Festival “Lo Spirito del Pianeta” – serata finale

serata-finale
serata-finale

DOMENICA 10 GIUGNO
SERATA FINALE
CON UN’INCREDIBILE CARRELLATA DI TUTTI I GRUPPI CHE HANNO PARTECIPATO AL FESTIVAL

Maoori
Shadygrovefolk
Yael Deckelbaum & Prayer Of The Mothers Ensemble featuring special guest Miriam Toukan.
gruppo tradizionale dall’Afghanistan
Maka (gruppo tradizionale indios dalla foresta amazzonica del Paraguay)
gruppo folk italiano F.B.A.
Tufi (Papua nuova Guinea)
Cherokee (North Carolina)
Bepi, & The Prismas
Chukchi – Eschimesi (dalla Chukotka – Russa)
indios Amazzonia Maka
Saor Patrol gruppo folk celtico Scozia
Zulù (Sud Africa)
Inuit (Groenlandia)
Maasai (Kenya)
Chukchi-Eschimesi
Dervisci Rotanti (Turchia)
Tamburi del Giappone Masa Daiko

 

“Che musica a Milano”

Beafour_Trattoria Arlati (2)_ph Bartolo Sorrentino
Beafour_Trattoria Arlati (2)_ph Bartolo Sorrentino

Penultimo appuntamento del quarto anno di programmazione per “CHE MUSICA A MILANO”, la serie di incontri dedicata alla Milano musicale, ai suoi locali storici (come il Tricheco, Capolinea, Santa Tecla, Charly Max) e a quelli ancora attivi, proprio come l’Arlati.
L’appuntamento è al Sotto da Arlati (via Nota, 47) a partire dalle 20.00.

A 50 anni da due dischi importanti come il doppio album bianco dei Beatles e “Beggars Banquet” dei Rolling Stones, nel corso della serata alcune band si misureranno con il repertorio di questi due gruppi, che hanno segnato la storia del pop rock internazionale.
Apriranno le danze i VIKYPEDIA BAND (Viky Ferrara – batteria e voce; Dario Polerani – basso; Roberto Capuano – tastiere) con “Time Is On My Side”, cover de “La Fine del Libro” dell’Equipe 84, “Lady Jane” e “Con Le Mie Lacrime” dei Rolling Stones e “I Wanna Be Your Man” dei Beatles.
Sul palco insieme a loro un ospite d’eccezione alla chitarra e voce: ROLANDO GIAMBELLI, “capitano” dei beatlesiani d’Italia.

Si prosegue con i THE GENTLEMEN (Agostino Nascimbeni, Marco ferrari, Il Purcu e Walzer Carluccio) e con altre canzoni dei Beatles: da “Please Please Me”, “Here Comes The Sun” e “Nowhere Man” a “Something”, “Baby It’s You” e “I Feel Fine”. Continueranno poi i LOMBROSO (Agostino Nascimbene e Dario Ciffo) con un fuoriprogramma da scoprire.

Protagonisti della parte centrale della serata saranno i BEAFOUR: tra cover dei migliori brani della band e abiti in puro stile Fab Four porteranno sul palco dell’Arlati un tributo ai Beatles a 360°.

I Beafour sono: Gianni, nei panni di John Lennon, alla chitarra ritmica, tastiere e voce; Claudio, nei panni di Paul McCartney, al basso, chitarra acustica e voce; Arturo, nei panni di George Harrison, alla chitarra solista e voce; Walter, nei panni di Ringo Starr, alla batteria, percussioni e voce.
C

oncluderà la serata ALBERTO RADIUS, che si esibirà con la Vikypedia Band con canzoni del suo interminabile repertorio, sia quello da solista che quello con la Formula 3; insieme anticiperanno anche qualcosa di quello che sarà il prossimo appuntamento del 7 maggio, quando a conclusione della stagione verrà omaggiato Jimi Hendrix a 50 anni dalla tournèe italiana.

Condurranno la serata Giordano Casiraghi e Agostino Zappia che, tra un’esibizione e l’altra, racconteranno aneddoti e storie dei protagonisti.

Ore 20.00 cena
Ore 22.00 musica live e jam session
***
Prenotazioni allo 02 6433327
***
www.trattoriaarlati.it
www.facebook.com/Trattoria-Arlati-dal-1936-106028292796810/
www.facebook.com/CHE-Musica-A-Milano-760450327386837/

Museo Tattile Statale Omero: “Barbieri di qualità al Museo”

centri-diurni
centri-diurni

Giovedì 21 dicembre alle ore 10 alla presenza dell’Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Ancona, Emma Capogrossi, e del Presidente del Museo Tattile Statale Omero, Aldo Grassini, si terrà la festa conclusiva del progetto “Barbieri di qualità al Museo”, che ha coinvolto 40 ragazzi dei Centri diurni e residenziali di Ancona nello studio e nella personale messa in scena del “Barbiere di Siviglia” di Gioacchino Rossini.

Gli utenti dei Centri diurni Papa Giovanni XXIII, Il Sole, Laboratori e Mestieri, e dei Centri residenziali Il Cigno e Villa Almagià, in un ciclo di 18 incontri totali al Museo Omero, hanno sperimentato l’ascolto partecipato dell’opera lirica “Barbiere di Siviglia” e, raccontando se stessi, si sono calati nei vari personaggi: il Barbiere Figaro, il Conte di Almaviva, Rosina, Don Bartolo, Don Basilio e il Notaio.

Un’esperienza che ha coinvolto tutte le arti, dalla musica alla poesia, dalla scenografica al teatro, un’esperienza di studio e interpretazione documentata in un video che sarà proiettato durante la festa conclusiva.

Il progetto “Barbieri di qualità” conferma la pluriennale collaborazione della Direzione Servizi Sociali e scolastici del Comune di Ancona con il Museo Omero che dal 2012 realizza gratuitamente attività multisensoriali pensate ad hoc per i gruppi.
“Barbieri di qualità” è curato da Opera società cooperativa e dalle volontarie del Servizio Civile Nazionale nell’ambito del “Progetto Narrare il museo. Nuovi linguaggi per l’inclusività.”