Rosmy in concerto al Ronchi 78

COPERTINA Inutilmente 3000x3000_ b_foto di Tiziana Orrù
COPERTINA Inutilmente 3000x3000_ b_foto di Tiziana OrrùCOPERTINA Inutilmente 3000x3000_ b_foto di Tiziana Orrù

Giovedì 28 giugno ROSMY sarà in concerto al RONCHI 78 di Milano (Via S. Maurilio, 7 – ingresso libero), alle ore 21.30, accompagnata alla chitarra da Renato Caruso.

Oltre ad eseguire brani del suo repertorio, la cantautrice lucana presenterà per la prima volta live il suo nuovo brano “INUTILMENTE”, attualmente in rotazione radiofonica e disponibile in digital download e sulle principali piattaforme streaming.

“INUTILMENTE” , canzone scritta dalla stessa Rosmy in collaborazione con Ciro Scognamiglio, affronta il fenomeno molto diffuso del “ghosting”: non avere il coraggio di affrontare la realtà e di assumersi le proprie responsabilità. Complici di questo atteggiamento i social che rendono sempre più rarefatto il contatto umano.

Il brano descrive un viaggio interiore, un percorso alla ricerca di una via d’uscita da un disagio ossessivo, in cui la musica rappresenta l’unico conforto e l’unica arma vincente per poterlo affrontare.

Rosmy si è distinta in questi anni per il suo impegno nell’affrontare con la sua musica tematiche sociali. Con il suo precedente singolo “Ho scelto di essere libera”, uscito a giugno 2017 con il videoclip promosso da Lucania Film Commission e da Amnesty International, lancia un messaggio contro il bullismo.

Ad aprile 2016 pubblica “Tra nuvole e sole”, apprezzato per la sua originalità musicale e valenza sociale, un vero e proprio messaggio contro la violenza che paralizza l’anima della gente, un inno alla speranza contro l’angoscia del terrorismo.

Ema: ricorsi trasferiti alla Corte di Giustizia

Ema-
Ema-

È di oggi la notizia che il Tribunale europeo, accogliendo la richiesta del Comune di Milano, ha trasferito i due giudizi – di annullamento e di urgenza – alla Corte di Giustizia dell’UE, dove già pende il ricorso del Governo italiano.

Proseguono quindi, diversamente da quanto aveva chiesto il Consiglio al Tribunale nei propri atti, le iniziative giudiziarie del Comune di Milano, che ora potrà far valere, insieme al Governo italiano, le proprie ragioni dinanzi al massimo Giudice europeo. Si è appreso peraltro che in tali giudizi ha chiesto di intervenire, oltre alla Regione Lombardia, anche il Governo Olandese.

Nella giornata di ieri il Comune ha altresì visto accolta la propria richiesta di accesso agli atti da parte della Commissione europea, che ha fornito documentazione utile per gli stessi giudizi.

Parallelamente, nei giorni scorsi, le competenti commissioni del Parlamento Europeo hanno, anche a seguito delle iniziative del Comune di Milano, opportunamente affermato le prerogative del Parlamento medesimo e la necessità di assicurare che il procedimento per il trasferimento dell’EMA garantisca il pieno rispetto delle regole del diritto europeo, a tutela degli interessi di tutti i cittadini europei.

Il Comune di Milano esprime la propria soddisfazione per le iniziative che le Istituzioni europee stanno assumendo e conferma il proprio impegno affinché il trasferimento della sede dell’EMA avvenga nel rispetto delle regole e degli interessi dei cittadini europei.