Parigi

Parigi

Artistica e romantica. Non ci sono altri termini per definire la capitale francese, Parigi.

Parigi è facilmente raggiungibile da diversi capoluoghi europei e internazionali grazie ad una moderna e funzionale stazione ferroviaria Gare De Lyon o l’aeroporto Charles de Gaulle, che dista una ventina di chilometri dal centro città.

Chi passa da Parigi ha la possibilità di ammirare e visitare importanti strutture, dal museo “Louvre” in cui è conservata una delle opere di Leonardo, la Gioconda. Il museo è inoltre uno dei più famosi e soprattutto visitati al mondo con una media di 8,8 milioni di ingressi all’anno.

Il tour culturale, non può certo esimersi dalla visita alla Torre Eiffel, il monumento francese più conosciuto. L’accesso ai visitatori è possibile sia tramite le scale, sia tramite due ascensori trasparenti che conducono ai tre piani accessibili della torre. In tutto la torre è alta 324 metri, ed è stata costruita in due anni, dal 1887 al 1889, in occasione della esposizione mondiale parigina.

Vicino alla torre si possono ammirare ed attraversare i famosi e caratteristici Champs Elysees,  caratterizzati dalla presenza di cinema, cafè e negozi lussuosi, è uno dei più larghi e noti viali al mondo.

Durante un soggiorno parigino, consigliamo di vistare anche la collina di Montmartre, e la sua affascinante scalinata che porta in cima al quartiere, soprannominato -degli artisti-, per la costante presenza di artisti di strada tra i quali pittori, giocolieri, maghi e altro ancora.

Un pratico modo di soggiornare in una città come Parigi, è dato dall’ Housetrip parigino, ovvero degli appartamenti in affitto per i soggiorni a Parigi.

Per le persone più romantiche, non possiamo che consigliare una passeggiata serale ai lati della Senna, in cui è facile incontrare artisti che muniti di violino e altri strumenti musicali, sono pronti a dedicare una piacevole serenata.  Molto bello e suggestivo, anche il giro in battello che permetterà di navigare sull’acqua e ammirare Parigi da un altro punto di vista.

Sempre di sera, imperdibile è lo scenario offerto dalla Torre Eiffel illuminata.

Infine, Parigi è consigliabile in qualsiasi stagione, perchè la sua storia e il suo fascino, piacciono dodici mesi all’anno.

 

PAOLA FERNANDEZ DELL’ERBA & TANGO ABSINTHE

L’Absinthe, l’assenzio, bevanda favorita dei poeti maledetti, chiamata la “fata verde” per il suo potere trasportatore, è stata anche musa di tanti compositori di tango che hanno frequentato Montmartre nei primi anni del ‘900. Il Tango e l’assenzio hanno una storia parallela che si incontra tra proibizionismi e ispirazione, tra bohemia e poesia, tra Parigi e Buenos Aires. Si dice, ad esempio, che “la fata verde” si sia innamorata dell’anima del caro Arolas, bandoneonista e compositore geniale di tango morto a 31 anni a Parigi.

Paola Fernandez Dell’Erba & Tango Absinthe propongono una sintesi geniale di quelle atmosfere in cui il tango ed i fumi dell’absinthe si incontravano. Ma Tango Absinthe è anche un gioco di parole che richiama l’assenza, tematica ricorrente nelle poesie tanghere. Con “Synthe”, sintetizzatore, si sottolinea invece il carattere “nuevo” della proposta musicale che intende fondere la musica argentina tradizionale con l’elettronica, la musica ambient, il jazz, il rock. Paola Fernandez Dell’Erba & Tango Absinthe ci trasporteranno in queste nuove atmosfere di Buenos Aires, come se, quasi per caso, venissimo immediatamente chiamati a percorrere un emozionante viaggio nei vicoli dei più fumosi sobborghi europei.