TURANDÓ: Teatro Astra Bellaria Igea Marina

MusicaNuda.
MusicaNuda.

Venerdì 17 gennaio Petra Magoni e Ferruccio Spinetti, con la formazione MUSICA NUDA, interpreteranno TURANDÓ al Teatro Astra di Bellaria Igea Marina, Rimini (Via Paolo Guidi 77/E, ore 21.00; info biglietti: 0541.1411345). Drammaturgia e regia di Marta Dalla Via, Corvino Produzioni in collaborazione con Bubba Music.

Le principesse delle Favole hanno scarpe spaiate, mangiano mele avvelenate, cadono in un sonno centenario per colpa di un fuso magico. Le principesse del Presente, se non si schiantano in un sottopassaggio Parigino o in una curva nei pressi di Monaco, riempiono le riviste con i loro scivoloni di etichetta o successi da partorienti.

Turandot, da un favolistico regno Cinese, rappresenta un’eccezione: non vuole essere la moglie di nessuno. Costretta dal padre Imperatore, decide di accettare come consorte solo colui che riuscirà a risolvere tre difficili indovinelli.
Per chi fallisce c’è la decapitazione.

Questa storia comincia con una testa che rotola. L’ennesima.
Un coro chiede: si può essere crudeli al punto di uccidere chi ha fallito in un’impresa d’amore? Un altro coro risponde: non è crudele uccidere chi è così stupido da mettere in palio la propria vita per una donna che ha visto solo in foto.

Mettere al centro del discorso una guerra Maschi contro Femmine o un ipotetico scontro culturale tra Oriente e Occidente e decidere per chi tifare è limitante. Significa depotenziare una riflessione cruciale sui rapporti umani, sul sé e l’altro da sé, affogandoli in un mare affollato di considerazioni di genere generico.

Chi è oggi Turandot? L’etimo della parola Principessa, chi occupa il primo posto, pone interrogativi. Il primo posto di cosa? Nella cronaca rosa? Nella politica? Nel cuore dei sudditi? Nell’economia? Nella scienza?

Sul palco/podio due sovrani del panorama artistico, Petra Magoni e Ferruccio Spinetti, moltiplicheranno i loro talenti per alimentare il vero soggetto di questo racconto: l’enigma. Se conosci le risposte il mistero non è più tale.

Come le teste degli sfortunati pretendenti la T finale del titolo cade.
Un accento prende il suo posto per sottolineare la matrice popolare e impertinente di questo spettacolo.

Scena: Roberto Di Fresco
Luci: Stefano Delle Piane
Audio: Alessio Lotti

Spazio Teatro No’hma: “Disincantate! Le più stronze del Reame”

disincantate il musical
disincantate il musical

In occasione della Festa della Donna, solo per 2 imperdibili serate, mercoledì 7 e giovedì 8 marzo 2018 alle ore 21 al Spazio Teatro No’hma Teresa Pomodoro di Milano torna in scena l’esilarante “Disincantate! Le più stronze del Reame” musical rivelazione della stagione e vincitore del premio MIGLIOR MUSICAL EDITO DELLA STAGIONE 2016-2017 AL MUSICALDAY e vincitore della migliore direzione musicale, miglior regia e coreografia e miglior spettacolo con partitura non originale ai BroadwayWorld Awards.

Lo spettacolo è un irriverente varietà dai sapori del cabaret e del vaudeville, messo in scena proprio da Biancaneve, Cenerentola, La Bella Addormentata e la loro banda di colleghe scatenate. A ritmo di divertenti esibizioni, gag comiche e numeri da vere star, le principesse “strong” dimostreranno di essere tutt’altro che indifese.

Principesse che sono prima di tutto donne, pronte a farsi strada e a lottare per dare onore alla propria dignità, il tutto con ironia e un pizzico di malizia.
A dare voce e volto alle 10 principesse più famose delle favole, 6 attrici del teatro musicale italiano.

A partire proprio dalle tappe milanesi, torneranno nel cast Beatrice Baldaccini nelle triplici vesti de La Sirenetta, Belle e Raperonzolo, Natascia Fonzetti che si alternerà tra Pocahontas, Mulan e Badroulbadour e Martina Lunghi che tornerà nei panni di Cenerentola. Capo-banda delle principesse ribelli nel ruolo di Biancaneve sarà Laura Galigani, accanto a Claudia Belluomini che darà corpo e voce a La Bella Addormentata e Maria Dolores Diaz nelle vesti de la Principessa che baciò il Ranocchio.

L’adattamento italiano, a cura di Matteo Borghi, che firma anche la regia, con le liriche italiane di Nino Pratticò, le coreografie di Luca Peluso e la direzione musicale di Eleonora Beddini, è presentato da “i perFORMErs – produzioni artistiche” torna nuovamente in scena dopo aver convinto sia il pubblico che la critica durante la stagione 2016/2017.

DISINCANTATE! Le più stronze del Reame
SPAZIO TEATRO NO’HMA TERESA POMODORO
via Andrea Orcagna 2 – 20131 Milano (MM2 linea verde – fermata Piola)

Ingresso libero e gratuito con prenotazione obbligatoria
Infoline e prenotazioni: 02.45485085 / 02.26688369

È possibile prenotare anche collegandosi al sito www.nohma.org