Apre la settimana delle Energie Sostenibili

energie-rinnovabili
energie-rinnovabili

Apre oggi 18 e prosegue fino al 24 marzo la seconda edizione della Settimana delle Energie Sostenibili, iniziativa di Amat e del Comune di Milano diffusa in tutta la città, per approfondire la conoscenza dei temi dell’efficienza energetica coinvolgendo aziende private, enti pubblici, associazioni di categoria, istituzioni, società di servizi e realtà no profit.

L’iniziativa è in sinergia con il programma di Reed Exhibitions Italia, organizzatore della MCE – Mostra Convegno Expocomfort sull’efficientamento energetico nell’impiantistica civile e industriale.

MCE in the City prevede installazioni interattive dislocate lungo la passeggiata che va dal Duomo al Castello Sforzesco, visite guidate e incursioni nelle periferie riqualificate dal Comune con gli autobus elettrici di ATM (per informazioni sugli eventi www.mceinthecity.it). Tre le installazioni interattive su energia e consumi, in largo Cairoli, via Dante e piazza Cordusio, organizzate da MCE in the City e inaugurate il 19 alle ore 12.30.

Sempre in Cordusio verrà ospitato anche lo Sportello Energia, servizio informativo rivolto ai cittadini sui temi dell’efficienza e del risparmio energetico, offerto da Amat e aperto da domani al 24 marzo, dalle 12:30 alle 14:30 e dalle 17:30 alle 20.

Inoltre, il 20 marzo dalle 9.30 alle 12.30 in viale Sabotino 22 si terrà l’incontro sulle modalità di erogazione e di accesso al Bando comunale Energia Be2, un evento realizzato con l’associazione amministratori Anaci Milano e con la partecipazione di Amat, Enea e Legambiente.

“La Settimana delle Energie Sostenibili – dichiara Marco Granelli assessore all’Ambiente – si inquadra nell’ambito degli impegni internazionali assunti da Milano verso i cittadini in difesa della qualità ambientale. Fra questi la riduzione del 40% dei livelli di CO2 rispetto al 2005 con il Patto dei Sindaci, il passaggio a città ‘fossil fuel free’ entro il 2030 assunto con la rete C40. Senza contare il più ampio contesto dell’Agenda Onu 2030, che fra i traguardi dell’Obiettivo 7 include l’accesso a servizi energetici convenienti, affidabili e moderni, l’aumento della quota di energie rinnovabili nel consumo totale di energia, il raddoppio del tasso globale di miglioramento dell’efficienza energetica”.

Mce – Mostra Convegno Expocomfort in Fiera Milano

MCE
MCE

I risultati che Milano sta conseguendo in termini di riqualificazione energetica e perseguimento progressivo degli obiettivi preposti dall’Unione Europea per l’abbattimento delle emissioni di CO2 sono frutto della sinergia avviata tra istituzioni, imprese e cittadini.

Questo è il messaggio principale presentato dall’amministrazione comunale di Milano in occasione dell’evento “Obiettivo 2050: Milano Carbon neutral. Oltre il Paes le strategie per la riduzione della CO2″, tenutosi ieri presso MCE – Mostra Convegno Expocomfort in Fiera Milano.

Secondo Marco Granelli, Assessore a Mobilità e Ambiente del Comune di Milano, i contributi economici ai cittadini e non solo i divieti sono una delle leve che l’amministrazione deve mettere in campo per spingere verso la sostenibilità ambientale e la riduzione delle emissioni.

La divulgazione, lo sviluppo della consapevolezza e della conoscenza degli strumenti a disposizione del cittadino diventa strategico per la riuscita delle politiche adottate. Lo Sportello energia del Comune e iniziative come MCE in Città sono esempi fondamentali ed efficaci che vanno in questa direzione.

Il Comune di Milano mette al bando le caldaie alimentate a gasolio a partire dal 1° ottobre 2023, per questo pochi giorni fa sono stati messi a bilancio 30 milioni di euro, 10 in più dei 20 previsti inizialmente, per finanziare un contributo ai privati per l’efficientamento energetico, e incentivare il cambio di impianti obsoleti e inquinanti o l’isolamento termico degli edifici senza dover anticipare costi ma anzi usufruire fin da subito del risparmio che i nuovi sistemi consentono.

