“Dante, Inferno” a Manifatture Teatrali Milanesi

dante_graphic
dante_graphic

Dall’11 al 23 giugno 2018 / Milano, MTM Sala Cavallerizza
Compagnia Corrado d’Elia

DANTE, INFERNO
progetto e regia di Corrado d’Elia
con Corrado d’Elia
assistente alla regia Federica D’Angelo
immagine e grafica Chiara Salvucci
organizzazione Beatrice Nannetti Pozzi
produzione Compagnia Corrado d’Elia
NUOVA PRODUZIONE

O, Divina Commedia, cosa sei dunque?
Opera maldestra del piccolo Dante?
Immensa opera del grande Dante?
Opera mostruosa del perfido Dante?
(Witold Gombrowicz)

Ci accostiamo alla Commedia di Dante con la consapevolezza che non si tratti di un viaggio immaginario, ma del viaggio della nostra stessa vita.
Il nostro stesso viaggio. Un autentico cammino dentro di noi.

Dante Alighieri è poesia per eccellenza, la parola che si fa carne, il suo sapere è il nostro stesso sapere e ci specchiamo in lui vedendo nitido il nostro volto.
La strada che ci indica è quella dove noi in questo momento poggiamo il piedi.

Uniamo quindi al sommo piacere di ascoltare i suoi innarrivabili versi la sicura coscienza che durante lo spettacolo vivremo la più importante opera della letteratura italiana di tutti i tempi, conosciuta, studiata e apprezzata in tutto il mondo, scritta dal nostro più grande poeta.

Nei secoli che ci separano da Dante tante cose sono cambiate, abitudini, costumi, velocità, geografie. Non il sentire più vero dell’animo umano. L’amore, il dolore, le ipocrisie, i conflitti, la paura della morte sono rimaste le stesse.
Dante è quindi assolutamente nostro contemporaneo, parla di noi e parla a noi con una lingua e con una lucidità inimitate. E’ il padre della nostra lingua, della nostra letteratura e della nostra cultura. Leggerlo, ascoltare i suoi versi è quindi un piacere senza limiti, una bellezza assoluta, pura emozione.

Certe sue affermazioni sembrano scritte oggi: il degrado politico, le invettive contro le bassezze dell’animo umano, le riflessioni sul suicidio, sul potere o sull’omosessualità, sono ancora oggi i temi fondamentali della discussione sociale e politica.
E la Divina Commedia è un’opera perfetta; non si può togliere una sola parola!

Uno spettacolo, quello di Corrado d’Elia, di intensa autentica suggestione che ancora una volta racconterà ed esplorerà le altezze del vivere poetico ponendo al centro l’uomo e le sue domande fondamentali.
Un grande interprete a prenderci per mano in quello che universalmente riconosciamo come il “cammin” della nostra stessa vita.

Tumori oculari

tumori-dell'occhio
tumori-dell’occhio

“In Lombardia sono circa 100 i nuovi pazienti che, ogni anno, sono colpiti da patologie afferenti all’oncologia oculare. Regione Lombardia, anche nell’ottica di ampliare l’offerta di diagnosi e cura di alcune patologie rare, ha avviato tramite l’Istituto Nazionale di Tumori, che e’ il primo IRCCS oncologico d’Italia, una sperimentazione per garantire a queste persone che venivano indirizzate all’estero, cure adeguate nella nostra regione”. Lo ha detto l’assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera, in occasione dell’inaugurazione del nuovo polo per la diagnosi e la cura delle patologie oncologiche oculari presso l’Istituto Nazionale dei tumori.

FARE RETE – “Fino a oggi – ha spiegato Gallera – per la cura del melanoma oculare i pazienti venivano indirizzati in Svizzera o in Francia. L’Assessorato al Welfare si e’ attivato per iniziare un percorso sperimentale che permettesse di effettuare queste cure in Lombardia. Con tale obiettivo abbiamo dato mandato alla Fondazione Irccs Istituto Nazionale dei Tumori, di creare una rete insieme all’Asst ‘Fatebenefratelli Sacco’, in collaborazione con la Fondazione Cnao di Pavia, al fine di predisporre un progetto che definisse gli aspetti organizzativi dei soggetti erogatori della rete e il percorso diagnostico terapeutico di riferimento per tali patologie al fine di attivare un’offerta qualificata per i pazienti con patologia oncologica oculare”.

