Esce oggi 20 settembre “Assurdità” il singolo e video di Irene Ghiotto che anticipa il nuovo album di inediti

Irene Ghiotto
Irene Ghiotto

Esce oggi, venerdì 20 settembre, “ASSURDITÀ”, il video e singolo di IRENE GHIOTTO che anticipa il suo nuovo disco di inediti.

Link al videoclip di “Assurdità” su YouTube: https://www.youtube.com/watch?v=KRTnFzn_rL0

“Assurdità” è il primo passo di avvicinamento al nuovo album dell’artista vicentina, vincitrice di AreaSanremo nel Dicembre 2012 e in gara alla 63ª edizione del Festival di Sanremo nel 2013 nella categoria ‘Nuove proposte’ con il brano “Baciami?” e vincitrice del Premio Bianca D’Aponte nel 2015.

Il nuovo lavoro discografico, intitolato “SuperFluo” e interamente scritto da Irene (testi e musiche), è stato prodotto con la collaborazione di Carlo Carcano e uscirà il 25 ottobre per Granita Records / distr. Artist First.

GUIDA ALLA VISIONE DEL VIDEOCLIP DI “ASSURDITÀ”

‘Everything in the world is about sex, except sex. Sex is about power’. Oscar Wilde

Un montaggio ritmico, di accoppiamenti animali, viene messo in onda nel Tv Color Algol (esposto al Moma di New York). La narrazione a colori, il susseguirsi di movimenti in loop e immagini caleidoscopiche suggeriscono un andamento danzereccio: l’immagine, che trasuda vibrazioni kitsch, finisce per trasformarsi in un balletto, in una coreografia d’amore spinto, nel delirio di emoticon, comic speech e bubble cartoon, che censurano l’anatomia dell’amplesso. Una riproduzione allargata del video viene proiettata sullo sfondo, assieme a sfocature di una sagoma femminile, ritratta nell’espressione fluida di un corpo che danza. L’installazione, nella sua granitica staticità, racconta, non solo attraverso immagini e impulsi colorati ma anche utilizzando il linguaggio alfabetico del visualizzatore di canali, a servizio di un’intercettazione di senso compiuto, dentro a una schiuma di intuizioni e spunti.

CREDITI DEL VIDEOCLIP “ASSURDITÀ”
Concept: Irene Ghiotto e Riccardo Fochesato
Riprese e montaggio: Riccardo Fochesato presso Imaze Studio

assurdità
/as·sur·di·tà/
sostantivo femminile
Mancanza di qualsiasi fondamento o giustificazione sul piano logico o pratico, contraddittorietà, incomprensibilità, sconvenienza assoluta.

Irene Ghiotto in tour a Milano

Irene Ghiotto
Irene Ghiotto

A quasi due anni dall’uscita di Pop simpatico con venature tragiche, definito dalla critica «squisitamente pop nella musica, ma anche profondamente tragico nelle parole», Irene Ghiotto rivela le ultime date del suo tour.

La cantautrice tornerà a esibirsi dal vivo dopo una breve pausa, concludendo con stile il lavoro su un album che lei stessa definisce “metaletterario”, perchè tratta del ruolo della musica e di come si scrive, di quanto si può “tirare e deformare” un brano senza fargli perdere le ragioni che lo hanno reso necessario.

«Com’è giusto che sia, il disco dal titolo impossibile da ricordare e per questo indimenticabile, giunge all’ultimo strascico della sua naturale curva di vita – esordisce Irene – Lo considero l’atto finale di un percorso appassionato. Gli ultimi concerti, prima di dedicarmi anima e corpo alla costruzione del prossimo album».

Sarà domenica 8 ottobre a Milano, nella cornice del Ma’ Hidden Kitchen Supper Club, il primo concerto di questo colpo di coda. Poi proseguirà con venerdì 17 novembre a Rimini, per un solo show dentro il Circolo MilleLuci; pochi giorni dopo sarà invece in provincia di Verona, sabato 25 novembre all’Opificio dei Sensi di San Martino Buon Albergo.

«Saranno concerti sentimentali e grotteschi – incalza Irene – nei quali un romanticismo sfrenato e atroce si confonderà e mischierà con l’attitudine punk che mi contraddistingue. D’altronde, consisto in entrambe le facce della medaglia: non basta lanciare in aria una moneta e aspettare che esca testa o croce, la realtà interiore di ciascuno è più complessa e perciò degna di stupore».

Il gran finale è previsto per giovedì 14 dicembre a Breganze, proprio nelle vicinanze della sua Vicenza, dove si scatenerà per l’ultima volta davanti ai fan più affezzionati all’interno dell’OsteriaCreativa Pomopero.

«A Breganze più che un concerto sarà una festa, un regalo. Sul palco si alterneranno musicisti, amici e collaboratori che hanno lavorato con me da dietro le quinte – conclude Irene – Con questa data ritorno alla dimensione più genuina del fare musica, quella della passione; per andare avanti ho bisogno di ricordarmi quanto mi piace cantare, ed esprimermi davanti alle persone che amo ha tutto un altro sapore».

