Lovazzi “entra” in Call of Duty: Modern Warfare e Warzone

rovazzi-cod
rovazzi-cod

A partire da oggi, gli utenti di tutto il mondo avranno un operatore in più con cui giocare a “Call of Duty: Modern Warfare” e “Warzone”, sparatutto in prima persona free-to-play ambientato nel mondo di Modern Warfare® che conta più di 75 milioni di giocatori. Morte il suo nome in codice, sarà “interpretato” e doppiato da Fabio Rovazzi, poliedrico artista classe 1991, con trascorsi come cantante, attore e regista, ed una storica passione per Call of Duty.

Il nuovo operatore sarà un ex-soldato delle forze speciali del 1°Reggimento Col-Moschin, ma presenterà caratteristiche molto particolari oltre alle sembianze di Rovazzi: l’ispirazione del suo personaggio, infatti, attinge a piene mani dal genere cinematografico ‘spaghetti western’ che negli anni sessanta e settanta rilanciarono il genere in Italia, grazie ad importantissimi registi capaci di coinvolgere attori di fama internazionale per film rimasti veri e propri cult del genere.

Via quindi il classico basco da soldato, sostituito da un cappello da cowboy, un poncho a coprire le spalle, barba incolta ed il classico movimento a ‘giravolta’ della pistola che rotea sull’indice nel momento dell’estrazione dalla fondina.

“Diventare un personaggio di Call of Duty era un timido sogno, che però ho sempre avuto – ha dichiarato Rovazzi – farlo in questo modo, con un personaggio a cui presto le sembianze e la voce, è stato decisamente esaltante”.

Curiosa anche la “storia” di Morte, il personaggio interpretato nel gioco da Rovazzi, che nell’opera di fantasia prende il nome di Sergio Sulla, un ragazzo salernitano con la passione per i film western ed il sogno di diventare un tutore della legge.

I suoi desideri si infrangono però contro il suo carattere duro e rabbioso, costringendolo al carcere minorile per aver “energicamente difeso” dei malcapitati dall’attacco di bulli.

Interdetta la strada dell’uomo di legge, sceglierà quindi di arruolarsi come volontario nel Col. Moschin, servendo in Iraq e Libia, ma anche la divisa militare sta stretta e quindi la svestirà, a favore di un incarico come operatore sotto copertura, scegliendo appunto Morte come nickname, un tributo alla morte del suo sogno infranto, di diventare un tutore della legge.

RipetHub

Ripethub
Ripethub

DIRETTAMENTE AL CENTRO COMMERCIALE AUCHAN MONZA VI PRESENTIAMO IL RITORNO DI RIPETHUB IN COLLABORAZIONE CON CENTRAMICO

Sabato 29 Agosto 2020 – dalle ore 17 alle 19

L’obiettivo di RipetHub consiste nell’offrire un servizio di ripetizioni, attivo durante tutto l’arco della giornata, per tutta la città di Monza. L’obiettivo del Centro Commerciale Auchan Monza è offrire servizi utili ai clienti con il progetto CentrAmico.

Perché seguire un corso di Ripetizioni? Sono l’occasione per imparare e progredire velocemente. Le famiglie e gli studenti possono scegliere il tutor e definire con lui il programma di studi più adatto, in presenza o online, in totale libertà e sicurezza!

Tutti gli studenti d’Italia sono stati travolti da un cambiamento radicale della vita didattica e in molti di loro ciò ha causato difficoltà d’apprendimento e l’ampliarsi di lacune già esistenti.

Per questo scendiamo in campo con l’incontro di sabato che consentirà al pubblico di conversare direttamente con Ripethub per scegliere e organizzare le lezioni in piena serenità. Con Alì la matematica e l’informatica non avranno più segreti: un “superprof” per studiare col sorriso.

Alle lezioni prenotate con CentrAmico è riservato uno sconto! Le ripetizioni coinvolgono gli studenti di scuole elementari, medie e superiori.

Per informazioni: email centramicomonza@gmail.com, numero WhatsApp 389 646 3600

CentrAmico è nato con l’emergenza di Covid-19 per rispondere alle nuove esigenze che si sono create e vuole dare sostegno alla cittadinanza. Con Ripethub promuoviamo un servizio didattico di qualità che collabora per offrire vantaggi riservati a chi si unisce alla community Centramico Friends. Il Centro Commerciale Auchan Monza al fianco della cittadinanza, con particolare attenzione verso chi rappresenta il futuro della Città.

Alessandra Nicita: esce “Per nessun motivo al mondo”

Copertina_Alessandra Nicita_Per nessun motivo al mondo
Copertina_Alessandra Nicita_Per nessun motivo al mondo

Già disponibile sulle piattaforme e negli store, arriva in radio venerdì 11 ottobre “Per nessun motivo al mondo” (prodotto da PopArt e distribuito da Azzurra Music) il nuovo singolo di Alessandra Nicita, in finale per il Premio “Mia Martini 2019″.

“Per nessun motivo al mondo” commenta la cantautrice: “E’ un grido di speranza, un inno alla vita e alla voglia di non arrendersi mai”. Le note, la melodia e il ritmo ricordano un approccio malinconico ma al tempo stesso vivo e poetico in stile cantautorale.

Chi ha avuto la fortuna di conoscere Alessandra Nicita comprende il talento e l’umiltà di una cantautrice forse d’altri tempi. Un’artista poliedrica, che sa passare da brani leggeri seppur impegnati socialmente, come il suo singolo “Carolina Carolina”, a brani di maggiore profondità come questo che la vede tra i finalisti del Premio Mia Martini.

Il testo scorre veloce e aiuta a pensare che nella vita non ci si deve arrendere e si deve restare sempre se stessi. Un testo che Alessandra ha scritto quasi di getto, come spesso capita ad un artista ispirato.

Il brano “Per nessun motivo al mondo” è stato realizzato con la direzione artistica di Mauro D’Angelo.

Alessandra Nicita nasce il 5 febbraio a Nardò (Lecce). È scrittrice, cantautrice e poeta. Vive e lavora a Bologna. Nel corso della sua carriera artistica ha ricevuto, tra gli altri, una targa d’argento al “Mare Festival – Premio Troisi” e un riconoscimento per la miglior colonna sonora del film “Credo in un solo padre” per la regia di Luca Guardabascio. L’incontro con Lucio Dalla ha rappresentato un passaggio fondamentale per la cantautrice, perché ha segnato il suo percorso artistico, come lei stessa ha più volte affermato. Ad agosto 2019 all’interno della rassegna Lungo il Tevere tenutasi a Roma, moderata dal regista del Ruggito del Coniglio di Rai Radio 2, Paolo Restuccia, si è esibita con alcuni suoi brani. Con il brano “Per nessun motivo al mondo” è tra i finalisti della XXV edizione del Premio Mia Martini, prestigioso riconoscimento musicale nato 25 anni fa per volontà del regista Nino Romeo a Bagnara Calabra, città natale di Mia Martini e diventato uno degli appuntamenti artistici più importanti d’Europa.