ExpoinCittà

Expoincittà
Expoincittà

Un agosto ricco di iniziative per i milanesi che restano in città e per tutti coloro che la visiteranno: ExpoinCittà – #MilanoaPlaceToBE, il modello di marketing territoriale adottato nella Grande Milano realizzato in partnership tra Comune di Milano e Camera di Commercio, continua la sua mission di promozione integrata della vivacità culturale e turistica di Milano lungo i sei mesi della XXI Triennale e durante tutti i weekend dell’anno, mettendo in rete le molte iniziative diffuse che confermano la sua grande attrattività anche durante il mese di agosto.

ExpoinCittà – #MilanoaPlaceToBE mette infatti a disposizione una piattaforma online sul sito expoincitta.com per ‘caricare’ le proprie iniziative che, dopo essere state approvate dal Comitato di Coordinamento, entrano a far parte del suo programma e vengono promosse attraverso il sito web – anche in versione mobile – i social network e le pubblicazioni.

Il calendario del mese d’agosto ad oggi propone oltre 2.500 appuntamenti, con un ventaglio di circa di 80 proposte al giorno, tra le quali milanesi e turisti potranno scegliere per vivere al meglio la città. Le iniziative continuano a essere inserite sul sito expoincitta.com dai diversi soggetti promotori, per cui il palinsesto, che nel primo semestre 2016 ha già raccolto e promosso oltre 16mila appuntamenti, è costantemente in progress.

Ampia e multidisciplinare è la proposta di eventi: dall’iniziativa ‘Domenica al museo’, che prevede l’apertura gratuita di tutti i musei milanesi domenica 7 agosto, al maxischermo in Darsena per seguire all’aperto e in compagnia le Olimpiadi di Rio de Janeiro; dalle molte mostre d‘arte aperte in città ai concerti diffusi in vari spazi della Grande Milano: dal Carroponte all’Ortomercato (con il Market Sound festival), fino all’ex sito Expo di Rho Pero.

Proprio l’ex sito di Expo, cuore pulsante dell’attrattività milanese durante il semestre maggio/ottobre 2015, rinasce quest’estate a nuova vita con il parco “EXPERIENCE rESTATEaMIlano”, riallacciando così il filo rosso che collega l’esperienza di ExpoinCittà2015 con quella di ExpoinCittà2016 – #MilanoaPlaceToBE. Tante le proposte in cartellone, ogni fine settimana da venerdì a domenica: una rassegna di spettacoli presso l’Open Theatre, lo spettacolo dell’Albero della Vita in scena con appuntamenti di giorno e in notturna; il Children Park, l’area gioco con otto installazioni interattive e percorsi dedicati ai bambini; cinque mostre legate alla 21^ Triennale internazionale d’arte e architettura ‘21st Century. Design After Design’.

La 21^ Triennale prosegue la propria programmazione proponendo approfondimenti ed esposizioni non solo presso la propria sede e in diversi luoghi della città, ma anche in alcuni spazi dell’area metropolitana, come il Museo della Fotografia a Cinisello Balsamo e nelle sale della Villa Reale di Monza.

Molte le esposizioni d’arte aperte in agosto. Palazzo Reale ospita la personale di Escher, la retrospettiva di Isgrò e la mostra de L’Espresso dedicata agli ultimi 60 anni della nostra storia, al PAC è in scena la creatività contemporanea cubana, a Palazzo della Ragione si possono ammirare le foto di William Klein. Ma mostre e rassegne sono aperte al pubblico anche al Museo del Novecento, presso lo Studio Museo ‘Francesco Messina’, nelle sale del Museo di Storia Naturale e al Monumentale.

Non solo, ma per lunedì 15 agosto è prevista l’apertura ‘straordinaria’, per l’intera giornata, dei Musei del Castello Sforzesco, del Museo del Novecento, dell’Acquario Civico e del Museo di Storia Naturale. Aperte tutto il giorno anche le mostre allestite nelle sedi espositive del Comune di Milano.

La Verdestate del Comune di Milano propone inoltre cinema all’aperto, spettacoli e musica: oltre alla rassegna dell’Arianteo, la cui programmazione quest’anno si declina su cinque arene estive in giro per la città – chiostro dell’Umanitaria, Cortile di Palazzo Reale, City Life, Cortile dell’Incoronata, Cortile del Conservatorio –, presso lo Spazio Oberdan è in programma, nell’ambito della 21^ Triennale, una rassegna cinematografica legata ai temi dell’Esposizione. Per i più piccoli, Sforzinda, la sezione didattica museale del Castello Sforzesco che ogni sabato, domenica e nella giornata di Ferragosto, dalle ore 14 alle 18, che propone attività ludiche e culturali.

