The Harvest

THE HARVEST_IL CAST
THE HARVEST_IL CAST

Hardeep Kaur di Cori è la protagonista del docu-musical di denuncia del caporalato nell’Agro Pontino
Il film inizierà il tour delle sale italiane a Febbraio. Appuntamenti nel Lazio: il 16 al Multisala Corso di Latina. Il 17 a Roma al Cinema Apollo 11.

Si tratta del primo video racconto della vita delle comunità Sikh dell’Agro Pontino e del loro rapporto con il mondo del lavoro, dove gli uomini soprattutto vengono impiegati come braccianti agricoli.

Agli ordinari episodi di sfruttamento, vessazione e umiliazione – caporalato, cottimo, basso salario, violenza fisica e verbale – si aggiunge il dilagante fenomeno dell’uso di sostanze dopanti per sostenere i faticosi ritmi imposti nei campi.

La questione è affrontata in una forma artistica innovativa, di ricerca musicale e cinematografica, che coniuga lo stile del documentario con quello della fiction e del musical, per descrivere, senza toni retorici o didascalici, una realtà brutale, che tende a nascondersi nelle pieghe della quotidianità in tutta la penisola.

Le interviste sul territorio, a lavoratori e operatori del settore, sono accompagnate dalle coreografie del bhangra e delle altre musiche e danze tradizionali punjabi.
The Harvest è anche un esperimento narrativo in cui il cast interpreta se stesso.

Hardeep Kaur è realmente una mediatrice culturale per indiani per conto di FLAI CGIL Latina. La sua storia si intreccia con quella di Gurwinder Singh, venuto dall’India a lavorare nelle aziende agricole pontine per pochi euro al giorno. Marco Omizzolo, sociologo e giornalista, ricercatore e attivista, è invece colui che porta all’attenzione pubblica le testimonianze di questo esercito silenzioso.

Il film, girato nei comuni di Latina, Sabaudia e Nettuno, tra Gennaio e Settembre 2017, è già stato premiato allo HumanDoc Film Festival di Varsavia, al Delhi International Film Festival, all’International Documentary Filmfestival Amsterdam. Dopo il sold out delle prime nazionali di Brescia e Bologna, inizierà il tour nelle sale italiane a Febbraio.

Nel Lazio arriverà il 16 Febbraio, alle 18:30, al Multisala Corso di Latina e il 17 Febbraio, alle 19:00, a Roma, al Cinema Apollo 11

Bollate celebra la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne

giornata contro la violenza sulle donne
giornata contro la violenza sulle donne

L’Amministrazione comunale di Bollate dice NO al femminicidio e alla violenza, celebrando la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne del 25 novebre con diverse inziative. Tra le altre, l’installazione di una panchina rossa in piazza A.Moro, a ricordo di tutte le donne che hanno perso la vita in modo violento.

Ecco le iniziative per commemorare la Giornata contro la violenza sulle donne :

Da giovedì 16 novembre è stato esposto nello scalone esterno del Comune, un telo rosso contro il femminicidio, impegno simbolico di questa Amministrazione a contrastare la violenza ogni giorno dell’anno.

Il 25 novembre, alle ore 16, davanti all’ingresso del Municipio, verrà posizionata la panchina rossa a ricordo di tutte le donne che hanno perso la loro vita per mano di chi «diceva di amarle», come recita la scritta sullo schienale. A seguire, flash mob di Daf time ASD che riproporrà anche a Bollate dell’evento che riempì piazza Duomo nel 2014.

A tutti i partecipanti (donne e uomini), verrà distribuito un filo rosso da conservare, sia come ricordo della giornata che come filo conduttore di tutte prossime iniziative sulle pari opportunità che verranno organizzate a Bollate.

Per saperne di più:
Nel 1999, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha istituito la Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne e indicato come data per la sua ricorrenza il 25 novembre. Tale giorno era già stato scelto da un gruppo di attiviste sudamericane che si erano riunite nel 1981 a Bogotà per l’Incontro Femminista latinoamericano e dei Caraibi finalizzato a ricordare il brutale assassinio del 1960 delle tre sorelle Mirabal, catturate, torturate e massacrate dai militari della Repubblica Dominicana sotto il regime dittatoriale di Rafael Leonidas Trujillo.
Nella giornata del 25 novembre i governi, le organizzazioni internazionali, le ONG e le istituzioni (centrali e locali) sono invitate a organizzare attività di sensibilizzazione dell’opinione pubblica. Anche nel nostro Paese, dal 2005, si celebra la ricorrenza con iniziative culturali e politiche.

