Martina Beltrami: “Luci accese”

martinaweb
martinaweb

Sarà in radio da oggi, venerdì 10 luglio, “Luci accese” (Fiero Dischi/Artist First), il singolo d’esordio della cantautrice torinese e concorrente di Amici 19 MARTINA BELTRAMI.
Il brano (disponibile qui http://martinabeltrami.lnk.to/luciaccese), dalla sua pubblicazione, ha raggiunto la #1 su iTunes, ed è entrato alla #22 della Viral 50 – Italia e nella playlist “New Music Friday Italia” di Spotify, totalizzando oltre 1 milione di ascolti sulla piattaforma.

A fronte del successo riscontrato dal brano, sono in programma già due eventi, andati subito sold out a poche ore dalla messa in vendita dei biglietti, per poter ascoltare e vedere Martina dal vivo.

Il primo è un concerto il 19 luglio, alle ore 21.30, a Rivoli (TO), la città d’origine dell’artista, presso il Parco Salvemini, all’interno della rassegna estiva “Rivoli Beach”, una serie di spettacoli, eventi cinematografici e concerti organizzati dall’Associazione Promozione Turistica – Pro Loco di Rivoli.

Il secondo appuntamento sarà un live e incontro con i fan, in programma il 25 luglio, a partire dalle ore 19.30, a Desio (MB), presso Parco Tittoni. Più che un semplice meet&greet, sarà proprio una fantastica occasione per conoscere e ascoltare Martina dal vivo.

Scritta dalla stessa Martina, con la produzione di Emiliano Bassi, “Luci accese” è un’intensa ed emozionante ballata, dal ritmo crescente e incalzante, che racconta le emozioni e i sentimenti della prima storia d’amore molto importante, che l’autrice ha vissuto con una ragazza: solitudine, rabbia e delusione; ma anche la luce accesa della speranza di poter superare il dolore di questa delusione.

«”Luci Accese” nasce dall’esigenza personale di dover esprimere un’emozione molto forte. Da poco era finita la relazione con la persona che più pensavo di amare sulla Terra. Il mio primo legame davvero stabile. Ero molto piccola, fu come se mi fosse venuta a mancare la terra sotto ai piedi. Ero stata abbandonata – spiega Martina Beltrami – “Luci Accese” è l’esatto momento nel quale la mia relazione arriva ad una conclusione, ma nonostante questo capisco che il mio amore è così grande che una parte di me sarà sempre un porto sicuro per lei. Nonostante tutto, io ci sarò sempre. Ho anche provato, e provo ancora, tanta rabbia, perché per questa persona che mi aveva fatta sentire da subito così importante, sono diventata di colpo, un’estranea. Riascoltandola ora, due anni dopo la scrittura, provo ancora le stesse sensazioni. Rabbia, amore e un senso di speranza: una luce accesa».

“Luci accese” è anche un videoclip, girato da BigUp! Factory, che nasce da un’idea della stessa Martina e ripercorre la storia raccontata nel brano. Il videoclip è disponibile al seguente link: https://youtu.be/xFvza7uLnRw.

Martina Beltrami – singolo d’esordio

martinaweb
martinaweb

Uscirà venerdì 12 giugno in digitale “Luci accese”, il singolo d’esordio della cantautrice torinese e concorrente di Amici 19 MARTINA BELTRAMI. Il brano è disponibile da oggi in pre-save e pre-oder al seguente link: https://martinabeltrami.lnk.to/LuciAccese_Pre.

Scritto dalla stessa Martina, con la produzione di Emiliano Bassi, “Luci accese” è un’intensa ed emozionante ballata, dal ritmo crescente e incalzante, che racconta le emozioni e i sentimenti della prima storia d’amore molto importante, che l’autrice ha vissuto con una ragazza: solitudine, rabbia e delusione; ma anche la luce accesa della speranza di poter superare il dolore di questa delusione.

«”Luci Accese” nasce dall’esigenza personale di dover esprimere un’emozione molto forte. Da poco era finita la relazione con la persona che più pensavo di amare sulla Terra. Il mio primo legame davvero stabile. Ero molto piccola, fu come se mi fosse venuta a mancare la terra sotto ai piedi. Ero stata abbandonata – spiega Martina Beltrami – “Luci Accese” è l’esatto momento nel quale la mia relazione arriva ad una conclusione, ma nonostante questo capisco che il mio amore è così grande che una parte di me sarà sempre un porto sicuro per lei. Nonostante tutto, io ci sarò sempre. Ho anche provato, e provo ancora, tanta rabbia, perché per questa persona che mi aveva fatta sentire da subito così importante, sono diventata di colpo, un’estranea. Riascoltandola ora, due anni dopo la scrittura, provo ancora le stesse sensazioni. Rabbia, amore e un senso di speranza: una luce accesa».