Trenord: nuovo sistema tariffario e relativi aumenti decisi dall’Agenzia del TPL

Aumento delle tariffe Trenord
Aumento delle tariffe Trenord

In riferimento a quanto affermato dall’agenzia del Trasporto Pubblico Locale del bacino Milano, Monza e Brianza, Lodi e Pavia, Trenord specifica che l’organizzazione del nuovo sistema tariffario, entrato in vigore a luglio per Atm e oggi per Trenord, è stato definito dalla stessa Agenzia, che ha stabilito le modalità di calcolo delle tariffe e il loro conseguente aumento. 

L’integrazione è da tempo un obiettivo che, dove realizzata, ha prodotto in tutti i territori effetti positivi sulla mobilità. Trenord è un attore fondamentale del sistema integrato, l’unico che connette tutti i territori della Lombardia: serve in totale 96 stazioni in area STIBM con 1milione di passaggi; 24 stazioni nella città di Milano di cui 6 nel passante ferroviario, con un flusso di oltre 650mila persone al giorno. Per questo Trenord non può essere fuori dal sistema integrato. 

L’Agenzia del TPL, con l’attivazione di STIBM, ha anticipato di un anno il sistema integrato di bigliettazione elettronica (SBE) non colmando alcuni gap tecnologici che i clienti di Trenord si trovano ad affrontare. Ad esempio, i nuovi titoli di viaggio acquistati online per le zone fuori da Milano (MI4-MI9) non aprono i tornelli della metropolitana. 

News Atm

immagine corone STIBM
immagine corone STIBM

Dal 15 luglio 2019 entra in vigore il nuovo Sistema Tariffario Integrato del Bacino di Mobilità (STIBM) in sostituzione del Sistema Integrato Tariffario dell’Area Milanese (SITAM); esso si estende a tutti i comuni che fanno parte della Città metropolitana di Milano e della Provincia di Monza e Brianza.

Con i titoli di viaggio del nuovo Sistema Tariffario è possibile viaggiare sulle linee della metropolitana e di superficie di ATM, urbane ed extraurbane, e sulle linee di trasporto pubblico extraurbane dei diversi gestori attivi sul territorio.

Il Sistema considera come centro di riferimento la città di Milano a partire dalla quale il territorio circostante è stato idealmente suddiviso in corone concentriche che rappresentano ciascuna una zona tariffaria.