Sethu: “Calmo”

Sethu foto promo 17 luglio20
Sethu foto promo 17 luglio20

Esce oggi in digitale “Calmo”, il nuovo singolo di SETHU, il secondo dell’artista classe 1997 per Virgin Records (Universal Music Italia) dopo la pubblicazione, il 22 maggio scorso, di “Blacklist”. Anche questa volta la produzione musicale è del fratello gemello JIZ.
“Calmo” da oggi è disponibile su tutte le piattaforme digitali: https://vir.lnk.to/calmo

“Calmo” è un brano che gioca sui contrasti di toni: Sethu sussurra, “parla” e urla su un ritmo lineare prodotto da suo fratello gemello JIZ che, incastrando dei suoni ricercati su beat e voce, valorizza al massimo questi cambi di flow.

Il brano è nato in questi ultimi mesi, in particolare nei momenti in cui, di fronte a uno stato d’animo di frustrazione, Sethu ripeteva a se stesso “sono calmo, va tutto bene”, frase ripresa nel ritornello urlato dal sapore liberatorio. “Calmo” è nato improvvisando durante una sessione in studio tra i due gemelli e il testo, durante la lavorazione, ha acquisito una buona dose di autoironia utile a stemperare la tensione. Alla luce di tutti questi contrasti, Sethu definisce il brano “schizofrenico”.

“Blacklist”, il nuovo singolo di Sethu

Blacklist_Artwork
Blacklist_Artwork

Esce oggi in digitale “Blacklist”, il nuovo singolo di SETHU, il primo dell’artista classe 1997 per Virgin Records (Universal Music Italia). Il brano da oggi è disponibile ai seguenti link: https://vir.lnk.to/blacklist

“Blacklist” è uno sfogo, un brano tenebroso con un flow teso e una serie di esplosioni di energia che rispecchia perfettamente il lavoro che il giovane savonese sta facendo sulla sua musica, grazie a cui arriva a tirare fuori, senza filtri, vari aspetti della sua indole.

Già negli ultimi due anni, nel percorso da indipendente, Sethu ha messo in luce la sua versatilità artistica, una predisposizione naturale verso quella che definisce “liquidità musicale”, qualità quanto mai contemporanea che gli permette di esprimere liberamente vari umori e stati d’animo.

“Blacklist” è un brano “urlato” che rappresenta una delle sue anime: “Se guardo al mio recente passato e penso al mio prossimo futuro – racconta l’artista – ho una visione artistica che non amo collocare. Preso singolarmente, se proprio si vuole dare una definizione, questo pezzo è trap, ma amo la varietà musicale e questo stile semplicemente si sposava bene con l’umore che volevo esprimere in questo brano”.