Settimana delle Energie Sostenibili

Granelli
Granelli

Si è aperta la Settimana delle Energie Sostenibili, che per la prima volta si svolge a Milano fino al 22 marzo in diverse località della città grazie all’organizzazione di MCE (Mostra Convegno Expoconfort, manifestazione fieristica dedicata alle tecnologie per il comfort abitativo) e al supporto tecnico di Amat (Azienda per la mobilità e l’energia).

“Milano ha un cronoprogramma molto chiaro per condurre la città al contenimento delle emissioni inquinanti – dichiara Marco Granelli assessore alla Mobilità e Ambiente – ‘Zero caldaie a gasolio entro il 1° ottobre 2023’ è un obiettivo importante al quale stiamo lavorando da tempo. Questo appuntamento è un’occasione per mettere sempre più al centro dell’attenzione di tutti le energie sostenibili e le azioni per migliorare l’efficienza energetica degli edifici. Questo permetterà alla città di migliorare la qualità dell’aria e ai cittadini di risparmiare. Grazie a MCE per questo appuntamento molto interessante”.

Diversi gli appuntamenti questi giorni, in particolare quelli organizzati da MCE in Città in piazza Gae Aulenti con un programma di edutainment con installazioni interattive e pannelli posizionati all’interno di due dome che permetteranno di sperimentare e rappresentare sprechi, costi e valori relativi all’uso dell’energia.

Partecipa al programma anche il Politecnico con il Percorso Efficienza & Innovazione per far conoscere l’eccellenza delle soluzioni, dei prodotti e dei sistemi del settore impiantistico per il comfort abitativo. Uno staff del Politecnico sarà presente durante l’intera iniziativa per dare consulenza sulle opportunità e le tecnologie.

Sempre in piazza Gae Aulenti si sposta lo Sportello Energia del Comune di Milano gestito da Amat, eccezionalmente aperto dalle 10.00 alle 21.00 fino al 18 marzo, dove i cittadini potranno orientarsi concretamente sui bandi offerti dal Comune di Milano, ultimo in ordine di tempo quello che offre 20 milioni di euro ai privati per sostituire le caldaie a gasolio, per utilizzare energie sostenibili e per meglio coibentare gli edifici e quindi essere pronti alla scadenza del 1° ottobre 2023.

Tra i convegni più interessanti si segnala quello del 15 marzo dalle ore 10.00 alle ore 13.00 “Obiettivo 2050: Milano carbon neutral” che si svolge alla sala Taurus di Fieramilano, Rho.

Sempre per la Settimana delle Energie Sostenibili inaugurano, domani 9 marzo, i primi due stabili a basso impatto energetico della città del progetto europeo “Sharing Cities”: alle ore 12.30 presso lo stabile di via Tito Livio 7.

Oltre ad MCE partecipano all’iniziativa della Settimana delle Energie Sostenibili, proponendo dei loro eventi: ASSISTAL, Associazione Labgrade, Camera di Commercio Milano, Monza Brianza, Lodi, Città metropolitana di Milano, CNA LOMBARDIA, ENEA, Fratello Sole, GBC Italia, Harley&Dikkinson, IEFE Università Bocconi, Nuvolaverde 2.0, Ordine Architetti P.P.C. Milano, RETE IRENE, Università Milano Bicocca.

Mce 2016 si chiude in positivo

MCE
MCE

Oltre 2.100 espositori, di cui il 40% esteri per oltre 155.000 visitatori da tutto il mondo con un trend positivo per i flussi dall’estero (+5,5%), a conferma che in MCE si parlano tutte le lingue del mondo.

Una finestra internazionale che offre opportunità di incontro e di business per un settore, l’idrotermosanitario, che cresce: i dati del secondo rapporto Cresme, presentato all’evento di inaugurazione, lo confermano. Nel 2015 l’installazione degli impianti in Italia ha prodotto un valore di quasi 46 miliardi di euro, collocando il nostro Paese al terzo posto in Europa.

