La Valmalenco sul catalogo delle Olimpiadi di PyeongChang

Press Release PyeongChang
Press Release PyeongChang

Gradita sorpresa alla Borsa Internazionale del Turismo per il Consorzio Turistico Sondrio e Valmalenco, presente a Milano presso lo stand di Regione Lombardia (postazione 39).

Durante le giornate meneghine, tra un incontro e l’altro con i rappresentanti dei tour operator internazionali, il direttore Roberto Pinna ha scovato nella press release delle Olimpiadi invernali di PyeongChang, distribuita a Milano, una foto dell’Half Pipe dell’Alpe Palù. Non solo.

In questa sorta di catalogo di presentazione del programma e delle specialità olimpiche vengono citati gli ultimi mondiali della Valmalenco come importante appuntamento di preparazione alle gare a cinque cerchi di questi giorni in Corea.

Una notizia che non può che far piacere al territorio tra Sondrio e Valmalenco dove nel weekend si chiude con successo la Sagra di San Bello (sagradisanbello.it). Ultimo fine settimana a Monastero di Berbenno in Valtellina per la festa popolare di origine medioevale istituita per festeggiare il fondatore della prima chiesa del borgo.

Gettonatissime, come sempre, le immancabili pietanze a base di gallina accompagnate dal Maroggia DOCG, all’interno di stand riscaldati. Domenica 18 sono in programma anche una corsa non competitiva e una camminata, in uno splendido percorso panoramico, aperte a tutti e a scopo benefico pro Lega Italiana per la lotta contro i tumori.

Ma prima arriva San Valentino e il Consorzio ha pensato ad offerte sul sito (sondrioevalmalenco.it) sia per il giorno degli innamorati (a Chiareggio) che per il giorno successivo, tra voli in elicottero alla scoperta del massiccio del Bernina e la suggestiva fiaccolata del Palù.
E come se non bastasse sabato 17 con una “notte in miniera” si potrà visitare in notturna la “Bagnada” seguita da una cena tipica, sempre a Lanzada.

Giochi Olimpici e Paralimpici di Pyeongchang “Festa dei giovani”

professor-franco-ascani-member-of-ioc-commission-on-culture-and-olympic-education
professor-franco-ascani-member-of-ioc-commission-on-culture-and-olympic-education

Il Presidente della FICTS – Fédération Internationale Cinéma Télévision Sportifs Prof. Franco Ascani, Membro della “Commissione Cultura e Patrimonio Olimpico” del CIO (Comitato Internazionale Olimpico), ha rilasciato oggi la seguente dichiarazione in Sala stampa internazionale:

“I Giochi Olimpici e Paralimpici di Pyeongchang, “Festa dei giovani”, costituiranno per i 116 Paesi della FICTS una importante opportunità di incontro con tutti coloro che intendono sviluppare e promuovere la “cultura attraverso le immagini dello sport” fra i cittadini delle diverse Nazioni con differenti stili di vita”.
Siamo contrari ad ogni forma di discriminazione e riteniamo che si debba fare in modo che nulla interferisca con i Giochi che devono essere una dimostrazione di unità nella diversità.
Lo spirito olimpico di pace ed amicizia ha riunito due parti che, per troppo tempo, sono state divise portando una vera speranza per un futuro più luminoso per tutti nella penisola coreana
I valori olimpici, intesi come strumento di affermazione della dignità umana sulla scena mondiale, sono stati – ancor prima di iniziare – protagonisti di una esemplare azione di pace.
È fondamentale per l’Olimpismo sviluppare una coalizione tra sport, cultura ed educazione in tutte le sue forme incoraggiando, con il sostegno delle Istituzioni, gli scambi e promuovere le diversità delle culture rafforzando il rispetto reciproco tra le persone all’insegna di universalità, amicizia, fratellanza, solidarietà, fair-play, etica, tolleranza, rispetto, pace e autodisciplina.
La FICTS, organizzazione riconosciuta dal CIO (Comitato Internazionale Olimpico), prosegue la mission di promuovere ed incrementare lo sviluppo dei valori olimpici e della cultura dello sport attraverso l’effettivo utilizzo del potere dell’immagine sportiva in collaborazione con i Membri della Famiglia Olimpica, le Federazioni Internazionali, i Comitati Olimpici Nazionali, i Musei Olimpici e le Accademie Olimpiche con tutto il mondo sportivo e della comunicazione”.