Il tour nel nord Italia, breve ma intenso, sarà l’occasione migliore per lanciare il nuovo lyric video de La sposa, che è un peso sul cuore, è «il vuoto che mi riempie e mi divora», e fa commuovere.

Musica: “Pop simpatico simpatico con venature tragiche”

pop_simpatico_con_venature_tragiche-cover-RGB-01-2

Esce a fine gennaio 2016 “Pop simpatico con venature tragiche” il primo album ufficiale di Irene  Ghiotto  cantautrice  nata e cresciuta nella provincia di Vicenza.

Dopo aver ricevuto diversi riconoscimenti e aver calcato palchi importanti come quello dell’Ariston in occasione della 63esima edizione del Festival di Sanremo (categoria ‘Nuove Proposte’), Irene Ghiotto è ora pronta per il suo primo disco ufficiale, scritto, suonato e arrangiato da lei con la collaborazione della violoncellista Valentina Cacco.

“Il primo disco non si scorda mai” racconta Irene “In particolare quando arriva a trent’anni, dopo tentennamenti, strade a senso unico, inversioni di marcia, sterrato con scarponi e pantofole su parquet. Arriva lento e compie il giro di boa con una calma irritante, una serenità incurante. Inizia il suo viaggio, fresco come una rosa, mentre io barcollo sotto l’effetto della stanchezza e si mette in marcia con un tempismo perfetto, simultaneo al mio insonne e agognato riposo. E’ frutto di un intimo rapporto dialettico, sicuramente tormentato e anche un po’ disfunzionale, con il pop.”

“Pop simpatico con venature tragiche” è stato registrato, mixato e masterizzato da Max Trisotto presso True Colours Studio e Franz.Studio e contiene dieci brani inediti.
La produzione del disco è costruita attraverso il meccanismo del loop ritmico, maggiormente composto da schiocchi di dita, mani, labbra, lingua e soffi e sbuffi d’aria.

Il fiato e il battito appoggiati uno sopra l’altro contribuiscono a tessere la trama, la geometria su cui si intrecciano i fili del canto. La voce racconta, si fa piccola, urla di rabbia e piange di dolore, attorno a mille altre voci che incollano e inchiodano la canzone alla nuda pelle e la avvolgono come una sciarpa morbida e spessa.

Pochi strumenti, usati come variazioni tonali, dentro al grande astuccio dei colori primari: forti, accesi, diretti ma anche sfumati con le dita e impiastricciati di carta pesta.
Questa la tracklist del disco: “Una Mosca”, “La strada sbagliata”, “La filastrocca della sera”, “Ciglia”, “Cinque anni” , “Canzone inutile”, “Gioco di parole”, “Lieto fine”, “La sposa”, “Il nostro orizzonte”.

Irene Ghiotto

Irene Ghiotto Foto di Michele Piazza

in gara nella sezione giovani del 63° Festival di Sanremo con

 “BACIAMI?”  Il brano col punto “interrogativo quasi imperativo”

Giovedì esce l’album di debutto

“Irene Ghiotto”

“Ti ammiro così tanto che se miro, sparo – ti perdo così piano che se ci penso, cado” sono le parole cantate da IRENE GHIOTTO nel suo brano “BACIAMI?” che presenterà in gara nella sezione giovani del 63° Festival di Sanremo. Lo sparo come il punto interrogativo nel titolo sottintende all’invito al bacio un piccolo dubbio: la paura di muovere una richiesta a un desiderio fragile, non ricambiato. “BACIAMI?” è inclusa nel suo EP di debutto “IRENE GHIOTTO” in uscita il 14 febbraio, su etichetta Capitol, che contiene 6 canzoni di cui Irene è autrice di testo e musica.

Questa la tracklist: 1. L’Ultima Volta, 2. Baciami?, 3. Gli Amanti, 4. Bio, 5. Una Distrazione, 6. Piccolo Interludio.

 

Irene salirà sul palco durante la serata di domani, mercoledì 13 febbraio, accompagnata dall’Orchestra del Festival di Sanremo diretta da CARLO CARCANO, produttore del suo EP, e sarà vestita LAZZARI: http://www.lazzarionline.com/.

Irene Ghiotto è una cantautrice di ventotto anni, nata e cresciuta nella provincia di Vicenza (Montecchio Maggiore), che comincia a suonare la chitarra da autodidatta e molto presto si cimenta anche nella scrittura, testo e musica, delle sue canzoni.

Irene frequenta per cinque anni un corso di canto jazz al quale affianca privatamente lo studio del pianoforte, studi che l’hanno portata oggi ad insegnare canto.

http://www.facebook.com/ireneghiottoofficialhttps://twitter.com/ireneghiottohttp://www.youtube.com/ireneghiotto