A Fashion Graduate italia, sfila la formazione

fashion_graduate
fashion graduate

Dal 27 al 30 ottobre Fashion Graduate Italia, l’evento per scoprire le professioni, le scuole e le accademie della moda  tra sfilate, workshop, incontri e attività che rispondono alle tematiche più attuali del settore fashion: dalla sfida della sostenibilità come innovazione responsabile alla rivalutazione dei mestieri artigiani, sino alle strategie e alle nuove forme di comunicazione del fashion.

L’evento cardine di FGI 2019 sarà la giornata di lunedì 28 ottobre, dedicata al tema della sostenibilità, sviluppata attorno alla sfilata collettiva in cui 16 scuole  (Accademia di Belle Arti di Brera – Accademia Costume & Moda – Accademia della Moda IUAD – AFOL Moda – Arsutoria School – CERCAL – Domus Academy – Ferrari Fashion School – Harim Accademia Euromediterranea – IAAD – Istituto di Moda Burgo – Istituto Europeo di Design – Istituto Marangoni – Istituto Modartech – Istituto Secoli – LABA Libera Accademia di Belle Arti – NABA Nuova Accademia di Belle Arti – Next Fashion School – Politecnico Calzaturiero)   presenteranno i progetti dei propri studenti affrontando con modalità differenti il tema complesso della sostenibilità ambientale e sociale.

La sfilata sarà preceduta dalla proiezione del film “River Blue” che documenta la produzione del denim che sta tingendo di blu i fiumi del mondo e da una tavola rotonda sul tema della sostenibilità nella moda. Questo appuntamento rappresenta l’attivazione di una innovazione responsabile – promossa dagli stessi studenti – e un’istanza che le scuole associate a Piattaforma Sistema Formativo Moda hanno integrato nei percorsi formativi per nuove generazioni di professionisti in grado di innovare l’industria della Moda. Fra le importanti novità di questa edizione c’è la partnership attivata fra Fashion Graduate Italia e Fashion Film Festival Milano con la presenza della sua fondatrice Constanza Cavalli Etro.

Scuole e le Accademie di moda

Piattaforma Sistema Formativo moda
Piattaforma Sistema Formativo moda

Le scuole della Piattaforma Sistema Formativo Moda organizzano il primo evento aperto alla città, dedicato alla moda, alla formazione e alla creatività: tre giorni intensi di sfilate, talk e workshop per discutere e comunicare lo status quo e le tendenze di un settore cruciale per il tessuto produttivo sia nazionale sia a livello globale, in rapidissimo mutamento.

I giovani hanno così la possibilità di incontrare e confrontarsi con docenti e professionisti – giornalisti, designer, specialisti della comunicazione e financial advisor – per una disamina profonda e uno scambio dinamico a celebrare la tradizione della moda italiana e la sua apertura globale.
al 5 al 7 novembre le sale post-industriali del complesso Ansaldo diventano luogo aperto alla città, in cui offrire visibilità al talento, discutere di cultura e creatività prima che di prodotto e analizzare – per comprendere – le macro tendenze, innescando scelte consapevoli non solo per il futuro dei singoli studenti ma per tutto il sistema moda.

Seguendo un percorso che unisce le varie iniziative di Fashion Graduate Italia, i visitatori possono relazionarsi con diverse visioni del sistema Moda, attraverso la poliedrica realtà formativa e le scuole che ne fanno parte. La formazione diventa così luogo di scambio e innovazione al cui centro si trovano gli studenti, energia vitale e futuri protagonisti del settore.

“Fashion Graduate Italia – dichiara Alberto Bonisoli, Presidente di Piattaforma Sistema Formativo Moda – è il racconto della Moda attraverso la lente della formazione e dei professionisti. Per il terzo anno consecutivo le Scuole italiane si riuniscono per confrontarsi, dibattere ed esprimere ognuna la propria originale visione del Sistema. La formazione Moda apre al pubblico, con l’orgoglio di essere una delle eccellenze che il nostro Paese può vantare nel mondo”.

“La partecipazione a questo progetto – aggiunge Matteo Casagrande, responsabile Unità Iniziative Marketing di Intesa Sanpaolo – prosegue l’impegno del Gruppo a favore di un comparto fondamentale, come già testimoniato di recente dalla partecipazione alla Milano Fashion Week, in occasione della quale abbiamo portato dieci stilisti emergenti a sfilare per la prima volta in una delle nostre filiali, affiancandoli e condividendo con essi valori ed emozioni che appartengono anche al patrimonio di Intesa Sanpaolo”.
“SMI – conclude Paolo Bastianello, Vice Presidente di Sistema Moda Italia e Consigliere Delegato per l’Education – ha fatto una scelta di rinnovata attenzione ai giovani e alle scuole che si occupano della loro formazione alle professioni del tessile e della moda. C’è un’urgenza nel Paese: le imprese del nostro settore, il secondo settore industriale per dimensioni ed importanza, subiranno nei prossimi anni un forte ricambio generazionale. Molti tecnici sia del tessile che della moda usciranno dalle aziende per limiti di età ed almeno altrettanti giovani ben formati saranno necessari per consolidare e proseguire il successo della moda italiana sui mercati internazionali. Nei prossimi mesi saranno cruciali l’orientamento scolastico e il raccordo sui programmi didattici tra le scuole e le imprese”.