatro, protagonista Gabriele Lavia.
Gabriele Lavia è considerato uno degli ultimi Maestri della scena italiana. Attore e regista teatrale si diploma nel 1963 all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica di Roma. Lavora con i più grandi nomi del teatro italiano dagli anni ‘60 ad oggi.

BIGLIETTO: posto unico € 10,00

Manzoni Cultura – Giancarlo Giannini

giancarlo-giannini-05 - Copia
Dopo il successo della scorsa stagione, torna nel cartellone del Teatro Manzoni il prestigioso appuntamento: Manzoni Cultura.
Otto lunedì dedicati a grandi personaggi dello Spettacolo e della Cultura italiana che si raccontano per una sera, intervistati da Edoardo Sylos Labini. Un incontro inedito dove gli otto protagonisti sveleranno al pubblico alcuni aneddoti della loro carriera, con immagini di repertorio e le musiche mixate dal vivo dal DJ Paul Vallery. Un avvincente faccia a faccia dove il pubblico potrà interagire con alcuni dei volti più noti e amati del nostro Paese.

Il 23 Novembre l’appuntamento è con Giancarlo Giannini, attore, icona del cinema italiano nel mondo.
Dai suoi inizi all’Accademia  Nazionale di Arte Drammatica Silvio D’Amico, alla nomination al premio Oscar come miglior attore per “Pasqualino Settebellezze” di Lina Wertmüller. La sua straordinaria carriera è una carrellata di successi accanto ai più grandi registi del mondo.

Rappresentante di una grandissima tradizione di attori di classe, è anche perito elettronico, inventore, fotografo, pittore, nonché incontrastato “Re del Pesto”.  Questo e altre mille cose è Giancarlo Giannini, un artista dal fascino unico che si racconterà nel salotto del Manzoni, seducendo come sempre il pubblico, in una serata da non perdere.
Manzoni Cultura è…Cinema.

TEATRO MANZONI   Lunedì  23 novembre  2015  –  ore 21,00
BIGLIETTO posto unico  € 10,00