PRESA IN CARICO – “Si tratta – ha sottolineato Gallera – di una sperimentazione molto importante perche’ permettera’ al malato di essere preso in carico non solo come un paziente con una patologia oculare, come avviene all’estero, ma anche come un paziente oncologico la cui malattia e le conseguenze da questa derivanti rientrera’ all’interno di un protocollo clinico con un adeguato percorso diagnostico terapeutico”.

RIENTRO DEI CERVELLI – “La sanita’ lombarda – ha aggiunto Gallera
– e’ una grande eccellenza riconosciuta a livello internazionale.
Non vogliamo sederci sugli obiettivi raggiunti ma vogliamo andare oltre e generare le condizioni perche’ i professionisti scelgano di mettere la loro professionalita’ al servizio dei pazienti nelle nostre strutture. Da queste premesse la collaborazione virtuosa di tre grandi strutture lombarde che e’
riuscita a riportare nel nostro paese anche dei professionisti che avevano scelto di andare all’estero”.

Campionato Rugby: Calvisano in fuga, Rovigo seconda. Crollo Viadana a Roma

Campionato Italiano Eccellenza 2016-2017, Semifinale di ritorno, Calvisano (BS), 20/05/2017, Patarò Rugby Calvisano v Rugby Viadana
Campionato Italiano Eccellenza 2016-2017, 
Foto: Roberto Bregani

Sesta vittoria in altrettante partite per il Patarò Calvisano che tra le mura amiche batte 33-18 un mai domo Lafert San Donà salendo a quota 28 nel campionato Italiano di Eccellenza. Sale al secondo posto in solitaria il FEMI-CZ Rovigo si aggiudica il derby veneto in casa del Mogliano. Terza piazza per il Petrarca Padova che supera 17-10 il Toscana Aeroporti I Medicei in un incontro dall’esito tutt’altro che scontato. Largo successo per le Fiamme Oro che battono senza problemi il Rugby Viadana, mentre il Conad Reggio trova il primo successo stagionale battendo la Lazio Rugby

