Lago Ceresio: progetto Cipais

Cattaneo
Cattaneo

Approvato da Regione Lombardia l’accordo di collaborazione con l’Autorita’ Lacuale Ceresio Piano e Ghirla e il Comune di Brusimpiano per la riqualificazione di un tratto di sponda del Lago Ceresio, in provincia di Varese, sulla base di un progetto definito nell’ambito della Commissione per la Protezione delle acque italo-svizzere – Cipais.

 Regione Lombardia, Autorita’ lacuale Ceresio Piano e Ghirla e Comune di Brusimpiano collaboreranno per la realizzazione di un intervento di valorizzazione della riva, che sara’ completato nel 2020, con la progettazione definitiva e la realizzazione delle opere.

Il costo complessivo delle attivita’ previste dall’accordo ammonta a 626.100 euro, il contributo regionale e’
pari a 550.000 euro (150.000 euro nel 2019 e 400.000 nel 2020).

 “Un altro fatto concreto di Regione Lombardia per il territorio della provincia di Varese, affinche’ possa essere valorizzato integralmente – commenta l’assessore regionale all’Ambiente e Clima Raffaele Cattaneo -. Il recupero e la sistemazione ambientale e turistica della sponda del Lago Ceresio a Brusimpiano, rientra infatti nelle attivita’ del nostro governo regionale volte al risanamento ambientale e al miglioramento dell’attrattivita’ turistica dei laghi, al fine di renderli ancora piu’
fruibili”.

Nell’ambito delle attivita’ in corso tra Regione Lombardia e la Commissione per la Protezione delle acque italo-svizzere, sono state approfondite alcune proposte di progetto per la riqualificazione e il miglioramento delle acque del Lago Ceresio. Il progetto si inquadra all’interno dei lavori portati avanti negli ultimi anni dalla Cipais, che, oltre a proseguire studi e ricerche sulla qualita’ degli ambienti lacustri del Lugano e del Maggiore, ha attivato una serie di iniziative per valorizzare dal punto di vista ambientale e naturalistico e fruitivo le sponde dei laghi.

Le opere che saranno realizzate nel Comune di Brusimpiano sono state individuate dopo una serie di incontri sul territorio con i Comuni rivieraschi e hanno lo scopo di migliorare la funzione ecomorfologica della fascia litorale, per consentirne la percorribilita’ e la fruizione.

 Dal punto di vista ambientale, saranno effettuati interventi di miglioramento della qualita’ ecologica della riva, mediante riporto di materiale a lago, riconfigurando il profilo della sponda e aumentando l’estensione della zona litorale; saranno effettuati interventi a favore dell’ittiofauna, diversificando gli ambienti litorali e posando strutture naturali (fascine, ramaglia, ceppaie) adeguate allo scopo; saranno preservati e migliorati gli erbari macrofitici presenti e conservata o ripristinata, in alcune zone, una fascia arborea e arbustiva costituita da specie autoctone.

Dal punto di vista della fruizione, inoltre, sara’ realizzato un nuovo percorso pedonale, che ricolleghera’ e completera’ i tratti gia’ esistenti di passeggiata a lago, rendendo percorribile tutta la porzione di riva antistante il comune.

Riapre il Museo della Carta

Museo della Carta
Museo della Carta

Con una mostra e un libro dedicato al Garda riapre il  MUSEO DELLA CARTA
di Toscolano Maderno

Inaugurazione sabato 24 marzo dalle 16.00
Museo della carta – Valle delle cartiere
Toscolano Maderno

Con la presentazione della raccolta di favole illustrate “Fantastico Garda” di Simona Cremonini, riapre al pubblico uno dei gioielli museali del territorio bresciano

L’antica cartiera di Maina a Toscolano Maderno, dopo un importante recupero architettonico, è ormai dal 2007 un centro culturale dinamico che offre le sue innumerevoli iniziative culturali ad un pubblico sempre più eterogeneo.
Nei suoi spazi, è possibile ripercorrere la storia della carta, dal Medioevo fino al 1962, anno di chiusura dell’ultima fabbrica nella valle. Un museo che racconta sia il processo produttivo, attraverso manufatti e macchinari ancora funzionanti, sia rare curiosità legate alla stampa con una esposizione a di libri stampati dall’illustre tipografo Alessandro Paganini a Toscolano nella prima metà del Cinquecento.

Il museo, sotto la guida del direttore Lisa Cervigni, negli ultimi anni ha preso un nuovo slancio vitale. Negli antichi spazi della cartiera, accanto all’esposizione permanente, si allestiranno fino a ottobre eventi temporanei, che offriranno uno sguardo sull’arte visiva di giovani talenti ma anche mostre che svelano aspetti inediti del passato, attraverso documenti provenienti dagli archivi storici che raccontano particolari inediti della Valle delle Cartiere e della sua storia plurisecolare.

Ad accompagnare l’apertura al pubblico sarà la mostra delle tavole illustrate del libro Fantastico Garda di Simona Cremonini. Ventisei e oltre sono le creature fantastiche che compongono il saggio-bestiario illustrato del lago di Garda. il libro, un vero e proprio percorso magico attorno al Benaco, tra testi e disegni, ricostruisce il mondo sovrannaturale e meraviglioso del Piccolo Popolo, delle creature, degli animali fantastici e dei personaggi straordinari che fanno parte delle tradizioni locali e che sono collegati ai vari luoghi del lago.

