Innovazione digitale e disabilità sensoriale

servizio-di-video-interpretariato-nella-lingua-dei-segni-4-1
servizio-di-video-interpretariato-nella-lingua-dei-segni-4-1

INNOVAZIONE DIGITALE E DISABILITÀ SENSORIALE, ASSESSORE LOCATELLI: AL VIA IL SERVIZIO DI VIDEO-INTERPRETARIATO NELLA LINGUA DEI SEGNI (LIS)

+++ VIDEO GRATUITO CLICCANDO AL LINK IN CHIUSURA DEL LANCIO +++

L’assessore regionale alla Disabilità, Famiglia, Solidarietà sociale e Pari Opportunità Alessandra Locatelli ha presentato, nel corso della conferenza stampa tenutasi a Palazzo Lombardia, il servizio di video-interpretariato nella lingua dei segni (Lis).
L’obiettivo del progetto è di supportare la comunicazione tra operatori socio-sanitari e cittadini non udenti che usano la Lis.

MAGGIORE ACCESSIBILITÀ AI SERVIZI – “Si tratta di uno strumento utile per raggiungere una maggiore inclusione – ha detto l’assessore Locatelli -, per facilitare lo scambio di comunicazione e offrire un valido servizio ai cittadini. Il progetto sperimentale di video-interpretariato si rivolge alle persone non udenti e agevola la fruizione dei servizi socio sanitari attraverso l’interpretariato. Sarà possibile prenotare la prestazione dell’interprete professionista attraverso una applicazione. L’utente potrà attivare una semplice videochiamata con lo smartphone o il tablet in modo da poter usufruire di questo importante servizio. Ancora una volta Regione Lombardia è in prima linea per l’inclusione sociale. L’accessibilità universale, così come descritta dalla Convenzione ONU per i diritti delle persone con Disabilità, riconosce il diritto alla comunicazione tra quelli fondamentali per garantire completa autonomia e concreta integrazione a tutti i cittadini. Oggi diamo quindi un segnale importante a fronte di tanti altri impegni ai quali non dobbiamo comunque sottrarci”.

MODALITÀ DI COMUNICAZIONE DEL SERVIZIO – Il servizio di video-interpretariato, di cui Ats Milano è ente capofila, è stato realizzato da Veasyt Srl, operatore professionale vincitore del bando. Da domani, 10 febbraio il servizio sarà attivo per prestazioni di traduzione in LIS a distanza con modalità ‘one shot’ chiamando il numero 392 9633074 (tutti i giorni dalle 8 alle 18) o scrivendo a info@veasyt.com. Dal 1° marzo ATS Milano renderà operativa la modalità ‘ordinaria’ di prenotazione con casella postale e numero verde.

Maggiori informazioni su https://www.ats-millano.it/portale

ATTENZIONE:SU QUESTO ARGOMENTO È DISPONIBILE UN VIDEO, LIBERO DA DIRITTI, SCARICABILE GRATUITAMENTE AL SEGUENTE LINK:https://we.tl/t-kxbCWlStkZ

CONTIENE IMMAGINI DI COPERTURA CONFERENZA STAMPA E INTERVISTA ALL’ASSESSORE REGIONALE ALLA DISABILITA’, FAMIGLIA, SOLIDARIETA’ SOCIALE E PARI OPPORTUNITA’ ALESSANDRA LOCATELLI.

Spid obbligatorio?

SPID
SPID

Spid obbligatorio?
Il progetto #Gemma ti aiuta!

Riprendono in completa sicurezza, i percorsi di alfabetizzazione digitale del progetto #Gemma che, faranno perno sullo SPID, credenziale unica di accesso ai servizi INPS e della Pubblica Amministrazione, colmando il divario che rischia di tagliare fuori dall’innovazione digitale migliaia di cittadini

Ripartono in aula, i laboratori gratuiti del progetto #Gemma – Il sapere è prezioso, con un ricco calendario di incontri che, alla luce delle recenti novità stabilite dal decreto Semplificazione e Innovazione digitale, avranno come argomento centrale lo Spid, il Sistema Pubblico di Identità Digitale.

“Lo Spid sarà protagonista della trasformazione digitale del paese”. Queste le parole usate dalla Ministra dell’Innovazione tecnologica e della Digitalizzazione Paola Pisano alla conferenza stampa INPS sul passaggio, dal 1° ottobre, allo Spid come credenziale unica di accesso per i servizi INPS. Lo Spid entro la fine di febbraio 2021 sarà la credenziale unica di accesso non solo per i servizi Inps, ma anche per tutti i servizi della Pubblica Amministrazione, che diventeranno tutti fruibili anche da smartphone.