Eccellenza, VI giornata
Patarò Calvisano v Lafert San Donà 33-18 (8-11)
Marcatori: p.t. 5′ M Novillo (5-0), 19′ cp Ambrosini (5-3), 20′ cp Novillo (8-3), 28′ cp Ambrosini (8-6), 39′ M Falsaperla (8-11). s.t. 50′ cp Novillo (11-11), 58′ M Susio (16-11), 65′ cp Novillo (19-11), 69′ M Vian tr Ambrosini (19-18), 73′ M Paz tr Novillo (26-18), 79′ M Dal Zilio tr Novillo (33-18).
Patarò Calvisano: Chiesa (71′ Bruno); Dal Zilio, Paz, De Santis (71′ Lucchin), Susio; Novillo, Casilio (61′ Semenzato); Casolari (60′ Venditti), Zdrilich, Archetti (66′ D’Onofrio, 71′ Archetti); Zanetti, Cavalieri (75′ D’Onofrio); Leso (71′ Gavrilita), Morelli (C)(71′ Luccardi), Rimpelli (71′ Cafaro).
All. Brunello
Lafert San Donà: Reeves; Pratichetti, Iovu (75′ Schiabel), Bertetti, Falsaperla; Ambrosini, Rorato (60′ Crosato); Derbyshire (C), Vian GM, Catelan (71′ Giusti); Van Vuren (52′ Erasmus), Wessels; Michelini (77′ Ros), Bauer, Zanusso (50′ Ceccato).
All. Zane
Arb. Federico Boraso (Rovigo)
AA1: Stefano Bolzonella (Cuneo),AA2: Andrea Laurenti (Bologna)
Quarto Uomo: Marco Borraccetti (Forlì).
Cartellini: 77′ giallo Wessels (Lafert San Donà)
Calciatori: Novillo (Patarò Calvisano) 4/6, Ambrosini (Lafert San Donà) 3/5
Note: giornata nuvolosa, campo in buone condizioni. 900 spettatori
Punti conquistati in classifica: Patarò Calvisano 5 ; Lafert San Donà 0
Man of the Match: Matteo Archetti (Calvisano)
Mogliano Veneto, Stadio “Maurizio Quaggia”- Domenica 12 novembre 2017
Eccellenza, VI Giornata
Mogliano Rugby v FEMI-CZ Rovigo 22 – 28 (12-14)
Marcatori: p.t. 11′ meta Baldino (5-0), 15′ meta Biffi tr. Mantelli (5-7), 28′ meta Connoly tr. Mornas (12-7), 38′ meta Davies tr. Mantelli (12-14); s.t. 42′ cp Mornas (15-14), 47′ meta tecnica rovigo (15-21), 61′ st meta Ferro tr. Mantelli(15-28), 80′ st meta Gubana tr. Mornas.(22-28)
Mogliano Rugby: Facchini; Masato, Zanon (76′ Zanchi), Da Re (57′ Zanatta), De Masi; Mornas, Gubana; Padrò (65′ Manni), Corazzi (Cap.), Baldino; Maso (65′ Flammini), Bocchi; Connolly (54′-56′ Stefani temporanea), Giazzon (76′ Nicotera), Buonfiglio (71′ Vento)
all.: Dalla Nora
FEMI-CZ Rovigo: Barion; Cioffi, Majstorovic, Davies (11′ st Modena), Biffi; Mantelli, Chillon; Ferro (Cap.)(32′-36′ Zanini temporanea, 66′ Zanini), Lubian, De Marchi; Parker(62′ Boggiani), Ortis; D’Amico (76′ Cincotto), Cadorini (41′ Momberg), Brugnara(62′ Muccignat).
all.: McDonnell
Arb. Trentin (Lecco)
AA1 Penné (Lodi), AA2 Franzoi (Venezia)
Quarto Uomo: Merendino (Udine)
Calciatori: Mornas (Mogliano Rugby) 2/3, Mantelli(FEMI-CZ Rovigo) 3/3;
Note: Giornata molto umida, campo in buone condizioni, circa 600 spettatori
Punti conquistati in classifica: Mogliano Rugby 1; FEMI-CZ Rovigo 5
Man of the match: D’Amico (FEMI-CZ Rovigo)
Roma, Caserma “Stefano Gelsomini” – Domenica 12 novembre 2017
Eccellenza – VI giornata
Fiamme Oro Rugby v Rugby Viadana 1970 35-7 (14-0)
Marcatori: p.t. 9’ m. Moriconi tr Roden (7-0), 23’ m. Gabbianelli tr Roden (14-0); s.t. 53’ m. Amenta tr Roden (21-0), 60’ m. Zitelli tr Roden (28-0), 66’ m. Seno tr Roden (35-0), 78’ m. Ceciliani tr Rojas (35-7)
Fiamme Oro Rugby: Edwardson, Sepe, Seno, Gabbianelli (67’ Di Massimo), Gasparini (39’-40’+5’ Iacob); Roden (67’ Buscema), Parisotto (69’ Martinelli); Amenta, Cristiano (63’ Cornelli), Bianchi (34’ Zitelli); Caffini, Fragnito; Di Stefano (33’-38’ Iacob, 47’ Iacob), Moriconi (69’ Daniele), Cocivera (63’ Zago)
All. Guidi