Fra le coste del Garda, i suoi antri, le colline, i numerosi immissari e l’emissario Mincio, i paesini e le città del lago, “Fantastico Garda” si muove tra figure che ammantano l’immaginario collettivo italiano ed europeo, come nani ed elfi, giganti e draghi, mostri e unicorni, creature al femminile come ninfe e sirene oppure anguane e matronae, nonché fra quelle figure tipiche ed esclusive del lago di Garda, come il bresciano Tomfador, le trentine Les Eguales e il veronese Grisot.

La mostra sarà visibile fino al 10 giugno e intende avvicinare anche il pubblico più giovane alla scoperta del museo. Infatti la proposta museale si arricchirà per tutta l’estate di laboratori destinati ai più piccoli in cui sarà Gatto, la nuova mascotte del museo, ad accompagnare i bambini e le loro famiglie in queste esperienze creative e piacevoli.

FANTASTICO GARDA
di Simona Cremonini
presentazione libro e inaugurazione: sabato 24 marzo, dalle ore 16.00

Sede:
Museo della carta
Via Valle delle Cartiere
25088 Toscolano Maderno (BS)
Tel. 0365 641050 – 0365 546023
info@valledellecartiere.it
www.valledellecartiere.it
facebook: museo della carta di Toscolano Maderno

Orari:
dal 24 marzo al 30 giugno e dal 1 settembre al 7 ottobre tutti i giorni dalle 10,00 alle 18,00
Dal 1 luglio al 31 agosto tutti i giorni dalle 10,00 alle 19,00
Dal 13 ottobre al 28 ottobre solo sabato e domenica, dalle 10,00 alle 18,00

Biglietto
intero: € 7,00 ridotto: € 5,00 (gruppi composti da minimo 20 persone, 6-18 anni, over 65)
Residenti nel Comune di Toscolano Maderno: € 3,00
Gratuità: disabili e loro accompagnatori, bambini di età inferiore ai 6 anni

FRANCIACORTA. Visitare il territorio con bici griffate

Il territorio della Franciacorta è conosciuto come zona dove i vigneti consetono la produzione di vini molto qualificati e in questi ultimi tempi la vendita di bottiglie ha registrato un forte aumento sia in Italia che all’estero.

Per consentire di ammirare le bellezze delle zone e visitare le numerose cantine lungo la Strada del Franciacorta, la locale Associazione ha messo a disposizione dei turisti a partire dall’imminente primavera, 50 biciclette griffate noleggiabili a Iseo presso IseoBike di cui 20 elettriche e installato una nuova segnaletica per gli itinerari e tabelloni informativi posti all’inizio dei percorsi con mappe corredate di note tecniche e  QR Code per scaricarli sul proprio  telefono cellulare, scaricabili gratuitamente dall’Apple Store su iPhone e iPad, dove cantine sempre aperte su prenotazione durante il week-end.

L’iniziativa è quella di un Franciacorta slow da scoprire senza fretta, arrivando anche in treno, gustandone panorami, antichi borghi, prestigiose cantine, assaggiando i pregiati Franciacorta e rispettando l’ambiente.

Negli ultimi 3 anni abbiamo mappato 5 itinerari eno-ciclo-turistici, dedicandoli ciascuno ad una tipologia di Franciacorta, e una serie di facili passeggiate (c’è anche un trekking di 2 giorni)  che svelano  ai turisti l’anima più vera e sconosciuta di questa terra” sostiene  il presidente della Strada Gianluigi Vimercati Castellini.

 Gli itinerari proposti dalla Strada del Franciacorta partono anche in corrispondenza delle stazioni Trenord dislocate sul territorio e toccano cantine spettacolari per storia e architettura, abbazie millenarie e santuari, dimore storiche e palazzi, vigneti dalle perfette geometrie, angoli di natura intatta, antichi borghi. Lungo i percorsi si trovano caratteristiche trattorie, ristoranti e osterie dove si può fare una sosta per  gustare i cibi della tradizione, agriturismo, distillerie, piccoli laboratori dove acquistare squisiti e genuini prodotti di nicchia realizzati da abili artigiani.

Sono tracciate anche sei passeggiate sei ad anello, percorribili in mezza giornata: che consentono di espolare a piedi il Monte Alto, il balcone della Franciacorta;  i conventi e le vigne del Montorfano; la suggestiva campagna fra Ome e Monticelli Brusati, il lembo più interno della Franciacorta;  Borgonato con i suoi antichi borghi e i  filari geometrici di viti; le ville e i cascinali di Erbusco; le scroscianti cascate del torrente Gaina presso Monticelli Brusati. C’è poi un settimo percorso, più lungo e percorribile in 2 giorni, che parte da Brescia ed arriva a Iseo, fino alle sponde del Lago. Per gli appassionati di trekking che vogliono visitare la Franciacorta attraversandola in tutta la sua lunghezza c’è la possibilità di dormire, a seconda delle proprie esigenze, in agriturismo, albergo, bed & breakfast, villa antica o campeggio.

Gli itinerari  agro-ciclo-turistici sono cinque e alla portata di tutti   contrassegnati sulle mappe (pure scaricabili dal sito www.stradadelfranciacorta.it)  da colori diversi.

Le cantine della Strada del Franciacorta accolgono gli enoturisti durante i week-end con  visite guidate seguite da degustazioni di Franciacorta, il re italiano delle bollicine.  Per conoscere l’elenco delle cantine visitabili si può consultare il sito www.stradadelfranciacorta.it . È necessario prenotarsi direttamente presso la cantina prescelta, che può in questo modo organizzare il flusso dei numerosi appassionati. Il costo è  a partire da euro 6,00 a persona.

Informazioni: Associazione Strada del Franciacorta –  tel. 030. 776.0870.

info@stradadelfranciacorta.it, www.stradadelfranciacorta.it

                                                                                                   Carlo Torriani