Intelligenza artificiale, emozioni, autismo, bambini

crowdfunding #RobotFriend
crowdfunding #RobotFriend

Procede con successo la campagna di crowdfunding #RobotFriend: il Robot amico per superare la diversità raggiunge in anticipo il primo step di raccolta su Eppela e ottiene il cofinanziamento di MSD CrowdCaring.

Ma c’è tempo fino al 28 dicembre per permettere il raggiungimento dell’obiettivo finale e realizzare così il sogno di un laboratorio di robotica al servizio dei bambini normalmente abili e bambini affetti da sindrome autistica.

La campagna di crowdfunding #RobotFriend, lanciata lo scorso 18 novembre sulla piattaforma Eppela all’interno del programma MSD CrowdCaring – iniziativa di MSD Italia che nasce per promuovere l’innovazione al servizio della salute – ha raggiunto e superato in anticipo il suo primo obiettivo di raccolta (pari a 10.000 euro), grazie agli oltre 9.000 euro donati dai sostenitori e dal cofinanziamento di MSD CrowdCaring che ha donato 5.000 euro all’iniziativa. “Siamo entusiasti per il successo riscosso e ringraziamo tutti coloro (sono più di 100) che ci hanno supportato nel progetto. Questo è pero solo un primo passo verso quello che è il nostro vero obiettivo: avvicinarci il più possibile a quota 20.000 euro” racconta Andrea Buragina, co-founder di LORF , spiegando come questo importo consentirebbe di arrivare a quello che al momento è un sogno: il Robot Pepper, che grazie alla presenza di un tablet, consentirebbe di veicolare in maniera ottimale il gioco #ColorQuiz, sviluppato dalla start up milanese.

LORF intende, infatti, sviluppare un laboratorio di robotica in cui bambini normalmente e diversamente abili si possano incontrare intorno al Robot e, attraverso il gioco, divertirsi, apprendere e socializzare, favorendo in questo modo anche l’educazione alla diversità. #ColorQuiz, ha un livello di difficoltà medio basso: questo lo rende fruibile dai bambini autistici ma al tempo stesso attraente anche agli occhi dei bambini normalmente abili, a cui viene affidato il ruolo di tutor. Saranno, pertanto, proprio questi ultimi ad aiutare i bambini autistici ad interfacciarsi con il Robot.

#ColorQuiz è il primo gioco che LORF ha realizzato e nasce proprio da un’idea dello stesso Buragina: quella di far scoprire ai bambini il mondo che li circonda attraverso i colori. Alla sua creazione ha lavorato un Team, coordinato da Andrea e composto da una psicologa, Claudia Bordicchia, esperta in Psicopatologia dell’Apprendimento, un tecnico, Ewerton Lopes S. de Oliveira, che vanta una consolidata esperienza nell’ambito della robotica, oltre ad un esperto in comunicazione digitale, Michele Berra, da sempre attento a tematiche sociali. Il gioco prevede una prima parte dove i bambini sono chiamati a giocare e a scoprire, attraverso il Robot, i colori primari e secondari. Nella seconda parte i bambini sono invece chiamati a scoprire i colori del mondo che li circonda rispondendo ad una serie di domande formulate dal Robot, attraverso l’ausilio di contenuti multimediali.

Pepper è il primo e più avanzato robot umanoide capace di interagire e di rispondere alle richieste dell’utente, e, grazie ad un complesso algoritmo, di riconoscere e reagire proattivamente alle emozioni umane entrando in relazione con l’interlocutore. Un’interfaccia di alto livello e un sistema di intelligenza artificiale (AI) cloud-based gli permettono di comunicare con chi gli sta intorno, analizzando la gestualità, l’espressione e il tono di voce.

Il Robot ha una forma simile a un giocattolo e dunque cattura subito l’interesse del bambino e crea un canale di comunicazione diretta con lui. Poiché il robot non tradisce emozioni, non cambia espressione vocale o facciale, facilita la concentrazione per i bimbi autistici, che sono ipersensibili agli stimoli esterni e timorosi delle reazioni umane.

LORF è una start-up innovativa fondata ed è anche una società Benefit, impegnata in azioni e progetti a sostegno delle persone autistiche e delle loro famiglie. Accreditatasi come B corp, LORF è stata premiata al B Corp Italian summit 2018 di Bologna come Best For Italy 2018 – miglior impatto Comunità, avendo conseguito il punteggio più alto nell’area comunità del BIA (Benefit Impact Assessment), un rigido protocollo che misura le performance economiche, ambientali e sociali di un’azienda. Nel 2019 ha anche ha anche conseguito il Best For The World sia Community che Governance.

