UN SORRISO PER L’EMILIA

Events Comunicazione, in collaborazione con la Fondazione Tiziano Motti, con il patrocinio del Comune  di Quattro Castella, organizza un concerto di beneficienza gratuito per le vittime del terremoto in Emilia.

Sabato 30 giugno a Roncolo di Quattro Castella (RE), si svolgerà un’intera giornata all’insegna della cultura, musica e divertimento per sostenere le popolazioni colpite dal sisma. Si inizia dalle 10.00 con Motoraduno auto d’epoca, il castello gonfiabile, la Pista minimoto, il Toro meccanico e lo Stand Gadgets, alle 12.00 ci sarà l’apertura dello stand ristorazione, per arrivare alle 17,00 quando si alterneranno sul palco numerosi artisti della scena musicale. 

Ad aprire il concerto, presentato da Enzo Iacchetti ci sarà Omar Pedrini, a seguire Andrea Mingardi, Simone Cristicchi, Danilo Sacco, Mondo Marcio, Povia, FreeBoys, DNR, La Dolce Vita, Freakout, Luca Anceschi, W.A.V.E., Tiziano Motti, Ally, Silvio Sacchi, Iva Zanicchi, Gabriella Culletta, Daniele Ronda e Orange Juice 999. Inoltre Show di Danza curato dalla scuola Progetto Danza. Al termine della serata si svolgerà un’affascinante spettacolo pirotecnico.

La mobilitazione per contribuire alla raccolta fondi per le vittime del terremoto nei comuni emiliani convoglierà a Roncolo il 30 giugno, una marea di artisti che suoneranno dal pomeriggio alla tarda sera. La maratona musicale inizierà alle 17 con l’intento di raccogliere fondi per le vittime del terremoto. Sono tantissimi i nomi noti della musica che hanno deciso di non mancare al concerto benefico che radunerà giovani e meno giovani ai piedi delle nostre colline. Gli artisti che avevano in concomitanza date musicali in altre città italiane stanno comunque garantendo la propria presenza, in serata o nelle ore pomeridiane, al fine di  contribuire a questa iniziativa pro vittime del terremoto.

BEPPE CARLETTI AL CORTEO STORICO MATILDICO

Per la prima volta nella storia del Corteo Matildico di Quattro Castella (RE), sarà una donna reggiana a interpretare il ruolo di Matilde. E’ infatti la cantante lirica Elena Rossi la protagonista della 47esima edizione della manifestazione che andrà in scena il prossimo 27 maggio a Quattro Castella. Al suo fianco un altro musicista reggiano, il fondatore e tastierista dei Nomadi Beppe Carletti, che interpreterà il ruolo di Enrico V.
“Una scelta all’insegna della qualità – spiega il sindaco di Quattro Castella Andrea Tagliavini – Nei loro rispettivi e diversi generi, Elena Rossi e Beppe Carletti sono due musicisti di primissimo livello in ambito nazionale. Ma quella di quest’anno vuole essere anche una scelta in nome della reggianità ritrovata di una manifestazione che vuole sempre più legarsi alla storia e alla tradizione del suo territorio. Entrambi hanno aderito con entusiasmo anche alla finalità sociale e benefica del Corteo sposando in pieno la causa del Gr.A.De cui saranno devoluti anche quest’anno gli incassi della manifestazione. Non posso che essere felice e orgoglioso del loro entusiasmo e della loro partecipazione al nostro Corteo”. “Elena Rossi e Beppe Carletti – aggiunge Tagliavini – sono due artisti che devono il loro successo al loro indiscutibile talento, ma anche al duro lavoro, allo studio, all’impegno professionale: sono quindi i perfetti rappresentanti di una cultura reggiana dell’impegno e della laboriosità, valori che con la loro musica esportano nel mondo e che oggi più che mai dobbiamo riscoprire”.
Elena Rossi, è considerata una delle stelle più luminose nel panorama musicale lirico italiano. Reggiana doc, la Rossi è anche legata in modo particolare al territorio castellese avendo vissuto per qualche anno a Roncolo. Un legame, quello con il Corteo, rafforzato anche dal nome della figlia, Matilde, nata 4 anni fa. La Rossi succede nei panni della Contessa all’attrice napoletana Licia Maglietta (protagonista nel 2011) oltre che a grandi nomi del cinema, della moda, della televisione e dello sport, da Stefania Sandrelli a Florinda Bolkan, da Manuela Arcuri a Simona Ventura, da Alba Parietti a Ursula Andress a Tania Cagnotto.
Beppe Carletti non ha certo bisogno di presentazioni. Fondatore e leader storico dei Nomadi, il tastierista di Novellara succede nell’albo d’oro della kermesse ad attori del calibro di Michele Placido, Andrea Giordana, Salvatore Somma e a personaggi del mondo televisivo e musicale come Biagio Antonacci e Gabriel Garko. Carletti (che, sembra, da una ricerca fatta, vantare origini germaniche proprio come l’imperatore) non è però il primo reggiano ad interpretare Enrico V. Nel 2010 infatti fu Giuliano Razzoli a portare per la prima volta una ventata di reggianità nel Corteo. Una scelta confermata nel 2011 con Andrea Griminelli.
La manifestazione castellese, che può vantare l’Alto Patrocinio della Presidenza della Repubblica, rievoca il celebre episodio avvenuto al Castello di Bianello tra il 6 e il 10 maggio dell’anno 1111 quando Enrico V, figlio di quell’Enrico IV che trent’anni prima ottenne da Papa Gregorio VII, per intercessione di Matilde, il famoso perdono di Canossa, incoronò la Gran Contessa viceregina vicaria d’Italia. Appuntamento al 26 e 27 maggio con una “due giorni matildica” che si preannuncia ricca di novità e suggestioni.