TrentinoInJazz: Swing Friends

Gialunca Tagliazucchi_foto cifarelli
Gialunca Tagliazucchi_foto cifarelli

Primo appuntamento autunnale del TrentinoIn JazzClub, il ciclo del TrentinoInJazz ideato da Emilio Galante per coinvolgere i club di Trento e Rovereto, con un concerto all’insegna dello Swing, come recita in pieno il nome del quartetto invitato a Rovereto: Swing Friends.

Dietro questa sigla si celano quattro grandi nomi del jazz nostrano, un quartetto con i fiocchi composto da tre genovesi e un trentino: Giampaolo Casati (tromba), Gianluca Tagliazucchi (piano), Aldo Zunino(contrabbasso), Enrico Tommasini (batteria). I primi tre sono anche coinvolti nell’esperienza tutta genovese della Bansigu Big Band ma come singoli Casati è attivo dagli anni ’80 con Gianni Basso, Tullio De Piscopo, poi Rava, Tonolo, Bonaccorso e moltissimi altri; anche Tagliazucchi debutta negli anni ’80, alternando attività didattica a arrangiamenti e collaborazioni, da Lee Konitz a Tiziana Ghiglioni; Zunino è uno storico contrabbassista assiduo frequentatore di palchi italiani ed esteri insieme a colossi come Steve Grossman e Bobby Durham ma anche Zegna e Faraò. Enrico Tommasini ha una lunga esperienza dalla seconda metà degli anni ’70 e ha suonato con Michael Lösch, Massimo Urbani, Florian Bramböck, Flavio Boltro, Pietro Tonolo, Sandro Gibellini, Helga Plankensteiner e molti altri.

Domenica 25 novembre 2018
Ore 19.30
Bar Circolo Operaio Santa Maria
Via Santa Maria 8
Rovereto (TN)

TrentinoInJazz: ultimo concerto al MART con DoubleSex

Ermafrodito Enzo Patti

Doublesex – Oratorio per voce recitante, coro femminile e jazz trio. Con questo spettacolo – originale, ambizioso, evocativo – si conclude la lunga carrellata di concerti del TrentinoInJazz 2015, partita lo scorso giugno e ricca di performance memorabili con grandi rappresentanti del jazz italiano e internazionale.

Sabato 12 dicembre appuntamento pomeridiano al MART di Rovereto con un’operazione liberamente ispirata a Middlesex di Jeffrey Eugenides: il concerto racconta la vita di un ermafrodito, invitando alla riflessione su un aspetto della sessualità da sempre esistito e oggi rimosso.

Sandra-Sandro nasce negli USA e adulto si reca a Palermo, città natale dei nonni, alla ricerca delle origini del suo essere ermafrodito: le scene sono disegnate dall’artista palermitano Enzo Patti. Interagiscono così differenti linguaggi artistici – parola recitata, musica e immagine in forma di disegno – con l’aggiunta di coro (che canta in inglese), voce cantata e non recitata (in italiano).

Questa produzione, similmente a Canti Alpini di due anni fa, è il frutto della collaborazione fra Valli del Noce, MART e Sonata Islands e diventa segno della ragion d’essere di TrentinoJazz come rete di intenzioni non solo promozionali ma anche creative.

TrentinoInJazz: 1 dicembre con Relendo Villa Lobos a Trento

Gabriele Zanchini

Penultima esibizione per il lunghissimo calendario del TrentinoInJazz 2015, partito a giugno e in dirittura d’arrivo. Martedì 1 dicembre, al Well Cafè di Trento, si esibiranno in organico a quartetto i Sonata Islands, una delle presenze più assidue e metamorfiche della storia del TrentinoInJazz.

Per l’occasione Galante, Zanchini, Francesconi e la Renzetti propongono Relendo Villa Lobos, rilettura tra composizione e improvvisazione, in chiave moderna e jazzistica, dell’opera del compositore brasiliano Heitor Villa Lobos, con arrangiamenti di Gabriele Zanchini delle sue composizioni, brani originali dei musicisti del gruppo ispirati alle sue melodie, brani di alcuni grandi autori della musica brasiliana come Tom Jobim e Guinga, suoi diretti discepoli. Un crossover tra Brasile e Europa, folklore sudamericano e musica colta.