Anche la musica sarà protagonista dell’agosto milanese: ancora in Triennale con le rassegne ’Open Night’ e ‘World Music’, presso il Cortile delle Armi del Castello Sforzesco con i ‘Notturni 2016’ e in diversi luoghi e spazi diffusi in città con la decima edizione del prestigioso festival di musica antica ‘Milano Arte Musica’.

Nel palinsesto della Verdestate anche ‘Vacanze a Milano’ che trasformerà piazza del Cannone tutti i giorni, dalle 15 alle 23, in una pista da ballo con spettacoli e animazione dal vivo, gare di ballo, giochi da tavolo e musica diffusa e concerti dal vivo. Un punto di ristoro sarà aperto tutti i giorni alle 10 alle 20 e a Ferragosto musica live dalle 15 alle 20 e dalle 21 alle 23.

Teatro Franco Parenti: “I Boreali -Nordic Festival”

i boreali nord festival
i boreali nord festival

Anche questa seconda edizione di “I Boreali – Nordic Festival”, ideata da Iperborea patrocinata dal Comune di Milano – Cultura all’interno del palinsesto di ExpoinCittà, si propone come la più grande rassegna italiana interamente dedicato alla cultura del Nord Europa.

“Nato sulla scia dei ‘Caffè’, organizzati a partire dal 2010 e dedicati a diverse città nordeuropee, l’iniziativa è cresciuta in questi anni fino a diventare un vero e proprio festival capace di creare, in una città a vocazione europea e internazionale come Milano, un importante punto d’incontro tra l’Italia e i Paesi del Nord Europa, favorendo il dialogo tra le culture”, ha dichiarato l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno.

Anche quest’anno il Festival, che si svolgerà presso il Teatro Franco Parenti dal 20 al 23 aprile, toccherà diversi temi e ambiti: per la letteratura tornano gli incontri con scrittori e intellettuali nordici e italiani, mentre per la musica si propone un concerto con protagonisti della scena musicale scandinava e appuntamenti sulle sonorità nordiche; in programma anche proiezioni cinematografiche, e il cibo è protagonista con i grandi classici della cucina svedese e una performance gastronomica; ma anche uno story show, un racconto teatrale, corsi di lingua, workshop, e molto altro.

Inoltre per tutta la durata del festival il bar del Teatro Franco Parenti, gestito da Kitchen Victim, offrirà cibo e bevande nordiche.

Per informazioni:
www.iperborea.com, iboreali.com, t 02.87398098

Il collezionismo di Dante in casa Trivulzio

Collezionismo di Dante
Collezionismo di Dante

Assessore Del Corno: “Un percorso espositivo, parte del palinsesto di ExpoinCittà, che regala ai visitatori la straordinaria opportunità di apprezzare il patrimonio dei manoscritti trivulziani”
In occasione di Expo 2015 e delle celebrazioni per i settecentocinquant’anni dalla nascita di Dante, il Castello Sforzesco organizza la mostra “Il collezionismo di Dante in Casa Trivulzio” nella Sala del Tesoro della Biblioteca Trivulziana, aperta al pubblico fino al 18 ottobre. La mostra racconta la passione collezionistica e filologica tributata in casa Trivulzio, nella Milano dell’Ottocento, a uno degli autori più importanti della letteratura di tutti i tempi: Dante Alighieri.

“Questo percorso espositivo, che è parte del palinsesto di ExpoinCittà – commenta Filippo Del Corno, assessore alla Cultura – regala ai visitatori la straordinaria opportunità di apprezzare alcune delle opere più celebri di Dante attraverso antichi esemplari manoscritti e a stampa appartenenti al ricco patrimonio dantesco raccolto da Gian Giacomo Trivulzio e dai suoi eredi nel corso del XIX secolo, attualmente conservati presso l’Archivio Storico Civico e Biblioteca Trivulziana al Castello Sforzesco di Milano. Un’altra testimonianza del grande valore del patrimonio culturale della nostra città”

Nell’articolato contesto culturale della Milano di inizio Ottocento, si aprì in casa Trivulzio una straordinaria stagione di collezionismo librario e di riflessione filologica, che ebbe a oggetto gli autori più illustri della letteratura in volgare delle origini, in particolare Dante Alighieri. I personali interessi linguistici e letterari orientarono infatti il marchese Gian Giacomo Trivulzio (1774-1831), accademico della Crusca e amico di Vincenzo Monti, ad ampliare le collezioni di famiglia, ereditate dal padre, privilegiando l’acquisizione di esemplari, manoscritti e a stampa, di opere del sommo poeta. La costituzione in casa Trivulzio di uno scaffale di volumi danteschi, unici o comunque rarissimi, fu il presupposto indispensabile perché il gruppo dei cosiddetti ‘editori milanesi’ (lo stesso Gian Giacomo, insieme a Vincenzo Monti e a Giovanni Antonio Maggi) potesse misurarsi ad armi pari con gli studiosi fiorentini, che avevano accesso ai ricchi fondi manoscritti delle biblioteche della città.