Rugby Viadana 1970: Spinelli; Amadasi (22’ Denti Ant.), Finco, Rojas (60’ Tizzi), O’Keeffe; Biondelli (53’ Manganiello), Bacchi (53’ Gregorio); Grigolon, Moreschi, Denti And. (30’ Wagenpfeil), Orlandi, Chiappini, Brandolini, Silva , Breglia (56’ Ceciliani).
All. Frati
arb. Liperini (Livorno)
g.d.l. Angelucci (Livorno) e Pier’antoni (Roma)
Calciatori: Roden (Fiamme Oro Rugby) 5/6, Rojas (Rugby Viadana 1970) 1/1
Note: Giornata caratterizzata da vento e pioggia. Spettatori: circa 600.
Cartellini: 19’ rosso a Brandolini (Rugby Viadana 1970), 30’ giallo a Di Stefano (Fiamme Oro Rugby), 40’+5’ giallo a Sepe (Fiamme Oro Rugby), 77’ giallo ad Amenta (Fiamme Oro Rugby), 78’ giallo a Zitelli (Fiamme Oro Rugby)
Punti conquistati in classifica: Fiamme Oro Rugby 5, Rugby Viadana 1970 0
Man of the Match: Matteo Gabbianelli (Fiamme Oro Rugby)
Reggio Emilia (RE), stadio “Mirabello” – domenica 12 novembre 2017
Eccellenza, VI giornata
Conad Reggio v S.S. Lazio Rugby 1927 33 – 16 (15 – 13)
Marcatori: p.t. 5’ m. Manghi tr Gennari (7-0); 7’ cp. Ceballos (7-3); 15’ cp Gennari (10-3); 23’ m. Costella (15-3); 28’ m. Guardiano tr Ceballos (15-10); 36’ cp. Ceballos (15-13). s.t. 50’ m. Gennari (20-13); 55’ cp. Gennari (23-13); 66’ cp. Ceballos (23-16); 73’ cp. Gennari (26-16);
CONAD Reggio: Farolini (cap); Costella, Paletta, Orsenigo (32’ Fontana), Gennari; Rodriguez, Panunzi; Ferrarini F., Rimpelli, Mordacci (76’ Regestro); Dell’Acqua (28’ Visagie), Devodier; Celona (68’ Fiume), Manghi (79’ Gatti), Quaranta (78’ Saccà).
All. Manghi
S.S. Lazio Rugby 1927: Antl; Lombardo, Di Giulio (78’ Giancarlini), Guardiano, Bonavolontà F.(58’ Vella); Ceballos, Bonavolontà D.(cap); Cicchinelli, Ercolani, Freytes; Pierini, Romagnoli (52’ Pagotto); Marsella(58’ Gloriani), Amendola, Di Roberto.
All. Montella
Arb.: Mitrea (Treviso)
AA1.: Schipani (Benevento), AA2.: Favero (Treviso)
Quarto Uomo: Brescacin (Treviso)
Calciatori: Gennari (Conad Reggio) 4/6; Ceballos (S.S. Lazio Rugby 1927) 4/6
Note: giornata nuvolosa, terreno in buone condizioni. Spettatori: circa 800
Punti conquistati in classifica: CONAD Reggio 5 ; S.S. Lazio Rugby 1927 0
Man of the match: Matteo Panunzi (Conad Reggio)
Padova, Stadio “M.Geremia” – Domenica 12 novembre 2017
Eccellenza, VI giornata
Petrarca Padova v Toscana Aereoporti I Medicei 17 – 10 (10–7)
Marcatori: p.t.: 17’ m. Riera (5-0); 34’ m. Benettin (10-0); 39’ m. Rodwell tr. Newton (10-7); s.t. 7’ cp Newton (10 – 10); 27’ m. Santamaria tr. Fadalti (17 – 10).
Petrarca Padova; Fadalti; Bettin, Riera, Benettin, Rossi; Menniti-Ippolito (47’ Coppo), Francescato; Michieletto (41′ Trotta), Lamaro, Salvetti; Cannone, Gerosa (41’ Morona); Vannozzi (53’ Rossetto, 73’ Vannozzi), Delfino (50’ Santamaria), Borean (57’ Scarsini).
All. Marcato
Toscana Aereoporti I Medicei: Basson; Lubian, Mattoccia (44’ Cornelli), Rodwell, McCann; Newton, Fusco (56’ Taddei); Brancoli (55’ Chianucci), Greeff, Boccardo; Maran, Riedo ( 45’ Cemicetti); Schiavon, Baruffaldi (78’ Corbetta), Battisti.
All. Presutti
Arb. Andrea Piardi (Brescia),
AA1 Simone Boaretto (Rovigo), AA2 Gianluca Gnecchi (Brescia)
Quarto Uomo: Ferdinando Cusano (Vicenza)
Cartellini: 17’ giallo a Schiavon (Toscana Aeroporti I Medicei); 72’ giallo a Trotta (Petrarca Padova)
Calciatori: Fadalti (Petrarca Padova) 1/3 ; Newton (Toscana Aeroporti I Medicei) 2/3
Note: campo in buone condizioni, spettatori 1000
Punti conquistati in classifica: Petrarca Padova 4, Toscana Aeroporti I Medicei 1
Man of the Match: Lamaro (Petrarca Padova)