LORF ha lanciato l’App loveorfriends, uno strumento che favorisce la socializzazione, promuovendo incontri nel mondo reale con i propri amici; l’obiettivo è invitare le persone a passare sui social network il tempo strettamente necessario per darsi appuntamento nel mondo reale. In questa direzione va anche #WorldFriend, la campagna recentemente lanciata da LORF che vuole sottolineare l’unicità dei momenti vissuti nella vita reale e l’importanza di vivere il mondo reale. Tra le sue attività LORF ha ideato e promosso il progetto HomeMate, che utilizza la tecnologia per innalzare il livello di autonomia delle persone con Autismo e migliorarne la qualità di vita, e ha realizzato, a supporto, il video, “Did you know Autistics Change the World?”, che partendo da personaggi autistici che hanno fatto la storia dell’umanità o indotto cambiamenti epocali, si pensi ad Einstein o a Mozart, illustra non solo cosa è l’Autismo, ma anche il potenziale onere finanziario a carico della comunità in futuro. Con l’obiettivo di far conoscere le potenzialità in termini di socializzazione di un Robot umanoide e i suoi utilizzi a servizio della persona e della comunità, LORF ha ideato e lanciato il Contest #RobotFriend, facendo diventare loveorfriends la prima app al mondo che ha permesso ad i propri utenti di incontrare e interagire con un Robot umanoide. L’obiettivo è ora dare a #RobotFriend una declinazione pratica.

PostePay Crowd

Levante_Foto_Kimberly Ross KR
Levante_Foto_Kimberly Ross KR

Si chiudono domenica 15 settembre 2019 sulla piattaforma Eppela le candidature alla quarta edizione dell’iniziativa di Postepay in sostegno dei giovani artisti della scena musicale pop, indie, rock e rap italiana.

Crowdfunding, co-finanziamento, promozione e l’opportunità di aprire un concerto di Levante al Forum di Milano: questi i benefit per l’edizione 2019!

Giunge alla sua quarta edizione l’iniziativa che offre risposta concreta alle più urgenti istanze dei giovani protagonisti della scena musicale italiana.

Parliamo innanzitutto della possibilità di trovare una forma di finanziamento per i costi che girano intorno alla produzione di un progetto musicale. Parliamo poi della comunicazione del proprio progetto, senza la quale quest’ultimo può esser considerato come “buttato via”. Parliamo della possibilità di suonare dal vivo, praticamente inaccessibile agli artisti più giovani…

PostepayCrowd infatti, grazie al proprio promotore Postepay e al sostegno progettuale di Eppela – principale piattaforma italiana di crowdfunding reward based – e Areaconcerti, mette a disposizione dei candidati la possibilità di: istituire una campagna crowdfunding per finanziare il proprio progetto, ricevere un co-finanziamento fino a 2.500 euro (per un budget totale di 130.000 € di co-finanziamento), essere scelti da un’etichetta discografica per essere oggetto di promozione, essere selezionati da Levante per aprire il suo concerto al Forum di Milano.

Vi raccontiamo come.

Sono state aperte le candidature venerdì 02 agosto e fino a domenica 15 settembre 2019 sarà possibile inviarle su http://www.eppela.com/it/mentors/postepaycrowd: segnatevi questo indirizzo perché è da qui che parte tutto.

Se siete artisti / band con un repertorio originale, un genere che rientra fra pop, indie, rap, trap e rock, almeno un video o un album all’attivo e soprattutto un progetto da realizzare, questa è l’occasione per voi.

La registrazione è molto semplice e soprattutto è gratuita. È sufficiente compilare l’apposito form di iscrizione, candidare il proprio progetto musicale (dall’incisione di un album, alla realizzazione di un tour, passando per la registrazione di un video, o altre iniziative simili) e lanciare la campagna di crowdfunding per farlo conoscere al web e raccogliere dalla rete i finanziamenti necessari alla sua realizzazione.

I progetti che rispetteranno questi requisiti saranno inseriti in una delle 2 call della durata di 30 giorni l’una, che si svolgeranno:
1° call dal 02 ottobre 2019 al 31 ottobre 2019
2° call dal 09 ottobre10 2019 al 07 novembre 2019

Ci sono poi 2 ulteriori call che potrebbero aggiungersi a queste due, un’opportunità in più che scoprirete nel regolamento.

