JAZZaltro- secondo appuntamento

logo JAZZaltro
logo JAZZaltro

Dopo il live inaugurale dei Fanfara Station entra nel vivo l’undicesima edizione di
JAZZaltro, la manifestazione che dal 2010 propone lungo l’asse della Strada del Sempione e del fume Olona, in provincia di Varese, una serie di appuntamenti legati alle musiche del mondo (dal jazz allo swing, dal blues al folk, dal tango alla bossanova ma non solo), “aprendosi” sempre più spesso a ulteriori forme espressive e artistiche, dalla danza al teatro, dalla scultura alla fotografia.

Sabato 11 luglio, a Castellanza, nel cortile del Municipio, si esibirà il trio composto da Giovanni Falzone (tromba), Arsene Duevi (voce, basso e chitarra) e Tetè Da Silveira (percussioni) per un imperdibile e travolgente show in equilibrio tra jazz e world music, tra improvvisazione e ritmi africani (ore 21, ingresso libero, prenotazione obbligatoria inviando un’email a management@abeatrecords.com; in caso di maltempo, il concerto si svolgerà al Teatro Dante).

Al via l’undicesima edizione di JAZZaltro

logo JAZZaltro
logo JAZZaltro

Prenderà il via sabato 4 luglio l’undicesima edizione di JAZZaltro, la manifestazione che dal 2010 a oggi ha proposto lungo l’asse della Strada del Sempione e del fiume Olona, in provincia di Varese, una serie di appuntamenti legati alle musiche del mondo (dal jazz allo swing, dal blues al folk, dalla world music al tango), “aprendosi” sempre più spesso ad altre forme espressive e artistiche, dalla danza al teatro, dalla scultura alla fotografia.

Sono sei, per il momento, gli eventi già programmati, tutti concentrati nel mese di luglio, ma quest’anno la rassegna non si limiterà alla sola stagione estiva. Come impongono i protocolli anti-Coronavirus, per assistere ai live il pubblico dovrà prenotarsi: i concerti (la maggior parte dei quali gratuiti) saranno, infatti, a numero chiuso e i posti saranno ridotti per garantire il distanziamento tra gli spettatori.

Afferma Mario Caccia, ideatore, organizzatore e direttore artistico della manifestazione:
«Su sollecitazione di varie amministrazioni pubbliche, degli sponsor e soprattutto degli appassionati che ci seguono sempre più numerosi, abbiamo deciso di far partire la rassegna a inizio luglio e di mantenerla aperta fino alla fine dell’anno. La prima parte della stagione sarà caratterizzata dalla presenza di gruppi che, a grande richiesta, tornano a JAZZaltro e da alcune stimolanti novità. Nella seconda parte del calendario non mancheranno big e ospiti internazionali, ma per ora non vogliamo svelare troppo. Tutto avverrà nel rispetto delle disposizioni ministeriali anti-Covid».

Il primo appuntamento della nuova edizione è in programma sabato 4 luglio nel giardino di Villa Restelli, a Olgiate Olona(ore 21; ingresso 10 euro; prenotazione obbligatoria inviando un’email a management@abeatrecords.com), con i Fanfara Station, trio composto dal tunisino Marzouk Mejri (voce, percussioni, fiati, loop station), dallo statunitense Charles Ferris (tromba, trombone e loop station) e dal DJ Marco Dalmasso aka Ghiaccioli e Branzini (elettronica e programming) che fonde la forza di un’orchestra di fiati, l’elettronica, i ritmi e i canti del Maghreb in una miscela di suoni acustici ed elettronici.
I Fanfara Station celebrano l’epopea delle culture musicali della diaspora africana e dei flussi che da sempre uniscono il Medio Oriente al Maghreb, all’Europa e alle Americhe.

Sabato 11 luglio, JAZZaltro sbarcherà a Castellanza per un altro imperdibile appuntamento in bilico tra jazz e rimi africani: nel cortile del Municipio, Giovanni Falzone (tromba), Arsene Duevi (voce, chitarra e basso) e Tetè Da Silveira (percussioni) daranno vita al progetto intitolato “Il guerriero”. L’ingresso è libero, sempre con obbligo di prenotazione.