Di questi, quasi 19 miliardi vengono dall’idrotermosanitario, con un incremento rispetto al 2014 del 2,2% (dati Anima) e un +1,4% previsto per il 2016. Una quota cospicua, oltre il 60%, viene dall’export, dato che conferma non solo l’utilità ma anche la necessità di una manifestazione come MCE capace di creare valore reale per il business dei propri espositori.

Operatori in rappresentanza di 134 Paesi che coprono tutte le latitudini: dall’Antartide alla Nuova Zelanda, passando per la Guyana Francese, lo Swaziland e lo Zimbabwe. MCE si conferma la Fiera dove si deve andare quando si parla, con qualsiasi idioma, di impiantistica civile e industriale, di climatizzazione e di energie rinnovabili. Una vetrina internazionale che chiude oggi l’edizione 2016 con risultati più che positivi.

Internazionalità che si è tradotta in una maggiore presenza europea, con una crescita a due cifre per Cipro, Islanda, Lettonia, Moldavia, Repubblica Ceca, Serbia, Ucraina. Numero più alto di visitatori rispetto alla scorsa edizione anche dall’Asia, con aumento delle presenze da Armenia, Georgia, Iran, Kuwait, Libano, Pakistan. Interessante l’incremento di espositori dal Sud-Est Asiatico, con Indonesia, Malesia e Thailandia, che segue il lancio nello scorso anno di MCE Asia e che, a settembre, tornerà a Singapore per la seconda edizione. Si conferma nel tempo la partecipazione dalle Americhe, con incrementi in particolare da Cile, Colombia, Martinica.

Tante le lingue parlate in questa edizione e, tra queste, anche l’italiano ha giocato la sua parte. Tra le presenze tricolori, quest’anno si segnala la crescita del Centro-Sud, con un incremento dei visitatori da Lazio, Marche, Sardegna, Campania e Calabria, segno che l’impiantistica è un settore di attenzione e sviluppo che attraversa lo Stivale, appannaggio quindi non solo dei tradizionali distretti industriali del Settentrione.

Innovazione, efficienza, integrazione e convergenza di settore e competenze: questa in sintesi la 40° edizione di MCE-Mostra Convegno Expocomfort, in cui l’eccellenza è stata il trait d’union dei quattro giorni di esposizione. Eccellenza che è stata sintetizzata in Oltre la Classe A, una casa interattiva in scala reale in cui sono state installate le migliori soluzioni in materia di efficienza energetica, comfort e sostenibilità, per capire e toccare con mano come funzionerà la casa del futuro: un nuovo modo di concepire l’edificio come nodo intelligente di connessione al quartiere e alla città, intesa come Smart City.

“Il risultato dell’edizione 2016 ci rende particolarmente orgogliosi del lavoro svolto al servizio del mercato, reso possibile anche grazie alla stretta collaborazione con le principali Associazioni di categoria tra le quali Aicarr, Angaisa, Anima, Assistal – ha dichiarato Massimiliano Pierini, Managing Director di Reed Exhibitions Italia – Il nostro impegno prosegue per essere ancora e sempre di più uno strumento strategico per lo sviluppo del business del settore, che rappresenta un’eccellenza italiana e un elemento di traino per l’economia del Paese.”

Ma MCE non è stata  solo un’occasione di incontro e confronto tra gli operatori e le aziende: ha offerto anche momenti formativi utili per arricchire le proprie competenze professionali e stare al passo con un settore sempre più innovativo. È stato inaugurato, infatti, in questa edizione MCE Master, un luogo di incontro fisico e online riservato alle aziende e agli installatori per sviluppare competenze tecniche all’avanguardia, riuscire a offrire un servizio di alto livello al consumatore finale e, al contempo, sviluppare il proprio business.

Anche That’s Smart, l’area espositiva e convegnistica dedicata alle soluzioni e tecnologie più avanzate, ha offerto un calendario ricco di workshop formativi e informativi, organizzati con il supporto di un Comitato Scientifico appositamente costituito e di Federazione ANIE, per una formazione capace di soddisfare i bisogni di ogni operatore.

Formazione per chi già lavora ma anche per chi si appresta ad essere l’operatore di domani. Ecco quindi il concorso “Labgrade sustainable competition”, una competizione progettuale che ha coinvolto 50 studenti master del miglior livello formativo, provenienti dalle università più qualificate di tutto il mondo.