Campionato Nazionale di Rugby d’Eccellenza

Rugby d’Eccellenza

Milano Si è tenuta oggi a Milano alla presenza del Presidente Federale Giancarlo Dondi, delle istituzioni locali e della stampa nazionale e di settore, la cerimonia di presentazione dell’ottantaduesimo Campionato Nazionale di Rugby d’Eccellenza.

All’evento, durante il quale sono state svelate in anteprima le divise dei dieci Club del massimo Campionato, hanno preso parte anche Filippo Grassia, giornalista e presidente del Coni Milanese, il prof. Franco Ascione, responsabile del rugby di base, e Gianluca Guidi, allenatore dell’Italia “A”.

“ Sono contento di constatare che il valore tecnico di questo Torneo stia crescendo di anno in anno – ha tenuto a sottolineare il Presidente Dondi – segno che i nostri progetti per sviluppare l’intero movimento stanno iniziando a dare i propri frutti. Per questo risultato devo riconoscere in primo luogo l’impegno delle singole società, alle quali devo anche dire grazie per la serenità con cui hanno recepito le nuove regole federali, anch’esse concepite per favorire la qualità del nostro sport nel lungo periodo. Anche per questo mi attendo una durata degli incontri superiore alla media attuale e la consacrazione sulla scena nazionale di molti giovani. Il mio impegno personale per l’incipiente stagione agonistica – ha concluso Dondi – sarà di avvicinarmi di più ad ogni singola realtà, vestendo sempre meno i panni del presidente a favore di quelli del tifoso e, soprattutto, mi impegnerò al massimo per ascoltare le proposte di miglioramento che mi auguro giungano da tutti i campi.”

Anche le società dell’Eccellenza, tutte ampiamente rappresentate in sala ad eccezione dell’Aquila Rugby, impossibilitata ad intervenire all’ultimo momento, hanno contribuito alla celebrazione della cerimonia: ognuna di loro ha risposto con passione e speranza alle domande poste dal vicedirettore di Rai Sport, Jacopo Volpi. Proprio la Rai consentirà anche quest’anno di vedere in diretta alle 15.00 della domenica un match per ogni turno di Campionato, fino alla diretta delle gare valide per l’assegnazione del titolo tricolore, che da quest’anno si disputeranno al meglio delle tre gare. Lo spot televisivo creato per l’occasione e mostrato qui in anteprima ha proiettato già gli appassionati verso l’incognita più intrigante: chi sarà il nuovo campione d’Italia?

In conclusione sono state presentate anche altre due interessanti novità: la produzione di una cravatta a tiratura limitata per celebrare i “man of the match” da consegnare al termine di ogni incontro, e l’allestimento della prima mostra itinerante dedicata al rugby curata dal gallerista Vittorio Zanin, “L’Arte del Rugby”.

Con il ringraziamento agli sponsor dell’Eccellenza, Birra Peroni, Mitre e Studio Scialpi, l’attenzione è stata immediatamente spostata a dopodomani, per entrare già nel vivo dell’emozione con il primo turno dell’ottantaduesimo Campionato di rugby d’Eccellenza.

Sabato e domenica via al primo turno, con diretta alle 15.00 di domenica su Rai Sport 1 per la sfida tra i Campioni d’Italia del Petrarca Padova ed il neopromosso Cammi Calvisano.