Poeti e organizzatori di premi di poesia chiamati a sognare il futuro con WikiPoesia

Congresso Wikipoesia -2020-01-03
Congresso Wikipoesia -2020-01-03

Anche WikiPoesia, la Wikipedia della poesia, è costretta a convocare un Congresso in versione digitale. I prossimi 25 e 26 luglio, stante il divieto di assembramenti, centinaia di poeti e organizzatori di premi di poesia si collegheranno su Zoom (diretta Facebook) per sognare il futuro della poesia contemporanea. Hanno annunciato la loro partecipazione rappresentanti di premi letterari da tutta Italia. Marco Carrer, già studente dell’Accademia di balletto del Bol’šoj di Mosca, sarà ospite d’onore del congresso e presenterà un mini-video in versione “lockdown” dei suoi allenamenti alla sbarra.

Il tema del congresso rimane La libertà di pensiero – afferma Renato Ongania (presidente di WikiPoesia) – è il fil rouge per tutti i progetti di WikiPoesia tra cui una radio, una moneta pensata per la cultura, l’uso di un software semantico per l’enciclopedia, la Scuola di Democrazia “Ettore Tibaldi” e il progetto Solidarietà Poetica che è stato capace di portare la poesia negli ospedali e cercare di aiutare gli operatori sanitari ad affrontare le emergenze da Coronavirus. In agenda abbiamo inserito anche un momento democratico di rinnovo delle cariche all’interno di WikiPoesia, ma cercheremo di orientare il dibattito ai contenuti, all’arte! Vogliamo che poeti e organizzatori di premi di poesia sognino con noi il futuro!”

L’Italia – continua Ongania – ha riaperto con più problemi di quanti ne aveva prima del lockdown, anche noi enciclopedici avventizi vogliamo ripensare il nostro modo di confrontarci sulle tematiche che ci riguardano (Poesia in primis) e lo facciamo con un Congresso in convocazione straordinaria. Sono trascorsi sei mesi dal primo congresso di Domodossola e per modellare questa creatura abbiamo bisogno di ascoltare di più e giudicare meno. La sfida è riuscire ad affrontare i cambiamenti imposti alla routine, ai bisogni umani di poetare in tempi di Covid-19. Una lezione particolare ci verrà da Marco Carrer, mediante un video in cui rappresenta la quotidianità dell’esercizio, la ripetizione dei movimenti per nuove routine, nuovi standard, qualità della comunicazione“.

Il Congresso si aprirà con alcuni versi del poeta Flavio Provini, frasi che cercano di ascoltare e visualizzare la sofferenza di Hong Kong. Seguirà la puntata zero di Radio WikiPoesia e il saluto istituzionale da parte della Commissione Cultura – Scienza – Istruzione della Camera dei Deputati scritto per la rete di WikiPoesia, che ora conta quaranta premi letterari oltre a nove accademici e un centinaio di Co-Fondatori.

L’appuntamento è quindi per sabato 25 luglio alle 17:00 (in diretta sulla pagina Facebook) con le relazioni del Presidente che prenderà in esame gli ultimi sei mesi e coordinerà le relazioni singole sui vari progetti avviati:

  • Wiki Fiorino, una moneta complementare destinata a dare valore alla Cultura.
  • Solidarietà Poetica, il progetto che è riuscito a portare la poesia all’interno delle strutture ospedaliere coinvolgendo oltre 200 poeti che hanno dedicato alcuni versi a medici e paramedici, impegnati nell’emergenza.
  • Scuola di Democrazia “Ettore Tibaldi”, come l’esperienza della Repubblica Partigiana dell’Ossola diventa patrimonio comune in Nepal e Tunisia.
  • “Verso la prima enciclopedia poetica semantica al mondo”, relazione con dettagli pratici sulla svolta che ha interessato WikiPoesia.

Nella giornata di domenica 26 luglio WikiPoesia ospiterà una poetessa cinese, con un reading di grande qualità in tre lingue (cinese, inglese, italiano). L’intento ha una caratteristica sperimentale e punta a poter contemperare il grido di sofferenza proveniente da Hong Kong mediante alcuni versi di poesia.

WikiPoesia è un progetto avviato il 21 marzo 2019 – giornata mondiale della poesia – raccoglie informazioni enciclopediche relative a circa 500 premi di poesia che si svolgono in Italia ed è sostenuto da circa 100 Co-Fondatori.

Per maggiori informazioni: www.wikipoesia.it

Per 40 giorni sarà possibile co-fondare WikiPoesia

Congresso Wikipoesia
Congresso Wikipoesia

WikiPoesia, “La Wikipedia della Poesia”, dopo il primo congresso nazionale di Domodossola lancia una campagna di crowdfunding per raccogliere 1.258 euro necessari a proteggere il marchio “WikiPoesia” e dare un futuro stabile alla community che ruota intorno al mondo della poesia contemporanea.

