Covid 19, comunicazione Brt Bologna

Brt Bologna
Brt Bologna

In relazione al cluster Covid-19 verificatosi presso il magazzino di Bologna Roveri, BRT Corriere Espresso sta operando in stretta collaborazione con l’Azienda Sanitaria Locale ed in rigorosa conformità al “Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro”

Bologna, 25 giugno 2020 – BRT Corriere Espresso sta seguendo e gestendo con estrema attenzione l’evolversi della situazione legata al cluster Covid-19 verificatosi nel proprio magazzino di Bologna Roveri, e originato da lavoratori di servizi logistici di magazzino gestiti da una società esterna. L’azienda si è prontamente attivata in stretta collaborazione con l’Azienda Sanitaria Locale in via precauzionale, al fine di contingentare e razionalizzare le attività operative e contemporaneamente per la verifica della diffusione del contagio, in rigorosa conformità al “Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro”.

Sono state dunque prontamente attuate le necessarie misure di sicurezza a tutela degli operatori e dei dipendenti e di verifica di diffusione del contagio. È stato effettuato lo screening attraverso tampone naso-faringeo dei circa 200 lavoratori, che attualmente ha evidenziato la presenza di alcuni positivi asintomatici (Per aggiornamenti sul numero delle persone coinvolte, è necessario fare esclusivo riferimento alla Azienda Sanitaria Locale che ha competenza in merito). Inoltre, per tutti i lavoratori coinvolti è stato disposto l’isolamento domiciliare, come previsto dai protocolli sanitari nell’ambito della emergenza Covid.

È stata altresì immediatamente effettuata un’ulteriore profonda sanificazione degli ambienti, condotta da aziende certificate e specializzate, in aggiunta a quelle previste dal protocollo interno predisposto in ottemperanza delle disposizioni ministeriali. Inoltre, con l’obiettivo di tutelare al massimo la salute di clienti, fornitori e collaboratori diretti ed indiretti, in data odierna sono stati sottoposti a tampone altri 170 lavoratori, tutti i drivers ed i dipendenti operativi della Filiale.

Sul fronte operativo dei servizi di trasporto espresso rivolti alla clientela, sebbene questa situazione sia stata affrontata con tempestività e adottando tutti gli accorgimenti necessari, stiamo registrando un rallentamento sulle consegne gestite dall’Hub di Bologna Roveri.

Fin dall’inizio dell’emergenza Covid-19 e a seguito delle priorità strategiche dettate dal Governo, BRT Corriere Espresso ha sin da subito istituito un Comitato che controlla costantemente la situazione per elaborare i diversi scenari al fine di adottare tutte le misure necessarie a salvaguardare la sicurezza e la salute di chiunque interagisca con il network, inoltre è stato eliminato l’obbligo di raccolta firma del destinatario per garantire la consegna sicura rispettando il distanziamento sociale. Gli autisti in fase di consegna hanno l’obbligo di attenersi alle disposizioni di sicurezza in essere, all’uso dei dispositivi di protezione individuale e altresì l’Azienda continua a seguire rigorosamente i protocolli relativamente alla sanificazione dei magazzini e degli uffici, e a fornire tutti i dispositivi di protezione individuale in conformità con quanto dettato dal governo, in tutte le sue 193 filiali distribuite in maniera capillare sul territorio nazionale e con una forza lavoro di oltre 18mila persone.

BRT Corriere Espresso è il corriere leader in Italia per il trasporto espresso di merci di ogni tipologia e per la fornitura di servizi logistici in outsourcing, con 193 filiali distribuite in maniera capillare sul territorio e una forza lavoro di più 18.000 persone. BRT Corriere Espresso è certificato ISO in conformità ai più alti standard qualitativi in materia di ambiente, salute e sicurezza dei lavoratori. BRT Corriere Espresso è parte integrante di DPDgroup, leader europeo nelle consegne espresso. Per saperne di più: www.brt.it

 

Autogrill e IMQ: insieme per la sicurezza

Drone-8
Drone-8

Autogrill e IMQ: insieme per la sicurezza

Autogrill Italia S.p.A. prima società italiana del settore a ricevere l’attestato IMQ Covid-19 Restriction per l’adeguata ed efficace implementazione delle norme anti-Covid negli ambienti di lavoro

Milano, 23 giugno 2020 – Autogrill S.p.A., primo operatore al mondo nei servizi di ristorazione per chi viaggia, ha ottenuto l’attestato IMQ Covid-19 Restriction per Autogrill Italia S.p.A. La certificazione è frutto dello schema messo a punto da IMQ, organismo leader nella valutazione della conformità, volto a monitorare e verificare la corretta applicazione delle misure attivate per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19.

