Marco Simoncelli

Marco Simoncelli Sic
Marco Simoncelli Sic

Quattro anni fa l’incidente in pista del Sic…

Eppure ogni volta che guardo o sento parlare del MotoGp, è come se lui fosse ancora li nella griglia di partenza. Sembra quasi che lui e la sua moto siano sempre in pista, mi piace immaginare lui e la sua moto, sempre presenti nei circuiti, e mentre gli altri piloti “si scannano”, lui gira serenamente e con il suo indimenticabile sorriso.

Eri troppo giovane Marco Simoncelli…non doveva succedere

Davide Falco

GP di San Marino, Lorenzo vince facile

Lorenzo mette le mani sul Motomondiale

Misano Adriatico, 16 settembre 2012 di Fiorenzo Di Costanzo. Il circus del motomondiale fa tappa nella casa del compianto Marco Simoncelli e al termine della gara di Moto Gp si ha un verdetto importante: Lorenzo è il pretendente numero uno al titolo mondiale.

Le emozioni non tardano ad arrivare e già dalle fasi di preparazioni di partenza si sono vissuti attimi di confusione: Abraham ha un problema alla sua Ducati e la procedura di partenza va ripetuta; problemi anche per la Honda di Pedrosa, che sarà costretto a partire dall’ultima posizione.

La seconda partenza è regolare: Lorenzo mantiene la prima posizione senza alcuna difficoltà e alle sue spalle si issa la Ducati di Rossi. Pedrosa, dopo un paio di curve, vede il suo weekend nero completarsi: Barbera lo centra in pieno e i due spagnoli sono costretti al ritiro.

Lorenzo e la sua Yamaha allungano facilmente sul resto del gruppo: alle sue spalle si accende la sfida per il secondo posto con Rossi che controlla agevolmente su Bradl e Dovizioso.

Il finale della gara è un monologo per Lorenzo che taglia in assoluta tranquillità il traguardo; alle sue spalle si piazza un ottimo Rossi, particolarmente in palla, e un sorprendente Bautista che negli al fotofinish ha la meglio su Dovizioso per la terza piazza. Chiude la top 5 Spies, autore di una buona prestazione in rimonta.

Classifica Mondiale: Lorenzo 270 punti; Pedrosa 232 pt; Stoner 186 pt; Dovizioso 163 pt; Crutchlow 122 pt.

MOTO2: gara caratterizzata da due “tronconi”: in una prima fase parte bene Marquez inseguito da Espargaro e Iannone. L’italiano riesce anche a portarsi in prima posizione ma la gara viene interrotta per permettere la pulizia dell’asfalto, sporco di olio uscito dalla moto di Rea. La gara riparte con Iannone che allunga su Espargaro e Marquez. Iannone resiste fino ai 4 giri dal termine, quando i due spagnoli lo sopravanzano. Marquez, già leader in classifica mondiale, potrebbe accontentarsi della seconda piazza, ma all’ultimo giro sferra l’attacco decisivo e così ottiene la settima vittoria stagionale.

Classifica Mondiale: Marquez 238 punti; Espargaro 185 pt; Iannone 165 pt; Luthi 161 pt; Redding 115 pt.

 

MOTO3: in partenza Cortesi scatta alla grande, mentre Romano Fenati perde qualche posizione e viene risucchiato nella parte centrale del gruppo. Il sedicenne di Ascoli però ritrova il ritmo giusto e si porta in prima posizione. Dalle retrovie risale forte anche Vinales. Negli ultimi giri il gruppo si ricompatta, sono in 5 a giocarsi il podio: Cortese, Fenati, Vinales, Salom e Rins. Lo sprint finale vede vincitore Cortese che ha la meglio di Salom. Fenati gioca di astuzia e con una manovra sola supera sia Vinales che Rins, ottenendo così un buonissimo terzo posto.

Classifica Mondiale: Cortese 225 punti; Vinales 179 pt; Salom 169 pt; Fenati 120 pt; Rins 96 pt.