Anche per l’edizione 2015 TrentinoInJazz ha rilanciaro la sua originale fisionomia di network: il festival nasce infatti come “federazione” di rassegne preesistenti nelle valli della provincia di Trento ma oggi più che mai mostra unitarietà organizzativa e omogeneità artistica. Dal 24 giugno ai primi di settembre Panorama Music Festival ha animato il palcoscenico naturale delle Dolomiti della Val di Fassa, con concerti in alta quota.

Coinvolto per la prima volta anche il MART di Rovereto, con appuntamenti unici nel loro genere tra musica e cultura contemporanea. Immancabile il Valsugana Jazz Tour, giunto all’edizione n. 13, che ha riservato grande attenzione alle colonne del jazz internazionale e ai frizzanti Aperitivi Jazz.

Presenti anche la Valli del Noce, con la sezione diretta da Enrico Merlin, all’insegna del jazz di frontiera quest’anno tutto italiano, con una dedica speciale a Miles Davis. Quattro concerti di lusso per il Lagarina Jazz, diretto dal giornalista Giuseppe Segala, con artisti di risonanza mondiale.

La fase finale si sta svolgendo a Trento e Rovereto: Sonata Islands – diretta da Emilio Galante – dedicata ai connubi sperimentali tra jazz, rock e musica colta: Martedì 1 dicembre 2015 ore 21.00 Well Cafè Via Santa Croce Trento

Ultima data: 12 dicembre 2015, Doublesex, Rovereto.

Calendario completo della rassegna:

www.synpress44.com/02Works.asp?id=2893&stc=3

Turismo… “a regola d’arte”

Che il Trentino sia una meta di vacanza all’insegna della natura incontaminata, dello sport e del benessere non è una novità. Da oggi però sarà ancora più facile connettere turismo e cultura, arte e ambiente: merito  dell’alleanza firmata oggi giovedì 28 giugno tra il Mart, Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto e l’azienda per il turismo Ingarda Trentino Spa che ha per oggetto la promozione e la diffusione dell’immagine turistica dell’ambito di riferimento.

Per il Mart, da sempre attento alle connessioni con i bacini turistici limitrofi e distanti, l’accordo rappresenta un’importante scelta strategica. “L’ospitalità è il vero denominatore comune tra il museo e l’azienda turistica – ha dichiarato il direttore del museo Cristiana Collui turisti sono persone che abitano temporaneamente dei luoghi. Dobbiamo lavorare insieme sul loro tempo libero, anche fuori e oltre la stagione turistica tradizionale”.

Marco Benedetti, presidente di InGarda Trentino sottolinea: “Questo connubio mi sembra vincente per arricchire la nostra offerta turistica, non solo legata alle bellezze naturali del territorio. La vocazione del Garda Trentino è quella della vacanza attiva, molto dipendente dalla situazione meteorologica. Ci stiamo quindi attrezzando per offrire nuove opportunità a quei 900mila arrivi annui che potrebbero essere interessati a un prodotto culturale come il Mart”.

La comunanza di interessi passerà attraverso un’azione combinata di reciproca valorizzazione e promozione dei due enti, ognuno attraverso i propri specifici canali. In particolare, i turisti in vacanza nel Garda trentino potranno entrare in tutte le sedi del Mart a ingresso ridotto, utilizzando a questo scopo dei voucher che saranno distribuiti da InGarda Trentino.

Depliant e siti internet, pacchetti, eventi ad alto potenziale attrattivo ( «che movimentino turisti» ) e altre iniziative saranno sviluppate nella fase operativa che seguirà l’accordo di collaborazione.

In previsione per il futuro anche la progettazione di iniziative rivolte a specifiche tipologie di visitatori magari più orientati verso prodotti culturali e una migliore ottimizzazione dei collegamenti con l’organizzazione di un servizio transfer, che unisca “le due perle”.