Francesco Guccini: “LOstaria della Dame”

Francesco Guccini_Paolo De Francesco 3
Francesco Guccini_Paolo De Francesco 3

Il 3 novembre uscirà “L’OSTARIA DELLE DAME” (Universal Music), un progetto discografico che nasce dal ritrovamento dei nastri di 3 concerti acustici inediti di FRANCESCO GUCCINI, registrati nei primi anni ’80 all’Osteria delle Dame di Bologna, il locale fondato dal cantautore assieme a Padre Michele Casali nel 1970.

Saranno disponibili due versioni: un cofanetto deluxe che conterrà in 6 cd le registrazioni integrali (compresi gli interventi parlati tra un brano e l’altro!) dei 3 concerti (del 1982, 1984 e 1985) e un libro di 80 pagine con foto, testimonianze dei protagonisti dell’epoca, la storia dell’osteria e un’introduzione di Francesco Guccini, e un’edizione in 2 cd con una selezione dai tre concerti e il booklet. Questa seconda versione sarà disponibile anche sulle principali piattaforme streaming e in digital download negli store digitali.

Questo progetto discografico rappresenta un tassello della storia del cantautore che si aggiunge alla geografia gucciniana della Bologna degli anni ’70 e ’80, una serie di brani da ascoltare tutto d’un fiato per essere catapultati in quel momento storico, narrato dalla voce di Francesco Guccini accompagnata dalla chitarra di Juan “Flaco” Biondini.
Il trasferimento diretto dai nastri magnetici ha, infatti, mantenuto inalterata l’atmosfera dei concerti, che si svolgevano in modo del tutto informale in un ambiente goliardico e creativo tra le risate e gli applausi del pubblico e degli stessi protagonisti. Così gli ascoltatori potranno rivivere quell’irripetibile momento in modo genuino, grazie a parole e musica.

Il locale bolognese che fa da scenografia ai concerti, l’Osteria delle Dame, è chiuso dal 1985 ma riaprirà al pubblico dopo 32 anni a partire dal 14 novembre, grazie all’opera di recupero di Andrea Bolognini che ha voluto creare un circolo, una casa della canzone d’autore, nel mitico n°2 di Vicolo della Dame.

Di seguito la tracklist dei 6 cd del cofanetto deluxe:
Concerto del 23.01.1982
CD1: Intro, Canzone per un’amica, Intro, Canzone quasi d’amore, Intro, Osteria dei Poeti, Intro, Ti ricordi quei giorni, Intro, 100, Pennsylvania Ave., Intro, Incontro, Intro, Bologna, Intro e Gulliver.
CD2: Bisanzio, Intro, Jacinto Chiclana, Intro, I fichi, Intro, Venezia, Intro, Canzone di notte n.2, Intro e Un altro giorno è andato.

Concerto del 14.01.1984
CD1: Intro, Canzone per un’amica, Intro, Autogrill, Intro, Argentina, Intro, Canzone delle osterie di fuori porta, Intro, Bologna, Venezia, Intro, Jacinto Chiclana, Intro e Auschwitz.
CD2: Intro, Il treno va, Canzone di notte, Bisanzio, Intro, Inutile, Intro, Canzone dei 12 mesi, Intro, Gli amici, Intro, Incontro e Il treno va (Bis).

Concerto del 19.01.1985
CD1: Scirocco, Intro, Canzone per un’amica, Intro, Autogrill, Intro, Auschwitz, Intro, Argentina, Intro, Il vecchio e il bambino e Bisanzio.
CD2: Intro, A Don Nicanor Paredes, Intro, Il pensionato, Intro, I Fichi, Intro, Signora Bovary, Bologna, Venezia, Intro, Chacarera del 55, Intro, Yo quiero un caballo negro, Canzone quasi d’amore, Intro, Un altro giorno è andato e Ringraziamenti.

“L’Ostaria delle Dame” è disponibile in pre-order al seguente link: https://udsc.lnk.to/guccinidame.

Il 6 novembre Francesco Guccini presenterà “L’Ostaria delle Dame” e incontrerà i fan a La Feltrinelli di Milano (Piazza Piemonte – ore 18.30).

Il 13 settembre è uscito per Giunti Editore “Tempo da elfi”, il nuovo romanzo giallo di Francesco Guccini e Loriano Macchiavelli.