Bim,  Romaeuropa e MYmovies celebrano Pina Bausch

Pina Bausch
Pina Bausch

Bim,  Romaeuropa e MYmovies celebrano Pina Bausch con lo streaming gratuito del film di Wim Wenders e un talk

Venerdì 8 maggio ore 20.30

#iorestoacasa

Bim, Romaeuropa e MYmovies lanciano un evento esclusivo con l’obiettivo, ancora una volta, di contribuire all’offerta culturale durante il periodo di lockdown, nella speranza di tornare presto nelle sale cinematografiche e nei teatri.  Venerdì, 8 maggio, alle ore 20.30  sulla piattaforma MYMOVIESLIVE verrà diffuso in streaming gratuito un dibattito in diretta tra esperti di danza, cinema, danzatrici e coreografe, seguito dal film, candidato al Premio Oscar©, Pina di Wim Wenders.

Attraverso un incontro live e un film rimasto nella memoria per la sua straordinaria potenza visiva, gli appassionati di cinema e danza potranno così assistere a un evento unico, che a partire dallo stile performativo senza precedenti di Pina Bausch, a 80 anni dalla sua nascita, cerca di rintracciarne il lascito nelle più recenti generazioni, senza dimenticare lo sguardo di chi scopre per la prima volta il suo lavoro o di chi, con un approccio differente alle arti coreutiche, lo osserva da lontano.  L’incontro introdotto da Matteo Antonaci (ufficio stampa ed edizioni Romaeuropa) e guidato da Gaia Clotilde Chernetich (dramaturg, autrice e studiosa di danza e teatro), vedrà la testimonianza di Monique Veaute (Presidente della Fondazione Romaeuropa), la partecipazione di Aida Vainieri (danzatrice del Tanztheater Wuppertal Pina Bausch e tra le protagoniste del film), di Francesca Pennini (danzatrice coreografa della compagnia CollettivO CineticO e oggi una delle menti più creative della danza contemporanea italiana) e Marzia Gandolfi (critica cinematografica).

Per partecipare gratuitamente online alla visione  collettiva  del  film in streaming sarà sufficiente collegarsi dal proprio computer, tablet o device all’indirizzo: https://www.mymovies.it/film/2011/pina/live/ e prenotare uno dei posti disponibili nella sala web.

 

Al Duse: “Lo sguardo dell’Imperatrice” – Omaggio a Pina Bausch

 ARM_.jpg

ARM_.jpg

Ancora grande danza al Duse con un omaggio a Pina Bausch attraverso le creazioni dei suoi danzatori. Coreografie dove si scorgerà la memoria di Pina: il suo humour, la sensualità dei suoi movimenti, l’orientamento della danza come viaggio nell’io e una particolare relazione con musica e spazio come l’adozione del gesto quotidiano nel tessuto coreografico.

Che cosa hanno generato le esperienze nel Tanztheater Wuppertal? C’è un mondo di segni, o uno stile, definibile come un peculiare patrimonio di Pina Baush? Sono questi gli interrogativi fondamentali posti dal progetto “Lo Sguardo dell’Imperatrice – Eredità Wuppertal”, giovedì piccola maratona di coreografie firmate da ballerini del Tanztheater Wuppertal: l’italiano Damiano Ottavio Bigi e il colombiano Jorge Puerta Armenta.

Pur nelle differenze, vi si scorgerà la memoria di Pina: il suo humour, la sensualità dei suoi movimenti, l’orientamento della danza come viaggio nell’io e una particolare relazione con musica e spazio come l’adozione del gesto quotidiano nel tessuto coreografico, trasversalità dei linguaggi, immaginario onirico e annullamento del diaframma tra il dentro e il fuori del teatro, idea del corpo scenico come erogatore di emozioni.

Progetto a cura di Leonetta Bentivoglio in collaborazione con Ninni Romeo, prodotto da Daniele Cipriani Entertainment

Damiano Ottavio Bigi
CITTADELLA
COREOGRAFIA Damiano Ottavio Bigi
MUSICHE Doctor Flake e Amon Tobin

Pablo Aran Gimeno
AT 17 CENTIMETERS ABOVE THE FLOOR
COREOGRAFIA Jorge Puerta Armenta
SUONO Jorge Puerta Armenta