Questa trasformazione digitale del modo di accedere ai servizi pubblici sta rischiando di tagliare fuori tutti coloro che non hanno dimestichezza con gli strumenti digitali. Ad oggi in Italia, possiedono l’identità Spid quasi 11 milioni di cittadini, di cui appena 400 mila hanno più di 65 anni. I “non nativi digitali” sono i soggetti più a rischio di essere esclusi da questa semplificazione, ma non solo loro, perché molto spesso anche persone più giovani trovano difficoltà a districarsi nelle procedure in rete.
È per agevolare i cittadini nell’adeguarsi a questa importante digitalizzazione dei servizi che coinvolge tutta l’Italia, che lavora #Gemma. #Gemma nato in Umbria, oltre venti anni fa come progetto di alfabetizzazione informatica, è oggi finalizzato ad accrescere la qualità della vita, il benessere delle persone e la cultura digitale, promuovendo un uso attivo e consapevole del digitale.
Nonostante la pandemia, il recente lockdown ed il conseguente periodo di distanziamento, #Gemma ha continuato a restare vicino ai cittadini grazie a una serie di dirette facebook, pillole digitali e lo “sportello a distanza” tramite whatsapp, sempre “aperto”, sostenendo le attività quotidiane divenute inevitabilmente digitali, a causa dell’emergenza sanitaria.
Ora #Gemma è pronto a riprendere i laboratori in presenza e in tutta sicurezza. Oltre all’ottenimento dello Spid, tante saranno le tematiche toccate dagli incontri in programma, a partire dall’ABC digitale per i più inesperti, per passare alla conoscenza dei social più aggiornati; ai servizi digitali del Sistema Sanitario Nazionale; visitare virtualmente musei, siti archeologici e città d’arte; fare video e selfie con il proprio smartphone; conoscere i servizi musicali digitali e creare proprie playlist musicali. Diversi gli incontri anche su argomenti di attualità e di interesse generale come ad esempio quelli rivolti al riconoscimento di linguaggi sessisti, dei messaggi di odio on line.

#Gemma, il sapere è prezioso, è un progetto finanziato dalla Regione Umbria con le risorse del POR-FSE 2014-2020 nell’ambito del programma #OpenUmbria. Il progetto è stato presentato da un partenariato di enti pubblici e privati quali il Comune di Montone (soggetto capofila), Anci Umbria, Comune di Spello, Comune di Giano dell’Umbria, Fondazione Golinelli, Ic Togiano-Bettona, Liceo Properzio Assisi e Giove In Formatica Srl.

Per maggiori informazioni sui corsi e prenotazioni:
Tel. 075 5997340
www.progettogemma.it – https://www.facebook.com/gemmaprogetto

Crescono i numeri della Vendita Diretta

AVEDISCO_Ilaria Peverato, Incaricata alla Vendita LaVR
AVEDISCO_Ilaria Peverato, Incaricata alla Vendita LaVR

Avedisco: crescono i numeri della Vendita Diretta nei mesi di lockdown

Così innovazione digitale, rapporto umano e resilienza contrastano gli effetti della pandemia

È una sfida vinta con successo quella delle Aziende Associate AVEDISCO durante il lockdown, che chiudono il primo semestre 2020 in crescita rispetto allo stesso periodo del 2019 con un incremento del fatturato del +1.54%, pari a 4.8 milioni di euro in più, portando il totale delle Vendite sopra i 317 milioni. Si conferma anche il trend positivo in termini di Occupazione, in crescita da anni, con un aumento del +10.58% che vede oltre 27.000 Incaricati in più entrare nel mondo della Vendita Diretta nei primi sei mesi del 2020.

Un risultato eccezionale che testimonia la resilienza di un settore che negli anni ha fatto del contatto umano, dell’esperienza condivisa e della socialità in presenza la propria forza, e che ha saputo adattare i propri modelli di business al delicato contesto della pandemia, con flessibilità, sicurezza, innovazione tecnologica e servizi su misura.

L’ausilio degli strumenti digitali nel comparto della Vendita Diretta ha subito una decisa accelerazione nel periodo del lockdown, e, congiuntamente alla capacità di instaurare rapporti umani di valore, e al servizio di consegna a domicilio, da sempre attivo in tutte le Aziende AVEDISCO, ha fatto la differenza nei mesi appena trascorsi. Le nuove tecnologie hanno permesso di coinvolgere la Clientela con consulenze video personalizzate, dimostrazioni efficaci da remoto, e un servizio post vendita tempestivo, ma anche di incentivare l’occupazione nel settore e la formazione degli Incaricati alla Vendita.