Chiediamo a tutti gli amanti della poesia di progettare con noi WikiPoesia – afferma Renato Ongania (presidente) – Il congresso di Domodossola ha incaricato gli organi di WikiPoesia di dare una struttura solida al progetto. La primissima raccolta fondi inizierà tra qualche giorno e servirà a registrare il marchio a livello comunitario. Il preventivo dell’ufficio brevetti che abbiamo interpellato ci ha notificato che servono 1.258,02 euro. Come presidente avrei potuto provvedere di persona, ma non si tratta di un progetto personale, la poesia è di tutti e anche questo progetto è aperto a tutti nella massima trasparenza. Con 40 persone o associazioni che versano 30 euro avremo le risorse necessarie per la registrazione del marchio.”

WikiPoesia è un progetto nato il 21 marzo 2019 e raccoglie informazioni enciclopediche relative a circa 500 premi di poesia che si svolgono in Italia. La piattaforma di crowdfunding scelta è eppelahttp://eppela.com/wikipoesia il cui slogan è “Il futuro si fa in tanti” – ed il progetto si chiama “WikiPoesia – enciclopedia poetica”.

E’ possibile investire 10 euro (Amico) oppure 30 euro (Co-Fondatore). Con una donazione di 100 euro si diventa Co-Fondatori Senior e si ha diritto ad una pagina sull’enciclopedia.

Tutti coloro che aderiranno avranno un posto nell’Albo d’Onore dei Fondatori di WikiPoesia.

Il Direttivo di WikiPoesia fa sapere che è molto apprezzato anche il sostegno da parte di associazioni no profit e aziende che desiderano investire nella SCR (Social Corporate Responsibility – Responsabilità Sociale d’Impresa).

Non vogliamo problematizzare la poesia – afferma Renato Ongania – ci adoperiamo perché divenga patrimonio di tutti e ci appelliamo a coloro che sono più sensibili alla Libertà di Pensiero e alla conoscenza condivisa“.

Per maggiori informazioni: www.wikipoesia.it

WikiPoesia – primo Congresso

Wikipoesia
Wikipoesia

Il consiglio direttivo di WikiPoesia, l’enciclopedia poetica che imita il modello di Wikipedia, ha annunciato che terrà il primo congresso a Domodossola. Tra i temi che verranno analizzati, la Libertà di Pensiero.

“Stiamo scrivendo un’intera enciclopedia da zero. In meno di nove mesi abbiamo recensito oltre 500 premi letterari – afferma Renato Ongania (presidente) – il modello è quello di un’enciclopedia collaborativa, simile a Wikipedia, ma riservata al mondo della poesia e più orientata alle esigenze dei poeti e degli operatori culturali. Abbiamo scelto Domodossola perché il volontario più attivo d’Italiarisiede in Val d’Ossola e ci è sembrato un giusto riconoscimento, inoltre il Piemonte è terra di libertà ricca di poesia. A Domodossola lanceremo la nostra nuova campagna internazionale a favore della Libertà di Pensiero.”

Il primo congresso, aperto a chiunque desideri partecipare, si terrà domani  3 gennaio 2020, presso la Sede della Società Operaia di Mutuo Soccorso.
L’inizio è previsto alle ore 17.

“Domodossola è una città premiata per le sue battaglie di libertà e di civiltà – commenta Michele Scaciga (Content Specialist di WikiPoesia) – principalmente per gli eventi legati alla repubblica partigiana di Ettore Tibaldi durante la seconda guerra mondiale. Sono contento di questa scelta, in tal modo il borgo della cultura continua ad arricchirsi di contenuti. Il mio augurio è che questa iniziativa di carattere nazionale possa contribuire a sostenere l’arte dando visibilità ai poeti”.

“Il nostro intento – conclude Ongania – è sviluppare una nuova rete nazionale di premi letterari, mediante un’enciclopedia libera, non cartacea, gratuita e condivisa al servizio di migliaia di poeti in Italia, di associazioni e di case editrici. Siamo pronti a collaborare con tutti per raggiungere questi scopi”.

Dal sito si legge che il progetto mira a ‘una valorizzazione di fatto di tutti i progetti letterari presenti in Italia che promuovono la poesia’. Sfrutta il motore su cui giraWikipedia mediante il paradigma della“conoscenza condivisa”, ma rinuncia quasi completamente al sistema dell’autorità (spesso criticato a Wikipedia) che impedisce ai poeti contemporanei non in possesso di un titolo accademico di comparire sulla famosa enciclopedia co-fondata da Jimmy D. Wales.

Per maggiori informazioni: www.wikipoesia.it