Autogrill Italia S.p.A. ha implementato tutte le misure di sicurezza per operatori e clienti richieste sin dalla fase 1 dell’emergenza sanitaria poiché, in quanto servizio pubblico, è stata chiamata a garantire la continuità di servizio sulla propria rete di punti vendita e di ristoro.

“In questi mesi la nostra priorità è stata quella di creare un ambiente sicuro per tutti i collaboratori e i clienti. Per farlo abbiamo adeguato l’impostazione dei vari punti vendita, avviando misure di sicurezza che superano quelle richieste dall’attuale normativa” ha dichiarato Andrea Cipolloni CEO Europe, Autogrill Europe S.p.A. “Per essere certi di avere raggiunto livelli adeguati di sicurezza e poter dare ai nostri operatori e clienti evidenza dell’impegno profuso e dell’idoneità delle procedure messe in atto, abbiamo chiesto ad una terza parte qualificata, individuata in IMQ, di verificare la corretta applicazione delle norme in questione nonché il continuo monitoraggio del loro rispetto, e siamo felici di annunciare di aver ottenuto da IMQ la specifica attestazione”.

Le verifiche condotte da parte degli esperti di IMQ a validazione dei protocolli di sicurezza messi in essere da Autogrill sono state condotte su un campione di punti vendita rappresentativi delle diverse realtà presenti sul territorio nazionale – come aree di servizio, aeroporti, stazioni ferroviarie, centri commerciali, ma anche punti vendita carburante Nuova Sidap Srl – prendendo in considerazione anche la loro collocazione geografica.

Per ciascuno dei contesti esaminati sono state individuate le zone potenzialmente a rischio e incrociate con i protocolli di sicurezza adottati nonché con i requisiti richiesti dallo specifico Protocollo IMQ, ispirato al Protocollo condiviso tra le Parti sociali in data 14 marzo 2020, come successivamente modificato.

Oltre alla verifica sui punti vendita, IMQ ha poi ispezionato le misure adottate nella sede centrale di Autogrill a Rozzano (Mi), che – dopo un periodo di chiusura – ha riaperto le porte applicando misure anti-Covid aggiuntive a quanto previsto da legge, con la volontà di garantire il totale presidio della sicurezza.

“Siamo orgogliosi di aver supportato Autogrill nella forte volontà di rassicurare, oltre ai clienti, i propri collaboratori, garantendo un ritorno sereno al lavoro” ha dichiarato Antonella Scaglia CEO del Gruppo IMQ. “L’attestazione IMQ è testimonianza di trasparenza e di un grande senso di responsabilità nei confronti della collettività perché dimostra come la società non solo si sia adoperata per porre in essere tutte le misure di sicurezza necessarie, ma abbia voluto farle verificare da un organismo al di sopra delle parti”.

Il Gruppo Autogrill

Il Gruppo Autogrill è il primo operatore al mondo nei servizi di ristorazione per chi viaggia. È presente in 31 paesi di 4 continenti, opera in circa 1.000 location (tra cui 147 aeroporti) e gestisce 4.000 punti vendita. Autogrill può contare su oltre 60.000 collaboratori e serve ogni anno 1 miliardo di viaggiatori. Nel 2019 il Gruppo Autogrill ha conseguito ricavi per circa 5 miliardi di euro.

IMQ

IMQ è una società del Gruppo IMQ, una delle più importanti realtà italiane nel settore della valutazione della conformità (certificazione, prove, verifiche, ispezioni). Forte della sinergia tra le società che lo compongono, dell’autorevolezza acquisita in quasi 70 anni di esperienza, della completezza dei servizi offerti, il Gruppo IMQ si pone infatti come punto di riferimento e partner delle aziende che hanno come obiettivo la sicurezza, la qualità e la crescita sostenibile.

Il Gruppo IMQ è attualmente composto da da IMQ Group S.r.l. (holding), IMQ S.p.A., CSI S.p.A., IMQ CSI Deutschland GmbH (Germania), IMQ Iberica S.L. (Spagna), IMQ Tecnocrea S.L. (Spagna), IMQ Polska Sp.zo.o. (Polonia), IMQ Certification (Shanghai) Co. Ltd. (Cina), IMQ Turkey (Turchia), IMQ Gulf FZCo (Emirati Arabi Uniti). www.imq.it