Tutti i progetti che avranno raccolto in campagna almeno il 50% del traguardo fissato attraverso almeno 50 sostenitori differenti riceveranno un co-finanziamento per il restante 50%, fino ad un massimo di 2.500 € per ciascun progetto, che si sommerà alla raccolta ottenuta in campagna.

Ma non solo!

Tra tutti i progetti delle prime 2 call che hanno raggiunto l’obiettivo della propria campagna crowdfunding, entro il 15 novembre Levante sceglierà, autonomamente e a proprio insindacabile giudizio, l’artista (singolo o band) che aprirà il suo concerto del 23 novembre 2019 al Forum di Assago!

Inoltre, tra tutti i progetti arrivati a traguardo, 4 etichette musicali indipendenti – Hokuto Empire, Metatron, Yalla e Pioggia Rossa – sceglieranno ciascuna, a proprio insindacabile giudizio, un artista (musicista singolo o band) da promuovere con un investimento in comunicazione del valore di 5.000 €.

Senza ombra di dubbio, dunque, PostepayCrowd si conferma come una delle iniziative più importanti, strutturate e complete, a livello nazionale, a sostegno dei giovani talenti della musica italiana.

Promossa da Postepay in partnership con Eppela, e alimentata dai giovani e dalla loro creatività, questa iniziativa ha più volte dimostrato la propria forza dirompente. Nelle precedenti edizioni, infatti, sono stati co-finanziati 23 progetti musicali, con budget di 70.000 € di co-finanziamento (quest’anno il budget, lo ricordiamo, sarà di addirittura 130.000 €) per un totale di oltre 150.000 € di ‘raccolto’, mentre artisti di grandissimo richiamo della scena nazionale, come ora Levante, hanno dimostrato fiducia e interesse nei confronti di quanto si muove nella scena musicale italiana emergente offrendo ai giovani artisti la grandissima opportunità di affrontare un vero palcoscenico e un vero pubblico.

L’edizione 2019 saprà confermare PostepayCrowd come formula vincente per offrire tutti gli strumenti e le sinergie in grado di incoraggiare, sostenere e sviluppare il talento musicale attraverso il crowdfunding come mezzo efficace per la realizzazione di un progetto finanziato attraverso il consenso della rete.

Postepay e Eppela sono pronti.
Ora, tocca ai talenti mettersi in gioco!

PostepayCrowd
http://www.eppela.com/it/mentors/postepaycrowd

Climbing Iran

Climbing_Iran_
Climbing_Iran_

Sarà presentato mercoledì 13 giugno alle ore 18.30, al Punto Einaudi Merulana di Roma (Largo di Sant’Alfonso, 3) il film-documentario in lavorazione Climbing Iran, di Francesca Borghetti, prodotto con Nanof e incentrato sulla storia di Nasim Eshqi, alpinista e climber iraniana capace di aprire vie su roccia e unica donna professionista che pratica all’aperto in Iran, dove ha all’attivo diverse prime ascese e aperture di vie.

Un’occasione per riflettere su diverse tematiche tra cui l’Iran, insieme ad Antonello Sacchetti giornalista ed esperto di Iran e Parisa Nazari dell’Associazione culturale Alefba, la montagna e l’arrampicare con il suo profondo significato simbolico, insieme a Stefano Ardito, scrittore ed alpinista.

Per finanziare parte delle riprese in Iran e sostenere il documentario, finalista al Premio Solinas 2017, al PerSo 2017 e a Visioni Incontra 2017, è in corso su Eppela la campagna di crowdfunding: www.eppela.com/climbingiran .

“Scalare le montagne ha di per sé il valore simbolico della sfida personale per superare i propri limiti”, afferma l’autrice e produttrice Francesca Borghetti, all’esordio nella regia di un lungometraggio, “penso che Nasim possa raccontarci qualcosa di nascosto che anima le donne iraniane di oggi e che sfugge all’abituale “discorso” sull’Iran, ma anche sul potere della montagna, che riposiziona l’uomo di fronte ai suoi limiti e relativizza la sua smania di controllo, l’onnipotenza delle sue ideologie”.

Il film-documentario sarà girato prevalentemente in Iran, ma anche in Trentino.