Prima del live si svolgerà la premiazione del contest riservato ai giovani talenti (in ambito jazz, rock, pop, rap&trap e classica) promosso dall’amministrazione comunale di Castellanza e da JAZZaltro. Per evitare assembramenti sul palco, il tutto avverrà in modalità digitale attraverso la videoproiezione delle performance dei musicisti vincitori.

Cambio di sede e di genere musicale per il terzo concerto della nuova stagione: giovedì 16 luglio, nello spazio antistante al Museo Ma*Ga di Gallarate si esibiranno i Sugarpie and The Candymen, irresistibile quintetto che mescola magistralmente lo swing, il gipsy-jazz, il soul, il blues e il pop (ore 21; ingresso libero con prenotazione obbligatoria).

Due giorni dopo, sabato 18 luglio, nella stessa location sarà la volta di uno dei più apprezzati chitarristi della scena italiana: Gigi Cifarelli darà sfoggio del suo talento con un repertorio a base di jazz, blues e fusion.

Palazzo Gilardoni, sede del Municipio di Busto Arsizio, ospiterà giovedì 23 luglio(ore 21; ingresso libero con prenotazione obbligatoria) il Circus Quartet, composto da Fabio Buonarota (tromba), Walter Calafiore (sassofoni), Max Tempia (organo Hammond) e Tommy Bradascio (batteria). Pur provenendo da esperienze diverse, i quatto musicisti sono accomunati da un linguaggio comune, che affonda le radici nel jazz. Energia, passione, tecnica virtuosistica, toccante lirismo e una buona dose di swing sono le caratteristiche principali di questa formazione.

La prima parte dell’undicesima stagione di JAZZaltro si concluderà sabato 25 luglio all’Approdo Calipolis di Fagnano Olona(ore 21; ingresso libero con prenotazione obbligatoria) con l’emozionante live del Cuarteto Nuevo Encuentro, ensemble argentino composto da Miguel Angel Acosta (voce e chitarra), Lautaro Acosta (violino), David Pecetto (bandoneon) e Carlos “El Tero” Buschini (basso) e capace di evocare un immaginario latino che abbraccia le molteplici tradizioni musicali del Sudamerica.

JAZZaltro – Undicesima stagione, prima parte – Da sabato 4 a sabato 25 luglio
Inizio live: ore 21.

JAZZaltro: da New York a Gallarate

Rueckert@LucaRossato
Rueckert@LucaRossato

Due appuntamenti in meno di 48 ore per la nuova edizione di JAZZaltro, la manifestazione che da dieci anni porta i suoni del mondo lungo l’asse della S.S. Sempione e del fiume Olona, tra la provincia di Varese e quella di Milano: venerdì 12 luglio, grazie alla collaborazione tra il Gruppo Giovani Castellanzesi, l’amministrazione comunale e gli organizzatori di JAZZaltro, a Castellanza (Va) è in programma un evento speciale, un contest che anticipa la Notte Bianca (prevista il giorno successivo) e che dalle ore 18 vedrà l’esibizione di giovanissimi artisti di diversi ambiti musicali.

Alle 21 e con ingresso libero, poi, nei giardini di viale Rimembranze andrà in scena “Box Populi”, singolare mix di generi e stili, tra jazz e beatbox, progetto dell’argentino Natalio Luis Mangalavite, pianista e tastierista di fama internazionale, che sarà affiancato da Adel Naim, campione italiano di beatbox. Insieme a loro sul palco saliranno anche il bassista argentino Carlos ”el tero” Buschini e la cantante sarda Monica Demuru.

Da non perdere il giorno successivo, sabato 13 luglio (ore 21; ingresso libero), nello spazio antistante al museo Maga di Gallarate (Va), il live del superquartetto guidato dal batterista e compositore tedesco Jochen Rueckert (da anni residente a New York) e completato da tre formidabili e affiatatissimi jazzisti statunitensi quali il chitarrista Mike Moreno, il contrabbassista Matt Penman e il sassofonista Chris Cheek.

Quest’ultimo, in particolare, è una delle voci più interessanti dell’attuale scena jazz americana per personalità ed espressività e vanta collaborazioni con artisti del calibro di Paul Motian, Charlie Haden, Bill Frisell, Tom Harrell, Kurt Rosenwinkel, Brad Mehldau, Lee Konitz, Joshua Redman, Chris Potter e Mark Turner.
Il concerto è promosso dall’assessorato alla Cultura del comune di Gallarate e, in caso di maltempo, si svolgerà all’interno del museo.