Joe Bastianich: il debutto rock

Joe Bastianich
Joe Bastianich

È partita dallo Zio Live Music Club, il “best club” di Milano, la nuova avventura professionale di Joe Bastianich. Volto notissimo della tv grazie al programma “MasterChef” (ora è alla sua prima esperienza come giudice di “Italia’s Got Talent”), l’imprenditore statunitense di origine italiana, 51 anni, restaurant man per eccellenza, è sempre di più attratto dalla musica, la sua seconda, grandissima passione: mercoledì 22 gennaio Joe si è esibito come chitarrista e cantante, con la sua band, in un concerto privato ed esclusivo allo Zio Live Music Club di Milano, il locale gestito da Carlo Forti, davanti a un pubblico ristretto di amici, fan e addetti ai lavori, in vista dello spettacolo con il quale sarà in scena a Roma e a Milano (il 24 e il 25 gennaio).

Imbracciando le sue adorate chitarre, Bastianich ha presentato ai fortunati presenti “New York Stories”, show di musica, aneddoti, parole e ricordi che accompagnano l’uscita del suo primo album, intitolato “Aka Joe” e pubblicato lo scorso settembre.

In questo spettacolo, Joe Bastianich svela la sua parte più intima e si racconta nei panni di musicista. Il lavoro, registrato a Los Angeles, esplora diversi generi quali l’alternative rock, l’alternative country e l’American music e trova spazio nel panorama musicale contemporaneo, pur proponendo sonorità legate al rock-blues e al funky.

Scrivere canzoni è una terapia per Bastianich, che tra i suoi artisti di riferimento cita i Led Zeppelin, David Bowie, The Ramones e i Rolling Stones: «La musica per me rappresenta l’espressione più pura, l’emozione più vicina al cuore. In questo album ho raccolto l’essenza più vera della mia vita, quella più intima, tra passioni, paure, ambizioni e amore. Racconta molto di me, di ciò che sono, che ho fatto e che farò. È la mia rivelazione più personale e inedita».

Non è un caso che Joe Bastianich abbia scelto lo Zio Live Music Club di Milano per le prove generali del suo spettacolo: inaugurato nell’autunno del 2016, lo spazio di via Eugenio Brizi si è subito distinto tra i locali di Milano per l’acustica eccellente e la qualità delle proposte musicali, che spaziano dal soul al funk, dal jazz alla fusion, dall’hip-hop al cantautorato italiano.

 

Gianna Nannini: Compleanno al Hessentag Festival

Foto-concerto-gianna-nannini
Foto-concerto-gianna-nannini

Un nuovo trionfo estero per la rocker senese che si è esibita al Hessentag Festival di Russelsheim am Main dove ha riscosso un clamoroso successo.

La set list selezionata per questa importante occasione ha travolto il pubblico tedesco che ha assistito alla performance e si è scatenato ballando dall’inizio alla fine!

Ecco i brani: America, Avventuriera, Maledetto ciao, Profumo. Ragazzo dell’Europa, Hey Bionda, Fotoromanza, I maschi, Lontano dagli occhi, Volare, Contaminata, Io, bello e impossibile, Latin Lover, Meravigliosa creatura, Sei nell’anima e Un’estate italiana.

Accompagnata dai suoi grandi musicisti Davide Tagliapietra e Thomas Festa alle chitarre, Thomas Lang alla batteria, Alex Klier al basso, Will Medini alla tastiera e alle sequenze, con Isabella Casucci e Annastella Camporeale ai cori, Gianna è adorata dal pubblico tedesco che dopo decine di date in Germania le ha tributato ovazioni dall’inizio alla fine della performance per oltre 10 mila spettatori.

Dopo un compleanno festeggiato con gli auguri dei fan da tutto il mondo, Gianna era più in forma che mai e il suo primo concerto nel nuovo anno, è stato indimenticabile!