Vorrei sentirci litigare

cover Elya demo - low
cover Elya demo – low

Da oggi, giovedì 6 dicembre, è online al seguente link il videoclip di “VORREI SENTIRCI LITIGARE”: https://youtu.be/snCMMdWQQdE.
Il brano è estratto da “ELYA” (K1 Records/Warner), l’omonimo album d’esordio del cantautore veneto, pubblicato già in digitale lo scorso 30 novembre e disponibile da domani in tutti i negozi. Sempre da domani, “VORREI SENTIRCI LITIGARE” sarà anche in rotazione radiofonica.

«È una canzone contro il silenzio e le distanze. E’ una canzone alla ricerca continua di parole, di sguardi, di schiaffi, di carezze, di quotidianità. Di tutte quelle piccole cose che ci fanno innamorare della stessa persona più volte al giorno: litigare è fondamentale, fa bene, fa parte di tutto questo, e l’impossibilità di farlo mi ha portato ad elogiarne l’esistenza – dichiara Elya in merito all’album – Amo litigare. Si risolvono dubbi, ci aiuta a prendere posizioni, fare scelte. Credo che a volte sia tra le più belle dichiarazioni d’amore».

Inoltre, da sabato 8 dicembre Elya presenterà questo suo nuovo progetto con speciali appuntamenti dal vivo! Queste le date confermate:

8 dicembre a Manerba del Garda – BS (Carpe Diem),
13 dicembre a Locorotondo – BA (20m2),
14 dicembre a Monopoli – BA (20m2),
15 dicembre a Cisternino – BR (20m2),
27 dicembre a Pavia (Motor XMas Show),
29 dicembre a Verbania Pallanza (Simplon Cafè),
24 gennaio a Milano (Memo Club),
2 febbraio a Cavion Veronese – VR (Ca’ Nostra)
8 febbraio a Montebello Vicentino – VI (Borgo Pub).

“ELYA” è anche un album maturo e “artigianale”, in cui l’artista si è messo in gioco in prima persona.
Questa la tracklist: “Cosa ti farei”, “Ti verso il cuore”, “Vorrei sentirci litigare” “Notturno Ino”, “L’ho fatto per te”, “Indivisibili”, “Preludio Ypn”, “Una ragazza così”, “Niente”, “La cura che oggi ci va”, “Un altro Brandy”, “Periferie annoiate”, “Norimberga”.

Skunk Anansie “Death to the Lovers”: video online

Skunk-Anansie musica
Dopo l’anteprima su SkyUno, da oggi è online su VEVO il video del nuovo singolo degli Skunk Anansie “Death to the Lovers”.

“La realizzazione del video è stata piuttosto intensa per diversi motivi, avevamo un’idea molto forte sulla quale abbiamo lavorato per diverse settimane con una produzione che si è tirata indietro all’ultimo minuto, quindi abbiamo avuto solo 5 giorni per mettere in piedi un altro video da una bozza. Alla fine ci siamo incontrati in un freddo venerdì mattina di inizio gennaio.

L’idea era semplice, 4 ragazzi lasciano un matrimonio che per qualche motivo non è avvenuto. Io ero la sposa, i ragazzi mi hanno consolato e fatta ridere. Il video è una vera e propria performance” – commenta Skin.

Secondo estratto dall’album “Anarchytecture” (uscito il 15 gennaio per Carosello Records, ha esordito in top 5 nella classifica dei dischi più venduti e in 2^ posizione nella nuova classifica dei vinili), “Death to the lovers”, attualmente in rotazione radiofonica, è un’intensa ballata in pieno stile Skunk Anansie. Così la descrive la stessa Skin:

“Un brano che racconta la perdita di intimità in una relazione, quell’area grigia tra amore e odio in cui finisci poco prima di capire che è una relazione è davvero finita. C’è disperazione, c’è la consapevolezza che non si può più andare avanti, che non c’è più speranza. Musicalmente, è un altro esperimento elettronico, qualcosa di fresco e contemporaneo, ma sempre molto Skunk Anansie”.

www.skunkanansie.net

www.facebook.com/OfficialSkunkAnansie

#SkunkAnansie