La mostra si apre con le testimonianze relative al Convivio, alla Vita nuova, al De vulgari eloquentia e alla Monarchia. Un’attenzione peculiare è riservata poi alle edizioni manoscritte e a stampa della Commedia, che documentano l’evoluzione nel tempo del testo dantesco a partire dal famoso codice Trivulziano 1080, trascritto e miniato a Firenze nel 1337 appena sedici anni dopo la morte dell’autore, fino ad arrivare all’editio princeps stampata a Foligno nel 1472. A corredo dell’esposizione dei manoscritti e degli incunaboli danteschi allestita presso la Sala del Tesoro, è disponibile on line la versione digitale della mostra, in cui si offre l’ulteriore opportunità di approfondire la conoscenza degli originali attraverso lo sfogliamento virtuale di una ricca selezione di fogli singoli o addirittura, per alcuni manoscritti, della loro riproduzione integrale.

Di eccezionale importanza, all’interno della mostra virtuale, è la sezione dedicata agli approfondimenti scientifici, dove sono raccolti contributi firmati da filologi ed esegeti delle opere di Dante, studiosi del libro antico, storici della miniatura e interpreti del contesto collezionistico in cui prese forma la raccolta dantesca di casa Trivulzio: non un catalogo in senso tradizionale, ma uno spazio di riflessione e comunicazione sul tema proposto. Questa agorà virtuale rimarrà aperta agli interventi degli studiosi per tutto il periodo della mostra e anche oltre, per approdare infine a una pubblicazione a stampa (come numero speciale della rivista Libri&Documenti), frutto duraturo costruito nel tempo grazie all’apporto di quanti hanno voluto e vorranno aderire a questo innovativo progetto di mostra partecipata.

La mostra a cura di Isabella Fiorentini e Marzia Pontone è stata realizzata in collaborazione con Università degli Studi di Milano (Dipartimento di Studi Letterari, Filologici e Linguistici) e con il patrocinio di: Centro Pio Rajna (Centro di studi per la ricerca letteraria, linguistica e filologica), Società Dante Alighieri, Università Cattolica del Sacro Cuore (Sede di Milano – Dipartimento di Studi Medievali, Umanistici e Rinascimentali)e Università degli Studi di Torino. Contenuti della mostra e digitalizzazioni degli esemplari esposti sono disponibili su: http://graficheincomune.comune.milano.it/GraficheInComune/bacheca/danteincasatrivulzio

Expoincitta’. Si chiude con sold out il Decameron in Villa Scheibler

Villa Scheibler

Si è chiusa con tutti gli spettacoli sold out il “Decameron” a Villa Schiebler: i quattro spettacoli itineranti allestiti negli spazi di Villa Scheibler a Quarto Oggiaro hanno conquistato oltre 2000 persone in 12 giorni, grazie alla grande qualità dei testi, agli allestimenti che hanno saputo trasformare il giardino in quello della villa di Fiesole descritta dal Boccaccio, alle musiche suonate dal vivo che hanno accompagnato ogni performance, e alla forza del passaparola che è riuscito a portare in questo luogo splendido e non centrale un pubblico attento ed entusiasta.

“Un grande successo per un’operazione in forte sintonia con lo spirito di ExpoinCittà, che ha saputo valorizzare le energie produttive della nostra scena creativa e, al tempo stesso, accendere i riflettori su uno spazio bellissimo fuori dai circuiti ordinari della rappresentazione teatrale, promuovendo una prassi produttiva alternativa a quella tradizionale e dando spazio a giovani attori che provengono dal tessuto di formazione della nostra città – ha dichiarato l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno –. Un segnale di grande partecipazione del pubblico all’offerta culturale di ExpoinCittà, che prosegue con il progetto di Padiglione Teatri all’Elfo Puccini e al Franco Parenti: una proposta di assoluta innovazione sia per la sua dimensione reticolare, visto il coinvolgimento di ben 58 compagnie milanesi, che per l’eterogeneità dei linguaggi delle varie produzioni”.