Oltre a garantire maggiore sicurezza sanitaria nell’attuale contesto Nazionale, il ricorso a strategie digitali diventa un’ulteriore attrattiva per le nuove generazioni interessate ad entrare nel mondo della Vendita Diretta, e conferisce nuova vitalità anche agli Incaricati che da anni portano avanti con dedizione e impegno la propria professione.

È ciò che emerge dalla testimonianza di Ilaria Peverato, Incaricata alla Vendita di LaVR, Azienda che normalmente opera nella modalità party-plan, organizzando riunioni per gruppi di amiche per la Vendita di articoli per il Benessere e per la Salute Sessuale “Adoro il mio lavoro a stretto contatto con le persone, ma sono convinta che l’empatia non si trasmetta solo guardandosi negli occhi, ma ascoltando le esigenze della persona che ti trovi di fronte, anche con un monitor di mezzo. Inizialmente è stato destabilizzante, perché il nostro lavoro coinvolge tutti i sensi e la componente esperienziale è molto importante. Ma siamo stati in grado di trarre subito i lati positivi dalla situazione: un metodo di lavorare nuovo, una veloce e precisa riorganizzazione, la passione per questo lavoro hanno fatto in modo che in breve tempo riuscissi a reinventare il mio lavoro come consulente e a non risentirne affatto in fatturato. Gli strumenti digitali sono risorse aggiuntive per raggiungere un bacino di clientela ampio e diversificato sul territorio, e consentono di offrire un servizio di consulenza personalizzata anche a quelle persone che non hanno la possibilità di organizzarsi con le amiche in sessioni di gruppo.”

Un’esperienza simile favorevole a mantenere il business proficuo è raccontato anche da Sabrina Arduini, Incaricata alla Vendita di Gioel SpA, Azienda Associata AVEDISCO leader in sistemi per lavare l’aria indoor, per l’aspirazione, l’igienizzazione e lo stiro: “Faccio parte di Gioel da 25 anni, Azienda da sempre all’avanguardia sull’utilizzo di nuove tecnologie, motivo per cui da subito siamo stati operativi nell’attuare approcci digitali alle Vendite, avendo alle spalle una visione molto illuminata in tal senso. Questa esperienza, tremenda dal punto di vista sanitario ed economico, ci ha portato ad accelerare i processi digitali rapidamente, accorciando le distanze e mantenendo saldi i nostri rapporti con i Clienti. Grazie a un nuovo sistema di fare dimostrazioni a distanza attraverso webinar, ma anche tanta formazione, abbiamo imparato a instaurare l’empatia necessaria e la fiducia nel prodotto e nell’Azienda con nuove modalità.”

La prossimità alla Clientela, l’empatia e la fiducia fra Incaricato e Cliente rimangano i valori al cuore dell’attività dell’Incaricato alle Vendite, come racconta Grazia Maccarrone di Guy Demarle, Azienda nota per la commercializzazione di prodotti professionali per la cucina “Io credo che gli strumenti digitali siano il nuovo pane quotidiano per un Incaricato alle Vendite, perché consentono di eliminare totalmente le distanze e di mantenere il contatto umano laddove non è possibile raggiungere fisicamente i propri Clienti. Ci siamo misurati con modi alternativi per essere vicini ai nostri Clienti e coinvolgerne di nuovi, giocando molto anche con fantasia e creatività. È stato il caso dell’Atelier culinario con i-Cook’in dedicato agli impasti che abbiamo organizzato online. Vedere attraverso il video del mio smartphone l’emozione e la gioia della signora per essere riuscita a fare l’impasto e portare il pane in tavola per la propria famiglia, in quei giorni così difficili e provanti per tutti, è stata davvero una bella soddisfazione.”

Infine, anche Gianluca Corsini Incaricato della LR Health & Beauty Systems Srl, azienda che da oltre 35 anni favorisce il benessere delle persone proponendo prodotti per la salute e la bellezza Made in Germany, conferma che il lockdown è stata un’occasione di crescita personale: “La pandemia mi ha permesso di investire più ore della giornata nella formazione e nell’acquisizione di nuove competenze, che ho trasmesso alla mia rete per sviluppare nuovi approcci alla Vendita Diretta. Siamo in piena era digitale e il mondo si muove attraverso un click: in questo contesto tutti gli strumenti che ci permettono di essere al passo con i tempi e di azzerare le distanze sono i benvenuti. L’importante è non dimenticare che il cuore della Vendita Diretta risiede nelle relazioni interpersonali reali che stabiliamo con i nostri Clienti”.